...6 anni fa, il promo che ha fatto storia

Discuti qui di tutto quello che vuoi inerente al wrestling. Per la WWE è SPOILER (e quindi va segnalato accuratamente) tutto ciò che non sia stato ancora trasmesso da Sky Italia. Per le altre federazioni è SPOILER quanto non sia stato ancora trasmesso in TV negli USA.
Avatar utente
cage n1
Main Eventer
Messaggi: 4747
Iscritto il: 12/07/2010, 22:36
Località: FERRARA

Re: ...6 anni fa, il promo che ha fatto storia

Messaggio da cage n1 »

Colosso ha scritto:Oltre che stupido, l'epiteto è pure sbagliato dato che io il Bullet Club lo conosco... cavolo, scrivo pure le recensioni sulla NJPW.
Dove scrivi le recensioni ?
Avatar utente
Teo_Shield
Main Eventer
Messaggi: 10260
Iscritto il: 21/12/2015, 15:52

Re: ...6 anni fa, il promo che ha fatto storia

Messaggio da Teo_Shield »

cage n1 ha scritto:
Colosso ha scritto:Oltre che stupido, l'epiteto è pure sbagliato dato che io il Bullet Club lo conosco... cavolo, scrivo pure le recensioni sulla NJPW.
Dove scrivi le recensioni ?
Qua viewtopic.php?f=4&t=15013&start=240
WoW Takeover Champion 2016
V.I.P. of Money in the Bank 2016
Avatar utente
Jagger
Main Eventer
Messaggi: 991
Iscritto il: 29/06/2015, 13:27

Re: ...6 anni fa, il promo che ha fatto storia

Messaggio da Jagger »

ShatteredDreams ha scritto:Secondo me non hai idea di cosa voglia dire "casual"
Casual, per definizione, è qualcuno che segue in modo approssimativo e senza regolarità.
Se segui la WWE ogni settimana non sei un casual. Se c'hai la maglietta di Seth Rollins o ti metti la parrucca stile Enzo Amore agli show WWE non sei un casual.
Non seguire la New Japan non è definizione di casual.
E ci terrei a specificare una cosetta: I CASUAL IN WWE NON ESISTONO.
SEMPLICEMENTE NO. Banalmente, sono tipo 3 milioni/3 milioni e mezzo di fan che vorticano attorno la WWE, e di questi un 2.8., 2.9 di media seguono la WWE.
Nessuno di questi è un casual, perchè semplicemente in WWE nessuno va a fare il casual. Nessuno si connette su RAW perchè non ha nulla da vedere, per una serie di motivi:
1)Il wrestling è un prodotto targettizzato ed è un prodotto coi suoi canoni e la sua immagine verso il grande pubblico, quindi o la WWE fa parte delle tue opzioni di intrattenimento(quindi se sei un fan) o non ne fa parte(se non sei un fan)
2)I casual, quelli che fanno zapping e poi eventualmente restano su un canale, sono in diminuzione e DI SICURO non possono essere un target su cui puntare
3)La WWE è un prodotto seriale. Non è che uno piglia senza mai aver guardato uno show e ne guarda uno e basta, nello stesso modo in cui nessuno si guarda un solo episodio a caso in mezzo al mucchio di una serie TV. Non è tipo Jimmy Fallon.

Appurato questo, il numero di fan WWE istruito su quanto accade extra-wwe non è certamente la maggioranza, questo non toglie però che il resto del pubblico sia ignorante o non sia a conoscenza di come il mondo fuori dalla WWE gira.
E comunque, non vuol dire che non sarebbe disposto ad accogliere ciò che viene da fuori(tipo, il Club ai tempi della faida con Reigns andava FORTISSIMO, tanto che è stato quell'act a consacrare AJ e a regalargli l'overness che ha adesso, tipo con Jericho il pubblico era comunque più tiepido), sia perchè quello che viene da fuori è figo, sia perchè una buona fetta di pubblico mangia la merda della WWE e non ha la cognizione necessaria per identificare la merda(vedi tipo Mahal).
I cerebrolesi alla Colosso sono una minoranza che più minoranza non si può.

Tornando al fulcro della discussione, tutto il pubblico conosce il BC? No.
Ma il BC resta l'act più over di tutto il movimento attualmente, e una buona fetta dei fan WWE lo conosce, e chi non lo conosce sarebbe disposto comunque ad accoglierlo.
Onestamente non ho granché interesse a discutere sugli epiteti, spesso vedo intere discussioni arenarsi su di essi quando i concetti espressi sono gli stessi. Il termine "casual" è scorretto? Va bene, ne prendo atto e faccio mea culpa, effettivamente hai ragione. Chiamiamoli allora WWE Universe, come la stessa WWE li definisce.
Con questa premessa sono in linea di massima concorde, pur con qualche specifica:
- Credo che la WWE continui a puntare sui casual, a ragione o a torto. Perché continuerebbero comunque a richiamare questa o quella celebrità extra-wrestling a Raw, altrimenti?
- AJ era bello over anche con Jericho, aggiungiamo il boost di overness data dall'andare contro Reigns e la ricetta è pronta. Credo davvero poco sarebbe cambiato anche se lo avesse spalleggiato qualcun altro, bastava fosse heel (perché parte dell'interesse inizialmente era dovuto al fatto che anche AJ fosse face, e avesse degli "amici" heel che più heel non si può, ma ripeto se li sostituisci con Harper e Rowan poco cambia ai fini della narrazione).
Ciò detto sul resto concordo, compreso il fatto che un eventuale Bullet Club come si deve, che abbia quel nome o meno, sarebbe comunque recepito bene dal pubblico. Semplicemente, non interessa. Ti possono fare qualche citazione vaga, ti possono fare i video sul Network, possono strizzarti l'occhio... ma nulla di più sostanziale.
Se il Bullet Club fosse davvero conosciuto dalla maggioranza del WWE Universe avrebbero sfruttato la cosa, anche perché è vero che non hanno i diritti sul nome ma nessuno vieta loro di fare una stable heel chiamata "The Club" con Balor/Styles come leader che si comporti allo stesso modo (e gestendola come si deve). Non l'hanno fatto perché semplicemente la maggioranza del loro pubblico non lo conosce se non per sentito dire, e anche se ne ha sentito parlare è già molto.

Sonic, in realtà Machine Gun come performer è tutt'altro che un pacco, solo che personalmente trovo difetti incredibilmente di carisma. Un po' come il suo vecchio tag team partner, Albert/Bernard. Nel post-Devitt non a caso è spettato a lui per qualche tempo il ruolo di leader, ma poi con Styles nella stable è stato soverchiato. La WWE non è decisamente il posto adatto per lui, così come non lo era per il suo vecchio compare.
Immagine Immagine
Avatar utente
AlikShowstopper
Main Eventer
Messaggi: 4634
Iscritto il: 19/10/2016, 16:09

Re: ...6 anni fa, il promo che ha fatto storia

Messaggio da AlikShowstopper »

La carenza di scrittura crea un problema non da poco: Il club ha avuto una gestazione di medio livello e con una stable che si è ingrossata.
Una sorta di Nwo.

Ce la vedete i booker a gestire il tutto?
Avatar utente
Tsunami
Main Eventer
Messaggi: 14811
Iscritto il: 31/03/2010, 11:24
Località: Villeneuve (AO)
Contatta:

Messaggio da Tsunami »

Jagger perdonami

Ma vale di più il Brand di Tekken che quello di Mortal Combat.

Tekken è un gioco in cui si organizzano Campionati mondiali di E-Games. Credo sia un gioco che fa parte delle "IP obbligatorie" dei circuiti.
Di MK non sono così sicuro.

Piccolo off topic.

E per inciso, ci sono campionato anche di Guitar Hero ma non di wwe 2knn.... due domande me le farei.

Inviato dal mio SM-G900F utilizzando Tapatalk
Avatar utente
Jagger
Main Eventer
Messaggi: 991
Iscritto il: 29/06/2015, 13:27

Re:

Messaggio da Jagger »

Tsunami ha scritto:Jagger perdonami

Ma vale di più il Brand di Tekken che quello di Mortal Combat.

Tekken è un gioco in cui si organizzano Campionati mondiali di E-Games. Credo sia un gioco che fa parte delle "IP obbligatorie" dei circuiti.
Di MK non sono così sicuro.

Piccolo off topic.

E per inciso, ci sono campionato anche di Guitar Hero ma non di wwe 2knn.... due domande me le farei.

Inviato dal mio SM-G900F utilizzando Tapatalk
In realtà il franchise di Mortal Kombat si è ripreso alla grande a partire dal IX, complice anche una certa stanca nel genere dei picchiaduro i MK e gli Injustice (che sono praticamente la stessa cosa con skin diverse) hanno preso sempre più piede a livello competitivo. Anche se forse dovrei dire "ripreso", visto che MK dopo i fasti degli anni 90 si era addormentato nel decennio dei 2000.
Comunque non ne facevo un discorso di notorietà internazionale o di importanza, ma banalmente di nazionalità. Mortal Kombat è un prodotto made in USA, Tekken è uno dei franchise giapponesi per antonomasia. La presenza di riferimenti al Bullet Club (che poi non solo a quello, alla NJPW in generale, come è stato fatto notare) non significa nulla proprio perché presente in un gioco giapponese, sviluppato da giapponesi e in pieno "stile giapponese". E ripeto, l'influenza del puroresu nella cultura jappa è la scoperta dell'acqua calda, specie se parliamo comunque di un videogame che parla di lotta e mazzate in cui ci sono pure diversi wrestler.
Fosse stato in MK sarebbe stato un altro discorso semplicemente perché è un franchise sviluppato fuori dal Giappone, e quindi l'inserimento del Bullet Club e dei simboli NJPW sarebbe stato molto più significativo in termini di conoscenza globale del brand. Significherebbe che quei simboli hanno una grande importanza e notorietà non solo all'interno del Giappone (cosa che è più che scontata, nota e arcinota).
Ultima modifica di Jagger il 04/07/2017, 16:15, modificato 1 volta in totale.
Immagine Immagine
Avatar utente
DontBlame
Main Eventer
Messaggi: 1031
Iscritto il: 26/01/2015, 18:15

Re:

Messaggio da DontBlame »

Tsunami ha scritto:Jagger perdonami

Ma vale di più il Brand di Tekken che quello di Mortal Combat.

Tekken è un gioco in cui si organizzano Campionati mondiali di E-Games. Credo sia un gioco che fa parte delle "IP obbligatorie" dei circuiti.
Di MK non sono così sicuro.

Piccolo off topic.

E per inciso, ci sono campionato anche di Guitar Hero ma non di wwe 2knn.... due domande me le farei.

Inviato dal mio SM-G900F utilizzando Tapatalk
OT: No, credo che MK e Tekken siano sullo stesso piano, anzi forse Mortal Kombat ha anche più tornei a livello internazionale rispetto a Tekken.
AFM2000
Main Eventer
Messaggi: 3408
Iscritto il: 25/02/2016, 17:49

Re: ...6 anni fa, il promo che ha fatto storia

Messaggio da AFM2000 »

Jagger ha scritto:Il merchandising lo comprano un po' tutti, ora non sono esperto di marketing (non in questo senso almeno) ma non credo si possa dire "il merchandising lo compra quel tipo di pubblico lì". Puoi trovare il casualone che guarda in TV quando non c'è di meglio e di certo non compra nulla e il fanatico del wrestling che ti ordina 10 maglie di Daniel Bryan, o al contrario puoi trovare il genitore che compra la maglia di Reigns/Cena ai figli e il fanatico di wrestling che guarda tutto in streaming e non compra nulla.
Comunque, semplice semplice: il casual è quello che segue la WWE e basta. Per questioni di tempo, reperibilità, affezione, perché gli piace la merda o tutto quello che volete. Ed è la stragrande maggioranza, altrimenti non staremmo tutti parlando di monopolio (a livello USA e globale, poi certo se vai in Giappone la NJPW ti sbanca il Tokyo Dome).
Sono sicuro che solo in questo forum esista una buona percentuale di persone che seguono solo la WWE. La tua descrizione del casual non rispecchia quella del vero casual. Mi dici che può seguire la WWE per mancanza di tempo o di facile reperibilità.
Il casual è quello che di natura una cosa non l'ha mai vista, o che ha visto in passato e che magari riprende coi vecchi nomi (part timer).
Quindi chi segue la WWE, non è per forza un casual. E ti ripeto, ti invito a non parlare di monopolio o meno, non c'entra nulla sulla discussione riguardo il valore del brand del Bullet Club. Non c'entra nulla.
Jagger ha scritto:Emerge in che contesto? Presso chi? E soprattutto, questa certezza da dove deriva? Perché se mi dite che la maggioranza del cosiddetto "WWE Universe" conosce il Bullet Club a mo' di dato acquisito e verità autoevidente tipo Teorema di Pitagora alzo le mani.
Emerge così tanto che l'anno scorso la WWE voleva comprare i diritti del brand, cosa che ti ho già detto in precedenza.
Jagger ha scritto:E invece non li considero Balor e Styles, per il semplice fatto che se togli il fattore Club dal loro stint IN WWE non cambia praticamente nulla. Perché, parliamoci chiaro, il feud fra Styles e Reigns sarebbe funzionato anche con due galoppini random e/o senza fare menzione dei precedenti in Giappone. I riferimenti al Bullet Club sono ad uso e consumo di un certo tipo di pubblico, nessuno lo nega, ma restano al livello di semplici citazioni pure piuttosto generiche.
Gli unici due character WWE che sono chiaramente influenzati dal Bullet Club sono Gallows e Anderson, e vedo la considerazione che hanno di loro.
E invece gli hanno messo Gallows ed Anderson proprio per quel motivo, The Club, venivano chiamati così ai tempi del feud con Reigns. Capisci che era per uno scopo preciso, ovvero attirare quel pubblico?
Jagger ha scritto:Ma che sia famoso non lo metto in dubbio. E nemmeno mi passa per la testa di definire la NJPW una indie. Presso gli appassionati di wrestling quello del Bullet Club è un brand fortissimo.
Da qua a dire che "il popolo conosce il Bullet Club", nemmeno si trattasse dell'ultimo singolo di una Lady Gaga udibile a chiunque abbia accesso ad una radio nel mondo, il passo è piuttosto lungo.
Qua nessuno l'ha voluta mettere su questo piano, sei tu che hai voluto capire questo. Ne parli come se i brand della WWE fossero realmente di pari importanza ad un successo di Lady Gaga, non si è detto questo.
Jagger ha scritto:E' un prodotto di nicchia, i cui fan "puri" (quelli che seguono proprio la disciplina in quanto tale per capirci, non perché mandano Raw in TV o che semplicemente se ne fregano di ciò che è extra WWE) sono piuttosto pochi. E la WWE insegue i fan casual proprio per questo.
Poi che parallelamente possa cercare di accontentare anche i fan della disciplina in senso stretto, cosa che magari qualche anno fa non avveniva o avveniva raramente, è indubbio. NXT (con cose tipo Liger in Takeover) e video come quello che hai postato lo dimostrano... però alla fine Liger non lo vediamo nei PPV del main roster, e segmenti come quello non vanno a Raw. Come dico da qualche pagina, passi avanti sì, rivoluzione no.
Per i cori ho risposto qualche post fa, ci vuole poco a farli partire. Torino, 2014, pubblico markissimo come tutti quelli italiani, arena che si ribalta di "olé olé oé" per un Sami Zayn che ancora doveva debuttare nel main roster. Tutti fan delle indies o di NXT? Ad un evento live può capitare di farsi coinvolgere anche da cose che effettivamente non conosci, di poserare in allegria.
Se la WWE puntasse sul casual tutto l'anno, oggi la WWE farebbe 3/4 milioni di spettatori a settimana, e mi spiace, non puoi mettere a paragone Zayn col Bullet Club, c'è proprio un abisso a livello di successo per i secondi. Ti ripeto, un anno fa la WWE ne voleva acquisire i diritti, dovrebbe far rendere l'idea.
Immagine
Avatar utente
Tsunami
Main Eventer
Messaggi: 14811
Iscritto il: 31/03/2010, 11:24
Località: Villeneuve (AO)
Contatta:

Messaggio da Tsunami »

Ah beh se intendevi "giapponese" in quel senso nulla da obiettare.

Inviato dal mio SM-G900F utilizzando Tapatalk
AFM2000
Main Eventer
Messaggi: 3408
Iscritto il: 25/02/2016, 17:49

Re: ...6 anni fa, il promo che ha fatto storia

Messaggio da AFM2000 »

Ma il Bullet Club appunto è mirato per il pubblico occidentale, più che al pubblico giapponese (per quello c'è Naito e la sua stable), c'è in Ring of Honor, il Bullet Club punta a quel pubblico, e quindi va considerato realmente come un prodotto occidentale, anche se è nato in Giappone, ma con l'intento di espandersi in questi settori.
Jagger ha scritto:Onestamente non ho granché interesse a discutere sugli epiteti, spesso vedo intere discussioni arenarsi su di essi quando i concetti espressi sono gli stessi. Il termine "casual" è scorretto? Va bene, ne prendo atto e faccio mea culpa, effettivamente hai ragione. Chiamiamoli allora WWE Universe, come la stessa WWE li definisce.
Con questa premessa sono in linea di massima concorde, pur con qualche specifica:
- Credo che la WWE continui a puntare sui casual, a ragione o a torto. Perché continuerebbero comunque a richiamare questa o quella celebrità extra-wrestling a Raw, altrimenti?
- AJ era bello over anche con Jericho, aggiungiamo il boost di overness data dall'andare contro Reigns e la ricetta è pronta. Credo davvero poco sarebbe cambiato anche se lo avesse spalleggiato qualcun altro, bastava fosse heel (perché parte dell'interesse inizialmente era dovuto al fatto che anche AJ fosse face, e avesse degli "amici" heel che più heel non si può, ma ripeto se li sostituisci con Harper e Rowan poco cambia ai fini della narrazione).
Ciò detto sul resto concordo, compreso il fatto che un eventuale Bullet Club come si deve, che abbia quel nome o meno, sarebbe comunque recepito bene dal pubblico. Semplicemente, non interessa. Ti possono fare qualche citazione vaga, ti possono fare i video sul Network, possono strizzarti l'occhio... ma nulla di più sostanziale.
Se il Bullet Club fosse davvero conosciuto dalla maggioranza del WWE Universe avrebbero sfruttato la cosa, anche perché è vero che non hanno i diritti sul nome ma nessuno vieta loro di fare una stable heel chiamata "The Club" con Balor/Styles come leader che si comporti allo stesso modo (e gestendola come si deve). Non l'hanno fatto perché semplicemente la maggioranza del loro pubblico non lo conosce se non per sentito dire, e anche se ne ha sentito parlare è già molto.

Sonic, in realtà Machine Gun come performer è tutt'altro che un pacco, solo che personalmente trovo difetti incredibilmente di carisma. Un po' come il suo vecchio tag team partner, Albert/Bernard. Nel post-Devitt non a caso è spettato a lui per qualche tempo il ruolo di leader, ma poi con Styles nella stable è stato soverchiato. La WWE non è decisamente il posto adatto per lui, così come non lo era per il suo vecchio compare.
L'overness di Styles parte per tutto il processo PRECEDENTE alla carriera in WWE. Styles rimarrà sempre un TNA original... ma dopo che ha lasciato la TNA non è scomparso, è tornato nel circuito indipendente e la NJPW gli ha dato la chance di essere il top gaijin, e ha fatto quello che ha fatto, proseguendo la carriera a dei livelli impensabili dopo come aveva chiuso il cerchio in TNA.
Quindi non puoi non calcolare quel percorso nell'overness di Styles, Styles ha quest'overness anche per quel percorso, e shattered ha ragione, lo Styles attuale non è neanche lo Styles face iniziale, segue molto l'attitude di quando era heel (che segue per l'appunto l'attitude che si è visto in NJPW, oppure se proprio ti fa contento dello Styles lonewolf in TNA).
Immagine
ShatteredDreams
Main Eventer
Messaggi: 2167
Iscritto il: 28/05/2016, 22:13

Re: ...6 anni fa, il promo che ha fatto storia

Messaggio da ShatteredDreams »

Jagger ha scritto: Onestamente non ho granché interesse a discutere sugli epiteti, spesso vedo intere discussioni arenarsi su di essi quando i concetti espressi sono gli stessi. Il termine "casual" è scorretto? Va bene, ne prendo atto e faccio mea culpa, effettivamente hai ragione. Chiamiamoli allora WWE Universe, come la stessa WWE li definisce.
Con questa premessa sono in linea di massima concorde, pur con qualche specifica:
- Credo che la WWE continui a puntare sui casual, a ragione o a torto. Perché continuerebbero comunque a richiamare questa o quella celebrità extra-wrestling a Raw, altrimenti?
- AJ era bello over anche con Jericho, aggiungiamo il boost di overness data dall'andare contro Reigns e la ricetta è pronta. Credo davvero poco sarebbe cambiato anche se lo avesse spalleggiato qualcun altro, bastava fosse heel (perché parte dell'interesse inizialmente era dovuto al fatto che anche AJ fosse face, e avesse degli "amici" heel che più heel non si può, ma ripeto se li sostituisci con Harper e Rowan poco cambia ai fini della narrazione).
Ciò detto sul resto concordo, compreso il fatto che un eventuale Bullet Club come si deve, che abbia quel nome o meno, sarebbe comunque recepito bene dal pubblico. Semplicemente, non interessa. Ti possono fare qualche citazione vaga, ti possono fare i video sul Network, possono strizzarti l'occhio... ma nulla di più sostanziale.
Se il Bullet Club fosse davvero conosciuto dalla maggioranza del WWE Universe avrebbero sfruttato la cosa, anche perché è vero che non hanno i diritti sul nome ma nessuno vieta loro di fare una stable heel chiamata "The Club" con Balor/Styles come leader che si comporti allo stesso modo (e gestendola come si deve). Non l'hanno fatto perché semplicemente la maggioranza del loro pubblico non lo conosce se non per sentito dire, e anche se ne ha sentito parlare è già molto.

Sonic, in realtà Machine Gun come performer è tutt'altro che un pacco, solo che personalmente trovo difetti incredibilmente di carisma. Un po' come il suo vecchio tag team partner, Albert/Bernard. Nel post-Devitt non a caso è spettato a lui per qualche tempo il ruolo di leader, ma poi con Styles nella stable è stato soverchiato. La WWE non è decisamente il posto adatto per lui, così come non lo era per il suo vecchio compare.
I motivi in realtà sono vari:
Innanzitutto gli servono i numeri grossi per il network, un po' perchè i numeri grossi sono sempre meglio di quelli piccoli, un po' per gli investitori
Poi più ratings fanno nel corso del tempo, più hanno potere contrattuale con USA, specie perchè apparte la WWE non è che USA se la passi bene
E poi, PER COLPE ESCLUSIVAMENTE LORO, i part-timer sono tra i pochi che riescono a creare un vero buzz nel prodotto(inteso non solo come l'overness generale o il bel segmento, ma proprio di dare l'idea di qualcosa di diverso, importante e straordinario alla routine WWE)
EDIT. Mentre scrivevo mi sono accorto che non ti riferivi ai part-timer ma alle guest-star. Vabbè un po' è per ottenere un po'di stabilità ai ratings, un po'è più una cosa caratteristica, anche perchè la presenza di un Lonzo Ball non ha alzato chissà di quanto i ratings eh, anzi.


Beh no.
Cioè mi pare un pochino troppo dire che ci sarebbe stato tranquillamente qualcun'altro e non sarebbe cambiato granchè.
Quel Club andava fortissimo a livello di merch ed era anche overissimo(pure Gallows ed Anderson, segno che se gestiti bene possono dire la loro), ed i riferimenti al BC ci sono stati e sono stati anche ben accolti dal pubblico(tipo i pop mentre facevano il Too Sweet, per dire)
E comunque stiamo anche parlando del nulla eh


E non mi pare manco chissà quale prova il fatto che abbiano accantonato in parte l'idea del Club.
Cioè, è un'idea sulla quale hanno puntato per un po' ma che hanno accantonato per passare ad altro(lo fanno spesso, non vuol dire che le cose che accantonano poi non abbiano funzionato) anche perchè una cosa è comprarsi il brand e farlo proprio, un'altra è fare il rip-off dei poveri di una cosa che nel frattempo stanno facendo "gli altri".
Cioè, come se la WWE si fosse creata durante l'attitude era il "New Mondial Order" perchè l'NWO stava tirando un sacco.
Immagine
Avatar utente
Jagger
Main Eventer
Messaggi: 991
Iscritto il: 29/06/2015, 13:27

Re: ...6 anni fa, il promo che ha fatto storia

Messaggio da Jagger »

AFM2000 ha scritto: Dai, il popolo sa perfettamente cosa sia il Bullet Club, altro che cosa sconosciuta
AFM, perdonami ma stante il fatto che quella di Lady Gaga era un'iperbole, non sono io che ho voluto capire questo. Sono tue precise parole. Fra l'altro parli esplicitamente di "popolo americano".
Il discorso sul monopolio c'entra perché banalmente se davvero il Bullet Club fosse conosciuto dalla maggioranza del WWE Universe (non uso il termine casual per i motivi già fatti notare da Shattered) significherebbe che la NJPW avrebbe un'influenza tale da imporre la notorietà di un suo marchio a livello paragonabile a quello della WWE. E non saremmo in regime di monopolio, in tal caso.
Poi il tentativo di ottenimento del marchio poco significa di per sé, bisognerebbe vedere quanto hanno effettivamente offerto, quanto erano disposti a spendere per averlo a disposizione. Che poi nessuno ha negato che Anderson e Gallows fossero lì proprio per strizzare l'occhio a quel tipo di pubblico, semmai che abbiano fatto qualcosa in più di "strizzare l'occhio" e che "quel tipo di pubblico" sia la maggioranza.
Poi vabbé, se prendi le risposte che faccio a qualcun altro e le decontestualizzi chiaro che le cose si possono rigirare a piacimento :)
- Non ho mai paragonato il successo di Zayn a quello del Bullet Club, semmai ho detto che le possibilità che a Memphis conoscano davvero il Bullet Club sono pari a quelle che a Torino conoscessero davvero El Generico. Fai le proporzioni fra Memphis e Torino, siamo sicuri non possa funzionare la proporzione fra il Bullet Club ed El Generico?
- Non stavo contestando il motivo dell'overness di Styles. Anche se pure lì, vorrei sapere davvero quanta della gente che applaude Styles agli show WWE ha visto Styles-Nakamura di WK10. Stavo contestando il fatto che Styles fosse più over contro Reigns che contro Jericho perché gli hanno messo di fianco due pelatoni con la maglietta "The Club". Questo lo trovo opinabile.

Poi vabbé, dire che il Bullet Club è stato pensato per il pubblico occidentale significa ignorare il suo ruolo specifico nel quadro del puroresu, e in generale della cultura giapponese. Il Bullet Club è una stable heel, sono degli invasori che non hanno alcun rispetto per le tradizioni del puroresu e del Giappone in generale, se esistono è in primo luogo per fungere da contrapposizione ai giapponesi in NJPW. Poi, certo, visto il successo e le varie collaborazioni anche in terra nordamericana è stato giustamente sfruttato come testa di ponte per quel mercato, ma dire che è stato creato in funzione di quello è... non so, mi viene da dire semplicemente "errato".
Immagine Immagine
Avatar utente
andygege
Main Eventer
Messaggi: 767
Iscritto il: 26/01/2016, 18:43

Re:

Messaggio da andygege »

Tsunami ha scritto:Tutto giusto.
E si pone un altro punto.
Possibile che non puoi creare un canovaccio e affidarti ai tuoi performer in modo da non dover scrivere ogni singola parola?

Inviato dal mio SM-G900F utilizzando Tapatalk
Secondo Baron Corbin é così che fanno,almeno con superstar affermate
AFM2000
Main Eventer
Messaggi: 3408
Iscritto il: 25/02/2016, 17:49

Re: ...6 anni fa, il promo che ha fatto storia

Messaggio da AFM2000 »

Ma l'impostazione della stable nei meandri giapponesi, così come il tuo voler insistere a paragone la New Japan (che è reduce da show negli USA, così tanto per dire) e la WWE, è ininfluente sul successo del Bullet Club, che è un prodotto che per l'appunto, ripeto ed insisto su questo concetto, mirato al pubblico occidentale e farlo avvicinare alla New Japan. La stable che punta sul mercato di casa è quella di Naito, investono su quella. E' difficile da capire? No, è un discorso semplice che lo può capire anche un bambino di 5 anni.

Quindi, ti ripeto, dal tuo discorso sembra che debba evincere per forza che la New Japan sia per forza "piccola", la New Japan in questo momento è la seconda federazione per importanza della WWE, motivo per cui esce il Bullet Club, diventa un brand over al punto tale che la WWE ne vuole acquistare i diritti (oltre i lottatori). Cioè solo questo dovrebbe far riflettere sull'importanza del brand.

Davo ovviamente scontato che per popolo mi riferissi a chi segue il wrestling, come il fan New Japan o come il fan WWE (il casual non è un appassionato di WWE, ma che prova una cosa nuova).
Styles arrivò in WWE, oltre Nakamura, ed erano anche spinti dall'overness del loro match, guarda caso lo vorrebbero riproporre a Summerslam e il face to face a MITB ha mandato già l'arena. Un caso.
Immagine
Avatar utente
Tsunami
Main Eventer
Messaggi: 14811
Iscritto il: 31/03/2010, 11:24
Località: Villeneuve (AO)
Contatta:

...6 anni fa, il promo che ha fatto storia

Messaggio da Tsunami »

andygege ha scritto:
Tsunami ha scritto:Tutto giusto.
E si pone un altro punto.
Possibile che non puoi creare un canovaccio e affidarti ai tuoi performer in modo da non dover scrivere ogni singola parola?

Inviato dal mio SM-G900F utilizzando Tapatalk
Secondo Baron Corbin é così che fanno,almeno con superstar affermate
E paradossalmente quelli che hanno libertà sono gli unici per qui decidono e pianificano.

Viceversa quelli che dalla libertà potrebbero avere la carta per crescere e farsi conoscere, quando li prendono in mano, ti trovi poi promo completamente fuori sincrono con i personaggi
Avatar utente
andygege
Main Eventer
Messaggi: 767
Iscritto il: 26/01/2016, 18:43

Re: ...6 anni fa, il promo che ha fatto storia

Messaggio da andygege »

Tsunami ha scritto:
andygege ha scritto:
Tsunami ha scritto:Tutto giusto.
E si pone un altro punto.
Possibile che non puoi creare un canovaccio e affidarti ai tuoi performer in modo da non dover scrivere ogni singola parola?

Inviato dal mio SM-G900F utilizzando Tapatalk
Secondo Baron Corbin é così che fanno,almeno con superstar affermate
E paradossalmente quelli che hanno libertà sono gli unici per qui decidono e pianificano.

Viceversa quelli che dalla libertà potrebbero avere la carta per crescere e farsi conoscere, quando li prendono in mano, ti trovi poi promo completamente fuori sincrono con i personaggi
Beh, si sa bene o male che zio Vince a delle preferenze,su queste preferenze si basano spesso gli investimenti e le libertà concesse.
Però rimanendo sul caso di Corbin,lui stesso ha parlato di come Talking Smack sia stato fondamentale proprio per migliorare la spigliatezza e la sicurezza al microfono. E a mio modo di vedere, proprio talking smack ha aiutato tantissimo la Bliss, o gli Usos,che sembrano quasi interessanti. Quindi qualche passo dalla federazione mi sembra sia stato fatto, poi da qui alla libertà creativa ce ne passa.
Avatar utente
Jagger
Main Eventer
Messaggi: 991
Iscritto il: 29/06/2015, 13:27

Re: ...6 anni fa, il promo che ha fatto storia

Messaggio da Jagger »

AFM2000 ha scritto:Ma l'impostazione della stable nei meandri giapponesi, così come il tuo voler insistere a paragone la New Japan (che è reduce da show negli USA, così tanto per dire) e la WWE, è ininfluente sul successo del Bullet Club, che è un prodotto che per l'appunto, ripeto ed insisto su questo concetto, mirato al pubblico occidentale e farlo avvicinare alla New Japan. La stable che punta sul mercato di casa è quella di Naito, investono su quella. E' difficile da capire? No, è un discorso semplice che lo può capire anche un bambino di 5 anni.

Quindi, ti ripeto, dal tuo discorso sembra che debba evincere per forza che la New Japan sia per forza "piccola", la New Japan in questo momento è la seconda federazione per importanza della WWE, motivo per cui esce il Bullet Club, diventa un brand over al punto tale che la WWE ne vuole acquistare i diritti (oltre i lottatori). Cioè solo questo dovrebbe far riflettere sull'importanza del brand.

Davo ovviamente scontato che per popolo mi riferissi a chi segue il wrestling, come il fan New Japan o come il fan WWE (il casual non è un appassionato di WWE, ma che prova una cosa nuova).
Styles arrivò in WWE, oltre Nakamura, e vennero dall'overness del loro match, guarda caso lo vorrebbero riproporre a Summerslam e il face to face a MITB ha mandato già l'arena. Un caso.
Ok, il Bullet Club è mirato al pubblico occidentale. Il suo scopo principale è far conoscere il marchio NJPW in occidente.
Non è una stable heel che ha avuto un successo così grande all'interno del puroresu proprio per l'uso massiccio di scorrettezze, ref bump, dusty finish e altre cose che vengono percepite in modo molto più marcato in Oriente proprio perché lì sono sempre state più rare che in Occidente. Non ha mai avuto il ruolo principale di mandare over gli eroi giapponesi di turno. Devitt e Styles non sono stati allontanati dal Club proprio quando avevano cominciato a mostrare rispetto per gli avversari giapponesi e per la cultura giapponese. Yujiro Takahashi non è un traditore infame che deve morire male più di tutti gli altri proprio perché si è unito al Club pur essendo giapponese.
Se andiamo a vedere concretamente cosa fanno questi, cosa c'è di rivoluzionario? Sono una stable heel random di stranieri cattivi random che fanno cose cattive random, per i canoni occidentali. Il loro successo sta proprio nel fatto che sanno colpire nel profondo i sentimenti giapponesi, usando mezzucci che nel puroresu non vengono tipicamente usati tanto massicciamente, ferendo quella che viene percepita come l'essenza stessa del puroresu.
Decontestualizzare il Bullet Club dal fatto che è nato in una federazione giapponese e per spettatori giapponesi è una cosa folle, dal canto mio.
Immagine Immagine
AFM2000
Main Eventer
Messaggi: 3408
Iscritto il: 25/02/2016, 17:49

Re: ...6 anni fa, il promo che ha fatto storia

Messaggio da AFM2000 »

Ma infatti il Bullet Club è una commercialata, ma qui non si parla di qualità, si parla di quanto sia remunerativo (e il Bullet Club è remunerativo).

In un primo momento può anche essere stato così, ma va comunque contestualizzato nel prodotto New Japan, le scorrettezze ok, ma basta guardare gli show per vedere che comunque, come in tutte le cose, si evolvono. A Dominion i Bucks hanno mantenuto Cody che voleva che Omega gettasse la spugna, quando invece voleva vincere pulito e senza aiuti.
Perché adesso c'è Naito e la sua stable abbastanza over che toglie alcuni compiti al Bullet Club.
Oggi i Yujiro, i Tama Tonga e simili non contano una mazza come peso nel Bullet Club (che è diverso dall'avere push e titoli), oggi quelli che fanno da collante e che hanno in qualche modo un peso reale che poi porta al senso dell'esistenza della stable sono i Bucks che non sono mica famosi per il loro stint in Giappone, mentre Omega si, ma è abbastanza conosciuto nel panorama americano (altrimenti la WWE non mostrerebbe interesse) oltre ad aver avuto un passato non importante in termini di storia negli USA nel panorama del wrestling ma comunque noto.
E prima Styles, Gallows e Anderson, poi Cole, adesso Cody Scurll, gli altri sono più o meno sparring partner, nel Bullet Club contano e hanno contato questi qua.

Oggi non puoi partire da un piano di espansione negli USA senza il tuo miglior brand per quel settore, e infatti nelle due serate han bookato quelli che ho citato sopra.
Immagine
Avatar utente
Colosso
Main Eventer
Messaggi: 27061
Iscritto il: 30/10/2009, 21:30

Re: ...6 anni fa, il promo che ha fatto storia

Messaggio da Colosso »

Cmq Jagger ha ragione su tutta la linea.

Il wrestling nella sua accezione più vasta è oggi uno sport di nicchia. Gli stessi fan della Wwe costituiscono una piccola parte della popolazione. Ma fra il Wwe Universe quanti possono dire di seguire anche le federazioni giapponesi? Per me saranno meno dell'1%.
Non commettiamo l'errore di dare per scontato che tutti conoscano una cosa, solo perchè la conosciamo noi.
Immagine
AFM2000
Main Eventer
Messaggi: 3408
Iscritto il: 25/02/2016, 17:49

Re: ...6 anni fa, il promo che ha fatto storia

Messaggio da AFM2000 »

E con meno dell'1% la possiamo chiudere qua, fessi loro che han preso Styles, Gallows, Anderson e Nakamura, quantomeno è curioso che Colosso ammetta che il wrestling sia di nicchia
Immagine
Rispondi