Come far tornare grande il wrestling

Discuti qui di tutto quello che vuoi inerente al wrestling. Per la WWE è SPOILER (e quindi va segnalato accuratamente) tutto ciò che non sia stato ancora trasmesso da Sky Italia. Per le altre federazioni è SPOILER quanto non sia stato ancora trasmesso in TV negli USA.
NXT Club
Main Eventer
Messaggi: 969
Iscritto il: 01/10/2019, 21:32

Re: Come far tornare grande il wrestling

Messaggio da NXT Club »

Colosso ha scritto:La chiave di tutto è il ripristino assoluto della kayfabe, la gente deve tornare a credere in quello che vede. Basta documentari sul dietro le quinte, interviste fuori dal personaggio, e chi mette in dubbio la natura del business va licenziato.
Bella idea ma utopica. Nessuno ci crederebbe che di punto in bianco i risultati non siano più predeterminati. Però a livello social vieterei il più possibile foto e immagini che vadano palesemente contro alle storyline in corso. Bisogna convincere che tizio e caio si stiano realmente sulle palle, quello lo trovo possibile
luchador
Main Eventer
Messaggi: 1418
Iscritto il: 01/11/2018, 16:21

Re: Come far tornare grande il wrestling

Messaggio da luchador »

Ci sono troppi, troppi contenuti.

Limitandomi al WWE universe abbiamo:

Raw: 3 ore
Smackdown! : 2 ore
NXT: 2 ore
WWE Network dove c'è tutto, incluso il passato.
Canale Youtube da oltre 50 milioni di iscritti dove caricano ulteriore materiale.
1 ppv al mese
Total divas
Speciali su speciali

Poi account Facebook e Twitter ( ufficiali della federazione e di tutti gli atleti )...

Una sovraesposizione del prodotto tale da portare alla nausea.

Secondo voi tutto questo non influisce nella perdita di interesse da parte dei fans?

Negli anni 90' non c'era internet, c'erano gli show settimanali e i ppv. Punto.

La diffusione di internet, la nascita di youtube e dei social media ha cambiato in modo radicale il mondo del wrestling.

Cosa si può fare adesso per rimediare? Credo poco. I social media fanno parte della vita di tutti ormai...

Ridurre la mole di contenuti che offrono ( a cominciare da Raw che andrebbe riportato a 2 ore ) è ancora possibile e sarebbe un ottimo inizio
NXT Club
Main Eventer
Messaggi: 969
Iscritto il: 01/10/2019, 21:32

Re: Come far tornare grande il wrestling

Messaggio da NXT Club »

Le 3 ore di Raw sarebbero reggibili ci fossero meno PPV. Perchè potresti impostare l'ultima ora su un match hypato
Avatar utente
Colosso
Main Eventer
Messaggi: 26588
Iscritto il: 30/10/2009, 21:30

Re: Come far tornare grande il wrestling

Messaggio da Colosso »

Un altro rimedio sarebbe creare finalmente superstars "Larger than life", che interessino anche il pubblico medio che normalmente non guarda il wrestling. La Wwe dopo la Ruthless Aggression è stata ben attenta a rendere tutti i suoi wrestler dei bravi soldatini che non spiccano l'uno sull'altro, perchè se diventano troppo famosi rischia di perderli per il cinema e il mondo dello spettacolo. La figura che più hanno cercato di pompare negli ultimi anni è Becky Lynch e questo la dice lunga su quanto non siano al corrente di ciò che il grande pubblico vuole.
Immagine
Avatar utente
Marco Frediani
Main Eventer
Messaggi: 1660
Iscritto il: 20/12/2009, 11:16

Re: Come far tornare grande il wrestling

Messaggio da Marco Frediani »

Colosso ha scritto:Un altro rimedio sarebbe creare finalmente superstars "Larger than life", che interessino anche il pubblico medio che normalmente non guarda il wrestling. La Wwe dopo la Ruthless Aggression è stata ben attenta a rendere tutti i suoi wrestler dei bravi soldatini che non spiccano l'uno sull'altro, perchè se diventano troppo famosi rischia di perderli per il cinema e il mondo dello spettacolo. La figura che più hanno cercato di pompare negli ultimi anni è Becky Lynch e questo la dice lunga su quanto non siano al corrente di ciò che il grande pubblico vuole.
Dall'addio di Lesnar in poi è chiaro che McMahon ha sempre avuto paura di creare qualcuno più grande della WWE. Cena è l'eccezione anche perchè per 15 anni ha dato letteralmente tutto alla compagnia.

Posso anche capire l'atteggiamento di McMahon, con Lesnar sono stati due anni di investimenti buttati al vento, ma è anche l'atteggiamento del marito che si taglia il ca**o per fare dispetto alla moglie.
Avatar utente
Marco Frediani
Main Eventer
Messaggi: 1660
Iscritto il: 20/12/2009, 11:16

Re: Come far tornare grande il wrestling

Messaggio da Marco Frediani »

luchador ha scritto:
RedandYellow ha scritto:Ryogascorpio ha elencato dieci punti che sono la chiave del funzionamento su larga scala del pro-wrestling. Il problema è che non ha scoperto l'acqua calda e non sono neanche idee innovative. E' solo buon senso CHE NEL WRESTLING ABBIAMO SEMPRE AVUTO e che hanno avuto sempre successo portando la nostra disciplina a diventare fenomeno di costume in tutto il mondo. Poi, in nome di non si sa di chi e di che cosa, punto dopo punto questo decalogo si è andato assottigliandosi fino a scomparire quasi del tutto con il risultato di fare scomparire anche i fans... La AEW dimostra che in realtà quelli che fanno rumore sul web sembrando 40 milioni sono in realtà 4 gatti, esattamente quelli che la seguono su TNT... NXT ha almeno come scusante quella di essere un terzo brand ma anche qui ci viene ripetuto come sia il miglior wrestling che la WWE propone ed invece è quello che viene guardato di meno...
4 gatti non direi...

700 mila di media e' un numero piu che dignitoso. Altrimenti TNT non gli avrebbe allungato di altri 3 anni il contratto. Evidentemente trovano quei numeri ''accettabili'', per una federazione che sta partendo da ZERO...

Chi sta realmente VINCENDO? Per rispondere a questa domanda, bisogna tornare al discorso che facevo prima, riguardante il MONTE INGAGGI....

Io non so quanto guadagnino i wrestler di NXT...sappiamo pero' che in AEW ci sono diversi ingaggi pesanti ( moxley 6 milioni, jericho-rhodes-omega-pac tutti a 3 milioni ) ...le differenze di ratings tra i due show NON SONO sostanziali, ma la AEW sta spendendo molto di piu. In proporzione, e' un po' come la sfida Lazio/Juve che si giocano lo scudetto. La prima ha un monte ingaggi da 80/90 milioni, la seconda paga stipendi per 250/300 milioni. La juve probabilmente alla fine vincera' lo scudetto, ma la Lazio operando con molti meno soldi, ha ottenuto un grandissimo risultato. Mentre la juve dovra'coprire il rosso facendo l'ennesima ricapitalizzazione
Infatti ha ragione Bischoff quando dice che Tony Khan ha speso una barca di soldi per competere solo con il territorio di sviluppo della WWE.
Quindi la AEW, per i soldi spesi (6 milioni a Moxley, più i mega contratti a tutti gli altri) non è un grande investimento.
luchador
Main Eventer
Messaggi: 1418
Iscritto il: 01/11/2018, 16:21

Re: Come far tornare grande il wrestling

Messaggio da luchador »

Detta in quel modo ( e cioè definendo nxt territorio di sviluppo ) è un pò forte. Dopotutto in quello show hanno " il primo campione Universal " della storia della WWE, hanno sfruttato appieno Charlotte rendendola campionessa ... e sfruttato le interazioni e il traino pubblicitario dei due roster principali ( specialmente nel periodo di Survivor Series )...
Ma anche qui bisogna guardare la storia dei 2 show.

NXT ottiene il contratto con Usa network nel 2019. Ma è uno show nato nel 2010/11...e che in quasi 9 anni di vita si è potuto costruire un'identitá e una riconoscibilità, sempre potendo sfruttare il potente traino della WWE...

Per questa ragione si son potuti permettere di non spendere troppi soldi sul progetto...ci sono 9/10 anni di lavoro dietro ...

La AEW ha dovuto spendere una barca di soldi perché NON HA UNA STORIA....si è dovuta creare da zero e in fretta e furia un roster e renderlo credibile a un pubblico main stream, che è qualcosa di una difficoltà mostruosa...

Per accelerare hanno sfruttato la popolarità dei membri dell'elite ( cody, i bucks e omega + Chris Jericho )...ma per tornare ad un paragone calcistico la AEW è come una ricca squadra russa ( lo zenit di qualche anno fa ) che voleva diventare competitiva in champions e per farlo, offriva stipendi fuori mercato a giocatori di valore tra il medio e il medio/alto.

Perchè passi Jericho o Omega ( o anche Cody che è un fondatore della AEW ) ma PAC mai al mondo può valere 3 milioni di euro l'anno. 3 milioni l'anno è Quanto prende Seth Rollins e 3 volte più di Bray Wyatt, 3 volte più di Strowman e 3 volte piu di McIntyre. Troppo per uno come Pac...Brandi Rhodes 2 milioni è un'altra forzatura.

Moxley con i suoi 6 milioni è secondo solo a Brock Lesnar. Secondo me vale 3 milioni come Omega e Rhodes...ma offrirgli quella cifra era probabilmente l'unico modo che avevano per convincerlo ad accettare l'offerta.

Ma ripeto. Hanno dovuto costruire il roster in pochi mesi...non hanno avuto 10 anni di tempo come NXT che aveva giá un suo roster e una sua storia consolidata...è stato questo il loro grande limite.
Avatar utente
Marco Frediani
Main Eventer
Messaggi: 1660
Iscritto il: 20/12/2009, 11:16

Re: Come far tornare grande il wrestling

Messaggio da Marco Frediani »

Ma appunto, Moxley vale 6 milioni di dollari l'anno?
E Omega 3? Brandi Rhodes? O tutti quelli che sembra siano strapagati con contratti pluriennali garantiti?
E i risultati non mi sembrano così ottimi rispetto ai soldi spesi, vincono a malapena contro NXT eppure hanno nel main event facce conosciute come Moxley o Jericho, internet darling come i Bucks, un altro ex WWE osannato (per motivi a me oscuri) come Rhodes, gente che è stata anni in ROH e in TNA e che è conosciuta, altri ex TNA e Lucha Underground.
Non facciamo passare il messaggio che erano tutti tizi sconosciuti ai più, anche perchè si rivolgono ai fan smart di internet, che dovrebbero conoscerli già.
Eppure vincono a malapena contro NXt, che sarà pure potenziato, ma è sempre un territorio di sviluppo o una indy sotto steroidi WWE dove mandare gente firmata, fargli capire come girano le cose in una multinazionale e fargli capire come costruiscono loro i match.
Rollins è stato svezzato a NXT, Charlotte doveva alzare gli ascolti e far crescere la Ripley (operazione riuscita a metà), poi l'invasione era palesemente per alzare gli ascolti.
Eppure nemmeno loro riescono a superare un certo limite, ma perlomeno non spendono così tanto (NXT operava in perdita, parole di HHH, non so se con i soldi di USA Network la situazione sia cambiata) come Tony Khan.
Senza contare che NXT all'inizio era molto diverso e poco cagato da tutti, almeno fino al primo Takeover, quando è esplosa la sua moda.

Davvero, Moxley vale sei milioni di dollari all'anno?
O Kenny Omega? O Hangman Page?

Appare chiaro che il pubblico a cui puntano non è così grande o non è così disposto a spendere soldi per loro.
Avatar utente
Undertaker
Main Eventer
Messaggi: 886
Iscritto il: 18/09/2012, 20:26

Re: Come far tornare grande il wrestling

Messaggio da Undertaker »

Mosley si becca sei milioni?ella madonna.
tutti quei soldi per un wrestler noioso mi sembra una pazzia,okey che i soldi non sono miei ma però pazzia rimane.

Per me se devi far tornare il wrestling di moda devi cambiare format,troppo troppo lottato.

nxt e Dynamite sono la morte su questo punto di vista.

ora ditemi se è normale se mi devo beccare un match di 11 minuti televisivo tra Matt Hardy e Santana.
ripeto 11 minuti.

una roba che in un programma serio dovrebbe durare al massimo 3 minuti.

un casuale non lo acchiappi mai con queste schifezze di match lunghissimi e senza senso.
ma vedo che alla fan base vanno bene visto che non si lamenta nessuno.
che brutta fine abbiamo fatto.bei tempi quando discutevamo che nei tv shows dovrebbe esserci poco lottato.
Avatar utente
Jagger
Main Eventer
Messaggi: 991
Iscritto il: 29/06/2015, 13:27

Re: Come far tornare grande il wrestling

Messaggio da Jagger »

Marco Frediani ha scritto: Non facciamo passare il messaggio che erano tutti tizi sconosciuti ai più
Ma è esattamente così.
Volenti o nolenti, oggi superstar larger than life non ce ne sono. Gente che sposta le masse da una federazione all'altra firmando un contratto con X piuttosto che con Y, semplicemente non ce n'è.
La controprova ce l'abbiamo davanti al naso proprio ora. La WWE sta facendo tranquillamente a meno di ROMAN REIGNS, uno su cui hanno puntato tutto il puntabile, uno attorno a cui hanno fatto girare gli show per anni. Lo hanno fatto sparire nel nulla così, da un giorno all'altro, sotto Wrestlemania in cui doveva avere un match titolato, praticamente senza spiegazioni. E chi ne sente la mancanza? Nessuno.
Ora, conclusione logica: se domani Roman Reigns rescinde e firma un contratto con l'AEW, non fregherà a nessuno e tutti continueranno a guardare la WWE. Figurarsi se lo fa gente che è più in basso nella catena alimentare WWE (come appunto era il fu Ambrose).
Volenti o nolenti, nel roster AEW la gente E' sconosciuta ai più. E lo sarebbe perfino un Roman Reigns, perché al di fuori della nicchia wrestling non lo conosce nessuno. Forse (e non ne sono nemmeno sicuro) l'unica eccezione potrebbe essere qualche big name del passato ancora in grado di deambulare: un Orton o un Cena, forse forse un Mysterio. Tutti allo stato attuale irrealizzabili.
Appare chiaro che il pubblico a cui puntano non è così grande o non è così disposto a spendere soldi per loro.
Ma questo lo sanno anche loro. Infatti si guardano bene dal puntare SOLO sui fanatici di internet, la loro ambizione è quella di essere generalisti, piaccia o non piaccia ai suddetti fanatici.
Celebrità? Cody Rhodes lo ha capito molto bene, tanto che si è portato dietro Stephen Amell nel Bullet Club e ad All In. Ora hanno Tyson nei loro show, proprio ora che si parla di un suo ritorno alla boxe (Tyson con la t-shirt AEW in bella mostra).
Leggende? La AEW ne ha più della WWE attivamente on-screen fra Roberts, Blanchard e Anderson (non saranno The Rock e Stone Cold ma oh, fuori dalla WWE questo c'è...). A presentare il titolo massimo hanno chiamato Bret Hart. Poi, non sarà una leggenda ed è sicuramente accessibile essendo dirigente, ma un "volto noto" come Billy Gunn non si fanno scrupoli a mandarlo sul quadrato quando serve.
Se dobbiamo dare retta ai rumor poi, sono stati vicini a Ric Flair e vicinissimi a Randy Orton. Tutta gente che è lì per attirare il pubblico generalista, non certo per i fanatici di internet.
Ci stanno riuscendo? Non so, è decisamente troppo presto per giudicare. La WWE ha questa cosa chiamata "tradizione" in cui c'è un oggettivo abisso con la AEW, una compagnia settuagenaria contro una che è nata da un anno. E non è solo un discorso di mera gloria, volenti o nolenti la WWE significa ad oggi più visibilità, più notorietà, e anche se oggi magari ti offre uno stipendio pari/inferiore rispetto ad altri, un domani ti offre prospettive virtualmente infinite con tutta la visibilità di cui gode.
Va di per sé che per spingere i talenti a venire in AEW devi alzare l'offerta economica. E la devi alzare TANTO. Un Moxley non varrà 6 milioni, ma quella è la cifra che gli devi offrire. Non tanto perché se no resta in WWE (era in burnout, non sarebbe mai rimasto) ma perché così dai un segnale ad eventuali atleti sotto contratto con Stamford, che non stai bluffando e li puoi ricoprire d'oro. E ti distingui da una NJPW, che anche quella è in grado di assicurare stipendi a livello WWE.
Sostanzialmente l'arma economica è l'unica in cui possono davvero primeggiare, visto il primato dei Khan, e giustamente su quello fanno leva. E' un investimento, per ora sarà in perdita ma è l'unico modo per cercare di inserirsi in una situazione di sostanziale monopolio. Se qui c'è qualcuno esperto di gaming, è più o meno la stessa tattica di Epic Games per promuovere il loro Epic Games Store: in un mercato (quello della distribuzione digitale dei giochi su PC) praticamente monopolio di Steam, Epic Games (che ha fatto un oceano di soldi con Fortnite) lancia il suo Epic Games Store, e per farlo opera sostanzialmente in perdita. I giocatori ormai sono abituati con Steam, non cambieranno piattaforma se gli offri le stesse cose, e di conseguenza i produttori non si fideranno di te per la distribuzione. E quindi via di promozioni assurde, via di gioconi addirittura completamente regalati, giù la percentuale sulla vendita dei giochi per invogliare gli sviluppatori a pubblicare lì, via di contratti faraonici con gli sviluppatori per garantirsi esclusive importanti... Chiaro che al momento Epic sia in perdita, ma l'obiettivo è quello di conquistarsi una fanbase tale da rivaleggiare con Steam. Così funziona, se vuoi inserirti in un mercato in monopolio.
Immagine Immagine
Avatar utente
Marco Frediani
Main Eventer
Messaggi: 1660
Iscritto il: 20/12/2009, 11:16

Re: Come far tornare grande il wrestling

Messaggio da Marco Frediani »

Non ci sono personaggi larger than life, vero, ma nemmeno che tutti siano sconosciuti. Cody era conosciuto, i fan di wrestling aperti conoscevano Omega e i Bucks e il Bullet Club ha fatto danni per anni in ROH, diventando l'unica cosa curata del booking che ha trattato come imbecilli tutti gli altri fino alla loro dipartita, idem Kaz e Daniels che hanno fatto anni di TNA e ROH. O Pentagon e Fenix da Lucha Underground o Jericho, che i suoi fan in NJPW li aveva portati alla grande.
La base ce l'avevano, poi i vari giovani sconosciuti (che ai fan delle indy non lo erano). Manca quello che diventa famoso anche con chi non è fan, ma non ce nemmeno in WWE, quindi nulla.
Però diciamo che i volti noti almeno all'inizio c'erano e qualcuno è stato anche abbastanza costruito in questo anno.

Per i soldi è la strategia della WCW ricoprire di soldi tutti e facendoli lavorare di meno, e si è visto a cosa ha portato nel lungo periodo. Capisco che non c'erano altre soluzioni ma i risultati non mi paiono ottimi se si spende sei milioni per Moxley e poi ti porta in media meno di un milione di persone, idem Omega o i Bucks. Sono personaggi che non sfondano più di tanto. Poi meglio per loro se hanno trovato un tizio che li riempie di soldi per lavorare cinque date al mese e gestendosi il personaggio.
Chiaro che poi, con la pandemia, questa strategia mostra la corda subito e credo che il rumor che dava la AEW "costretta" ad andare avanti abbia un qualche fondo di verità.
Solo che, con queste impostazioni, le persone che guardano il wrestling il mercoledì sera quelle sono, e lo saranno ancora per molto a meno di non tornare a osare qualcosa e cercare di prendere anche i casual, ma non con un memino, ma con una vera e propria moda duratura e con qualcuno che sfondi nel mainstream.
E questo manca davvero.
Avatar utente
Jagger
Main Eventer
Messaggi: 991
Iscritto il: 29/06/2015, 13:27

Re: Come far tornare grande il wrestling

Messaggio da Jagger »

Marco Frediani ha scritto:Non ci sono personaggi larger than life, vero, ma nemmeno che tutti siano sconosciuti. Cody era conosciuto, i fan di wrestling aperti conoscevano Omega e i Bucks e il Bullet Club ha fatto danni per anni in ROH, diventando l'unica cosa curata del booking che ha trattato come imbecilli tutti gli altri fino alla loro dipartita, idem Kaz e Daniels che hanno fatto anni di TNA e ROH. O Pentagon e Fenix da Lucha Underground o Jericho, che i suoi fan in NJPW li aveva portati alla grande.
La base ce l'avevano, poi i vari giovani sconosciuti (che ai fan delle indy non lo erano). Manca quello che diventa famoso anche con chi non è fan, ma non ce nemmeno in WWE, quindi nulla.
Però diciamo che i volti noti almeno all'inizio c'erano e qualcuno è stato anche abbastanza costruito in questo anno.
Non l'ha nemmeno la WWE quel nome, ma la WWE ha il marchio. L'esposizione. I contratti internazionali. Wrestlemania.
Insomma, la WWE ha gente che la guarderebbe anche se nel main event ci fosse Bonolis vs Laurenti in un Tira&Molla match. Può tranquillamente campare a prescindere dai nomi, proprio per tutto quello che hai alle spalle. E se vuoi insidiare il monopolio, con questo devi fare i conti.
Il discorso è che il monopolio non lo insidi con i fan che sanno chi siano Kaz, Daniels o il Bullet Club/Lucha Underground, o con la gente che si ricorda dell'esistenza di Cody Rhodes. Non ti bastano.
Purtroppo a parte appunto andare a prendere i vari Cena e Orton, al momento più di così non puoi fare.
Immagine Immagine
RedandYellow
Main Eventer
Messaggi: 2506
Iscritto il: 30/10/2009, 20:26

Re: Come far tornare grande il wrestling

Messaggio da RedandYellow »

Marco Frediani ha scritto:Ma appunto, Moxley vale 6 milioni di dollari l'anno?
E Omega 3? Brandi Rhodes? O tutti quelli che sembra siano strapagati con contratti pluriennali garantiti?
E i risultati non mi sembrano così ottimi rispetto ai soldi spesi, vincono a malapena contro NXT eppure hanno nel main event facce conosciute come Moxley o Jericho, internet darling come i Bucks, un altro ex WWE osannato (per motivi a me oscuri) come Rhodes, gente che è stata anni in ROH e in TNA e che è conosciuta, altri ex TNA e Lucha Underground.
Non facciamo passare il messaggio che erano tutti tizi sconosciuti ai più, anche perchè si rivolgono ai fan smart di internet, che dovrebbero conoscerli già.
Eppure vincono a malapena contro NXt, che sarà pure potenziato, ma è sempre un territorio di sviluppo o una indy sotto steroidi WWE dove mandare gente firmata, fargli capire come girano le cose in una multinazionale e fargli capire come costruiscono loro i match.
Rollins è stato svezzato a NXT, Charlotte doveva alzare gli ascolti e far crescere la Ripley (operazione riuscita a metà), poi l'invasione era palesemente per alzare gli ascolti.
Eppure nemmeno loro riescono a superare un certo limite, ma perlomeno non spendono così tanto (NXT operava in perdita, parole di HHH, non so se con i soldi di USA Network la situazione sia cambiata) come Tony Khan.
Senza contare che NXT all'inizio era molto diverso e poco cagato da tutti, almeno fino al primo Takeover, quando è esplosa la sua moda.

Davvero, Moxley vale sei milioni di dollari all'anno?
O Kenny Omega? O Hangman Page?

Appare chiaro che il pubblico a cui puntano non è così grande o non è così disposto a spendere soldi per loro.
Post da incorniciare
Avatar utente
andreawarrior
Main Eventer
Messaggi: 12776
Iscritto il: 05/11/2009, 23:24

Re: Come far tornare grande il wrestling

Messaggio da andreawarrior »

Io egoisticamente spero che il wrestling finisca il prima possibile, perchè un wrestling senza kayfabe, senza psicologia, con costruzioni lampo, con risultati dimenticati negli show già il giorno dopo, con wrestlers sconosciuti che nei match d'apertura non vendono mosse terribili, escono 3 volte dalla finisher avversaria, fanno 3 mosse al secondo senza raccontare nulla tra l'una e l'altra, non solo non mi piace ma è deleterio anche per il wrestling delle epoche precedenti, perchè se oggi un fan vede queste cose, poi non apprezza e non capisce neanche il wrestling delle epoche precedenti.
Avatar utente
Jagger
Main Eventer
Messaggi: 991
Iscritto il: 29/06/2015, 13:27

Re: Come far tornare grande il wrestling

Messaggio da Jagger »

Comunque, riguardo ai punti di Ryoga...
ryogascorpio ha scritto:1) MENO WRESTLING: può sembrare un paradosso ma senza dover tornare ad avere solo i big four (economicamente non sarebbe fattibile),
almeno che non si sforino mai i 12 pay per view annui (ed invece accade di continuo con i Takeover, gli eventi arabi e cose a caso come starrcade)
Concordo, infatti sto adorando il format AEW a questo proposito. All'inizio 3-4 PPV l'anno mi parevano fin troppo pochi, ma se ci metti in mezzo eventi minori e super-Dynamite quando serve raggiungi l'equilibrio ideale.
2) MENO TITOLI: basta, vi prego basta con questa storia che i titoli servono per gli house show o per giustificare un feud. E' l'esatto contrario.
Ormai nemmeno faccio caso al fatto che un titolo sia in palio o meno perché non me ne frega nulla di sapere se tizio è x volte campione di sto piffero o meno.
Titoli di coppia femminili...via. Titolo 24/7 via. US title, se deve essere gestito come la m...a , via. Anche qui utopia tornare ad avere un unico campione mondiale, però così è davvero troppo
D'accordo a metà.
Dipende da che tipo di roster e di federazione hai. Se hai ipoteticamente tante performer donne quanti uomini, i titoli tag femminili sono un'idea ottima e anzi quasi doverosa. Se di donne ne hai poche e anche propense agli infortuni, anche no.
Il titolo 24/7 può funzionare come spunto per angle comedy (parte integrante dello spettacolo che ultimamente è sempre più marginalizzata), tanto non ha mai avuto pretese di essere prestigioso. Se non hai idee, lo "parcheggi". Non vedo che danno faccia.
US e IC hanno senso se li usi per testare futuri campioni con la cintura e vedere come se la cavano. Per quanto mi riguarda non hanno senso né dati a cani e porci, né usati per parcheggiare main eventer (se non occasionalmente).
I titoli "specialistici" tipo cruiser (Giappone escluso) e TV se li possono tenere, onestamente.
3) REGNI LUNGHI: storica diatriba. Se ci sono troppi show un campione non può durare in eterno. Falso. I regni di JBL (comunque recente in termini relativi), di Cena, di Punk, sono tutti bene o male ricordati.
Poco importa se diventa quasi stucchevole la difesa titolata, sarà ancora più forte il momento della sconfitta. I regni, per me, dovrebbero quasi sempre ALMENO superare i 4 mesi. Tutti, compresi i titoli minori
Non sono d'accordo. Dipende dalla storia, e appunto da quanti show hai.
Con la storia giusta può avere il suo senso anche il mini-regno, per dire quello di Storm nella fu TNA sarebbe stato perfetto se poi glielo avessero fatto riconquistare da Roode.
Poi logicamente se in 3 mesi difendi il titolo una volta è un conto, se lo difendi 30 volte chiaramente stufi prima. E' fisiologico.

4) EDUCAZIONE DEL PUBBLICO: che facciano un comunicato stampa, che lo dicano in storyline, facciano ciò che vogliono ma lo facciano. Va detto chiaro e tondo: "Siete spettatori, avete pagato il biglietto, ma questo è uno spettacolo sceneggiato, come a teatro, se non siete in grado di reprimere i comportamenti da idioti venite accompagnati fuori. Se sceneggio l'umiliazione e la violenza subita dal face, voi non mi cantate one more time per fare i fighi, siete solo degli idioti"
Non ci crederete ma io segio più volentieri gli show senza pubblico ormai, se deve essere un pubblico di ebeti
D'accordo ma inapplicabile.
Che fai, accompagni alla porta pubblici interi? E se non sei sicuro di chi abbia cantato e chi no cosa fai, consulti il VAR? :?
Sarebbe bello se fosse così semplice, se bastasse un comunicato o una storyline. Purtroppo non lo è.
5) PRESA DI POSIZIONE SU COSA E' NXT; la primavera, la serie B, uno show a parte, Cosa? Dopo Survivor Series non è pù successo nulla, a che pro? Perchè Gargano e Ciampa, i due migliori wrestler wwe del momento, sono stati mandati a raw e poi rispediti a nxt? Perché Balor è tornato a nxt? COSA è NXT?
Questo non lo sanno da quando è partito.
NXT inizialmente era "una sorta di reality, Ciccio", poi hanno lasciata sospesa nel nulla una stagione e NXT è diventato il rebranding della FCW, che pian piano ha aumentato importanza ma sempre fuori continuity rispetto al main roster (ricordiamo Rollins e Big E face a NXT e heel nel main roster, contemporaneamente). Poi è entrato in continuity, o forse no. Infine, col contratto televisivo e la AEW, di fatto il cerchio si è chiuso e abbiamo davanti un terzo roster, concettualmente non diverso dalla WWECW che il primo NXT sostituì.
Parentesi storica per dire che NXT è sempre stato sostanzialmente quello che conveniva che fosse, e prendere una posizione netta non conviene dato che potrebbero trovarsi nella necessità di fare retromarcia anche subito.
Ad ora direi che NXT è appunto un "terzo roster, ma meno importante", com'era l'ECW all'epoca ma ovviamente con un prodotto diverso rispetto agli altri due roster.
6) DECISIONE DEI BOOKER, NON DEL PUBBLICO: Basta coi Cesaro, gli shorty G, i Zack Ryder. Totali incapaci al microfono che vengono pushati per dare il contentino ad una frangia di pubblico saccente e smartone.
Se la federazione sa che sono inadatti al ruolo stiano sulla loro posizione e si torni al punto 4
Perché, ad ora cosa fanno?
Cioè, ogni tanto danno il contentino al pubblico, che ci sta. Ma degli esempi che hai fatto, nessuno è stato spinto nell'iperuranio per volere del pubblico.
Ryder ha avuto una run da US Champion che in quel contesto storico (col titolo che gravitava attorno a Santino Marella e al Jack Swagger spalla di Ziggler nei Cougar Lovers) ci sarebbe tranquillamente stata anche senza il consenso del pubblico. Poi, se gli "esperimenti" con la gente over non li fai con i titoli minori, con cosa li fai?
Shorty G cos'ha avuto, due meritatissimi titoli di coppia con gli American Alpha e un titolo di transizione random con Roode? Dov'è che è stato pushato solo per far piacere agli smartoni?
Cesaro idem, il picco della sua carriera è stata l'associazione con Heyman giusto per tenere quest'ultimo on screen a parlare di Lesnar. Per il resto ha avuto un'onorata carriera da mid-uppercarder e tappabuchi, che è esattamente quello che la WWE ha sempre visto in lui (non a torto, uno così ti torna sempre utile come jolly ma non ci puoi puntare fisso per ovvi motivi).

7) SI ALLE LEGGENDE ma nel contesto delle storyline. Se deve tornare The rock corra per il titolo o interagisca. Non voglio vedere match che non sembrano nemmeno parte della card.
Taker vs Goldberg avrebbe potuto e dovuto occupare 2 mesi di programmazione wwe per creare hype
Sì e no.
Sono d'accordo che le leggende vanno usate nel contesto delle storyline, e che almeno interagiscano con le nuove leve, quelle che tecnicamente dovrebbero diventare leggende del domani.
Ma anche qui, se devi usare Goldberg per seppellire Owens o usare Undertaker per seppellire Wyatt (giusto per citarne due che non sono precisamente tutto saltelli e piroette) meglio che si faccia il leggenda vs leggenda slegato da tutto e buona.
Attenzione: non dico che per forza Goldberg e Undertaker devono perdere. Possono anche vincere, ma non così. Fammi vedere uno scambio di mind games fra Wyatt e Taker, fammi vedere Owens heel infido e str***o con Goldberg face versione "lo faccio per mio figlio". Fammeli percepire almeno come contendenti ad armi pari.
Poi possono anche perdere, ma almeno non li umili. Perché domani negli show hai solo la gente umiliata.
8) KEYFABE SUI SOCIAL: siete pagati miliardi, state 24 ore su 24 in giro con la compagnia? Bene. Finchè siete sotto contratto almeno non pubblicate foto con il vostro avversario in feud. Non scrivete cose che smentiscono quanto detto in puntata. Siete come prestigiatori, non svelate la vostra magia. Non è richiesto nel 2020 di essere come Undertaker in character tutta la vita, ma nemmeno ha senso leggere di gente che usa i social così a caso.
Come si è già detto a suo tempo, non è così facile per tutti. Finché si tratta di non farsi vedere con l'avversario in feud ok, ma se ai fratelli Rotunda muore la nonna che succede, Windham non le può dedicare un messaggio pubblico perché è The Fiend? E non si possono citare a vicenda perché in kayfabe Bo Dallas e Bray Wyatt non sono parenti?
L'ideale, come s'è detto, sarebbe un account per il personaggio e uno per la persona, ma probabilmente nel 2020 nessuno si filerebbe il primo.
Per carità, tanto rispetto per un Darby Allin che resta in gimmick fino alla morte ed evita qualsiasi riferimento alla sua vita reale, lasciando il dubbio che non ci sia proprio nessuna gimmick e sia davvero il pazzoide disturbato con tendenze autolesioniste che porta on-screen. A me piace anche per questo, lo ammetto. Però non è una cosa che possano oggettivamente fare tutti.
9) STORIE, STORIE, STORIE. Chissenefrega delle mosse. Ciò che resta impresso di un feud è l'emozione, le frasi, i momenti. E poi sì, anche le mosse. Ma inserite nel giusto contesto. Se non c'è una storia dietro, un match è inutile
Sottoscrivo col sangue.
10) TORNATE BAMBINI. Su questo la federazione può far poco. sta a voi. Piantatela di seguire i rumors, analizzare i push, interrogarvi su contratti di questo e quello.
Il motivo principale per cui tu, che stai leggendo in questo momento, non hai più la passione di un tempo è questo. Solo questo.
D'accordo anche qui. Infatti ho sempre odiato anche i dannati che spammano notizie sui contratti degli attori nei telefilm, su chi è regular, chi guest, chi rinnova e chi lascia.
Immagine Immagine
Avatar utente
Marco Frediani
Main Eventer
Messaggi: 1660
Iscritto il: 20/12/2009, 11:16

Re: Come far tornare grande il wrestling

Messaggio da Marco Frediani »

Jagger ha scritto:
Marco Frediani ha scritto:Non ci sono personaggi larger than life, vero, ma nemmeno che tutti siano sconosciuti. Cody era conosciuto, i fan di wrestling aperti conoscevano Omega e i Bucks e il Bullet Club ha fatto danni per anni in ROH, diventando l'unica cosa curata del booking che ha trattato come imbecilli tutti gli altri fino alla loro dipartita, idem Kaz e Daniels che hanno fatto anni di TNA e ROH. O Pentagon e Fenix da Lucha Underground o Jericho, che i suoi fan in NJPW li aveva portati alla grande.
La base ce l'avevano, poi i vari giovani sconosciuti (che ai fan delle indy non lo erano). Manca quello che diventa famoso anche con chi non è fan, ma non ce nemmeno in WWE, quindi nulla.
Però diciamo che i volti noti almeno all'inizio c'erano e qualcuno è stato anche abbastanza costruito in questo anno.
Non l'ha nemmeno la WWE quel nome, ma la WWE ha il marchio. L'esposizione. I contratti internazionali. Wrestlemania.
Insomma, la WWE ha gente che la guarderebbe anche se nel main event ci fosse Bonolis vs Laurenti in un Tira&Molla match. Può tranquillamente campare a prescindere dai nomi, proprio per tutto quello che hai alle spalle. E se vuoi insidiare il monopolio, con questo devi fare i conti.
Il discorso è che il monopolio non lo insidi con i fan che sanno chi siano Kaz, Daniels o il Bullet Club/Lucha Underground, o con la gente che si ricorda dell'esistenza di Cody Rhodes. Non ti bastano.
Purtroppo a parte appunto andare a prendere i vari Cena e Orton, al momento più di così non puoi fare.
Dubito che Cena e Orton sposterebbero così tanto gli equilibri, a meno di non essere curiosi di vederli contro Rhodes (già fatto) o contro Kenny Omega o per l'ennesima volta contro Jericho o Moxley. Per questo devono creare delle superstar loro, ma serve tempo e non so quanto ne hanno.
Covid a parte, che ha ammazzato tutte le entrate, i risultati quali sono? Al massimo 900.000+ spettatori, ovvero vittorie su NXT e metà di Smackdown, ma spendendo un casino di soldi in più.
Ne vale la pena nel lungo periodo?
Avatar utente
-Jeremy-
Main Eventer
Messaggi: 572
Iscritto il: 22/07/2011, 15:18

Re: Come far tornare grande il wrestling

Messaggio da -Jeremy- »

Credo che allo stato attuale non bisogna far tornare grande il wrestling.

Basterebbe, come punto di partenza importante evitare che il resto del mondo pensante non si vergogni dell'esistenza di una roba simile.

La gestione della pandemia da parte di WWE (e in parte AEW stessa, seppur han effettuato a quanto pare maggiori controlli ma far lavorare jake roberts è vergognoso uguale, anche se lui vuole. Sticazzi se lui vuole.) mi ha fatto personalmente passare la voglia anche solo di leggere i report.
Ma finchè uno dei loro non ci rimane secco/è costretto a ritirarsi/gli fa causa perchè infetta un parente che muore non capiranno mai.

Sticazzi delle storyline, babyface,match lunghi.
Questi stan tirando i dadi ogni volta che fan entrare gente a ca**o al pc, non gli fan fare test e fan passare per il pubblico gli street profits.

E la cosa più vergognosa, è che c'è chi rompe il ca**o a gente come Reigns, Zayn,Owens etc che dicono "Si fotta sta merda non rischio il culo mio e dei miei parenti per sta merda".
Anche questa è la rovina del wrestling.

Non lesnar che combatte una volta ogni sei anni o il pubblico che canta one more time quando il babyface viene menato.
Steam
Main Eventer
Messaggi: 915
Iscritto il: 09/11/2018, 14:56

Re: Come far tornare grande il wrestling

Messaggio da Steam »

Mancherebbe la parte in cui si dimostra che il resto del mondo pensante si vergogna dell'assenza di tamponi effettuati in WWE e non solo Joy Black e -Jeremy-. O la parte in cui si dimostra che la WWE ha fatto qualcosa di illegale o comunque diverso dal 99% delle altre aziende ritenute necessarie.
Chissà poi se è lo stesso mondo pensante che non s'incula manco per striscio i focolai nelle fabbriche vicine a loro. O lo stesso mondo pensante incurante delle direttive sanitarie quando bisogna manifestare in difesa delle minoranze etniche.
Preghiamo per Renee, chiaramente in fin di vita per colpa del despota Vince.
Avatar utente
Jagger
Main Eventer
Messaggi: 991
Iscritto il: 29/06/2015, 13:27

Re: Come far tornare grande il wrestling

Messaggio da Jagger »

Marco Frediani ha scritto: Dubito che Cena e Orton sposterebbero così tanto gli equilibri, a meno di non essere curiosi di vederli contro Rhodes (già fatto) o contro Kenny Omega o per l'ennesima volta contro Jericho o Moxley. Per questo devono creare delle superstar loro, ma serve tempo e non so quanto ne hanno.
Covid a parte, che ha ammazzato tutte le entrate, i risultati quali sono? Al massimo 900.000+ spettatori, ovvero vittorie su NXT e metà di Smackdown, ma spendendo un casino di soldi in più.
Ne vale la pena nel lungo periodo?
Sì, il tuo ragionamento fila... da fan preparato e "smaliziato", passami il termine. Ma quelli che ragionano così tipicamente già conoscono il prodotto AEW, o da spettatori o da non-spettatori coscienti (so cos'è il prodotto, so cosa offre ma non lo seguo perché non mi piace). E' il segmento di pubblico per cui un PAC può essere un nome di richiamo.
Loro vogliono essere generalisti, vogliono farsi conoscere da altri tipi di pubblico. Tipi di pubblico che magari sono attirati dal merissimo starpower. Lo starpower questo è alla fine, la capacità di attirare interesse a prescindere, di far dire "Toh, c'è Orton/Cena, questa è roba seria, magari ci dò un'occhiata!" senza neanche andare a pensare agli avversari (perché magari la WWE la seguivano fino al 2010 e un Moxley manco l'hanno conosciuto per dire).
Orton e Cena sarebbero perfetti per questo, e infatti con Orton ci hanno provato e sono sicuro che Khan si venderebbe la madre per avere John Cena fisso sui suoi ring. In misura minore ci stanno provando anche mettendo sotto contratto e tenendo on-screen tutte le leggende che possono, o con il Tyson/Hawk del caso.
Poi sì, siamo d'accordo che devono creare loro superstar, lo dico da sempre. Ed è esattamente il motivo per cui Omega è "sacrificato" con Page, il motivo per cui Jericho gira fisso con Guevara e quello per cui Rhodes jobba a MJF. Ci stanno provando, ma ovviamente serve tempo.
Poi è chiaro che AD ORA non ne valga economicamente la pena, ma sarebbe letteralmente impossibile il contrario. Chi entra in un mercato in condizioni di monopolio deve farlo investendo tanto e (almeno inizialmente) in perdita, perché i monopoli non si spezzano dall'oggi al domani.
Sul lungo periodo ne sarà valsa la pena? Boh, dipende da un sacco di cose che al momento non sono prevedibili. Io tendo a dire di no, ma più perché il prodotto wrestling è in crisi in generale, che per altro.
Immagine Immagine
Avatar utente
ryogascorpio
Main Eventer
Messaggi: 4129
Iscritto il: 21/08/2015, 15:59

Re: Come far tornare grande il wrestling

Messaggio da ryogascorpio »

Jagger ha scritto:Comunque, riguardo ai punti di Ryoga...
ryogascorpio ha scritto:1) MENO WRESTLING: può sembrare un paradosso ma senza dover tornare ad avere solo i big four (economicamente non sarebbe fattibile),
almeno che non si sforino mai i 12 pay per view annui (ed invece accade di continuo con i Takeover, gli eventi arabi e cose a caso come starrcade)
Concordo, infatti sto adorando il format AEW a questo proposito. All'inizio 3-4 PPV l'anno mi parevano fin troppo pochi, ma se ci metti in mezzo eventi minori e super-Dynamite quando serve raggiungi l'equilibrio ideale.
2) MENO TITOLI: basta, vi prego basta con questa storia che i titoli servono per gli house show o per giustificare un feud. E' l'esatto contrario.
Ormai nemmeno faccio caso al fatto che un titolo sia in palio o meno perché non me ne frega nulla di sapere se tizio è x volte campione di sto piffero o meno.
Titoli di coppia femminili...via. Titolo 24/7 via. US title, se deve essere gestito come la m...a , via. Anche qui utopia tornare ad avere un unico campione mondiale, però così è davvero troppo
D'accordo a metà.
Dipende da che tipo di roster e di federazione hai. Se hai ipoteticamente tante performer donne quanti uomini, i titoli tag femminili sono un'idea ottima e anzi quasi doverosa. Se di donne ne hai poche e anche propense agli infortuni, anche no.
Il titolo 24/7 può funzionare come spunto per angle comedy (parte integrante dello spettacolo che ultimamente è sempre più marginalizzata), tanto non ha mai avuto pretese di essere prestigioso. Se non hai idee, lo "parcheggi". Non vedo che danno faccia.
US e IC hanno senso se li usi per testare futuri campioni con la cintura e vedere come se la cavano. Per quanto mi riguarda non hanno senso né dati a cani e porci, né usati per parcheggiare main eventer (se non occasionalmente).
I titoli "specialistici" tipo cruiser (Giappone escluso) e TV se li possono tenere, onestamente.
3) REGNI LUNGHI: storica diatriba. Se ci sono troppi show un campione non può durare in eterno. Falso. I regni di JBL (comunque recente in termini relativi), di Cena, di Punk, sono tutti bene o male ricordati.
Poco importa se diventa quasi stucchevole la difesa titolata, sarà ancora più forte il momento della sconfitta. I regni, per me, dovrebbero quasi sempre ALMENO superare i 4 mesi. Tutti, compresi i titoli minori
Non sono d'accordo. Dipende dalla storia, e appunto da quanti show hai.
Con la storia giusta può avere il suo senso anche il mini-regno, per dire quello di Storm nella fu TNA sarebbe stato perfetto se poi glielo avessero fatto riconquistare da Roode.
Poi logicamente se in 3 mesi difendi il titolo una volta è un conto, se lo difendi 30 volte chiaramente stufi prima. E' fisiologico.

4) EDUCAZIONE DEL PUBBLICO: che facciano un comunicato stampa, che lo dicano in storyline, facciano ciò che vogliono ma lo facciano. Va detto chiaro e tondo: "Siete spettatori, avete pagato il biglietto, ma questo è uno spettacolo sceneggiato, come a teatro, se non siete in grado di reprimere i comportamenti da idioti venite accompagnati fuori. Se sceneggio l'umiliazione e la violenza subita dal face, voi non mi cantate one more time per fare i fighi, siete solo degli idioti"
Non ci crederete ma io segio più volentieri gli show senza pubblico ormai, se deve essere un pubblico di ebeti
D'accordo ma inapplicabile.
Che fai, accompagni alla porta pubblici interi? E se non sei sicuro di chi abbia cantato e chi no cosa fai, consulti il VAR? :?
Sarebbe bello se fosse così semplice, se bastasse un comunicato o una storyline. Purtroppo non lo è.
5) PRESA DI POSIZIONE SU COSA E' NXT; la primavera, la serie B, uno show a parte, Cosa? Dopo Survivor Series non è pù successo nulla, a che pro? Perchè Gargano e Ciampa, i due migliori wrestler wwe del momento, sono stati mandati a raw e poi rispediti a nxt? Perché Balor è tornato a nxt? COSA è NXT?
Questo non lo sanno da quando è partito.
NXT inizialmente era "una sorta di reality, Ciccio", poi hanno lasciata sospesa nel nulla una stagione e NXT è diventato il rebranding della FCW, che pian piano ha aumentato importanza ma sempre fuori continuity rispetto al main roster (ricordiamo Rollins e Big E face a NXT e heel nel main roster, contemporaneamente). Poi è entrato in continuity, o forse no. Infine, col contratto televisivo e la AEW, di fatto il cerchio si è chiuso e abbiamo davanti un terzo roster, concettualmente non diverso dalla WWECW che il primo NXT sostituì.
Parentesi storica per dire che NXT è sempre stato sostanzialmente quello che conveniva che fosse, e prendere una posizione netta non conviene dato che potrebbero trovarsi nella necessità di fare retromarcia anche subito.
Ad ora direi che NXT è appunto un "terzo roster, ma meno importante", com'era l'ECW all'epoca ma ovviamente con un prodotto diverso rispetto agli altri due roster.
6) DECISIONE DEI BOOKER, NON DEL PUBBLICO: Basta coi Cesaro, gli shorty G, i Zack Ryder. Totali incapaci al microfono che vengono pushati per dare il contentino ad una frangia di pubblico saccente e smartone.
Se la federazione sa che sono inadatti al ruolo stiano sulla loro posizione e si torni al punto 4
Perché, ad ora cosa fanno?
Cioè, ogni tanto danno il contentino al pubblico, che ci sta. Ma degli esempi che hai fatto, nessuno è stato spinto nell'iperuranio per volere del pubblico.
Ryder ha avuto una run da US Champion che in quel contesto storico (col titolo che gravitava attorno a Santino Marella e al Jack Swagger spalla di Ziggler nei Cougar Lovers) ci sarebbe tranquillamente stata anche senza il consenso del pubblico. Poi, se gli "esperimenti" con la gente over non li fai con i titoli minori, con cosa li fai?
Shorty G cos'ha avuto, due meritatissimi titoli di coppia con gli American Alpha e un titolo di transizione random con Roode? Dov'è che è stato pushato solo per far piacere agli smartoni?
Cesaro idem, il picco della sua carriera è stata l'associazione con Heyman giusto per tenere quest'ultimo on screen a parlare di Lesnar. Per il resto ha avuto un'onorata carriera da mid-uppercarder e tappabuchi, che è esattamente quello che la WWE ha sempre visto in lui (non a torto, uno così ti torna sempre utile come jolly ma non ci puoi puntare fisso per ovvi motivi).

7) SI ALLE LEGGENDE ma nel contesto delle storyline. Se deve tornare The rock corra per il titolo o interagisca. Non voglio vedere match che non sembrano nemmeno parte della card.
Taker vs Goldberg avrebbe potuto e dovuto occupare 2 mesi di programmazione wwe per creare hype
Sì e no.
Sono d'accordo che le leggende vanno usate nel contesto delle storyline, e che almeno interagiscano con le nuove leve, quelle che tecnicamente dovrebbero diventare leggende del domani.
Ma anche qui, se devi usare Goldberg per seppellire Owens o usare Undertaker per seppellire Wyatt (giusto per citarne due che non sono precisamente tutto saltelli e piroette) meglio che si faccia il leggenda vs leggenda slegato da tutto e buona.
Attenzione: non dico che per forza Goldberg e Undertaker devono perdere. Possono anche vincere, ma non così. Fammi vedere uno scambio di mind games fra Wyatt e Taker, fammi vedere Owens heel infido e str***o con Goldberg face versione "lo faccio per mio figlio". Fammeli percepire almeno come contendenti ad armi pari.
Poi possono anche perdere, ma almeno non li umili. Perché domani negli show hai solo la gente umiliata.
8) KEYFABE SUI SOCIAL: siete pagati miliardi, state 24 ore su 24 in giro con la compagnia? Bene. Finchè siete sotto contratto almeno non pubblicate foto con il vostro avversario in feud. Non scrivete cose che smentiscono quanto detto in puntata. Siete come prestigiatori, non svelate la vostra magia. Non è richiesto nel 2020 di essere come Undertaker in character tutta la vita, ma nemmeno ha senso leggere di gente che usa i social così a caso.
Come si è già detto a suo tempo, non è così facile per tutti. Finché si tratta di non farsi vedere con l'avversario in feud ok, ma se ai fratelli Rotunda muore la nonna che succede, Windham non le può dedicare un messaggio pubblico perché è The Fiend? E non si possono citare a vicenda perché in kayfabe Bo Dallas e Bray Wyatt non sono parenti?
L'ideale, come s'è detto, sarebbe un account per il personaggio e uno per la persona, ma probabilmente nel 2020 nessuno si filerebbe il primo.
Per carità, tanto rispetto per un Darby Allin che resta in gimmick fino alla morte ed evita qualsiasi riferimento alla sua vita reale, lasciando il dubbio che non ci sia proprio nessuna gimmick e sia davvero il pazzoide disturbato con tendenze autolesioniste che porta on-screen. A me piace anche per questo, lo ammetto. Però non è una cosa che possano oggettivamente fare tutti.
9) STORIE, STORIE, STORIE. Chissenefrega delle mosse. Ciò che resta impresso di un feud è l'emozione, le frasi, i momenti. E poi sì, anche le mosse. Ma inserite nel giusto contesto. Se non c'è una storia dietro, un match è inutile
Sottoscrivo col sangue.
10) TORNATE BAMBINI. Su questo la federazione può far poco. sta a voi. Piantatela di seguire i rumors, analizzare i push, interrogarvi su contratti di questo e quello.
Il motivo principale per cui tu, che stai leggendo in questo momento, non hai più la passione di un tempo è questo. Solo questo.
D'accordo anche qui. Infatti ho sempre odiato anche i dannati che spammano notizie sui contratti degli attori nei telefilm, su chi è regular, chi guest, chi rinnova e chi lascia.

Grazie per la risposta Jagger, rispondo nuovamente punto per punto.

1) mi fa piacere che ci troviamo d'accordo su questo perché è probabilmente il problema principale. Il wrestling è fatto di hype e così' lo uccidono

2) d'accordo sulle donne numerose però allora devi avere il 50 per 100 o quasi dei match femminili in ogni show se davvero vuoi fare le cose così e non so se siamo pronti,
per il resto certo il titolo 24/7 male non fa, però anche avere titoli di coppia sdoppiati tra raw e smack, boh per me li rende tutti poco interessanti

3) come detto a colo io parlavo in media. Concordo che un mini regno possa essere funzionale. Il problema è che adesso sono quasi tutti regni così, a parte le eccezioni una tantum (Lesnar ad esempio).
Per dire uno come il Fiend doveva tenere il titolo ALMENO 9-10 mesi

4) Questo punto era una provocazione. Però che almeno pubblicamente venisse detto che questo modo di tifare è sbagliato sarebbe qualcosa, invece non fanno che osannare il pubblico demenziale
(un po' come le società calcistiche che non condannano gli ultras)

5) Capisco la logica, ma da fan non ne traggo alcun beneficio. Piuttosto dovrebbero almeno rendere canoniche le SS a 3 roster o i titoli difesi a Mania o alla Rumble

6) Forse ho fatto esempi sbagliati, ma tutte le sclete wwe degli ultimi 8-9 anni hanno subito pesanti condizonamenti dal pubblico. Uno su tutti rinunciare a Batista vs Orton per mandare al top un bryan che non dava garanzie fisiche

7) d'accordissimo con te, Taker e Goldberg potevano comunque vincere ma in modo diverso

8) l'esempio che fai di Darby Allin mi conferma ciò che pensavo. Tutti rivorremmo quel wrestling ma molti , non tu, non riescono nemmeno ad ammetterlo

9 e 10 siamo d'accordo quindi nulla da aggiungere
Rispondi