Sociologia, fenomenologia e dintorni

Sezione dedicata alle discussioni a tema politico, cronaca, religione, approfondimento, gossip, arte e cultura.
Avatar utente
ironmaiden
Main Eventer
Messaggi: 2628
Iscritto il: 28/08/2017, 21:48
Località: La loggia nera

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da ironmaiden »

Si, Mackey, sicuramente certe cose che si fanno a 20 anni non si farebbero a 35-30 figurarsi a 45 e viceversa, ovviamente. Solo che non puoi giudicarti negativamente per quel che facesti ai tempi solo col senno di poi, in quanto troppo facile. Hai fatto delle scelte che in quel momento ti parevano giuste.
Avere amicizie con cui condividere hobby è la cosa migliore, però fare delle cose di pari passo con l’età che si ha, pure.
Poi l’inontrare o meno ragazze (vabbè ormai per noi diciamo donne...) dipende molto dagli ambienti in cui si vive.
Faccio un esempio: nella mia città se esci la sera con delle persone, vai in un qualsiasi pub-bar-luogo di ritrovo per passare la serata, che non sia una discoteca (non conosco praticamente nessuno che ci vada tra i miei conoscenti) se ci sono altri gruppi di persone praticamente ognuno sta per i fatti suoi, senza possibilità di socializzare e conoscere altre persone, mentre mi dicono che già in altre città della mia stessa regione invece non è una cosa strana. Addirittura figurati se esci da solo e provi a conoscere persone in questa maniera...praticamente sei visto come un sociopatico...considera che col tempo in questa maniera diminuiscono sempre di più le possibilità di conoscere altre persone e sopratutto donne. In pratica o sul luogo di lavoro o...boh...? Deve essere un caso fortuito...poi figurati di chi come me lavora praticamente da solo...
V.I.P. of:
- Hell In A Cell 2018
- TLC 2018
Avatar utente
Colosso
Main Eventer
Messaggi: 27089
Iscritto il: 30/10/2009, 21:30

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da Colosso »

La teoria comune è che sia impossibile rimorchiare "a freddo", provandoci cioè dal nulla con una completa sconosciuta. Chi ci prova rischia di essere preso per un folle, uno psicopatico o uno stalker, tanto più in questi tempi dove le donne non si lasciano avvicinare da nessuno.
C'è però un'eccezione, se si è belli almeno dall'8 in su si può anche solo dire a una ragazza "Ehi, vuoi scopare con me?" e quella si farà una risata e ti prenderà a braccetto...

Per noi uomini normali, l'approccio migliore è non fare niente e sperare che siano le donne a darci segnali di interesse: al giorno d'oggi sono loro che rimorchiano e prendono l'iniziativa, non il contrario...
Chi sa che non riceverebbe mai approcci nella vita reale, può tentare con il corteggiamento via internet... ma anche questo è diventato sempre più difficile, le ragazze ricevono centinaia di richieste al giorno e sono sempre più pretenziose.
Immagine
Avatar utente
ironmaiden
Main Eventer
Messaggi: 2628
Iscritto il: 28/08/2017, 21:48
Località: La loggia nera

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da ironmaiden »

@Colosso
questa cosa l'ho notata pure io...avendo praticamente poche occasioni di conoscere ragazze, ad un certo punto mi era pure venuto in testa di provare a chiedere di uscire chessò alla cassiera del supermercato dove vado di solito o alla banconista del bar dove ogni tanto faccio colazione. Solo che praticamente nella mia città appena provi a parlare e ad andare un po' oltre in questo modo praticamente ti guardano come uno squinternato...o ti iniziano ad evitare se per caso già fidanzate o sposate (cosa che d'altronde all'inizio uno non può sapere).
Considera che ogni tanto mi capitava di scambiare due chiacchiere con la ragazza del panificio, ma nulla di eclatante eh...del tipo soltanto come va...sei stata in ferie...niente di più...e praticamente questa (che poi per puro caso scoprii essersi sposata nel frattempo) quando mi vedeva per strada o non salutava o cambiava direzione...una cosa da restarci a bocca aperta...
quindi figurati se a quelle due ragazze mi azzardo a chiedere qualcosa...e non è che sto parlando di due chissà che...l'aspetto fisico è una cosa abbastanza relativa per quel che mi riguardo...solo che davvero praticamente è impossibile conoscere così delle persone, dal nulla, solo che mi sono accorto che se a parlarci e darci confidenza sono tipi più fighi e sicuri di sé praticamente è un'altra storia...ma questo penso sia così dappertutto...a me quello che frega è l'essere eccessivamente timido e per di più inesperto nel relazionarmi con ragazze e al contempo depresso...cosa che cmq ti sgamano tutti e di certo non è un bel biglietto da visita...poi per carità mica si può piacere a tutti, però caspita alcune dinamiche sono davvero assurde...
io cmq quando mi è capitato di rifiutare l'approccio di una ragazza quando poi la incontravo per strada mica la evitavo...neanche con quelle supe appiccicose...
V.I.P. of:
- Hell In A Cell 2018
- TLC 2018
Mr. Mackey
Main Eventer
Messaggi: 8288
Iscritto il: 19/10/2009, 23:27

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da Mr. Mackey »

Ma io sono convinto che le ragazze/donne di oggi siano sempre piú rincoglionite. Se si vuole approciare, le possibilitá sono 2

- Ti giudicano brutto, e di considerano un stalker o un socio-patico pazzo, chiamano gli amici per picchiarti o buttarti fuori.
- Ti giudicano bello e ci stanno se te la giochi bene.

credo che in tutto ció ci sia la mano del peggiorare della cultura italiana in generale. A cominciare dai programmi di merda ovunque in TV.

Cmq se io potessi tornare indietro, rifarei tutta la mia vita tipo dai 15 anni in su.
Avatar utente
ironmaiden
Main Eventer
Messaggi: 2628
Iscritto il: 28/08/2017, 21:48
Località: La loggia nera

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da ironmaiden »

Mr. Mackey ha scritto:Ma io sono convinto che le ragazze/donne di oggi siano sempre piú rincoglionite. Se si vuole approciare, le possibilitá sono 2

- Ti giudicano brutto, e di considerano un stalker o un socio-patico pazzo, chiamano gli amici per picchiarti o buttarti fuori.
- Ti giudicano bello e ci stanno se te la giochi bene.

credo che in tutto ció ci sia la mano del peggiorare della cultura italiana in generale. A cominciare dai programmi di merda ovunque in TV.

Cmq se io potessi tornare indietro, rifarei tutta la mia vita tipo dai 15 anni in su.
è una cosa su cui ho riflettuto spesso pure io...sinceramente farei scelte diametralmente opposte soprattutto nell'ambito della scelta di scuola e università, oltre a qualche altra cosuccia...ma alla fine sai cosa c'è? che ragionare col senno di poi è sempre facile purtroppo e spesso a causa di ciò non ci si riesce a concentrare e a vivere meglio il presente. inoltre molte scelte dipendono pure dagli altri...cioè...magari rifacendo quella stessa scuola superiore ma in un'altra classe incontravi compagni migliori e via dicendo...però purtroppo non si può fare...ed è inutile e deleterio piangere sul latte versato...spero un giorno di riuscire a smettere di comportarmi così e di riuscire a vedere il presente più positivamente e lo auguro pure a voi, perché sinceramente con questa ottica ci si tortura e basta... :|
V.I.P. of:
- Hell In A Cell 2018
- TLC 2018
Avatar utente
Colosso
Main Eventer
Messaggi: 27089
Iscritto il: 30/10/2009, 21:30

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da Colosso »

Ironmaiden ti consiglio degli antidepressivi, non ti faranno diventare un socialone ma ti aiuteranno ad essere soddisfatto di quello che hai e a vedere la vita più rosa.
Immagine
Avatar utente
ironmaiden
Main Eventer
Messaggi: 2628
Iscritto il: 28/08/2017, 21:48
Località: La loggia nera

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da ironmaiden »

Colosso ha scritto:Ironmaiden ti consiglio degli antidepressivi, non ti faranno diventare un socialone ma ti aiuteranno ad essere soddisfatto di quello che hai e a vedere la vita più rosa.
sinceramente avevo pensato di rivolgermi ad uno specialista, magari uno psicologo, già a partire da settembre (per ora praticamente c'è mezza città in ferie)...boh...magari è un'idea e mi darà qualcosa per migliorare l'umore...o semplicemente mi potrà fornire delle idee o delle intuizioni per migliorare il mio modo di vedere il mondo...
V.I.P. of:
- Hell In A Cell 2018
- TLC 2018
Avatar utente
Colosso
Main Eventer
Messaggi: 27089
Iscritto il: 30/10/2009, 21:30

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da Colosso »

ironmaiden ha scritto:

sinceramente avevo pensato di rivolgermi ad uno specialista, magari uno psicologo, già a partire da settembre (per ora praticamente c'è mezza città in ferie)...boh...magari è un'idea e mi darà qualcosa per migliorare l'umore...o semplicemente mi potrà fornire delle idee o delle intuizioni per migliorare il mio modo di vedere il mondo...

Ricorda che cmq lo psicologo non può prescriverti farmaci, per quelli devi rivolgerti a uno psichiatra.
Sulla terapia in sè ho sempre qualche dubbio, ma le medicine hanno un'efficacia sicura nel migliorare il tuo umore.
Immagine
Avatar utente
ironmaiden
Main Eventer
Messaggi: 2628
Iscritto il: 28/08/2017, 21:48
Località: La loggia nera

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da ironmaiden »

Colosso ha scritto:
ironmaiden ha scritto:

sinceramente avevo pensato di rivolgermi ad uno specialista, magari uno psicologo, già a partire da settembre (per ora praticamente c'è mezza città in ferie)...boh...magari è un'idea e mi darà qualcosa per migliorare l'umore...o semplicemente mi potrà fornire delle idee o delle intuizioni per migliorare il mio modo di vedere il mondo...

Ricorda che cmq lo psicologo non può prescriverti farmaci, per quelli devi rivolgerti a uno psichiatra.
Sulla terapia in sè ho sempre qualche dubbio, ma le medicine hanno un'efficacia sicura nel migliorare il tuo umore.
ah...interessante...grazie del suggerimento...non lo sapevo...ho ancora qualche settimana per rifletterci...in effetti mi capita che quando prendo il caffè in effetti mi sento un po' meglio, e in effetti leggevo che la caffeina ha effetti simili agli anti-depressivi...allora può essere che questo genere di stimolo sia davvero di aiuto...speriamo bene...
V.I.P. of:
- Hell In A Cell 2018
- TLC 2018
Avatar utente
AL Snow
Main Eventer
Messaggi: 3364
Iscritto il: 16/03/2011, 11:26

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da AL Snow »

Iron, non conosco la tua situazione nel dettaglio quindi non posso giudicare ma ti dico solo di pensarci trentamila volte e di consultare più di una persona specializzata prima di prendere farmaci di quel tipo. Per esperienze personali se non sei più che seguito è una pratica pericolosa, al di là della ricetta medica.
Avatar utente
ironmaiden
Main Eventer
Messaggi: 2628
Iscritto il: 28/08/2017, 21:48
Località: La loggia nera

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da ironmaiden »

AndyLewis ha scritto:Iron, non conosco la tua situazione nel dettaglio quindi non posso giudicare ma ti dico solo di pensarci trentamila volte e di consultare più di una persona specializzata prima di prendere farmaci di quel tipo. Per esperienze personali se non sei più che seguito è una pratica pericolosa, al di là della ricetta medica.
si si, su questo non ci piove...ho letto di parecchi effetti collaterali e della pericolosità del tutto...se li prenderò dovrò sicuramente essere seguito per bene…ma in generale un po' per tutti i farmaci se prima non consulto il medico tendo a non utilizzarne. Anche per questo vorrei consultare sia un neurologo-psichiatra e uno psicologo...anche per farmi un'idea completa della situazione e capire come muovermi.
grazie ad entrambi per il pensiero ragazzi.

diciamo che la mia situazione non è terribile, più che altro mi sono abituato ad accettare il mio stato d'animo. solo che in certi momenti è pesante...più che altro vedi tutte le altre persone che hanno "voglia di fare" inteso in senso lato, mentre praticamente io non ho quasi voglia di fare niente. e anche le cose che mi piacevano in passato tendono a non riuscire più ad interessarmi, non riuscendo per altro a trovare nuove cose che mi piacciano. praticamente finisce che aspetto il passare del tempo senza fare nulla o avere voglia di fare nulla, vivendo nell'attesa che ogni cosa che faccio finisca, quindi non godendo del tempo presente. oltre ad avere rimpianti vari e rancori per il passato. non sono degli stati d'animo piacevoli. ovviamente non sono problemoni se paragonati a quanto molte altre persone hanno o passano, ne sono consapevole, però sinceramente non posso continuare così. vorrei riuscire a migliorare un pochino anche per essere di aiuto agli altri e avere una vita sociale.

a settembre infatti avevo pensato di iniziare una qualche attività sportiva, oltre che a consultare i suddetti specialisti. inoltre vorrei iniziare un corso per la Cresima e magari riuscire a farmi un viaggio. però dipende pure dal lavoro come sono messo.
V.I.P. of:
- Hell In A Cell 2018
- TLC 2018
Boma Ye
Jobber
Messaggi: 1
Iscritto il: 10/08/2018, 14:32

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da Boma Ye »

Colosso ha scritto:Ironmaiden ti consiglio degli antidepressivi, non ti faranno diventare un socialone ma ti aiuteranno ad essere soddisfatto di quello che hai e a vedere la vita più rosa.
Non ho mai scritto in questo forum, anche se lurko da anni, sinceramente non mi fanno adirare nè mi colpiscono le varie opionioni che una persona può avere per quanto stravaganti, finché sono legate a wrestling, sport o anche politica, però arrivare a consigliare un altro utente di assumere antidepressivi credo sia una cosa veramente fuori di testa. Non stiamo parlando di vitamine e non credo che chi ha dato questo consiglio abbia alcuna competenza per consigliare l'assunzione di una determinata medicina, quindi credo che in questo caso veramente stare zitto poteva essere la migliore soluzione.
Avatar utente
Colosso
Main Eventer
Messaggi: 27089
Iscritto il: 30/10/2009, 21:30

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da Colosso »

Boma Ye ha scritto: Non ho mai scritto in questo forum, anche se lurko da anni, sinceramente non mi fanno adirare nè mi colpiscono le varie opionioni che una persona può avere per quanto stravaganti, finché sono legate a wrestling, sport o anche politica, però arrivare a consigliare un altro utente di assumere antidepressivi credo sia una cosa veramente fuori di testa. Non stiamo parlando di vitamine e non credo che chi ha dato questo consiglio abbia alcuna competenza per consigliare l'assunzione di una determinata medicina, quindi credo che in questo caso veramente stare zitto poteva essere la migliore soluzione.
Io non ci vedo niente di male. Ovviamente solo uno psichiatra gli può prescrivere gli antidepressivi, quindi andrebbero associati a una terapia. Non sono cose che si possono comprare al supermercato.
Immagine
Avatar utente
ironmaiden
Main Eventer
Messaggi: 2628
Iscritto il: 28/08/2017, 21:48
Località: La loggia nera

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da ironmaiden »

Colosso ha scritto:
Boma Ye ha scritto: Non ho mai scritto in questo forum, anche se lurko da anni, sinceramente non mi fanno adirare nè mi colpiscono le varie opionioni che una persona può avere per quanto stravaganti, finché sono legate a wrestling, sport o anche politica, però arrivare a consigliare un altro utente di assumere antidepressivi credo sia una cosa veramente fuori di testa. Non stiamo parlando di vitamine e non credo che chi ha dato questo consiglio abbia alcuna competenza per consigliare l'assunzione di una determinata medicina, quindi credo che in questo caso veramente stare zitto poteva essere la migliore soluzione.
Io non ci vedo niente di male. Ovviamente solo uno psichiatra gli può prescrivere gli antidepressivi, quindi andrebbero associati a una terapia. Non sono cose che si possono comprare al supermercato.
alla fin fine era solo un consiglio. è chiaro che prima di farlo andrei a parlare con dei medici competenti e solo qualora questi mi suggerissero l'assunzione di tali farmaci o qualcosa di simile deciderei o meno di assumerli...anche perché in effetti nella farmacie li possono dare solo previa prescrizione...addirittura nella farmacia dove vado sempre e dove mi conoscono (e fanno pure il domicilio a casa a mia madre...quindi persone di assoluta fiducia) una volta non mi hanno voluto vendere una medicina che mia madre di solito assume in quanto non avevo con me la prescrizione...si trattava di un blando sonnifero per di più, però rientrando nella categoria di un certo tipo di farmaci non me lo hanno voluto dare. Io manco lo sapevo che ci voleva la prescrizione e infatti sono dovuto andare a fare la fila dal medico per avercela e andarla a comprare... :lol:
V.I.P. of:
- Hell In A Cell 2018
- TLC 2018
Avatar utente
TacitusKilgore
Main Eventer
Messaggi: 3178
Iscritto il: 17/12/2015, 22:43

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da TacitusKilgore »

L'importante è riuscire a stare bene con se stessi,non per semplice modo di dire,ma essere contenti di stare da soli,non aver bisogno di nessuno.
Se poi arriva l'occasione,per amici o donne,si valuta,ma di sicuro non mi ci strappò i capelli.
Mr. Mackey
Main Eventer
Messaggi: 8288
Iscritto il: 19/10/2009, 23:27

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da Mr. Mackey »

una cosa che sto notando sempre di piú é questa mentalitá da "non mi rompere il ca**o" se si prova conversare con un sconosciuto. Ci sta che le vecchie siano piú riservate, ma vedo anche molti giovani o cmq gente della mia etá che si atteggiano in questo modo.

Esempio: sul treno Torino-Milano vedo una donna (circa 30-35 anni) che legge una biografia di Nick Drake, un cantautore inglese di nicchia che in tutta Italia conosceremo si e no in 200. Le chiedo quale disco preferisce, e cosa li piace di Nick Drake. Lei invece con atteggiamento da super infastidita mi risponde tutta sgarbata, poi ad un certo punto si alza e cambia posto, sedendosi piú lontano. Mah.
Avatar utente
Colosso
Main Eventer
Messaggi: 27089
Iscritto il: 30/10/2009, 21:30

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da Colosso »

Devi avere cmq un bel coraggio per approcciare una sconosciuta in un luogo pubblico. Se non sei quantomeno un bello da 8 è inutile provarci, ti tratteranno solo come un pervertito.
Immagine
Avatar utente
StingNumber1
Main Eventer
Messaggi: 1594
Iscritto il: 31/10/2013, 0:18

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da StingNumber1 »

Iron Maiden ti consiglio di prendere sole, la vitamina D è anti-depressiiva
Avatar utente
StingNumber1
Main Eventer
Messaggi: 1594
Iscritto il: 31/10/2013, 0:18

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da StingNumber1 »

Colosso ha scritto:Devi avere cmq un bel coraggio per approcciare una sconosciuta in un luogo pubblico. Se non sei quantomeno un bello da 8 è inutile provarci, ti tratteranno solo come un pervertito.
Sembrerà strano ma ignorando le donne, succede il contrario...ci provano loro con me :mrgreen:
Mr. Mackey
Main Eventer
Messaggi: 8288
Iscritto il: 19/10/2009, 23:27

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da Mr. Mackey »

Colosso ha scritto:Devi avere cmq un bel coraggio per approcciare una sconosciuta in un luogo pubblico. Se non sei quantomeno un bello da 8 è inutile provarci, ti tratteranno solo come un pervertito.
ma ti dico che non ci volevo manco provarci, cioé, sapevo di non aver possibilitá. Ho solo trovato interessante che una ragazza leggesse un tale libro, e volevo chiaccherarci su per il resto del viaggio. Se fosse stato un ragazzo avrei fatto lo stesso.
Rispondi