Sociologia, fenomenologia e dintorni

Sezione dedicata alle discussioni a tema politico, cronaca, religione, approfondimento, gossip, arte e cultura.
Avatar utente
StingNumber1
Main Eventer
Messaggi: 1594
Iscritto il: 31/10/2013, 0:18

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da StingNumber1 »

Ragazzi un secondo... anti-depressivi??? Non esageriamo. Quella è droga!
Avatar utente
StingNumber1
Main Eventer
Messaggi: 1594
Iscritto il: 31/10/2013, 0:18

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da StingNumber1 »

Mi spiace ma questi discorsi non mi piacciono. Noi nasciamo con unico obbiettivo: ESSERE FELICI. Ci sono periodi nella vita difficili, ma bisogna ripartire....la felicità è li, perché tenerla chiusa nel cassetto? Ci sono diversi modi per essere felici... se hai la possibilità iscriviti in una palestra, suona uno strumento musicale. Associa tutto questo all'ascolto di buona musica, guardare video motivazionali. Non te ne fregare niente di loro...NON TI MERITANO. A testa alta Iron Maiden...non.andare dietro nessuno.
Mr. Mackey
Main Eventer
Messaggi: 8288
Iscritto il: 19/10/2009, 23:27

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da Mr. Mackey »

StingNumber1 ha scritto: guardare video motivazionali.
oddio, tutto ma non questo :D
Avatar utente
StingNumber1
Main Eventer
Messaggi: 1594
Iscritto il: 31/10/2013, 0:18

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da StingNumber1 »

Mr. Mackey ha scritto:
StingNumber1 ha scritto: guardare video motivazionali.
oddio, tutto ma non questo :D
Grazie ai video motivazionali sono riuscito a raggiungere diversi obbiettivi. Ne ho passato tante... ma nessuno potrà abbattermi...nessuno!
Avatar utente
TacitusKilgore
Main Eventer
Messaggi: 3178
Iscritto il: 17/12/2015, 22:43

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da TacitusKilgore »

Mr. Mackey ha scritto:una cosa che sto notando sempre di piú é questa mentalitá da "non mi rompere il ca**o" se si prova conversare con un sconosciuto. Ci sta che le vecchie siano piú riservate, ma vedo anche molti giovani o cmq gente della mia etá che si atteggiano in questo modo.

Esempio: sul treno Torino-Milano vedo una donna (circa 30-35 anni) che legge una biografia di Nick Drake, un cantautore inglese di nicchia che in tutta Italia conosceremo si e no in 200. Le chiedo quale disco preferisce, e cosa li piace di Nick Drake. Lei invece con atteggiamento da super infastidita mi risponde tutta sgarbata, poi ad un certo punto si alza e cambia posto, sedendosi piú lontano. Mah.
Devi capire che purtroppo non siamo più a 20 anni fa.
Le donne,deviate da tutto quello che si vede e si sente,si credono superiori,d'elite rispetto all'uomo comune.
Così ne risente anche la tua autostima,perché anche con le buone intenzioni e sapendo di non avere colpe,non dirmi che non ti sei chiesto:cosa ho fatto di male/cos'ho che non va.

Ha ragione Colosso,il bello ma bello veramente può permettersi anche di infastidire,al massimo tanto si risolve tutto in una risatina.
Avatar utente
StingNumber1
Main Eventer
Messaggi: 1594
Iscritto il: 31/10/2013, 0:18

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da StingNumber1 »

BigMan ha scritto:
Mr. Mackey ha scritto:una cosa che sto notando sempre di piú é questa mentalitá da "non mi rompere il ca**o" se si prova conversare con un sconosciuto. Ci sta che le vecchie siano piú riservate, ma vedo anche molti giovani o cmq gente della mia etá che si atteggiano in questo modo.

Esempio: sul treno Torino-Milano vedo una donna (circa 30-35 anni) che legge una biografia di Nick Drake, un cantautore inglese di nicchia che in tutta Italia conosceremo si e no in 200. Le chiedo quale disco preferisce, e cosa li piace di Nick Drake. Lei invece con atteggiamento da super infastidita mi risponde tutta sgarbata, poi ad un certo punto si alza e cambia posto, sedendosi piú lontano. Mah.
Devi capire che purtroppo non siamo più a 20 anni fa.
Le donne,deviate da tutto quello che si vede e si sente,si credono superiori,d'elite rispetto all'uomo comune.
Così ne risente anche la tua autostima,perché anche con le buone intenzioni e sapendo di non avere colpe,non dirmi che non ti sei chiesto:cosa ho fatto di male/cos'ho che non va.

Ha ragione Colosso,il bello ma bello veramente può permettersi anche di infastidire,al massimo tanto si risolve tutto in una risatina.
Amico, puoi essere bello ma non basta... la donna ha preso potere, cosa che ritengo giusta. Ma a tutto c'è un limite. Spetta all'uomo fare l'uomo e la donna la donna. Ci deve essere equità in un rapporto, un uomo con le palle non fa lo zerbino...mandandole 100 messaggi al giorno, rispondere ogni 10 secondi, correle dietro, squadrare ogni donna che passa... quelli sono zerbini! Uomini che hanno ottime intenzioni, direi serie ma che non riescono ad entrare nel cuore di una donna.
La bellezza non conta tanto, vedo tante donne belle con uomini brutti...dipende dalla donna che cerchi... se vai dietro ak tipo di donna che guarda Uomini e Donne e altri reality show, hai già perso in partenza...ma non è colpa tua.
Avatar utente
TacitusKilgore
Main Eventer
Messaggi: 3178
Iscritto il: 17/12/2015, 22:43

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da TacitusKilgore »

Tutto giusto,ma come primissimo approccio se non sei bello parti da -100 con il rischio di essere additato come morto di diga,nelle migliori delle ipotesi,oppure come un maniaco.
Avatar utente
Colosso
Main Eventer
Messaggi: 27107
Iscritto il: 30/10/2009, 21:30

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da Colosso »

BigMan ha scritto:Tutto giusto,ma come primissimo approccio se non sei bello parti da -100 con il rischio di essere additato come morto di diga,nelle migliori delle ipotesi,oppure come un maniaco.
Diciamo che l'uomo veramente figo non è quello che approccia ma quello che viene approcciato. Lui non ha bisogno di farsi avanti col rischio di sembrare ridicolo e prendersi pesci in faccia... sono le donne che gli si buttano ai piedi.
Certo questo non succederà mai se non si è belli da 8 o da 9.
Immagine
Avatar utente
ironmaiden
Main Eventer
Messaggi: 2628
Iscritto il: 28/08/2017, 21:48
Località: La loggia nera

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da ironmaiden »

Colosso ha scritto:
BigMan ha scritto:Tutto giusto,ma come primissimo approccio se non sei bello parti da -100 con il rischio di essere additato come morto di diga,nelle migliori delle ipotesi,oppure come un maniaco.
Diciamo che l'uomo veramente figo non è quello che approccia ma quello che viene approcciato. Lui non ha bisogno di farsi avanti col rischio di sembrare ridicolo e prendersi pesci in faccia... sono le donne che gli si buttano ai piedi.
Certo questo non succederà mai se non si è belli da 8 o da 9.
a volte penso che a parte la bellezza, che un minimo ci deve essere, conti pure l'aspetto generale, fatto di abbigliamento, look, posizione sociale, ammennicoli vari, che a questa posizione si accompagnano. Immagino in certi ambienti anche un po' altolocati o finti altolocati...già uno che arriva ben vestito, con una macchina un po' superiore alla media, un aspetto esteriore per lo meno decente, magari con una posizione sociale-professionale che attira...magari batte pure quello che dalla sua ha solo l'aspetto fisico...ma vale pure per le donne questa cosa...
V.I.P. of:
- Hell In A Cell 2018
- TLC 2018
Aaron Kirk
Jobber
Messaggi: 28
Iscritto il: 16/12/2018, 17:45

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da Aaron Kirk »

Ciao nuovi amici di WW, mi sono iscritto appositamente perché sono entrato, ho letto questo topic e mi stava esplodendo la testa.

Adesso non so chi di voi faccia un po' il personaggio o chi sia serio al 100%, non sono uno che giudica.

Innanzitutto:
StingNumber1 ha scritto:Ragazzi un secondo... anti-depressivi??? Non esageriamo. Quella è droga!
No.
La birra è droga.
Le sigarette sono droga.
L'eroina è droga.
Non esiste la dipendenza da antidepressivi. Una persona può prendere antidepressivi per tutta la vita senza rovinarsi il sistema nervoso, nessuno prende antidepressivi NONOSTANTE l'effetto negativo che producono nel sociale... ma PROPRIO PER l'effetto positivo che producono nel sociale.
È tipo l'esatto contrario di una droga.
Gli antidepressivi sono una classe di farmaci che, spiegato il più semplicemente possibile, possono stimolare il rilascio di alcuni neurotrasmettitori o inibirne il reuptake, cioè lasciarli in circolo più a lungo e in quantità maggiori.
In genere i due neurotrasmettitori più influenzati sono due: la serotonina e la noradrenalina. Il primo influenza l'umore sul lungo periodo ed è coinvolto nella regolazione dei vari tipi di metabolismo del nostro corpo e nel ciclo sonno-veglia, ha implicazioni importati, oltre che sull'umore, sulla sessualità, l'appetito e in genere un po' tutte quelle funzioni che definiamo "omeostatiche", cioè funzioni che se non vengono eseguite per un certo periodo di tempo, noi ne sentiamo la mancanza. Cioè dormire, scopare, mangiare, bere, roba del genere.
Il secondo è un neurotrasmettitore che regola il livello di attivazione generale del corpo e delle funzioni cognitive, è coinvolto in situazioni di stress e provoca reazioni di spavento e di violenza improvvisa. Chiaramente, in quantità minori può essere legato a tratti comportamentali, quali l'assertività per esempio, che hanno una forte influenza positiva sulla valutazione del sé e quindi sull'umore.
Di per sé l'assunzione di antidepressivi non è particolarmente pericolosa. In base a quale farmaco si prende ci sono una lunga serie di effetti collaterali (comunque tutti chiaramente enunciati sul foglietto illustrativo. Basta googlare il nome di un farmaco random e vedere), a volte va accompagnato con un una benzodiazepina (per intenderci roba tipo l'en. O lo xanax se volete una bella botta ;) consigli da dottore) per mitigare eventuali effetti ansiogeni.
Ovviamente non vanno presi a ca**o di cane senza la prescrizione di uno psichiatra o un neurologo. Non credo che una prescrizione di tal Colosso sul forum di WW valga.

Non che ci sia qualcosa di male nelle droghe, eh.
Avatar utente
Colosso
Main Eventer
Messaggi: 27107
Iscritto il: 30/10/2009, 21:30

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da Colosso »

Sono d'accordo su tutto quanto detto sugli antidepressivi. Sono un mezzo utile per migliorare l'umore e la qualità della vita, certo vanno presi solo su prescrizione di uno psichiatra.
Benvenuto ad Aaron Kirk, uno dei migliori utenti di Tw.
Immagine
Aaron Kirk
Jobber
Messaggi: 28
Iscritto il: 16/12/2018, 17:45

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da Aaron Kirk »

Colosso ha scritto:Aaron Kirk, uno dei migliori utenti di Tw.
Oddio.
Y2F
Under Carder
Messaggi: 177
Iscritto il: 22/07/2015, 19:25

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da Y2F »

Speriamo che non passi la notte.
Aaron Kirk
Jobber
Messaggi: 28
Iscritto il: 16/12/2018, 17:45

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da Aaron Kirk »

Y2F ha scritto:Speriamo che non passi la notte.
Frà stai tranquillo che spesso lo spero pure io.
Ti conosco?
Avatar utente
Colosso
Main Eventer
Messaggi: 27107
Iscritto il: 30/10/2009, 21:30

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da Colosso »

Non ho mai detto ufficialmente chi è, ma penso si tratti di 3:16 .
Immagine
Avatar utente
best4busine$$
Main Eventer
Messaggi: 3479
Iscritto il: 03/08/2015, 1:57

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da best4busine$$ »

Y2F e' quel Signore di 3:16.

Ciao Aaron, credo scapperai a gambe levate da sto posto .
Avatar utente
Colosso
Main Eventer
Messaggi: 27107
Iscritto il: 30/10/2009, 21:30

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da Colosso »

best4busine$$ ha scritto: Ciao Aaron, credo scapperai a gambe levate da sto posto .
Perchè? Qui troverà l'educazione e il rispetto che di là sono sostituiti da nonnismo e sopraffazione.
Lasciate perdere 3:16, è un cane che abbaia ma appena morderà gli sarà messa la museruola.
Immagine
Avatar utente
best4busine$$
Main Eventer
Messaggi: 3479
Iscritto il: 03/08/2015, 1:57

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da best4busine$$ »

"educazione e rispetto" , ma porca puttana Immagine

vabbeh
Aaron Kirk
Jobber
Messaggi: 28
Iscritto il: 16/12/2018, 17:45

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da Aaron Kirk »

Ah, è il buon Tressedici, abbiamo flammato un po' quindi tutto sommato l'augurio di morte ci sta.
Non bannatelo ca**o, mai segnalato nessuno e ci tengo a non fare la spia con gli sbirri.
Allora ciao anche a te Tressé, un saluto con massimo rispetto & educazione :)
Avatar utente
TacitusKilgore
Main Eventer
Messaggi: 3178
Iscritto il: 17/12/2015, 22:43

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da TacitusKilgore »

Colosso ha scritto:
BigMan ha scritto:Tutto giusto,ma come primissimo approccio se non sei bello parti da -100 con il rischio di essere additato come morto di diga,nelle migliori delle ipotesi,oppure come un maniaco.
Diciamo che l'uomo veramente figo non è quello che approccia ma quello che viene approcciato. Lui non ha bisogno di farsi avanti col rischio di sembrare ridicolo e prendersi pesci in faccia... sono le donne che gli si buttano ai piedi.
Certo questo non succederà mai se non si è belli da 8 o da 9.
Per questo io consiglio sempre le donne est europee.
Ma non per il fatto che siano tutte puttane come si dice per luoghi comuni.
Tutt'altro, li non esiste il movimento femminista, c'è il rispetto dei ruoli, il che non vuol dire che la donna non possa realizzarsi, ma è tutto più facile per un uomo, visto che conta più essere un buon partito che un belloccio del ca**o.
Poi anche per il fattore chiaramente estetico, sono ad un livello superiore. Tratti somatici perfetti.

Le occidentali che sono state deviate dal movimento femminista e dal politicamente corretto, sono solo tempo e fatica sprecata.
Proprio per questo, si credono superiori all'uomo e che tutto gli è dovuto, solo perché hanno un taglio in mezzo alle gambe.
Col tempo si è perso proprio il concetto che la donna deve far rizzare il ca**o all'uomo, e non viceversa.
Rispondi