Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

COLOSSO & MR. MACKEY > Meltzer

Discuti qui di tutto quello che vuoi inerente al wrestling. Per la WWE è SPOILER (e quindi va segnalato accuratamente) tutto ciò che non sia stato ancora trasmesso da Sky Italia. Per le altre federazioni è SPOILER quanto non sia stato ancora trasmesso in TV negli USA.
Main Eventer
Messaggi: 11560
Iscritto il: 05/11/2009, 23:24

Re: COLOSSO & MR. MACKEY > Meltzer

da andreawarrior » 16/03/2019, 19:29

AlikShowstopper ha scritto:Concordo ma ti pongo una questione: di fronte a un wrestling dispendioso come quello moderno e anche al logico affinamento di tecnica è logico che non mi faccia troppi pensieri riguardanti esclusivamente le misure?

Nessuno può darti una risposta precisa, se per te il wrestling è simulazione di lotta, allora devi tenere conto delle misure, se invece è semplice intrattenimento da non prendere seriamente, allora puoi fregartene delle misure.

A tua discrezione.
Immagine

Main Eventer
Messaggi: 11560
Iscritto il: 05/11/2009, 23:24

Re: COLOSSO & MR. MACKEY > Meltzer

da andreawarrior » 16/03/2019, 19:37

Colosso... a fine 800 il wrestling a Parigi era in un momento di crisi, poi arrivarono i terribili turchi, dei bestioni violenti e pittoreschi e il wrestling raggiunse il suo massimo splendore.

Ti saresti divertito in quel periodo a vederli contro l'eroe nazionale francese Paul Pons, 115 kg, strongman

Immagine
Immagine

Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 20308
Iscritto il: 30/10/2009, 21:30

Re: COLOSSO & MR. MACKEY > Meltzer

da Colosso » 16/03/2019, 21:16

E' bello pensare che pure una volta esistevano colossi e big men, nonostante le dimensioni medie della popolazione fossero decisamente inferiori ad oggi.
Immagine

Main Eventer
Messaggi: 2149
Iscritto il: 30/10/2009, 20:26

Re: COLOSSO & MR. MACKEY > Meltzer

da RedandYellow » 16/03/2019, 21:26

polykai ha scritto:ancora "credibilità", "kg/m", "W-D-L" bla bla bla...

solita solfa

buon divertimento


Se tu nelle cose che fai o guardi non ricerchi la credibilità è un problema tuo, e anche piuttosto grave, ma sei in linea con la tua generazione purtroppo... i kg/m e W-D-L- sono solo una diretta conseguenza, la divisione pesi leggeri della WCW era molto credibile ad esempio e per questo era ammirata in tutto il mondo... mentre se devo spiegarti l'importanza della coerenza delle vittorie e delle sconfitte (sporche e pulite) allora mi sa che la disciplina che guardi tu è diversa dalla mia. Poi ripeto, questo nuovo modo di intendere il wrestling (e ribadisco solo il wrestling) ha fatto perdere sponsor, ascolti, pubblico live, passione in giro per il mondo, a beneficio di chi? Non sono ironico, vorrei proprio saperlo... Infine hai detto bene, parlare con altri di wrestling rimane sempre un divertimento anche se hanno idee opposte alle mie, anzi, molto meglio se hanno idee opposte, mica siamo in guerra eh...

Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 4319
Iscritto il: 19/10/2016, 16:09

Re: COLOSSO & MR. MACKEY > Meltzer

da AlikShowstopper » 16/03/2019, 22:42

RedandYellow ha scritto:
polykai ha scritto:ancora "credibilità", "kg/m", "W-D-L" bla bla bla...

solita solfa

buon divertimento


Se tu nelle cose che fai o guardi non ricerchi la credibilità è un problema tuo, e anche piuttosto grave, ma sei in linea con la tua generazione purtroppo... i kg/m e W-D-L- sono solo una diretta conseguenza, la divisione pesi leggeri della WCW era molto credibile ad esempio e per questo era ammirata in tutto il mondo... mentre se devo spiegarti l'importanza della coerenza delle vittorie e delle sconfitte (sporche e pulite) allora mi sa che la disciplina che guardi tu è diversa dalla mia. Poi ripeto, questo nuovo modo di intendere il wrestling (e ribadisco solo il wrestling) ha fatto perdere sponsor, ascolti, pubblico live, passione in giro per il mondo, a beneficio di chi? Non sono ironico, vorrei proprio saperlo... Infine hai detto bene, parlare con altri di wrestling rimane sempre un divertimento anche se hanno idee opposte alle mie, anzi, molto meglio se hanno idee opposte, mica siamo in guerra eh...



stai confondendo a mio parere causa con effetto...... Lo spirito del wrestling, nei famosi anni 80 dove imperversavano cose di un certo tipo, era in perfetta sintonia con lo spirito del tempo; ora proprio per niente; è una questione di meccanica narrativa.
Riprendo l'intervista di undertaker

"Se nel 1990 basta una storia sul vedere chi sia il piu forte tra uno che si appella alla bandiera e alla "nazione" e l'altro che evoca la nazione nel 1999 non basta più ci vuole anche la rappresentazione della guerra padrone operaio.... dopo cosa ci vuole?"

Il nostro modo o il vostro modo ?

prendiamo 3 annate 1995 - 1999 - 2003 - 2007

12/18/95 2.3
12/11/95 2.5
12/4/95 2.4
11/27/95 2.5
11/20/95 2.3


12/27/99 5.8(5.5,6.1)
12/20/99 5.8(5.5,6.1)
12/13/99 6.1(6.1,6.1)
12/6/99 6.0(5.6,6.3)


12/29/03 3.7 (3.5,3.9)
12/22/03 3.0 (??,??)
12/15/03 3.5 (3.3,3.7)
12/08/03 3.8 (3.5,4.1)
12/01/03 3.7 (3.5,3.8)


12/31/07 2.6 (??,??)
12/24/07 2.5 (??,??)
12/17/07 3.5 (??,??)
12/10/07 4.1 (??,??)
12/03/07 3.2 (??,??)


Cosa sta significando? che la wwe non è più riuscita a riprendere lo spirito del tempo: si deve barcamenare tra i vecchi fan e conquistarne di nuovi.

Andrea ha detto che ha perso 700000 fan in tre anni? dico solo che tre anni fa perfino uno ziggler riusciva a risultare interessante

Main Eventer
Messaggi: 2149
Iscritto il: 30/10/2009, 20:26

Re: COLOSSO & MR. MACKEY > Meltzer

da RedandYellow » 17/03/2019, 9:00

Lo avevo scritto nel primo messaggio, la credibilità nella rappresentazione di una lotta è ancora figlia di questo tempo come lo era precedentemente, perchè nel wrestling si è pensato di non tenerla più in considerazione? E se questo passo, fatto per tentare di conquistare nuove platee ha fallito miseramente, perchè non si ritorna ad una concezione "normale" della rappresentazione della lotta cercando innovazione dal punto di vista dei personaggi e delle storie? Anche chi canta in playback fa finta, ma la rappresentazione è tale e quale al live (se non meglio), così funziona la logica... è ciò che non accade più al wrestling, un mondo che ti fa credere che con chissà quale tecnica può essere credibile un match tra Lio Rush e Brock Lesnar quando la logica, la fisica e anche il piacere visivo ti suggerisce il contrario... la WWE viene tenuta in ostaggio da quei tizi che la votano sul sito di Meltzer come peggiore promotion del 2018 quando di fatto è l'unica che conta...

Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 4319
Iscritto il: 19/10/2016, 16:09

Re: COLOSSO & MR. MACKEY > Meltzer

da AlikShowstopper » 17/03/2019, 9:22

RedandYellow ha scritto:Lo avevo scritto nel primo messaggio, la credibilità nella rappresentazione di una lotta è ancora figlia di questo tempo come lo era precedentemente, perchè nel wrestling si è pensato di non tenerla più in considerazione? E se questo passo, fatto per tentare di conquistare nuove platee ha fallito miseramente, perchè non si ritorna ad una concezione "normale" della rappresentazione della lotta cercando innovazione dal punto di vista dei personaggi e delle storie? Anche chi canta in playback fa finta, ma la rappresentazione è tale e quale al live (se non meglio), così funziona la logica... è ciò che non accade più al wrestling, un mondo che ti fa credere che con chissà quale tecnica può essere credibile un match tra Lio Rush e Brock Lesnar quando la logica, la fisica e anche il piacere visivo ti suggerisce il contrario... la WWE viene tenuta in ostaggio da quei tizi che la votano sul sito di Meltzer come peggiore promotion del 2018 quando di fatto è l'unica che conta...

c'è una minuscola differenza rispetto a questo.... sproloquio?

al di là del delirio finale...... wwe ostaggio ma vabbè....

il wrestling è definito come "finto" in modo spregiativo; ricordo un'intervista di Mickey rourke che diceva "ero dolorante e mi chiedevo come fosse possibile , in fondo è un ca**o di balletto" per il film the Wrestler.

Dopo che si è oltrepassato questo spartiacque sostengo solo che non sia possibile tornare indietro , a meno che non ci sia in giro gente che voglia essere truffata.

(Dopo leggo della gente che acquista batman v superman extended version e se lo fa andare bene anche se ha speso i soldi per il cinema e penso "Forse la gente fessa c'è abbastanza")

Main Eventer
Messaggi: 2149
Iscritto il: 30/10/2009, 20:26

Re: COLOSSO & MR. MACKEY > Meltzer

da RedandYellow » 17/03/2019, 10:37

Ho usato quel termine perchè ho letto una news su un sito americano di wwe nel panico dopo che è stata votata come peggiore promotion del 2018 e cerca subito le contromosse... sarà anche una cazzata però le mosse degli ultimi tempi mi fanno pensare ad una wwe nel pallone... sarei anche d'accordo con te, però ti pongo un quesito, dopo che si è oltrepassato questo spartiacque e si sono buttati nel cesso 100 anni di faticosa credibilità (dico faticosa perchè c'è sempre stato chi bollava il wrestling come cazzata e ci sarà sempre) le cose da questo punto di vista sono migliorate? La gente che prima pensava che fosse un balletto adesso cosa pensa? Prendendo i dati oggettivi di cui parlavo prima (ratings, buyrates, live ppv, live tv show, live house show) c'è molta più gente di prima che pensa che sia una càzzata e non va a vedere gli show, e la colpa di chi è? Di Hulk Hogan?

Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 4319
Iscritto il: 19/10/2016, 16:09

Re: COLOSSO & MR. MACKEY > Meltzer

da AlikShowstopper » 17/03/2019, 12:59

Il fatto è che si sta utilizzando un approccio da serie tv quando ci sono imprevisti diversi rispetto alla serie tv

Poniamo un esempio a Elimination Chamber si rompe il meccanismo della chamber e tutte le porte vengono aperte contemporaneamente.

Essendo un meccanismo rigido da serie tv ADESSO non si sa che fare!! (vedi elimination chamber per l'IC title)
Il motivo più semplice sarebbe trasformare il match in corsa (magari con qualche segmento successivo per improvvisare la storyline) in un ipotetico 6 way elimination match

Ho inventato un esempio ma spero che di essermi spiegato

Main Eventer
Messaggi: 2149
Iscritto il: 30/10/2009, 20:26

Re: COLOSSO & MR. MACKEY > Meltzer

da RedandYellow » 17/03/2019, 19:22

Si ho capito cosa vuoi dire e condivido anche in parte ciò che dici, ma resta il fatto che la cosa non mi piace e soprattutto non riesco a capirne il motivo di questo nuovo approccio più da serie tv visto che in questi ultimi anni non ha fatto altro che danneggiare tutto il movimento, e ripeto fino alla nausea, non lo dico io ma i numeri.

Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 8328
Iscritto il: 24/09/2009, 16:12
Località: Dicomano (Firenze)

Re: COLOSSO & MR. MACKEY > Meltzer

da Titan Morgan » 17/03/2019, 20:09

RedandYellow ha scritto:Ho usato quel termine perchè ho letto una news su un sito americano di wwe nel panico dopo che è stata votata come peggiore promotion del 2018 e cerca subito le contromosse...


Si va beh, ma tu ci credi che alla WWE ci sia qualcuno talmente idiota da prendere sul serio le classifiche del Wrestling Observer?
Per fare chiarezza, la WWE é risultata la peggior promotion del 2018 essendo stata votata come tale da appena 612 lettori.
Ma paradossalmente, nella classifica per stabilire la miglior promotion dell'anno, la WWE è risultata seconda (dopo la NJPW) con 1848 voti!!! :lol:
In pratica, 1848 lettori hanno votato la WWE come miglior promotion del 2018 e soltanto 612 come peggiore.
Queste classifiche sono una pagliacciata fine a se stessa e francamente non vedo come qualcuno possa seriamente prenderle in considerazione.
Immagine

Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 4319
Iscritto il: 19/10/2016, 16:09

Re: COLOSSO & MR. MACKEY > Meltzer

da AlikShowstopper » 17/03/2019, 22:09

RedandYellow ha scritto:Si ho capito cosa vuoi dire e condivido anche in parte ciò che dici, ma resta il fatto che la cosa non mi piace e soprattutto non riesco a capirne il motivo di questo nuovo approccio più da serie tv visto che in questi ultimi anni non ha fatto altro che danneggiare tutto il movimento, e ripeto fino alla nausea, non lo dico io ma i numeri.

lo so ma permettimi di ricordarti diversi dettagli

Ci sono stati un pò troppi morti e elementi di una vita "non regolata" nel wrestling (non attuale ma del passato) (ed infatti ci sono dei problemi con le sponsorizzazioni )
Viene considerato esso stesso uno show tv e non uno sport (evitando i protocolli USADA) e questo può dare adito a diversi fraintendimenti all'interno delle aspettative del pubblico potenziale.

Non dico che bisogna rinnegare completamente l'approccio a serie tv come scrittura (nel caso contrario sarebbe senza nessun dubbio scivolato molto più rapidamente nella marginalità), ma bisogna avere una scaletta abbastanza elastica da poterlo cambiare in corsa

Main Eventer
Messaggi: 11560
Iscritto il: 05/11/2009, 23:24

Re: COLOSSO & MR. MACKEY > Meltzer

da andreawarrior » 27/03/2019, 23:49

Comunque aldilà di tutto, mi spiegate quale sarebbe il senso di leggere gli articoli di Meltzer pre show, dove non fa pronostici no spoilers basati su ciò che ha visto negli show precedenti, ma dove in base alle informazioni da backstage che riceve, spoilera i risultati?

Va bene che non ci azzecca mai, ma bisogna essere proprio idioti, per andarsi a cercare volontariamente degli spoilers.
Immagine

Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 20308
Iscritto il: 30/10/2009, 21:30

Re: COLOSSO & MR. MACKEY > Meltzer

da Colosso » 06/04/2019, 15:19

Gasati per Wrestlemania? Capirete come andranno le cose quest'anno leggendo le pagelle di...

NXT TAKEOVER NEW YORK 2019

- War Raiders vs Ricochet e Aleister Black: 7

- Velveteen Dream vs Matt Riddle: 8

- Pete Dunne vs WALTER: 7,5

- Shayna Basler vs Bianca Belair vs Kairi Sane vs Io Shirai: 6/7

- Johnny Gargano vs Adam Cole: 7+


Ce l'avevi quasi fatta, NXT. Per la prima volta dalla tua fondazione stavi proponendo un Takeover piacevole e appetibile non solo per gli smartoni più marci e crudeli ma anche per i fan tradizionali e generalisti che hanno davvero a cuore questo sport. Il match di coppia iniziale è stato un po' troppo "stile NXT" come migliaia di mosse senza peso o significato nel corso della storia e una struttura non ben chiara o definita. Capisco che si trattava di 2 coppie di fan favorite ma anche così bisogna creare un minimo di dramma invece di mostrare 2 che si menano a caso, danno il cambio ad altri che si menano di nuovo, cambio a quelli di prima che si rimenano ecc. In ogni caso non posso dire che si è trattato di un brutto incontro e le fasi finali sono state molto spettacolari, ma non è quello che mi aspetto dai grandi tag team made in Wwe.
La qualità della serata si è alzata al livello dell'Everest con un secondo match che ci ha donato tutta la psicologia, lo storytelling, il lavoro sui personaggi mancato al precedente. Forse non si sono viste mosse da urlo ma, ciò che è più importante, sembrava di assistere a quei match di una volta dove ogni manovra aveva un significato e portava in modo chiaro verso la conclusione. Dream ha ripetuto l'omaggio ad Hogan anche se non era agghindato come lui, e a questo punto anche il più cretino dei detrattori deve riconoscere che non si tratta di presa in giro ma di ammirazione per il più grande di tutti i tempi. Un incontro che riconcilia col wrestling e fa vedere che non tutto è perduto a NXT.
Dunne vs WALTER ha una fase iniziale molto lenta, tanto da ricordarmi tutti i difetti del wrestling inglese basato principalmente sul lavoro al tappeto, e sembra deludere le aspettative di chi si aspettava meraviglie dal gigante austriaco. Ma quando il colosso inizia a fare sul serio l'epicità della contesa diventa qualcosa che non si era mai visto nella breve storia di NXT UK: il match diventa maledettamente incerto con una serie di manovre devastanti da una parte e dall'altra e non si capisce in che modo si potrà arrivare alla conclusione. Il finale è pienamente soddisfacente con una powerbomb dalla terza corda che si vede raramente e un volo d'angelo del gigante che inaugura una nuova era per il titolo meno prestigioso della Wwe. A cercare il pelo nell'uovo si può dire che WALTER ha faticato davvero troppo contro un cruiser che qualcuno della sua taglia dovrebbe squashare in 2 minuti, e non mi bevo il fatto che Pete Dunne finora sia stato proposto come un dominatore. Ma di fronte a un risultato giusto a volte si può perdonare anche un andamento del match sbagliato.
L'incontro femminile è risultato piacevole e interessante per l'apporto della fenomenale Bianca Belair, una delle powerhouse più complete che abbia mai visto (a dispetto della statura non elevatissima) e per cui prevedo MERAVIGLIE nel main roster, considerando che è pure carina e sul ring non ha niente da invidiare a una Superwoman come Charlotte. Il duo delle tappette giapponesi è risultato più fastidioso e pedante del solito, agendo in pratica tutto il tempo come un tag team contro avversarie che lottavano ognuna per sè, e prendendosi vantaggi illeciti e antisportivi. Solo alla fine il loro piano malvagio è crollato, quando si sono rese conto che la vittoria della Sane non era affatto indifferente per la Shirai e viceversa. A questo punto la superiore potenza fisica della Belair si è fatta sentire e l'avrebbe portata al trionfo e la Baszler non avesse sfruttato il momento favorevole da vera approfittatrice. Non do un voto più alto all'incontro perchè il finale mi ha amareggiato con un'inutile umiliazione di Bianca, visto che Shayna avrebbe potuto molto più facilmente schienare una delle 2 nipponiche KO invece di prendersela con un avversaria ancora pronta al combattimento.
4 incontri su 5 belli o almeno accettabili, grande spettacolo, che cosa poteva ancora andare storto? Purtroppo gli smart più fanatici ci hanno messo lo zampino e hanno preteso un main event tutto su misura per loro, ovvero all'insegna del fanservice più sfacciato e del superomismo più spinto mai visto ad opera di un underdog. Sul serio, siamo al livello dello scandalo do Bryan a Wm 30 che aveva disgustato tutti gli appassionati allontanando centinaia di migliaia di spettatori non più disposti a guardare qualcosa di così palesemente finto. Gargano è uscito da almeno 5 tentativi di schienamento IMPOSSIBILI che finora avevano chiuso qualsiasi altro match, ha resistito come niente a una finisher combinata degli avversari, è sopravvissuto a uno schianto sul tavolo che avrebbe dovuto tenerlo fuori 15 minuti e, dulcis in fundo, ha sterminato da solo una stable di 4 persone facendoli fuori uno alla volta. Il tutto dopo aver già fatto cedere Cole già in un'occasione non vista dall'arbitro. Ci sono casi in cui anche il mark più fedele e accanito non può giustificare ciò che si vede passare davanti, e questo match ha definitivamente superato il limite fra "storia di wrestling" e "farsa indigeribile". Prima che mi diciate "E allora Hogan, Warrior, Undertaker" Quelli erano tutti superuomini e personaggi "Larger than life", mentre Gargano ha la gimmick del wrestler debole che fallisce tutti gli appuntamenti importanti ed è un nano disgustoso di 70 kg. Un wrestler non diventa invincibile a seconda delle circostanze se non ha le caratteristiche per esserlo. Non è che se vediamo Marty Jannetty vestito da Undertaker dobbiamo aspettarci che esca da 3 Tombstone consecutive. A chi poi dice di essersi addirittura COMMOSSO per questo incontro... beh, invariabilmente si tratta di uno smart che agisce come il mark più fesso e boccalone. L'uscita di Gargano alla fine, rompendo la kayfabe di due che si erano lasciati odiandosi, rappresenta la negazione di tutto ciò che dovrebbe essere il wrestling e il trionfo di un'ideologia malata che nega la realtà, le emozioni e il rispetto dello spettatore.
Senza quest'ultimo match, Takeover Brooklyn avrebbe davvero potuto essere il più grande evento di NXT di sempre. Il main event su un puro piano di wrestling lottato risulta più che discreto, ma avrebbe potuto essere molto meglio con un andamento e un finale più logico e credibile che rispettasse l'intelligenza del fan. Purtroppo Triple H ha voluto strafare nel suo tentativo di "mandare a casa gli spettatori felici", fregandosene poi del fatto che il wrestling più acclamato nell'arena era Adam Cole. Questo lascia ombre pesanti nei pronostici di Wrestlemania di domenica: vedremo anche lì continui trionfi dell'underdog a discapito della credibilità? Vedremo Seth Rollins schiantare la Bestia dopo essere uscito da 5 F-5 consecutive? Vedremo Becky Lynch alzare 2 cinture con la sua faccia da bulletta strafottente dopo avere rotto senza alcuno sforzo la Figure-8 di Charlotte e l'Armbar di Ronda Rousey? Nubi nere si addensano sul nostro futuro di fan e possiamo solo affidarci alle geniali intuizioni di Vince McMahon per allontanare un futuro distopico che porterà alla fine del wrestling come lo conosciamo.
Non ci deludere, Wrestlemania!
Immagine

Mid Carder
Avatar utente
Messaggi: 272
Iscritto il: 18/12/2018, 2:02

Re: COLOSSO & MR. MACKEY > Meltzer

da Frogadier2 » 06/04/2019, 15:51

Colosso ha scritto:A chi poi dice di essersi addirittura COMMOSSO per questo incontro... beh, invariabilmente si tratta di uno smart che agisce come il mark più fesso e boccalone. L'uscita di Gargano alla fine, rompendo la kayfabe di due che si erano lasciati odiandosi, rappresenta la negazione di tutto ciò che dovrebbe essere il wrestling e il trionfo di un'ideologia malata che nega la realtà, le emozioni e il rispetto dello spettatore.

Immagine

Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 20308
Iscritto il: 30/10/2009, 21:30

Re: COLOSSO & MR. MACKEY > Meltzer

da Colosso » 08/04/2019, 20:01

Lo Showcase of the Immortals è stato bello o deludente? Il main event femminile è stato un successo o ha floppato? Non aspettate Meltzer, non guardate da altre parti, avrete tutte le risposte più autorevoli in un'edizione speciale delle migliori pagelle del web.
Preparatevi allo spasso con la recensione di...

WRESTLEMANIA 35

BROCK LESNAR VS SETH ROLLINS
Si diceva che non v'era alcun modo in chiave mark in cui Rollins potesse battere la Bestia. Si diceva che una sua vittoria da Superman avrebbe mutato in farsa tutti i trionfi passati di Brock contro i migliori esponenti del roster. Perlomeno la veridicità è uscita indenne dalla contesa, visto che in un confronto alla pari Seth ha dimostrato di non poter reggere nessun assalto di Lesnar, e solo un colpo basso clamoroso e plateale gli ha permesso di connettere a tradimento con le sue finisher. Ma la credibilità è l'unica cosa che esce salva da questo incontro. Il prestigio del Royal Rumble è stato di nuovo delegittimato con il suo vincitore ridotto ad apparire nel match di apertura dello show; il titolo Universale da principale attrazione della Wwe si vede ridotto a un giocattolo da baraccone, il sui destino è deciso in un match di neanche 5 minuti; lo spettacolo è stato pessimo non tanto per la durata irrisoria della sfida (Lesnar vs Goldberg in 5 minuti avevano fatto meraviglia) ma per la struttura tanto lineare da risultare quasi infantile (Lesnar domina per un paio di minuti, pugno nelle palle, 3 finisher e stop). Forse non sono stati raggiunti gli abissi di Bryan vs Sheamus di qualche anno fa, ma ne possiamo sicuramente parlare come di uno dei peggiori title match della storia di Wrestlemania. VOTO: 4,5

AJ STYLES VS RANDY ORTON
Il paladino delle indies e degli smart più intransigenti contro il rappresentante dei fan tradizionali e della supremazia Wwe sulle sue imitazioni da bingo hall.
Chi poteva vincere in questo clima di fanservice politicamente corretto se non il wrestler più piccolo, più debole, con minore carisma e che insulta tutto ciò che ha resto grande la federazione? La Wwe sembra non tenere in maggiore considerazione che Orton è una leggenda molto più grande di Styles e che a Wrestlemania nel corso delle sue molte partecipazioni ha raccolto troppo poco. Il match non è stato brutto ma non ha neanche offerto quello spettacolo e intensità che molti si aspettavano. I due si sono limitati a offrire il compitino e andare col freno a mano tirato, modo di agire tipico non solo di Orton ma anche di uno Styles sempre più lento e che dimostra molto più dei suoi 40 anni. Verso la fine il livello si alza decisamente con Randy che tenta più volte la sua classica RKO al volo, non riuscendo però a connetterla per la saggia opposizione di AJ. La sfida sarà scordata nel giro di pochi mesi ma non è stata assolutamente disprezzabile. VOTO: 6,5

THE USOS VS THE BAR VS RUSEV E NAKAMURA VS RICOCHET E ALEISTER BLACK
In una Wrestlemania non può mancare l'incontro spotfest, quello dalle mille mosse e dal ritmo indiavolato, quello dove la psicologia latita ma si compensa ampiamente con il divertimento. Di solito questa necessità si incarna in un ladder match, ma stavolta la Wwe ha giustamente deciso di non inflazionare la stipulazione, proponendoci un match tradizionale basato solo sulla bravura dei contendenti. A sorpresa gli MVP dell'incontro risultano i The Bar, con un Cesaro tornato alle prove di forza che lo avevano reso popolare e uno Sheamus che da anni non si vedeva così intenso e dominante. Ricochet non sa cosa sia lo storytelling ma svolge bene il suo compito di movimentatore, e Black sarà inadatto come wrestler singolo ma risulta convincente quando si tratta di tirare calci di qua e di là. Bene anche Rusev mentre Nakamura sembra il solito pesce fuor d'acqua: incredibile pensare che appena un anno fa lottava per il titolo mondiale in uno dei main event dello show. Gli Uso restano fuori dal match per lunghi tratti ma alla fine emergono col solito repertorio di voli e superkick. In sostanza il match che ci voleva per divertire il pubblico e far vedere che in main roster non è affatto meno spettacolare di NXT. VOTO: 7

THE MIZ VS SHANE MCMAHON
La grande scommessa. Poteva funzionare The Miz come face eroico quando ha costruito la sua carriera sulla figura di heel debole, codardo e approfittatore? La risposta è sì anche se con riserva, in quanto sarà da vedere se il pubblico sosterrà ancora Mizanin in incontri senza una rivalità di fondo così personale. Da parte mia non avevo il minimo hype per questo incontro, lo ritenevo spazio sprecato nella card di Wm, e invece sono stato piacevolmente smentito da una sfida che è risultata più intensa e violenta di quanto chiunque potesse immaginare. L'intervento di Miz Sr. è stato prevedibile ma dritto al punto, il suo pestaggio da parte di Shane ha portato a una grande razione di Miz e degli spettatori, e la parte "Falls Count Anywhere" è risultata piacevole con una serie di bump sempre più impegnativi che hanno portato al cataclismatico finale. Miz in tutta la carriera non aveva mai tentato qualcosa di così pericoloso come il suplex a caduta libera nel vuoto, e anche se questo gli è costato la vittoria gli ha fatto guadagnare un inedito rispetto da parte dei suoi detrattori. Una certa lentezza della prima parte impedisce all'incontro di raggiungere valutazioni maggiori, ma l'esperimento è senz'altro da considerare un successo. VOTO: 6/7

SASHA BANKS E BAYLEY VS THE DIVAS OF DOOM VS NIA JAX E TAMINA VS THE IICONICS
Ho sempre detto che il tag team wrestler è roba per uomini, e che le Divas non sono in grado di comprenderne e metterne in atto l'arte, lo spettacolo e la sottile psicologia. Il tag team di Sasha e Bayley è in assoluto la peggiore idea partorita dalla dirigenza nella scorsa annata, perchè ha messo insieme 2 contendenti mediocri e dallo scarso carisma in centinaia di match che non interesseranno mai a nessuno. Per i neonati titoli di coppia femminili i fan più esperti si aspettavano un cambio a favore di coppie più abili e meglio stabilite: le leggendarie Divas of Doom, Natalya e Beth Phoenix, che avevano tenuto a galla la credibilità della categoria nei tempi bui dell'invasione di modelle anoressiche, e Nia Jax e Tamina, le cugine samoane che costituiscono il tag team più potente e straordinario che abbia mai calcato i ring femminili. La vittoria invece è andata a due macchiette che non fanno ridere, due oche inutili e fallite che non hanno neanche il fisico e la forza per sostenere con i fatti le loro sparlate. Considerando il risultato pessimo, il match non è neanche stato malaccio, con ottime prove di forza di una Beth Phoenix protagonista indiscussa, ma la partecipazione del duo samoano è stata decisamente troppo breve e priva di spessore. Non credo proprio che d'ora in avanti le IIconics ci offriranno prestazioni migliori. VOTO: 6

DANIEL BRYAN VS KOFI KINGSTON
La vera Storia di questa Wm. Un picco emozionale che non si vedeva da molti anni. Una favola a lieto fine che supera qualsiasi altra nella storia di questo ppv e relega Wm 30 al ruolo di farsa per pagliacci. Possiamo rendere grazie a Kofi Kingston se Daniel Bryan ha perso il rispetto di tutti i fan che prima lo acclamavano e di tutti i critici che prima davano 5 stelle ai suoi match senza neppure averli visti: nella memoria storica degli spettatori Bryan passerà da "La figura più amata e popolare dai tempi di Austin" a "Quello scherzo della natura che è stato oggetto di una moda durata 12 mesi, e che poi ha rotto tanto i maroni che tutti gli si sono rivoltati contro". Kofi rappresenta tutto ciò che Bryan voleva essere ma non è stato: una figura di VERO underdog, un wrestler effettivamente sottovalutato (questo era il primo single match per il titolo che riceveva in 11 anni di carriera) e qualcuno con cui il pubblico si identifica sul serio e per cui prova un affetto genuino. Nonostante una prima metà molto statica e con poca intensità, con Daniel che fa di tutto per rallentare l'azione e annoiare gli spettatori, il match è cresciuto esponenzialmente nella seconda parte e ha avuto una tale carica emozionale da risultare il migliore della serata: straordinaria l'esplosione dei fan al kickout di Kofi dal Running Knee, l'esortazione a non cedere quando Kingston era in trappola nella LeBell Lock, e l'urlo di gioia dell'arena alla Trouble in Paradise finale. Non sarà uno dei match più belli di Wm ma sicuramente quello per cui questa edizione verrà ricordata. Goditi questo trionfo Kofi, perchè adesso sei sul tetto del mondo. VOTO: 7,5

SAMOA JOE VS REY MISTERIO
Un'iniezione di realtà. Il wrestling è degenerato tanto nel corso degli ultimi 20 anni da renderci indifferenti allo scandalo di nani che battono i giganti, e a farcela vedere quasi come una cosa normale, un logico andamento dell'azione. Ma non è mai stato così. In un vero combattimento il piccoletto viene massacrato TUTTE le volte, il nerd non si prende la rivincita sul bulletto più grosso, il pugile di categoria inferiore finisce all'altro mondo se ne affronta qualcuno con una decina di chili in più. Il big man può essere una sega, un ciccione, uno senza doti particolari come un Samoa Joe qualsiasi, ma se si confronta con qualcuno che è la metà di lui il risultato non può che essere la sua vittoria. Vedere Rey Misterio, uno dei wrestler più agili, spettacolari e bravi tecnicamente che siano mai esistiti ridicolizzato in meno di 60 secondi può essere uno shock, e rappresenta la peggiore umiliazione della sua carriera, ma va detto che TUTTI i suoi incontri con wrestler più pesanti di 100 Kg avrebbero dovuto essere così se il wrestling avesse mantenuto un minimo di realismo. Dal punto di vista dell'azione il match è stato una delusione totale e, se fosse stato il main event, il pubblico avrebbe avuto tutti i diritti a fischiare; dal punto di visto della credibilità sarà ricordato molto tempo come massimo esempio di match vero dove la premeditazione è solo una lontana invenzione degli smart. VOTO: 5

ROMAN REIGNS VS DREW MCINTYRE
La grande delusione della serata. Mi aspettavo questo incontro come lo show stealer, 15-20 minuti di intensità, emozioni, e botte da orbi dove i wrestler avrebbero fatto l'impossibile per prevalere l'uno sull'altro... e mi ritrovo invece una contesa piatta, scontata e mai entrata nel vivo, senza neanche una nearfall credibile che ci faccia alzare dalla poltrona. Drew non solo non ha eseguito la sua finisher ma nessuna manovra degna di nota, e a Reigns è bastato UN SOLO Superman Punch e un'unica Spear per aggiudicarsi la vittoria, quando sappiamo benissimo che per stendere gli avversari più resistenti di pugni è costretto a metterne a segno almeno 6 o 7. Forse ho sopravvalutato le capacità di recupero di Roman, che dopo un durissimo stop forzato non può logicamente più essere lo stesso di prima e che avrà bisogno di lunghi mesi prima di togliersi la ruggine da ring. Malissimo McIntyre che arrivava a questo incontro con uno status da dominatore, che vincendo poteva diventare un nuovo Lesnar e invece si riduce al livello di uno sfigato qualunque, neanche capace di opporre una resistenza a mosse basiche viste migliaia di volte. Il match è stato leggermente peggio di Rey vs Joe perchè, durando 15 volte tanto, è pure riuscito nell'impresa di annoiare e stancare gli spettatori. VOTO: 5-

TRIPLE VS BATISTA
Che cosa sarebbe Wrestlemania senza una grande sfida fra part-timer, per attizzare l'interesse degli spettatori casuali? Questa edizione ha segnato la prima defezione di Undertaker da tempo immemorabile, The Rock ha marcato visita e Cena ha potuto esserci solo in un segmento da non combattente: chi se non il leggendario Batista poteva salvare la situazione, tornando da un esilio durato 5 anni per meravigliare i suoi fan ancora una volta? Onestamente dopo tanta inattività non ci si poteva aspettare un The Animal nella sua forma migliore e infatti Dave era solo l'ombra della figura possente di una volta, rimpicciolito nel fisico, invecchiato e molto limitato per fiato e mobilità. Triple H lo abbiamo sempre visto in questi anni ma sappiamo che non è in una condizione molto migliore,e perdipiù veniva da un brutto infortunio ai pettorali che si vociferava avrebbe dovuto fargli saltare lo show. C'erano tutte le premesse per un disastro che avrebbe provocato i fischi e lo scherno del pubblico, ma i due ex-amici hanno scongiurato l'eventualità mettendo su una contesa violenta e brutale, dove le botte non si sono assolutamente risparmiate e dove si sono pure presi dei bump da paura considerando che si tratta di 50enni per cui il wrestling non è più l'occupazione principale. Certo la lentezza dell'incontro è stata per lunghi tratti cadaverica e l'intensità è risultata molto limitata, ma non si può non ammirare l'impegno che questi 2 vecchi campioni hanno messo per prevalere l'uno sull'altro. Non finirò mai di applaudire in particolare un Batista che nel pieno della carriera cinematografica si becca una powerbomb di schiena sui gradoni che avrebbe spaventato colleghi molto più giovani, in particolare un The Rock a cui è stato chiesto di partecipare a incontri molto meno pericolosi ma che ha sempre rifiutato per paura che un infortunio gli compromettesse la partecipazione a un film. Se questo, come in effetti lui stesso ha annunciato su Twitter, risulterà l'ultimo match combattuto da Batista, The Animal sarà ricordato con affetto nei decenni come una leggenda fin troppo sottovalutata. VOTO: 6,5

KURT ANGLE VS BARON CORBIN
All'annuncio di questo match il web si è rivoltato. Perchè un'icona come Angle deve sprecare l'ultimo match della sua carriera con un midcarder pippa come Corbin? Perchè non fargli affrontare invece Cena in una simbolica chiusura del cerchio, Shawn Michaels nel revival di un classico di Wm, o Undertaker che lo ha nominato come uno dei suoi avversari preferiti in carriera? Non nascondo che all'inizio anche io la pensavo così, ma la Wwe ha tenuto duro e devo riconoscere che ha fatto bene. Quegli avversari leggendari hanno offerto grandi match ai loro tempi, ma siamo sicuri che l'Angle attuale non avrebbe rovinato il buon ricordo di quelle sfide offrendo una passerella patetica di pochi minuti? Inoltre, che utilità e vantaggi avrebbe avuto un wrestler al suo ultimo match nel battere Cena o Undertaker, o viceversa? La soluzione più logica era far sì che il ritiro di Angle fosse effettivamente utile a qualcuno, nello specifico a un giovane che veniva da troppe sconfitte e umiliazioni nel corso degli anni, per il quale una vittima di tale portata avrebbe costituito un motivo di vanto da qui all'eternità (quante volte abbiamo sentito Lesnar vantarsi per avere interrotto la Streak?). Il match vero e proprio non è neppure stato male e si vede che Angle ci ha messo tutto il cuore e l'impegno possibili, pur non avendone proprio più fisicamente, sul piano della resistenza e della mobilità. Sono stati 5 minuti piacevoli in cui entrambi hanno fatto una bella figura, che non umiliano eccessivamente Kurt e fanno risalire di moltissimo le quotazioni di Corbin. Per una volta la Wwe fa la cosa giusta quando non cade nel bieco fanservice. VOTO: 6+

BOBBY LASHLEY VS FINN BALOR
"Il Demone è il wrestler più forte della Wwe". "Balor conciato così avrebbe interrotto la Streak e potrebbe battere Lesnar in 5 minuti". Queste non sono neanche le peggiori fra le puttanate che sono state dette sulla seconda incarnazione di Balor, come se il semplice fatto di tingersi la faccia di nero potesse rendere un debole mingherlino immensamente più forte di quello che è. La cosa peggiore, purtroppo, è che la Wwe ci prende tutti per fessi e cerca di farci bere questa piega favolistica delle cose, forse perchè lei è la prima a crederci in prima persona. Abbiamo così un cruiser rachitico di 75 kg scarsi che domina su un powerhouse tutto forza, tecnica e agilità di 125 kg, esegue su di lui una powerbomb e lo umilia in meno di 5 minuti. Ci sarebbe da impazzire di rabbia anche solo a leggere di questo risultato, ma per questa volta ho deciso di concedere un'attenuante alla Wwe: il match non è stato uno squash totale, Lashley ha avuto il modo di mettersi in mostra con alcune manovre impressionanti, e la contesa è stata sicuramente la più veloce e divertente nella seconda parte del ppv. Visto che in questo caso non rappresento solo il fan Colosso ma l'incarnazione buona di Meltzer, distinguo nettamente ciò che è il mio gusto personale dalla riuscita effettiva dell'incontro. VOTO: 6,5

RONDA ROUSEY VS CHARLOTTE VS BECKY LYNCH
Ed ecco ciò che tutti aspettavate. Saranno riuscite le donne a conquistare il plauso dei critici più severi? Si saranno dimostrate all'altezza di un main event così sentito da essere annunciato con un mese di anticipo? La risposta è no, seppure con riserva. Intendiamoci, non si è trattato assolutamente di un brutto incontro, ma di certo non passerà alla storia fra i più grandi main event di Wrestlemania, e dovendo stilare una classifica lo inserirei fra i 10 meno riusciti. Un tantino meglio di quello dell'anno scorso e di Reigns vs Undertaker, ma non è un gran merito considerando che quei match erano stati massacrati dalla critica e dagli smartoni. La Wwe ha deciso di non concedere nessuno spazio alle sorprese e di puntare sul fanservice più spinto in modo da essere sicura di chiudere lo show fra gli applausi: va detto però che Becky Lynch non esce affatto rafforzata da questo incontro, sia per il finale del tutto anticlimatico dove esegue una backslide riuscita male che l'arbitro valuta erroneamente per un conto di 3 (annullato dal fatto che inizi a contare prima che le spalle di Ronda fossero al tappeto), sia per l'atmosfera non molto partecipe da parte del pubblico, che solo raramente intona cori dedicati a lei. Anche il boato di gioia finale non è stato rumoroso come ci si poteva aspettare, nè i fan sono sembrati più coinvolti nei festeggiamenti di Becky di quanto lo fossero per quelli del New Day. E' questo un segno che l'imposizione della Lynch come "The Man" sia stata solo una strizzata d'occhio al 12% di pubblico più estremista, ma che la grande massa dei fan non la vede e non la vedrà mai come il volto della compagnia. Penso che anche i suoi blindmark più accaniti debbano accantonare l'euforia del risultato e guardare con occhio critico alle conseguenze a lungo termine, ovvero che in uno sport basato sul consenso del pubblico questo è molto meno grande di come lo si è fatto intendere.
L'incontro in sè è stato bello, senza un attimo di pausa ma privo di quelle manovre che rimarranno nella memoria, e di quella violenza e intensità che il bellissimo confronto dell'ultimo Raw faceva presagire. Sono anche mancate le nearfall credibili visto che i tentativi di submission da parte delle 3 avversarie sono stati subito stroncati, e non si registrano tentativi di pin degni di nota. Quella che doveva essere il megaspot del match, il bump di Charlotte sul tavolo contro i sostegni, è riuscito malissimo con l'attrezzatura che non si è neanche rotta (e questo dimostra che il peso e la massa degli atleti sono importantissimi per massimizzare l'effetto delle cadute). La Rousey ha combattuto bene ma non tanto quanto le sue sparate contro la veridicità del wrestling facevano supporre: se questo era il primo match dove faceva sul serio, perchè non ha massacrato le avversarie con facilità? Perchè di botte ne ha prese parecchie e ha finito addirittura per venire schienata? La MVP dell'incontro è stata senza dubbio l'ottima Charlotte che con la sua classe ha fatto notare di meno lo scarso repertorio di Ronda e le carenze di una Lynch che a parte quell'unica submission ha ben poche mosse nel suo arsenale: l'inserimento della Flair, tanto criticato dagli smartoni più arroganti e intransigenti, è stato proprio ciò che ha salvato il match da una sicura insufficienza. La Wwe sicuramente venderà l'incontro come un successo storico, ma sotto sotto saprà che l'esperimento non ha pagato e che, per i prossimi 100 anni, il main event dovrà spettare a quelli che lo sanno onorare davvero, ovvero gli uomini dotati di carisma, starpower e credibilità. VOTO: 7+


Siamo così arrivati alla fine di questa megarecensione. "Ma come?" si chiederà qualcuno. "Perchè non ti sei infuriato, non hai insultato, non hai dato di matto di fronte a un fanservice così sfacciato, alla vittoria dello smartismo, a una Wwe che butta via la sua anima a favore del 12%"? La risposta è semplice: perchè ero pronto ad accettare qualunque cosa. Neppure la rivalutazione di Chris Benoit e il suo inserimento postumo nella Hall of Fame mi avrebbe fatto perdere la calma. Vince McMahon nella sua infinita saggezza sapeva che gli eventi di stasera avrebbero fatto imbufalire tutti i fan tradizionali, e così li ha placati offrendo loro ciò che volevano davvero e che vale 100 volte di più della vittoria del titolo da parte di un nano: Hulk Hogan che appare a sorpresa fra il boato di 70,000 persone ed è pienamente restaurato nella gloria della federazione, ben più di quanto facessero supporre le sue apparizioni in Arabia e a Raw. Potrà sembrarvi poco, ma per un Hulkamaniac che per 3 anni ha vissuto nell'incubo della cancellazione dalla memoria, e non sapeva neanche se il suo idolo sarebbe stato reintrodotto nella Wwe prima della morte, tutto questo rappresenta il vero e proprio Nirvana.
La gioia personale però non deve farci dimenticare il giudizio negativo: anche escludendo tutti i risultati sbagliati, non ci sono stati veri e propri match capolavoro mentre le contese insufficienti non sono mancate. Da una prima media voto risulta una Wrestlemania fra le 5 peggiori di sempre, appena sopra edizioni ricordate con terrore dai puristi come la 11 e la 15. Possiamo supporre che la scelta degli sfidanti ai titoli (Kingston escluso) sia stata del tutto errata, e che uno Strowman avrebbe fatto la sua porca figura contro Lesnar invece di esser confinato in un match mezzo comedy nel Kickoff (che peraltro a me ha soddisfatto più di tutto il resto della card). La Wwe ha toccato con mano l'inadeguatezza dei candidati smart e possiamo sperare che in futuro non avremo mai più pesi leggeri a combattere per i titoli mondiali, o donne a contendersi i main event degli show. Meglio basarsi su figure di carisma e resa sicura, e chissà se il prossimo anno non sarà un Hogan in versione NWO, fresco di seconda Hall of Fame, a chiudere alla grande la sua carriera in un dream match contro l'erede Roman Reigns.
Immagine

Main Eventer
Messaggi: 11560
Iscritto il: 05/11/2009, 23:24

Re: COLOSSO & MR. MACKEY > Meltzer

da andreawarrior » 08/04/2019, 20:16

Colosso... il demone Balor non è invincibile; ha perso in modo pulito a NXT contro Samoa Joe.
Immagine

Upper Carder
Messaggi: 449
Iscritto il: 13/02/2012, 21:30

Re: COLOSSO & MR. MACKEY > Meltzer

da Luca Borgia » 08/04/2019, 20:41

Beh Hogan non ce lo vedo proprio più a lottare, ma da anni, non è il caso e lo sa benissimo pure lui, tra acciacchi e stanchezza (ieri era visibilmente contento, ma si vede che gli anni passano: il suo segmento per Mean Gene, ottimo, ha davvero fatto capire che ormai è quasi un reduce, con pochi coetanei colleghi sopravvissuti "più o meno in forma", e credo che lo sappia bene). Ma sono felicissimo di averlo visto in scena, riabilitato, e credo che comparsate simili, da icone del wrestling, vadano bene per tutti, dai giovani ai nostalgici come molti di noi. Ho visto poco e non voglio dare giudizi; ma su Rollins vs Lesnar dico che 4,5 è troppo. Rollins le prende di bestia e vince con 3 stomp, che è mossa abbastanza ridicola contro uno come Lesnar. Bryan vs Sheamus è stato giudicato "abisso" da Colosso, ma dissento. Ovviamente non è quello che ci si aspettava da un match titolato, ma come segmento ha funzionato, anche come logica: Bryan si distrae e va giù subito a causa della finisher "dura", a sorpresa, di uno molto più grosso di lui. Meglio quello che Rollins vs Lesnar...

Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 20308
Iscritto il: 30/10/2009, 21:30

Re: COLOSSO & MR. MACKEY > Meltzer

da Colosso » 08/04/2019, 20:45

Luca, dopo avere scritto le pagelle sono andato a vedere i vari giudizi dei critici americani e tutti hanno dato a Lesnar-Rollins voti più alti del mio, o per non dargli un'insufficienza si sono limitati al senza voto. La motivazione? Il fatto che sono blindmark schifosi che godono per il fatto che Lesnar abbia perso e che il campione ora sia un cruiser indy guy.
Quindi quando pensate che non sono obiettivo perchè troppo di parte, in realtà sono uno degli unici a saper scindere il critico oggettivo dal fan...
Immagine

Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 4319
Iscritto il: 19/10/2016, 16:09

Re: COLOSSO & MR. MACKEY > Meltzer

da AlikShowstopper » 08/04/2019, 20:53

Colosso ha scritto:Luca, dopo avere scritto le pagelle sono andato a vedere i vari giudizi dei critici americani e tutti hanno dato a Lesnar-Rollins voti più alti del mio, o per non dargli un'insufficienza si sono limitati al senza voto. La motivazione? Il fatto che sono blindmark schifosi che godono per il fatto che Lesnar abbia perso e che il campione ora sia un cruiser indy guy.
Quindi quando pensate che non sono obiettivo perchè troppo di parte, in realtà sono uno degli unici a saper scindere il critico oggettivo dal fan...

No forse perchè tu sei incompetente e loro forse sono leggermente più competenti... perchè non sono legati a sciocchezze come te...

tu sei un fan quindi una persona pericolosa in questo tipo di argomenti

basta solo vedere le cose che scrivi sul carisma...

PrecedenteProssimo

Torna a World of Wrestling: il Forum di SpazioWrestlling.it

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 14 ospiti