Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Innovare il prodotto WWE: sì, ma come?

Discuti qui di tutto quello che vuoi inerente al wrestling. Per la WWE è SPOILER (e quindi va segnalato accuratamente) tutto ciò che non sia stato ancora trasmesso da Sky Italia. Per le altre federazioni è SPOILER quanto non sia stato ancora trasmesso in TV negli USA.
Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 8105
Iscritto il: 24/09/2009, 16:12
Località: Dicomano (Firenze)

Re: Innovare il prodotto WWE: sì, ma come?

da Titan Morgan » 10/05/2019, 17:31

Colosso ha scritto:Gli eroi caratteristici di questo periodo sono quelli politicamente corretti (eroi gay, donne, afroamericani, asiatici, musulmani) ma non si può dire che vadano di moda perchè il pubblico di riferimento restano i maschi bianchi che non supportano questi personaggi.


Forse tu lo hai scritto solo per provocazione, ma c'è del vero in quello che affermi. Non sono un cultore di cartoni animati o di fumetti, ma memore della mia pre-adolescenziale passione per i Masters of the Universe, ho guardato insieme a mio figlio di cinque anni e mezzo il remake di She-Ra and The Princesses of Power su Netflix. Ebbene, ammetto di essere rimasto piuttosto basito. Qui si va ben oltre al politicamente corretto, proponendo un'autentica propaganda sulla pelle dei bambini. Non ci sarebbe nessun problema se un personaggio fosse stato gay (anche se, in tutta sincerità, non vedo la necessità di includere i gusti o gli orientamenti sessuali in un cartone animato per bambini che parla di tutt'altro...) o se i protagonisti avessero rappresentato varie etnie o tipologie fisiche (bianchi, neri, gialli, grassi, magri, ecc.) e nella prima serie sembrava che la strada intrapresa fosse questa, anche se alcuni aspetti potevano far pensare che in seguito si sarebbe andati oltre.
Ma nella seconda serie, in pratica viene fuori che tutti i personaggi che in qualche modo mostrano dei sentimenti per qualcuno, sono omosessuali. Scorpia è innamorata di Catra e ci prova continuamente con lei. Bow, che nel reboot è presentato come nero, è invaghito di Falco del Mare, anche lui molto effemminato e dagli orientamenti non ben definiti. Tra l'altro Bow, l'unico maschio tra i protagonisti, è figlio di due padri, entrambi neri e gay, che sono sposati tra loro. I pochi personaggi maschi della serie sono stati completamente privati della loro virilità e mascolinità e resi praticamente una via di mezzo tra Cristiano Malgioglio e Concita Wurst. Di maschi bianchi eterosessuali non se ne vede manco l'ombra, anzi, forse l'unico che incarna questa tipologia è il cattivo dei cattivi, Hordak, al quale è stata sostituita la nota cresta con, guarda caso, un ciuffo alla Donald Trump.

Badate bene, non sono omofobo e non ho assolutamente niente contro chi ha un orientamento sessuale differente, anche perché ritengo che ognuno abbia la sacrosanta libertà di esprimere la propria sessualità nel modo che lo fa sentire meglio. Ma quella di She-Ra su Netflix la trovo pura propaganda che punta a promuovere un messaggio distorto facendo passare le eccezioni (che hanno tutto il diritto di esistere) per quella che, di norma, è la regola. La maggior parte della persone nel mondo sono eterosessuali, esistono maschi più virili ed altri che lo sono meno ed esistono anche i maschi bianchi. A che pro cancellare completamente queste figure da un contesto come quello di un cartone animato, anziché inserirle insieme a tutte le altre? Non so, io mi sono trovato molto a disagio a vedere questa serie e non perché c'erano dei protagonisti gay, bensì perché appare chiara che l'intenzione degli autori fosse proprio quella di privare TUTTI i personaggi maschili della propria virilità e mascolinità, definita da costoro (così come dall'autrice di Steve Universe) come "tossica".
Eppure in He-Man, fratello di She-Ra (che ovviamente non compare in questa serie... e forse è meglio così...), pur presentandosi come un uomo virile e mascolino, francamente non l'ho mai vista questa "tossicità".
Immagine

Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 19613
Iscritto il: 30/10/2009, 21:30

Re: Innovare il prodotto WWE: sì, ma come?

da Colosso » 10/05/2019, 17:42

Non sapevo di questo fatto di She-Ra, ma questo dimostra che il mondo dell'intrattenimento per ragazzini e teenager è degenerato ancora peggio di quanto mi aspettassi...
Immagine

Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 7393
Iscritto il: 19/10/2009, 23:27

Re: Innovare il prodotto WWE: sì, ma come?

da Mr. Mackey » 10/05/2019, 22:13

La domanda da fare per me è la seguente: alzando la qualità si alzano anche i ratings?

Per dire, io sono certo che da head-booker riuscirei migliorare molto il prodotto della WWE, ma non sono sicuro che questo alzerebbe il ratings.

Se il ratings si alza solo con i ritorni tipo Stone Cold che fa 4 scorreggie e qualche stunner allora siam nella merda totale.

Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 1686
Iscritto il: 20/10/2009, 11:46

Re: Innovare il prodotto WWE: sì, ma come?

da Ric777 » 11/05/2019, 9:55

I bambini, a cose come il colore della pelle o l'orientamento sessuale neanche ci fanno caso, a meno che non siano gli adulti a metterli in evidenza ed etichettarli come "sbagliati". Comunque sono in molti a sostenere che He-Man fosse gay:

Immagine

Immagine

Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 673
Iscritto il: 20/12/2009, 11:16

Re: Innovare il prodotto WWE: sì, ma come?

da Marco Frediani » 11/05/2019, 9:57

Non ho mai capito perchè He-Man fosse considerato da molti icona gay.
Immagine

Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 8105
Iscritto il: 24/09/2009, 16:12
Località: Dicomano (Firenze)

Re: Innovare il prodotto WWE: sì, ma come?

da Titan Morgan » 11/05/2019, 11:21

Ric777 ha scritto:I bambini, a cose come il colore della pelle o l'orientamento sessuale neanche ci fanno caso, a meno che non siano gli adulti a metterli in evidenza ed etichettarli come "sbagliati".


Ma infatti la mia perplessità non riguarda la presenza nella nuova serie di She-Ra di storie o personaggi omosessuali.
La mia critica é rivolta piuttosto alla scelta dell'autrice Noelle Stevenson, che sappiamo essere una fervente attivista LGBT molto "incazzata", che francamente mi ha lasciato con un senso di disagio, ma non perché ha incluso nella serie questo tipo di contenuti, bensì perché ha volutamente escluso gli altri.
Il suo messaggio l'ho trovato tutt'altro che inclusivo e l'impressione che mi ha dato (per certi versi confermata anche da lei stessa nelle dichiarazioni fatte al lancio della serie) é stata quella di aver utilizzato un cartone animato per bambini allo scopo di fare propaganda di demonizzazione verso una certa categoria, quella del maschio eterosessuale, che nel cartone animato è stata identificata esclusivamente con il nemico principale, Lord Hordak.
Tutto qua, ritengo semplicemente che se la Stevenson voleva dare un messaggio di inclusività ha completamente sbagliato i modi, perché poteva benissimo inserire storie e personaggi con diversi orientamenti in un contesto nel quale vivevano pacificamente con gli altri nel rispetto reciproco e animati da sentimenti di fratellanza. Così lo avrei visto come un messaggio positivo, invece puntando a demonizzare una categoria la Stevenson mi ha dato tutt'altra impressione.
Immagine

Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 1686
Iscritto il: 20/10/2009, 11:46

Re: Innovare il prodotto WWE: sì, ma come?

da Ric777 » 11/05/2019, 11:45

Sì Manu, sono d'accordo con te. Basandomi sulla mia esperienza personale ritengo che sia inutile "picchiare duro" su certi argomenti e comportamenti. Se presentati con naturalezza i bambini li accetteranno con altrettanta naturalezza; se sottolineati oltremisura i bimbi si porranno il problema se in essi ci sia qualcosa di "sbagliato". Dalla descrizione che mi fai, in questo cartone le tematiche dell'orientamento sessuale e dell'inclusione non vengono trattate con naturalezza bensì enfatizzate ben più del necessario. E questo non è un buon modo per portare il proprio messaggio, si rischia di ottenere l'effetto opposto.

Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 673
Iscritto il: 20/12/2009, 11:16

Re: Innovare il prodotto WWE: sì, ma come?

da Marco Frediani » 11/05/2019, 12:50

Qualche anno fa (forse lo scorso) fecero il primo (e unico) film tratto dalla serie "La torre nera" di Stephen King.
Non ho mai letto i libri (non mi piace particolarmente King), ma so che il Re ha modellato il protagonista su Clint Eastwood. E hanno scelto un attore di colore per la versione cinematografica.
King si è detto perplesso, e giù accuse di razzismo.
Accuse di razzismo che sono state mosse anche a chi si lamentava del film di Netflix su Death Note, che ha cambiato uno dei protagonisti, il detective L da maschio bianco latte con occhiaia (tipo Paige, per intenderci) con un ragazzo di colore, azzerando il carisma del personaggio,che era unico a partire dal look.
Sembra quasi che in ogni film debbano mettere delle minoranze perchè si, anche se la storia non lo prevede.

Ricordo invece la censura opposta nei primi anni '90 con Sailor Moon e la coppia lesbo di guerriere sailor (Heles e Milena, non ricordo i nomi originali) e con Lady Oscar. Li le minoranze erano nascoste sotto al tappeto con tagli clamorosi e montaggi ad hoc.
Immagine

Jobber
Avatar utente
Messaggi: 127
Iscritto il: 03/05/2019, 15:36

Re: Innovare il prodotto WWE: sì, ma come?

da Glass Shatters » 12/05/2019, 19:08

andreawarrior ha scritto:Comunque visto che si parla di innovare il prodotto, vorrei sapere quali tipi di face e topface vanno di moda nei fumetti di oggi?

Dopo gli eroi anni 80 e gli antieroi anni 90, adesso cosa va di moda?

E' proprio quello il problema, non c'e' qualcosa che "va" davvero oggi.
Basta guardarsi in giro nei media o farsi un giro sui social...è una continua nostalgia agli anni 80 e 90 (nel cinema è più palese che mai). E' vero che furono periodi molto caratteristici e la nostalgia ci sta, ma è diventata cosi invasiva che ormai si guarda solo dietro.
E' un continuo ripensare al glorioso passato, e la WWE ne è un riflesso pieno.
L'unico contesto in cui si va sempre avanti è la musica (anche se li' in peggio).

Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 4033
Iscritto il: 02/10/2015, 9:06

Re: Innovare il prodotto WWE: sì, ma come?

da polykai » 15/05/2019, 18:45

varie dal backstage e tutte grosso modo indicano un modo semplice ma purtroppo infattibile per rinnovare il prodotto:

rimuovere Vince



fonte PWtorch

As previously noted, Triple H recently liked and then un-liked a few tweets that were critical of the current WWE product.

There appears to be some real-life frustrations from Triple H and other people within WWE. A close friend of three WWE writers recently called into PWTorch.com's post-RAW podcast and discussed the WWE creative process. The writers had allegedly been drinking and vented to the caller about Vince McMahon.

Here is what the caller said about the criticism of WWE:

“No one should rip on WWE creative. They have some of the most brilliant, unbelievable cool ideas that I’ve ever heard… We’re writing for an audience of one and never forget that [and if not] you’re out of here.”

“The most frustrated person in the back every single night is Triple H. He’ll always take, especially the NXT guys, under his wing. It looks like he’s consoling them. It looks so much like he was the most frustrated person in the building every single night.”

Here are some additional notes from the caller courtesy of WrestlingNews.co:

– The Wild Card Rule was not in the script on the morning of the show.

The Superstar Shake-Up changed week to week and it didn’t pan out how it was originally laid out months prior. Everything changed because Vince just decided to change it.

– He talked about the turnover with so many backstage people quitting or being fired.

– SmackDown and Raw writing teams are the same for both shows. They used to be separate but that changed recently after the Shake-Up.

The caller emphasized that the problems in WWE are not creative’s fault and Vince McMahon is the one person who deserves the blame.

Vince wants suggestions from everyone but it never gets on TV. 99 out of 100 times you can come up with an idea for Vince and it won’t be used.

The entire creative team has pitched to have Raw and SmackDown look completely different with different production, a different way of shooting things, etc. and McMahon shoots it down.

Vince McMahon doesn’t keep track of what is going on with NXT. He “maybe” watches Takeover shows.

The writers say he just watches WWE and works out and is not aware of things going on in the real world.

The writers say there is no chance of Vince stepping down.

– Dana Brooke has been the hardest worker for the last 3 years. She goes to the Performance Center, she shows up early and helps set up the ring and she gets in the ring so she can get better. Creative will pitch something for her and she gets nothing up until recently with MITB.

– The caller offered to tell Wade Keller off the air of some cool storylines that were pitched and never used.

– The writer he talked to said, “we’re all working for Dana Warrior and it’s really awkward.”

– The WWE-Fox contract prohibits Fox from moving the show to FS1 even if the ratings drop.

– One writer is very close to quitting because he is so “unbelievably unhappy” and many of the writers are paranoid and think they are close to being fired.

“It’s such a toxic atmosphere and it’s all because of one person.”

– When Neville walked out, there was a crazy shouting match and he flipped out on Vince McMahon and that was the last time they saw him. The writers praised Neville for being so easy to work with.

Ideas never pan out as originally planned because writers will come up with stuff and then Vince loses interest after a week or two. He used Mojo Rawley as an example.

– The money is good and it’s a dream job for many writers but it gets frustrating. The talent is very unhappy and people are trying to get out of their contracts.

The writers say Bruce Prichard is a pleasure to work with. “He’s a funny guy and a pleasure to work with but he’s not getting through to Vince either.”

Shane McMahon, Triple H and Stephanie McMahon have tried to talk to Vince but it hasn’t worked.

– The people on the writing staff listens to podcasts and they hear fans bashing them. “It breaks their heart,” he said.

Vince is in the announcer’s ear “to a sentence” and he gets on them for tiny mistakes.

– On Sami Zayn: “That’s not Sami Zayn’s promos. That’s Vince McMahon talking through Sami Zayn.”

– There are 37 total writers and they are now working on both shows.

– NBCUniversal and FOX both want the top stars.

– Andrade went into Vince’s office and asked for a legit push. Vince looked at him and said, “learn some English and get back to me.” Andrade spoke some English last week and he’s been taking English lessons.

– The Firefly Fun House stuff is all Bray Wyatt’s idea. Bray is described is an “absolute genius” and he helps other wrestlers with their promos. “He’s one of the best guys in the locker room.”

– The writers he talked to say they loved when there was a real brand split.

He mentioned The Revival/Usos storyline being done because Vince just thinks its funny.

Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 9541
Iscritto il: 17/08/2015, 22:20
Località: Terni

Re: Innovare il prodotto WWE: sì, ma come?

da RCLIB » 16/05/2019, 0:37

La mia paura è che senza Vince la WWE diventi un NXT 2.0, che può funzionare in questo periodo dove vanno di moda i match con mille spot e tutti personaggi uguali.
World Of Fantawrestling Champion (2016)

V.I.P. of:
- Roadblock End of the Line 2016
- NXT TakeOver San Antonio 2017
- Money In The Bank 2017
- Great Balls Of Fire 2017
- NXT TakeOver New Orleans 2018
- Super Showdown 2018
- Evolution 2018

Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 3098
Iscritto il: 12/08/2015, 19:22

Re: Innovare il prodotto WWE: sì, ma come?

da HSMA » 16/05/2019, 11:05

RCLIB ha scritto:La mia paura è che senza Vince la WWE diventi un NXT 2.0, che può funzionare in questo periodo dove vanno di moda i match con mille spot e tutti personaggi uguali.


Ah, beh, ora invece i personaggi sono tutti unici e caratterizzati
In this age of information, ignorance is a choice

Wrestling should not be entertainment. You should be so good at wrestling that it's entertaining
Davey Richards

Main Eventer
Messaggi: 2105
Iscritto il: 30/10/2009, 20:26

Re: Innovare il prodotto WWE: sì, ma come?

da RedandYellow » 16/05/2019, 14:20

Hai ragione, anzi, se proprio vogliamo dirla tutta NXT ha fornito al main roster un sacco di personaggi caratterizzati molti dei quali li hanno buttati nel cesso. I Viking Raiders, gli Heavy Mach. da dove escono? In passato gli Authors of Pain, Vaudevillans, Ascension... per non parlare dei Balor, Breeze, lo stesso Bobby Roode. NXT caratterizza eccome, è il main roster che più delle volte butta letteralmente nel cesso il lavoro fatto da Triple H...

Main Eventer
Messaggi: 658
Iscritto il: 14/04/2017, 21:44

Re: Innovare il prodotto WWE: sì, ma come?

da BankStatement » 16/05/2019, 15:07

Sami Zayn e Sasha i personaggi distrutti più clamorosamente nel main roster...

Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 4033
Iscritto il: 02/10/2015, 9:06

Re: Innovare il prodotto WWE: sì, ma come?

da polykai » 16/05/2019, 15:09

BankStatement ha scritto:Sami Zayn e Sasha i personaggi distrutti più clamorosamente nel main roster...

e Bailey no?

Immagine
il passaggio di un atleta da NXT al main roster, riassunto con una gif

Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 19613
Iscritto il: 30/10/2009, 21:30

Re: Innovare il prodotto WWE: sì, ma come?

da Colosso » 16/05/2019, 15:17

La gimmick di tutti i wrestler arrivati da NXT:
"Vengo dalle indies, mi sono fatto il mazzo, sono un internet darling. Tifatemi".

Quello dei tag team è un discorso diverso, perchè una coppia deve avere per forza un minimo di caratterizzazione.
Immagine

Main Eventer
Messaggi: 658
Iscritto il: 14/04/2017, 21:44

Re: Innovare il prodotto WWE: sì, ma come?

da BankStatement » 16/05/2019, 15:24

polykai ha scritto:
BankStatement ha scritto:Sami Zayn e Sasha i personaggi distrutti più clamorosamente nel main roster...

e Bailey no?

Immagine
il passaggio di un atleta da NXT al main roster, riassunto con una gif

Bayley l'ho seguita poco, sinceramente.
Anche Kevin Owens è diventato quasi un personaggio comedy...

Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 4033
Iscritto il: 02/10/2015, 9:06

Re: Innovare il prodotto WWE: sì, ma come?

da polykai » 16/05/2019, 15:38

Colosso ha scritto:La gimmick di tutti i wrestler arrivati da NXT:
"Vengo dalle indies, mi sono fatto il mazzo, sono un internet darling. Tifatemi".

Immagine
"Vengo dalle indies, mi sono fatto il mazzo, sono un internet darling. Tifatemi"

ah no...

Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 4196
Iscritto il: 19/10/2016, 16:09

Re: Innovare il prodotto WWE: sì, ma come?

da AlikShowstopper » 16/05/2019, 18:47

Colosso ha scritto:La gimmick di tutti i wrestler arrivati da NXT:
"Vengo dalle indies, mi sono fatto il mazzo, sono un internet darling. Tifatemi".

Quello dei tag team è un discorso diverso, perchè una coppia deve avere per forza un minimo di caratterizzazione.



Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine (Il sanity)

Non parlo nemmeno del wrestling femminile perchè tu, dalla visione ampiamente retrò, non le concepiresti nemmeno e diresti "mi piaceva bull nakano" per fare il paraculo.

L'unico che posso dire "ok non ha una gimmick definita" è Alesteir black ma i fan come te, bigotti e abbastanza ipocriti, non la tollererebbero

Posso essere d'accordo su apollo creed XD

Su finn balor invece mi sono messo a ridere per come lo hanno smontato...

Jobber
Avatar utente
Messaggi: 127
Iscritto il: 03/05/2019, 15:36

Re: Innovare il prodotto WWE: sì, ma come?

da Glass Shatters » 17/05/2019, 11:47

Ci sono anche le vie di mezzo eh...non è che deve essere tutto "grandi personaggi con scrittura di merda" (grandi personaggi adesso poi quali sono?) o "grande scrittura con esseri svolazzanti senza una logica" di NXT. Poi anche io preferisco match con psicologia e una storia rispetto ai mille spot in sequenza dei match di NXT (pur apprezzandoli) ma ridurre NXT a "ritrovo di internet" e stop è eccessivo.

PrecedenteProssimo

Torna a World of Wrestling: il Forum di SpazioWrestlling.it

Chi c’è in linea

Visitano il forum: ACK, TheKingEdoardo e 32 ospiti