Sul Trono di WOW (Trespolo New Edition)

Sezione leggera dedicata allo svago e nella quale gli utenti possono fare un po' tutto ciò che vogliono, ovviamente nei limiti del rispetto reciproco e della buona educazione.
Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 22293
Iscritto il: 30/10/2009, 21:30

Re: Sul Trono di WOW (Trespolo New Edition)

da Colosso » 11/04/2019, 18:56

Titan purtroppo ha centrato il punto, preferisco di gran lunga un insulto diretto a me (pensando che intanto se sono diventato moderatore non sono idiota come mi vogliono far passare) che una minaccia più o meno realistica di lasciare il forum. Mi piacerebbe perfino avere qualcuno che non sopporto come utente fisso se questo servisse a rendere il forum più competitivo.
Immagine

Upper Carder
Avatar utente
Messaggi: 450
Iscritto il: 11/04/2017, 2:19
Località: Milano

Re: Sul Trono di WOW (Trespolo New Edition)

da Guilty Fever » 11/04/2019, 23:05

Rendo il favore dell'interessamento alla mia cattedra, anche se in realtà voi utenti di WOW non é che vi conosca granché.

1 - Ma chi é che sei su TW? Diverse volte ti ho sentito parlare bene della sezione calcio, la leggi e basta o sei uno degli abitué, magari anche saltuariamente?

2 - Perché la sezione calcio di TW ha una sua anima e quella di WOW non riesce a crearsela? Considerando che alla fine il bacino di utenti é pure simile.

3 - Spalletti é un figlio di troia? "Sì" o "No", poi i "ma". Da questa risposta valuterò il mio interesse per le successive risposte, giocati bene le tue carte.

4 - Calcio estero ne segui? Una cosa che porteresti del calcio estero in Italia e una cosa del calcio Italiano che porteresti all'estero?

5 - Kloppista o Guardiolista? O Pochettista (neologismo inventato da me adesso e che non vuol dire un ca**o visto che Poch non ha un vero e proprio sistema)?

6 - Hai mai ascoltato l'Emergere dell'Attitude? Che ne pensi?

7 - Siccome non é facile fare domande sugli #animemanga non conoscendo le tue conoscenze, parla tu: una serie mainstream che ti é piaciuta, una serie mainstream che ti ha fatto cagare, tre serie non mainstream che consiglieresti.

8 - Una serie che faresti vedere al figlio/a che non hai (o almeno credo)? Figlio di un'ipotizzata età di 10-12 anni, facciamo.

Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 22293
Iscritto il: 30/10/2009, 21:30

Re: Sul Trono di WOW (Trespolo New Edition)

da Colosso » 11/04/2019, 23:20

Guilty Fever ha scritto: 2 - Perché la sezione calcio di TW ha una sua anima e quella di WOW non riesce a crearsela? Considerando che alla fine il bacino di utenti é pure simile.


Su questa vorrei dare la mia versione prima che risponda Jagger:

Perchè Wow è un forum prima di tutto di appassionati di wrestling. Gli utenti amano questo sport e amano discuterne in modo serio e tranquillo. Il calcio è trascurato perchè visto come qualcosa di secondario e fuori tema rispetto all'argomento del forum. Tutto il contrario di Tw che ormai è diventato praticamente un forum di calcio con una vasta porzione di utenti che non segue più il wrestling e posta solo nella sezione apposita.

Con questo non voglio dire che anche qui non mi piacerebbe avere più gente che commenta il calcio, visto che io stesso non mi perdo mai una partita. Va detto che la mia moderazione punisce gli insulti fra utenti ma dà la possibilità di dire qualunque cosa su squadre e calciatori.
In sostanza se gli utenti si stancano di venire censurati e maltrattati su Tw da moderatori di parte, non vedo perchè non possano venire qui a dire tutto quello che vogliono.
Immagine

Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 846
Iscritto il: 29/06/2015, 13:27

Re: Sul Trono di WOW (Trespolo New Edition)

da Jagger » 12/04/2019, 10:22

Titan Morgan ha scritto:Cioè, lo dicessero a me, risponderei tranquillamente "ok, quella è la porta, accomodati", ma Colosso ci tiene molto ad avere tutti sul suo forum, per questo in tanti si giocano la carta del tenerlo sotto scacco in questo modo.


Ti capisco, sono stato amministratore in passato e ho sempre adottato questo approccio... Con il risultato che alla fine non rimaneva più nessuno :lol:
Anche per questo ritengo che Colosso abbia fatto un ottimo lavoro, ci vuole una pazienza non da poco per mantenere un approccio simile.

Colosso ha scritto:Mi piacerebbe perfino avere qualcuno che non sopporto come utente fisso se questo servisse a rendere il forum più competitivo.


Che poi è quello che è successo, no? Onestamente non ci avrei mai scommesso quando sei diventato mod, ma davvero con quel lavoro hai praticamente rivitalizzato un morto.

1 - Ma chi é che sei su TW? Diverse volte ti ho sentito parlare bene della sezione calcio, la leggi e basta o sei uno degli abitué, magari anche saltuariamente?


E sia, caliamo la maschera :mrgreen:
Immagine
Sono Lieutenant Loco. Su TW ho sempre letto molto e postato poco, anche se sono iscritto dal 2011. La sezione Calcio l'ho sempre letta con molto piacere ma ho postato molto poco, se ricordi qualcosa di mio probabilmente è a difesa delle piccole realtà come il Chievo, che su TW pare il Barrett della Serie A.
Quando hai visto tutte e tre le squadre delle città a cui sei legato fallire, e una di queste l'hai pure vista debuttare in Serie A con tre punte contro l'Inter a San Siro per poi retrocedere subito malissimo, fallire e vegetare (tuttora) in Eccellenza, ti assicuro che il lavoro di un Campedelli lo guardi con ammirazione.

2 - Perché la sezione calcio di TW ha una sua anima e quella di WOW non riesce a crearsela? Considerando che alla fine il bacino di utenti é pure simile.


Diciamo che ha trovato l'alchimia perfetta, un po' a culo. Quando mi sono iscritto io, nonostante il forum più popolato e popolare, non era minimamente così interessante e leggibile.
Poi se ne sono andati diversi utenti caciaroni e ne sono arrivati di preparati e competenti, creando un ottimo equilibrio. Per dire, leggevo con estremo interesse i post tuoi e di Christian4ever, ma una sezione fatta di tanti vostri cloni sarebbe stata una noia mortale. Come sarebbe stata una noia mortale una sezione fatta di canti cloni di lando e Kanye, per citare gente più "sanguigna". Anche a livello di tifoserie più o meno c'è un certo equilibrio, quindi non mancano i punti di vista differenti anche a livello di tifo. Certo, il topic dell'Inter a volte deraglia davvero col pessimismo cosmico leopardiano, tipo la cascata di improperi verso tutto e tutti durante Lazio-Inter 0-3... :lol:
Su WoW la gente competente ci sarebbe pure, come dimostra il relativo successo di topic anche di natura tecnica. Il punto è che in primis fino a poco tempo fa il forum era diviso solo in wrestling e non-wrestling, con quest'ultima sezione che finiva per essere un calderone enorme senza arte né parte, e di conseguenza la gente ormai è anche abituata a non parlare off-topic in questo forum.
In secondo luogo, banalmente, TW ha avuto culo e WOW no, per il discorso di alchimia che facevo all'inizio: qui per dire non credo ci sia un solo utente napoletano, chi è che metteva pepe agli juventini l'anno scorso? Der credo sia l'unico milanista, a chi dovrebbe postare gif di Pidgeotto parlando di Castillejo? Poi c'è gente come me o Mackey che non tifa strisciate/Roma/Napoli, quindi magari si partecipa sempre volentieri ma difficilmente ci vedi aprire topic (anche se Mackey ne aveva aperto uno su Lautaro e Icardi).
In terzo luogo, Colosso non ha tutti i torti. La sezione Calcio di TW ha cominciato ad impennarsi per qualità e quantità quando il Main ha cominciato la sua parabola decadente. Un po' perché il wrestling in generale è in decadenza, certo, un po' anche per l'atmosfera nordcoreana che si respira: non sarà stato precisamente un utente modello, ma ricordo distintamente Abyss dire che postava solo in Calcio anche se aveva ripreso a seguire il wrestling perché andava pazzo per Reigns e aveva visto l'andazzo del Main. Ecco, qui c'è indubbiamente più voglia di parlare di wrestling, e di conseguenza è chiaro che se un andreawarrior (utente preparatissimo sul calcio e sullo sport in generale) si logga e parla il 90% di tempo di wrestling, gli resterà meno tempo per parlare di calcio (e altri sport).

E niente, non ho proprio il dono della sintesi :| Il resto più avanti.
Immagine Immagine

Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 609
Iscritto il: 10/04/2018, 1:17
Località: Milano

Re: Sul Trono di WOW (Trespolo New Edition)

da BeforEvolution » 12/04/2019, 12:25

Anzitutto ti ringrazio per l'apprezzamento, su quella cosa delle Horsewomen su WWE 2K16 avevo anche esagerato, è uno di quei casi in cui la delusione personale ti acceca dall'oggettività della questione. Il tuo intervento letto a mente fredda mi ha riportato alla ragione :lol:
Contento anche che hai citato il topic del 98/99, ogni tanto ci penso e ancora non mi riesco a spiegare che ca**o di voglia io ci abbia avuto per aggiornarlo tutti i giorni da agosto 2016 a luglio 2017 :lol:
Aggiungo qualche domanda:

1) Ora che ho scoperto che eri Lieutenant Loco, come mai quell'immagine di Chavo? Mi faceva abbastanza ridere, poi io tendo ad associare gli utenti agli avatar ancor prima che al nick, quindi quando qualcuno li cambia vado in casino.
2) Hai detto che ti interessi a diversi sport, quindi faccio la domanda che avevo già proposto a KingEdoardo e Mysto, ovvero di rankare basket, rugby, pallavolo, tennis, automobilismo e motociclismo in base a quanto ti piacciono o non ti piacciono, con una motivazione.
3) La risposta tua sull'ideologia è da applausi, più che altro perché è tipo la prima volta che leggo qualcuno che la pensa esattamente come me, dalla delusione per la sinistra di SEL, a Monti, agli Stati Uniti d'Europa. Sfrutto questo per chiederti una riflessione politica attuale.
Mi sembra evidente dai dati a nostra disposizione che il PD ha fatto un down clamoroso perché tanti dei suoi elettori rinfacciano a Renzi di aver portato il partito in una direzione più liberale, più contro ai lavoratori, più vicina agli intellettuali borghesi. Questo grosso calo di voti dovrebbe denotare quindi che siano in tanti in Italia ad essere identiicati da una sinistra socialista, che nel nostro specchio partitico corrisponde a tutte l'area al di là del PD, dal fu SEL ora Sinistra Italiana in poi. Ora, perché tutti questi partiti, che sono anche tanti eh, giusto dirlo, prendono sempre uno sputo di voti? Perché i tanti voti che hanno abbandonato il PD per la sua direzione non confluiscono mai nell'area "più a sinistra", in cui se un partito supera il 3% è un miracolo? Vanno davvero tutti, al movimento 5 stelle? Ma perché un elettore che si definisce di sinistra dovrebbe votare un movimento che, se si va a guardare la base, la gente comune che lo sostiene, e anche l'alleanza di governo, a me pare penda parecchio verso destra? La tua.
ImmagineImmagine

Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 846
Iscritto il: 29/06/2015, 13:27

Re: Sul Trono di WOW (Trespolo New Edition)

da Jagger » 12/04/2019, 13:00

3 - Spalletti é un figlio di troia? "Sì" o "No", poi i "ma". Da questa risposta valuterò il mio interesse per le successive risposte, giocati bene le tue carte.


Sì.
MA... Non è stato sempre così. Diciamo che la Russia ha segnato uno spartiacque: non l'ho seguito allo Zenit (ok la passione ma il campionato russo... :? ) ma da quando è tornato in Italia pare più intento a costruirsi un personaggio che a mettere gli omini sul campo a giocare a pallone. Non so, forse ha preso cifre a millemila zeri a San Pietroburgo e ora come va va, non gliene frega più di tanto.
Lo Spalletti degli anni '00 era tanta roba, la sua Roma girava a mille e l'ha portata a sfiorare lo scudetto con una rosa oggettivamente galassie inferiore all'Inter, roba che in confronto il Napoli attuale è una corazzata inattaccabile. Ho già detto di non avere nessuna simpatia per la Roma e infatti in quegli anni speravo ardentemente nella conferma del dominio nerazzurro, ma questi campavano con Curci/Zotti/Doni in porta, nomi provinciali tipo Ferrari, Tonetto, Cassetti, Loria, roba esotica tipo Antunes, Mancini e Kuffour, e in attacco vicino a Totti al massimo avevi il Vucinic di turno. Per carità, avevi appunto Totti, avevi De Rossi e Aquilani al massimo del loro splendore, avevi elementi solidissimi come Perrotta, ma la profondità della rosa era nulla e la distanza dall'Inter abissale. Fra l'altro lo ricordo dire qualcosa tipo "La gente paga il biglietto, dobbiamo fare il massimo per farla divertire" dopo Roma-Catania 7-0, quando gli chiesero se non fosse stata una mancanza di rispetto per l'avversario non fermarsi. Idolo.
Poi, boh. A Roma (bis) ha sicuramente fatto meglio di Garcia (non che ci volesse molto, il Platone francese è forse l'allenatore che disprezzo di più), ma tatticamente mi è sembrato fermo immobile, e come gestione dello spogliatoio e comunicazione lasciamo perdere. All'Inter sostanzialmente stessa solfa, cioè ha fatto meglio di Pioli (e anche qui, capirai l'impresa) ma ha esordito definendo l'Inter "un ambiente depresso" e manco si è curato di smentire, anzi ha confermato. Al di là della querelle Icardi, sparare robe tipo "Icardi da solo non vale granché, ma con i compagni diventa più forte di Messi e Ronaldo" significa che sei in gimmick peggio di Undertaker. E appunto, tatticamente lo trovo sempre fermo, immobile, e robe tipo il flop del Ninja che hanno chiaramente il suo marchio erano ampiamente prevedibili.
MA... Anche qui, onestamente quale nome vagamente credibile sarebbe meglio di lui? Che poi è la domanda che avevo fatto a te. Conte sarebbe il top, concordo con te, ma non so quanta voglia abbia lui di venire a Milano. Sarri lo vedrei meglio dall'altra parte del Naviglio, onestamente. Forse un clamoroso turn di Allegri stile Leonardo non lo vedrei nemmeno male, ma appunto siamo al fantacalcio più becero. Allenatori dall'estero e/o emergenti andrebbero supportati al 100% dalla dirigenza, e non mi pare questo il caso... Quindi boh, se l'alternativa è un Giampaolo tanto vale che vi teniate Mastro Lindo.

4 - Calcio estero ne segui? Una cosa che porteresti del calcio estero in Italia e una cosa del calcio Italiano che porteresti all'estero?


Qualcosa sparso, principalmente Liga e Premier, qualcosa anche di Championship. Ho avuto il piacere di vedere anche l'Everton a Goodison Park, esperienza fantastica, prima o poi replicherò anche con Anfield che sta lì a due passi (altra figata della città di Liverpool, un posto tutto matto in generale).
Se ne devo scegliere solo una, dall'Inghilterra porterei sicuramente il ruolo del manager. La piaga dello sport italiano (non solo il calcio, avendo un caro amico cestista professionista ne so qualcosa) è che riflette il mondo dell'imprenditoria, costellata di piccole e medie imprese col padre-padrone che detta legge, col risultato che se non si sa adattare ai tempi (ovvero la maggior parte delle volte, la mentalità è "ha funzionato una volta, funzionerà sempre") l'azienda va in malora. E così abbiamo presidenti ingombranti con manie di protagonismo, che non sanno puntualmente riconoscere la fine dei cicli (Moratti anyone?), che cambiano allenatori a giornata (Zamparini), che portano all'implosione violenta quando si stancano del giocattolo (Zamparini ancora) o che viceversa investono troppo senza logica e sono costretti a vendere/chiudere baracca (il caso Mantova/Nuova Pansac purtroppo è emblematico).
Non va bene, non va bene per niente. Gli allenatori devono avere più potere e più libertà, anche per sviluppare progetti coerenti e a lungo termine (non a caso il presidente di Gasperini è Percassi, senza alcun dubbio uno dei migliori imprenditori italiani). Poi onestamente avere una proprietà del Tagikistan che si curi a mala pena di stabilire un budget e pretendere risultati a fine anno non è un male, anzi. Purtroppo, appunto, è una cosa connaturata al tessuto sociale italiano, non si può "importare".
Una cosa del calcio italiano che porterei all'estero... Del calcio italiano attuale? Mah. Suono hipster se dico nulla? Una volta avrei detto la tattica, perché onestamente da amante del gioco fisico e del gioco "ragionato ma intelligente" preferisco un 1-0 scacchistico a uno squash a senso unico di quelli che si vedevano spesso nella Liga di una volta. Ora però non abbiamo oggettivamente più nemmeno le partite a scacchi, e al contrario la Liga è cresciuta in maniera esponenziale da quel punto di vista. Boh, dovendo proprio dare una risposta... Allegri? Più per curiosità che per altro, lo ricordo con piacere a Sassuolo e a Cagliari, vorrei vederlo in un contesto un po' più competitivo.
Immagine Immagine

Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 846
Iscritto il: 29/06/2015, 13:27

Re: Sul Trono di WOW (Trespolo New Edition)

da Jagger » 12/04/2019, 14:59

5 - Kloppista o Guardiolista? O Pochettista (neologismo inventato da me adesso e che non vuol dire un ca**o visto che Poch non ha un vero e proprio sistema)?


Klopp über alles, senza pensarci due volte proprio. Più per ragioni di cuore che tecniche, preciso.
L'importanza di Guardiola è innegabilmente superiore, tuttavia soggettivamente non sono mai andato pazzo per il suo gioco. Addirittura trovo che nell'ultimo periodo a Barcellona fosse ai limiti dell'inguardabile, con il tiki-taka portato davvero a livelli esasperanti. Bene per entrambi che le strade si siano divise, soprattutto per Guardiola che non si è fossilizzato sui suoi stessi principi, ma comunque resto sempre freddo al suo calcio.
D'altro canto Klopp mi fomentava già in Germania, adoro il suo calcio e l'arrivo a Liverpool è stato la ciliegina sulla torta. Come detto amo la città di Liverpool, tendenzialmente sono più per i Toffees ma alla fine sulle rive del Mersey siamo tutti fratelli, quindi ho esultato già solo alla notizia che Klopp fosse il nuovo allenatore dei Reds. Se poi riporta questo benedetto alloro nazionale a Liverpool dopo 29 anni vado a scolpirgli personalmente una statua davanti al Liver Building.

6 - Hai mai ascoltato l'Emergere dell'Attitude? Che ne pensi?


Ci ho provato ma il format non fa proprio per me, avrei anche tempo per i podcast (viaggio molto in auto) ma preferisco dedicarlo alla musica. Non ho ascoltato abbastanza per farmene un'idea.
Immagine Immagine

Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 8642
Iscritto il: 24/09/2009, 16:12
Località: Dicomano (Firenze)

Re: Sul Trono di WOW (Trespolo New Edition)

da Titan Morgan » 12/04/2019, 16:14

BeforEvolution ha scritto:1) Ora che ho scoperto che eri Lieutenant Loco, come mai quell'immagine di Chavo?


Questa é una foto di Lieutenent Loco, membro dei Misfits In Action alla WCW nel 2000. Ti ricorda qualcuno? :D
Allegati
Lieutenent_Loco_WCW_2000.jpg
Lieutenent_Loco_WCW_2000.jpg (8.7 KiB) Osservato 1080 volte
Immagine

Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 1250
Iscritto il: 20/12/2009, 11:16

Re: Sul Trono di WOW (Trespolo New Edition)

da Marco Frediani » 12/04/2019, 17:04

Grazie mille a Jagger per le belle parole. Tw l'ho mollato, qui sto molto meglio.

Domandine

- Vedi o hai visto la ROH? Cosa ne pensi? Match o segmento che ti è rimasto più impresso?
- Domani ti svegli e sei Vince McMahon. Cosa cambieresti nel tuo prodotto?
- Vedi o hai visto la NJPW? Che ne pensi?
- Moderazione: morbida o pugno di ferro?
- Un wrestler del passato che poteva avere di più
- Un wrestler del passato che ha avuto troppo
- Il segone che per qualche insano motivo ti piace o piaceva (io adoravo Snitsky)
- La prossima "next big thing" nel wrestling?
- Serie Tv e fumetto preferito?

Grazie ancora per le belle parole.

Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 846
Iscritto il: 29/06/2015, 13:27

Re: Sul Trono di WOW (Trespolo New Edition)

da Jagger » 12/04/2019, 18:14

7 - Siccome non é facile fare domande sugli #animemanga non conoscendo le tue conoscenze, parla tu: una serie mainstream che ti é piaciuta, una serie mainstream che ti ha fatto cagare, tre serie non mainstream che consiglieresti.


In tema #animemanga sono piuttosto orientato verso gli anni '80 molesti, nonostante sia nato dopo. Peraltro senza un motivo preciso, non è che la narrativa '80s mi faccia impazzire in quanto tale, è semplicemente una coincidenza statistica.

Serie mainstream che mi è piaciuta: Dire Hokuto no Ken sarebbe troppo banale, immagino, visto che ho letteralmente nick e avatar a tema. Mmm... per dire qualcosa di più recente dico Code Geass. Fantapolitica (per cui vado matto), mind games, robottoni, momenti comedy azzeccati, personaggi mediamente ben gestiti e carismatici, disegno piacevole... e soprattutto un finale da urlo, cosa che sta diventando sempre più rara. Parlo della serie principale, Akito the Exiled mi sono rifiutato di vederlo dopo la prima puntata.
Menzione d'onore per Naruto, il finale fa schifo ai morti ma per uno shonen di quella lunghezza è il minimo, anzi è stata un'impresa titanica non svaccare prima e mantenere la narrazione vivace e interessante (con alti e bassi) fino alla guerra ninja.

Serie mainstream che mi ha fatto cagare: Suonerò eretico, ma punto il dito contro Death Note. Le potenzialità erano infinite, le prime puntate mi hanno preso come forse nulla prima e nulla dopo. Ho trovato però il potenziale sprecato già quando (puntata 4 credo) L arriva a restringere la cerchia dei sospetti al solo Light, per poi iniziare una guerra di nervi che alla lunga ho trovato logorante, con parti di noia assoluta come quella della Yotsuba. Sebbene trovassi L fastidioso, la sua morte ha segnato la fine di tutto: Near e Mello in due non fanno metà del suo carisma, e ho trovato di una tristezza allucinante l'intuizione di Near a proposito del collaboratore di Light, illuminazione tipo San Paolo sulla via di Damasco (che in un contesto del genere è francamente imbarazzante).

Tre serie non mainstream che consiglierei:
- Umineko no naku koro ni: Se è considerabile mainstream (alla fine ha una certa notorietà) allora vado con il predecessore Higurashi no naku koro ni. Entrambi basati su omicidi di massa di un certo numero di persone, con il tempo che si riavvolge alla fine di ogni arco per far vedere gli avvenimenti da un altro punto di vista/mostrare i what if, in modo da capirci di più. Sono in un certo modo complementari: Umineko (di cui ho letto la novel, ed è tutto dire visto che non sono così nerd, a mala pena leggo manga) è un capolavoro vero, con personaggi più carismatici e un character design più interessante, nonché un intreccio più complesso... peccato che il finale sia #lammmmerda. Higurashi è più semplice, più lineare, a volte grezzo con i disegni, ma ha un intreccio sicuramente più coerente e un SIGNOR finale.
- Rozen Maiden: Anche questo non so quanto sia considerabile "non mainstream", ma tant'è. Un intreccio in apparenza semplice, quasi banale, con otto bambole viventi che devono lottare fra di loro per incontrare, letteralmente, il loro creatore. Dietro a quest'apparente semplicità tratta temi anche importanti come gli hikikomori, e l'intreccio fra le protagoniste (tutte ben caratterizzate e carismatiche) si fa sempre più interessante andando avanti.
- Shiki-Demone cadavere: Questo è forse l'unico di nicchia. Sostanzialmente un anime di vampiri ma molto particolare, molto psicologico, che punta più sull'ansia permanente che sullo shock improvviso. Ulteriori punti in più per un certo effetto di rovesciamento, per cui ho trovato molto più paurosi e temibili gli umani (normali umani eh, niente cacciatori di demoni o simili) che i vampiri.

8 - Una serie che faresti vedere al figlio/a che non hai (o almeno credo)? Figlio di un'ipotizzata età di 10-12 anni, facciamo.


Credi bene :mrgreen:
Mmm... Qui credo che andrei di anni '80 molesti con Saint Seiya, probabilmente declinato con le più moderne serie Omega o Lost Canvas perché onestamente l'anime classico non credo sia digeribile da un millennial, mai nella vita.
Non per altro ma perché coniuga buoni insegnamenti come l'amicizia e lo spirito di sacrificio a combattimenti duri (a volte anche cruenti, e se siamo più verso i 12 è bene che un po' di sangue comincino a vederlo per come la vedo io) e un leit motiv che per un giovanissimo può essere familiare (armature ed effetti speciali brilluccicosi, cose che magari possono riprendere anime più leggeri e con target più infantile che potrebbe avere come background).
Così su due piedi, avevo cominciato la risposta ma ora devo scappare, se dovessi ripensarci aggiornerò. Intanto chiedo già perdono a B4E e Frediani ma nel weekend sono latitante, risponderò settimana prossima :oops:
Immagine Immagine

Upper Carder
Avatar utente
Messaggi: 450
Iscritto il: 11/04/2017, 2:19
Località: Milano

Re: Sul Trono di WOW (Trespolo New Edition)

da Guilty Fever » 12/04/2019, 22:14

Ah, mi ricordo di te come Lt Loco (concordo nel dire che quell'avatar di Chavo era molto peculiare), ricordo anche di aver discusso con te appunto sul Chievo (che a me piace francamente poco) e di aver partecipato ai cosiddetti "improperi" durante Lazio-Inter 0-3, che tutt'ora ritengo una partita surreale, non so se tu la guardasti o meno, ma penso sia il più anonimo 0-3 esterno in match tra presunte big che abbia mai visto.
Non ricordo invece di averti mai visto nel topic degli #animemanga, anche se lì si tende(va) a discutere di serie più moderne rispetto che qua.

D'accordo su Spalletti, a posteriori sarebbe stato da seguirlo in Russia che pure Mancio é tornato da lì cambiato, chissà che ca**o gli fanno...
Anch'io al momento non so cosa porterei di Italiano all'estero, faccio fatica a trovare qualcosa che funzioni davvero.

Non sei eretico, Death Note pure a me un po' meh, lo considero ancora un bell'anime però svacca con una velocità estrema e campa del carisma dei due rivali (e qualche swerve random). Code Geass dovrei decisamente recuperarlo.
Shiki mi può interessare, stavo giusto cercando un horror animato. A dispetto di quello che dici però su MAL lo vedo essere abbastanza popolare.

Main Eventer
Connesso
Avatar utente
Messaggi: 12203
Iscritto il: 05/11/2009, 23:24

Re: Sul Trono di WOW (Trespolo New Edition)

da andreawarrior » 13/04/2019, 0:16

Jagger ha scritto: Ecco, qui c'è indubbiamente più voglia di parlare di wrestling, e di conseguenza è chiaro che se un andreawarrior (utente preparatissimo sul calcio e sullo sport in generale) si logga e parla il 90% di tempo di wrestling, gli resterà meno tempo per parlare di calcio (e altri sport).

Ti ringrazio, il fatto è che io lavoro alla TV di San Marino e sento tutti i giorni parlare di calcio giornalisti locali e anche famosi in Italia e nonostante la loro grande competenza, non riescono a parlarne con serenità e obiettività.
Sui forum poi per quel che ho visto, la faziosità è un difetto di quasi tutti e io a quasi 42 anni non ho voglia di litigare per il calcio.

Poi adesso scrivo articoli storici sul basket sul sito della tv di San Marino e forse entro mesi diventerò pubblicista (giornalista senza esame e corso). Quindi non mi resta più tempo, per parlare di sport nei forum dove ci sono 30 persone.

Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 846
Iscritto il: 29/06/2015, 13:27

Re: Sul Trono di WOW (Trespolo New Edition)

da Jagger » 15/04/2019, 10:35

BeforEvolution ha scritto:Anzitutto ti ringrazio per l'apprezzamento, su quella cosa delle Horsewomen su WWE 2K16 avevo anche esagerato, è uno di quei casi in cui la delusione personale ti acceca dall'oggettività della questione. Il tuo intervento letto a mente fredda mi ha riportato alla ragione :lol:
Contento anche che hai citato il topic del 98/99, ogni tanto ci penso e ancora non mi riesco a spiegare che ca**o di voglia io ci abbia avuto per aggiornarlo tutti i giorni da agosto 2016 a luglio 2017 :lol:


Ma infatti ammetto che quando ho cominciato a vedere anche le coppe e la B ho pensato "ok, questo topic non può arrivare alla fine, fisiologicamente".
E invece... :mrgreen:

Aggiungo qualche domanda:

1) Ora che ho scoperto che eri Lieutenant Loco, come mai quell'immagine di Chavo? Mi faceva abbastanza ridere, poi io tendo ad associare gli utenti agli avatar ancor prima che al nick, quindi quando qualcuno li cambia vado in casino.


Semplice semplice: Chavo Guerrero jr. è il mio wrestler preferito :mrgreen:
Ho accennato a come ho cominciato a seguire Smackdown su Italia 1 per via della scuola, quando prima ero tipo l'unico che non lo faceva. Bene, all'epoca tutti i miei amici impazzivano (ovviamente) per Eddie Guerrero, quindi il mio spirito hipster da 13enne mi ha fatto prendere a cuore il più sfigato dei Los Guerreros :lol:
Poi vabbé, anche da un punto di vista meno mark, come ho già detto stravedo per la scuola di Gory Guerrero, adoro gli all-rounder che riescono ad inserire in una narrazione organica high flying, mat wrestling e manovre di potenza in successione, senza fare le spot monkey. Nel roster WWE attuale ho sempre markato fortissimo per Hunico, per dire.
E infine sono un amante del comedy wrestling fatto come si deve. I Misfits In Action erano fighissimi e Kerwin White mi faceva ribaltare dalle risate, quindi Lt. Loco è finito nel nickname e White in avatar. Fra l'altro, per quanto apprezzassi la gimmick del fintissimo borghese bianco, la fine della stessa per gli arcinoti motivi è stata un momento di assoluto fomento.


2) Hai detto che ti interessi a diversi sport, quindi faccio la domanda che avevo già proposto a KingEdoardo e Mysto, ovvero di rankare basket, rugby, pallavolo, tennis, automobilismo e motociclismo in base a quanto ti piacciono o non ti piacciono, con una motivazione.


1) Basket: Purtroppo non ho mai avuto tempo di seguirlo con costanza, ma "esteticamente" per me è lo sport più figo in assoluto, per dire a parità di coinvolgimento mi diverte molto di più una partita di basket a una di calcio. Questo per via dell'azione continua, del fatto che si "marca punto" costantemente, e anche del fatto che il campo piccolo e le sostituzioni continue permettono di mantenere sia tattica che agonismo a livelli altissimi. Purtroppo non l'ho mai seguito costantemente, nonostante appunto abbia un carissimo amico che gioca a livello professionistico (si andava a scuola insieme e a volte la saltava per via dei ritiri con la Nazionale giovanile), banalmente perché non ho mai trovato una squadra/franchigia che mi facesse tifare davvero (ci sono andati vicini gli Houston Rockets in NBA, ma appunto eoni fa).
2) Rugby: Sport duro, fisico, violento, come piacciono a me. L'ho praticato, anche se per breve periodo, ed è stato divertentissimo. Tendenzialmente non mi perdo mai un Sei Nazioni, dove peraltro il mio tifo va all'Irlanda: somma del fatto che quando ero piccolo l'Italia nemmeno partecipava, del fatto che adoro la cultura irlandese e del mio passato a Liverpool (no, non è una contraddizione, quella città è English quanto un cornetto col cappuccino).
3) Automobilismo: Un po' generica come definizione, diciamo che ho preso il picco, che per me è rappresentato dal rally. Non so, vedere i bolidi sfrecciare su piste perfettamente asfaltate, piatte e con curve geometricamente pensate millimetro per millimetro mi annoia, infatti la Formula 1 l'avrei messa tranquillamente in fondo (smesso di seguire da secoli, mi prendeva da piccolo con la buonanima di mio nonno che era uno di quegli esaltati che si alzava alle 3 di notte per i GP in Asia, uno spasso seguire con lui). Il rally invece mi piace tantissimo, adoro vedere i piloti dannarsi su stradine infami, adoro vedere le macchine arrivare irriconoscibili al traguardo.
4) Tennis: Non sono precisamente un patito degli sport individuali, mi piacciono le dinamiche di squadra, ma fra quelli individuali il tennis è il migliore. Resta comunque roba che seguo giusto se sono bloccato a casa ammalato e non c'è niente di meglio, in generale seguire la traiettoria di una pallina per ere geologiche non mi attira così tanto.
5) Motociclismo: Un po' lo stesso discorso della F1, anche se lo preferisco. Per quanto adori viaggiare in moto, le gare su pista... Boh, mi lasciano piuttosto indifferente.
6) Pallavolo: E' l'unico sport di squadra un po' meh, lo trovo troppo statico per i miei gusti.
Immagine Immagine

Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 846
Iscritto il: 29/06/2015, 13:27

Re: Sul Trono di WOW (Trespolo New Edition)

da Jagger » 15/04/2019, 16:50

BeforEvolution ha scritto:3) La risposta tua sull'ideologia è da applausi, più che altro perché è tipo la prima volta che leggo qualcuno che la pensa esattamente come me, dalla delusione per la sinistra di SEL, a Monti, agli Stati Uniti d'Europa. Sfrutto questo per chiederti una riflessione politica attuale.
Mi sembra evidente dai dati a nostra disposizione che il PD ha fatto un down clamoroso perché tanti dei suoi elettori rinfacciano a Renzi di aver portato il partito in una direzione più liberale, più contro ai lavoratori, più vicina agli intellettuali borghesi. Questo grosso calo di voti dovrebbe denotare quindi che siano in tanti in Italia ad essere identiicati da una sinistra socialista, che nel nostro specchio partitico corrisponde a tutte l'area al di là del PD, dal fu SEL ora Sinistra Italiana in poi. Ora, perché tutti questi partiti, che sono anche tanti eh, giusto dirlo, prendono sempre uno sputo di voti? Perché i tanti voti che hanno abbandonato il PD per la sua direzione non confluiscono mai nell'area "più a sinistra", in cui se un partito supera il 3% è un miracolo? Vanno davvero tutti, al movimento 5 stelle? Ma perché un elettore che si definisce di sinistra dovrebbe votare un movimento che, se si va a guardare la base, la gente comune che lo sostiene, e anche l'alleanza di governo, a me pare penda parecchio verso destra? La tua.


Innanzi tutto ti ringrazio per la stima.
Sulla politica in generale e sui problemi della sinistra in particolare potrei davvero stare qui a far scorrere fiumi di inchiostro virtuale, del resto è il mio indirizzo. Cercherò di essere chiaro e conciso e andare dritto a punto, anche se si potrebbero aprire parentesi all'infinito. E già che ci sono specifico che questa è una mia visione personale.
L'Italia è piuttosto particolare, politicamente parlando. Questo perché con lo "shock" del Ventennio e della guerra la destra è praticamente sparita dalla vita politica (almeno quella vagamente rilevante) del Paese, lasciando campo libero a due forze di centro(-sinistra) e sinistra (DC e PCI), che riflettevano il bipolarismo internazionale. Per qualcosa come una quarantina d'anni siamo andati avanti a far politica così, abituandoci a sviluppare una certa sensibilità fra le varie sfumature che stanno fra centro e sinistra, appunto perché era sostanzialmente tutto ciò che avevamo.
La grande intuizione di Berlusconi nel '94 è stata anche questa: ormai il fascismo era sufficientemente lontano, e con il vecchio sistema a "50 sfumature di sinistra" crollato nello scandalo e nella vergogna, la gente era pronta per tornare a votare a destra. E avrebbe votato chiunque fosse disposto a rappresentare la destra, a prescindere dalle sfumature, tant'è che vinse le elezioni con due coalizioni antitetiche (una con la Lega federalista/secessionista e l'altra con gli ultra-nazionalisti di AN).
Introduzione storica per dire cosa? Che tendenzialmente l'elettore di destra italiano preferisce un partito forte e unitario, con un leader forte che abbia una direzione chiara e obiettivi ben precisi, anche a costo di non rispecchiarsi totalmente nella sua ideologia. Motivo per cui i vari Futuro e Libertà, Nuovo Centrodestra e Fare per fermare il declino (grande occasione persa quella...) sono andati incontro al fallimento.
L'elettore di sinistra (e quello di centro, in una certa misura) invece è differente, vuole un partito che rispecchi i suoi principi... e se questo lo si realizza a prezzo di scissioni e frammentazioni tutto sommato pazienza. Se poi quel partito non esiste, piuttosto non si vota. Motivo per cui a sinistra del PD esistono molti più partiti che a destra di Forza Italia e per cui vedo piuttosto utopica la nascita di un soggetto di sinistra anche solo vagamente significativo.
Prima di affrontare il discorso 5 Stelle, quindi, premetto che una percentuale non indifferente di quei voti penso sia finita nel non voto o nei partitini di sinistra (io stesso ho votato +Europa l'ultima volta, onestamente).

Discorso 5 Stelle: innanzi tutto la retorica del moVimento, specialmente quella iniziale grillina, ha accuratamente evitato un qualsiasi tipo di collocazione politica precisa. Certo, la ragione ufficiale è che i vecchi schemi sono inutili e sorpassati, ma la realtà è che banalmente l'obiettivo è di attirare gli scontenti, i populisti e i fautori dell'anti-politica di ogni tipo, colore e ideologia (sinistra inclusa, con temi come la democrazia diretta).
Nel periodo universitario feci un interessante esperimento: con i miei colleghi confrontammo i programmi pentastellati in diverse città della stessa occasione elettorale (si parla di amministrative), e i risultati furono francamente imbarazzanti. C'era di tutto lì dentro: da programmi moderati e ragionevoli a utopie dal sapore anarchico, con estremi a destra e a sinistra a volte antitetici. Uno spasso.
Nello specifico, parlando del travaso di voti da sinistra, in realtà non ci trovo nulla di strano. In effetti pur proclamandosi alternativo a destra e sinistra e alieno ai concetti stessi, la retorica del primo M5S di Grillo aveva come obiettivo primario proprio il PD, a cui ha mirato subito a sottrarre voti per tutta una serie di ragioni:
- Berlusconi sembrava annegato nella crisi economica che poi ha poi portato al governo Monti, alla vigilia delle elezioni del 2013 il favorito era Bersani e quindi il PD era la "forza dominante" contro cui prepararsi a combattere in quanto partito anti-ka$ta.
- Visto l'identikit che ho fatto prima dell'elettore di destra e di quello di sinistra, da forza politica nuova ed emergente è molto più facile catturare il voto del secondo piuttosto che del primo.
- Dopo quelle elezioni di fatto abbiamo avuto governi di centro-sinistra. I 5 Stelle hanno avuto buon gioco a presentarsi agli elettori di sinistra come interpreti dei loro interessi contro l'establishment democristiano di Renzi.
La virata decisa verso destra è stata relativamente recente, per via dell'accordo con Salvini. Che tuttavia politicamente è stato un errore non da poco: l'elettore di sinistra si è appunto svegliato dal torpore esclamando disgustato "aspetta, davvero questi vanno a governare con Salvini?!", mentre quello di destra ha trovato un nuovo idolo proprio nel Capitano. I 5 Stelle hanno già cominciato l'emorragia dei voti, che in parte sono già tornati al PD.
Se devo lanciarmi in una previsione, credo che le prossime politiche (a prescindere da quando avverranno) ci consegneranno un governo di centro-destra Forza Italia-Lega, che onestamente preferirei all'attuale aborto giallo-verde. Pian piano PD riacquisterà forza, molto dipende dall'operato di Zingaretti ma l'inerzia politica è dalla sua. Per quanto riguarda l'area a sinistra del PD non sono ottimista, credo che continueremo a partitini ancora per molto tempo.
Immagine Immagine

Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 846
Iscritto il: 29/06/2015, 13:27

Re: Sul Trono di WOW (Trespolo New Edition)

da Jagger » 16/04/2019, 12:00

Marco Frediani ha scritto:- Vedi o hai visto la ROH? Cosa ne pensi? Match o segmento che ti è rimasto più impresso?


Sì, seguita abitualmente fino alla dipartita di Cole. Poi gradualmente ho smesso perché la puzza di succursale NJPW si faceva sempre più forte, e a quel punto piuttosto tanto vale dedicare qualche scampolo di tempo in più al main show nipponico. Non che li biasimi, anzi in questo stesso forum ho sostenuto che con la WWE pigliatutto in giro l'unica scelta sensata era rifugiarsi fra le gonne di un'altra major, resta il fatto che da spettatore è innegabile abbia perso appeal.
Se devo citare un momento, beh... Nel wrestling (come del resto nello sport) per me contano innanzi tutto le emozioni, quindi la scelta è obbligata,
Kevin Steen. El Generico. Ladder. Final Battle. 2012. Hammerstein Ballroom. :oops:

- Domani ti svegli e sei Vince McMahon. Cosa cambieresti nel tuo prodotto?


Premessa doverosa: non ne capisco abbastanza di ratings, sponsor e aziendalate americane varie, ma cercherò di fare del mio meglio per tenerne conto visto che non mi hai chiesto "la WWE dei miei sogni" ma "cosa faresti se fossi McMahon", quindi devo tener conto anche di cose che magari a me personalmente non piacciono ma mi porterebbero profitto.
Primo provvedimento: divisione dei roster assoluta, totale, talebana. Con questo roster puoi permetterti due federazioni (forse anche di più), quindi tanto vale trattare i due roster come federazioni diverse, che producono un prodotto diverso. In questo modo accontenti quanti più fan possibili con due prodotti (per ora parlo solo di main roster, NXT capitolo a parte) che abbiano una decisa identità al posto che un unico calderone senza identità.
Match crossover solo in occasione dei Big 4, invasioni di campo solo nelle rispettive Road per costruire i feud. PPV rigorosamente monobrand (col roster attuale ne puoi sfornare di gran qualità e in gran quantità). Money in the bank interbrand a Wrestlemania, incasso su qualsiasi campione con passaggio di roster di Mr. MITB in caso di incasso riuscito sul campione dell'altro roster. Draft post-WM, in caso aggiungerne anche uno post-Survivor Series per movimentare le acque (e dare un po' di pepe al Big 4 meno cagato), eventualmente con pick e scelte di roster in palio al PPV stesso.
A Raw impostare un prodotto simile a quello di un telefilm, magari proprio assumendo writer con un passato in questo campo. Al centro dello show metterei le narrazioni, i personaggi. Lo caratterizzerei con talk show, segmenti anche elaborati, un filo conduttore che passa dalla settimana precedente e da quella successiva e, per quanto possibile, anche dall'opener al main event. Sarebbe lo show dove collocare i grandi parlatori, le gimmick sopra le righe, le star dello spettacolo (a patto che rimangano occasionali e sfruttate per feud in corso, dando per assodato che non tutti possono essere Stephen Amell), dove proporre comedy e perché no, anche qualche (isolato) segmento trash.
A Smackdown imposterei invece un prodotto essenzialmente sportivo, con un intrattenimento simile a quello UFC. Se una sconfitta a Raw può essere dimenticata nell'ambito di una storia, a Smackdown avrà sempre e comunque il suo peso. Non dico che non ci devono essere promo, ma appunto li imposterei come provocazioni sportive, prendendo a piene mani dalla UFC. Lo caratterizzerei con power rankings (in linea di massima #1 della lista = #1 contender, se fai un match per decretarlo ci metti i primi in lista), tornei (King of the Ring potrebbe essere un ottimo PPV di SD) e un roster dove dare libero sfogo a divisione cruiser, ex-MMA, star internazionali (in linea di massima manderei qui chi ha problemi con l'inglese).
I roster non devono comunque diventare riserve indiane, ma appunto col Draft ci deve essere curiosità di vedere il performer nel nuovo ambiente. Un Andrade per dire lo fai debuttare a Smackdown, gli fai mostrare le sue doti atletiche e poi magari col passaggio a Raw insisti sulla gimmick dell'Idolo e lo rendi più personaggio. Un John Cena che si scazza degli "you can't wrestle" e vuole mettere in piedi la Open Challenge per dimostrare quanto vale sul quadrato lo porti a Smackdown. Un Lashley a Smackdown lo presenti insistendo sul suo valore come fighter, a Raw magari lo affianchi a Lio Rush e assieme a questo lo fai lavorare sul personaggio. A un Dean Ambrose a Raw gli fai fare i promoni sviluppando la gimmick del Lunatic Fringe, a Smackdown me lo presenti come specialista dell'hardcore. Ai wrestler nulli al microfono non precluderei Raw ma nel passaggio assegnerei un manager, magari facendo vedere in occasione del draft e delle puntate successive manager che cercano clienti per la loro scuderia e wrestler che cercano i servizi dei manager.
In generale punterei tutto sui PPV, le puntate le userei per costruirli. Niente matchoni da 30 minuti in puntata settimanale, neanche a Smackdown, al massimo più spazio per match veloci e divertenti utili a scalare il ranking (Smackdown) o per promo e segmenti anche elaborati (Raw). Anche se in termini economici sarebbe una mazzata, farei almeno il tentativo di ridurre gli house show in modo da aumentare la qualità di ciò che si vede sul ring e fuori. Darei spazio alla creatività dei wrestler per personaggi e promo, pur dettando sempre e comunque risultati e linee guida, e mettendo precisi paletti che non vanno scavalcati.
Capitolo NXT: Lo lascerei più o meno così com'è, show registrati, pochi PPV ma di gran valore, contenuti vari (del resto i talenti possono salire a Raw come a Smackdown). Se davvero l'intenzione è quella di creare tanti NXT in giro per il mondo allora ne farei una vera e propria terra di passaggio, con "promozioni" dai vari NXT continentali, "retrocessioni" dei prospetti che non convincono e anche "retrocessioni" (anche se in questo caso le virgolette sono doverose) dal main roster per talenti con potenziale ma che, per un motivo o per l'altro, si sono bruciati e hanno bisogno di ricostruzione. Qualcosa di simile alla "retrocessione" di Tyson Kidd che ha permesso di ripresentarlo nel main roster rigenerato. Certo, a quel punto sarebbe meglio mandare effettivamente i talenti che non hanno nulla di fare all'estero o comunque a farsi un giro altrove (stile McIntyre) ma appunto, parto dal presupposto di essere Vince McMahon e che quindi il monopolio è cosa buona e giusta :mrgreen:
Immagine Immagine

Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 846
Iscritto il: 29/06/2015, 13:27

Re: Sul Trono di WOW (Trespolo New Edition)

da Jagger » 16/04/2019, 15:22

Marco Frediani ha scritto:- Moderazione: morbida o pugno di ferro?


Pugno di ferro. Nel senso che sono per i "patti chiari, amicizia lunga": serve un regolamento ben preciso e bisogna attenersi a quello, perché se si comincia a fare l'eccezione per Caio poi giustamente la pretenderà anche Sempronio e via dicendo.


- Un wrestler del passato che poteva avere di più


Anche considerato il valore e il peso diverso che avevano all'epoca i titoli mondiali, sono convinto che Roddy Piper ne avrebbe meritato uno.

- Un wrestler del passato che ha avuto troppo


Sycho Sid. Mai capito cosa avesse di speciale non dico per essere campione mondiale WWF e WCW, ma proprio per essere campione di qualsiasi federazione.

- Il segone che per qualche insano motivo ti piace o piaceva (io adoravo Snitsky)


Chris Masters a mani basse.
La Masterlock Challenge :oops: :oops: :oops:
I feudoni con Tyler Reks a SuperstarS :oops: :oops: :oops:

Poi, non è ASSOLUTAMENTE una sega, ma una menzione la devo fare per Raymond Rowe. Oh, sono impazzito la prima volta che l'ho visto al Top Prospect, e per qualche assurda ragione che non ho mai identificato mi ha sempre fomentato a belva, molto più di Hanson.

- La prossima "next big thing" nel wrestling?


Difficile, o meglio in prospettiva non ci prendo quasi mai. Non avrei puntato un centesimo su Tyler Black in WWE per dire, mentre invece ero abbastanza sicuro che Mistico potesse farcela.
Hangman Page secondo me ha tutte le qualità per sfondare, specie ora in AEW con una storia da scrivere da zero, ma non so quanto sia considerabile "Next" visto che è nel giro che conta da parecchio.
Se Page non vale, Velveteen Dream. Ha mostrato miglioramenti impressionanti in pochissimo tempo, non lo vedo male come fomentatore di masse.

- Serie Tv e fumetto preferito?


Serie TV: Sons of Anarchy, semplicemente perfetta, mi ha tenuto incollato dalla prima all'ultima puntata.
Fumetto: Nonostante lo scambio con Guilty possa farmi sembrare un #mangaanimeboy, in realtà apprezzo più il fumetto americano che quello giapponese, DC Comics in particolare. La palma la consegnerei a Superman: Red Son, che nasce dal what if a mio parere geniale, "Cosa fosse successo se l'astronave di Superman fosse caduta in Unione Sovietica?". E, aggiungerei, se Lex Luthor fosse rimasto invece portabandiera dell'American Way. Fantastoria, fantapolitica, loop temporali, un Superman e un Luthor in grande spolvero con un cast di comprimari azzeccassimo. Tre albi da non perdere.
Immagine Immagine

Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 22293
Iscritto il: 30/10/2009, 21:30

Re: Sul Trono di WOW (Trespolo New Edition)

da Colosso » 16/04/2019, 15:30

Jagger ha scritto:Pugno di ferro. Nel senso che sono per i "patti chiari, amicizia lunga": serve un regolamento ben preciso e bisogna attenersi a quello, perché se si comincia a fare l'eccezione per Caio poi giustamente la pretenderà anche Sempronio e via dicendo.


Riprendendo questo discorso, come giudichi il mio operato nel caso del ban di Y2F?
Immagine

Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 846
Iscritto il: 29/06/2015, 13:27

Re: Sul Trono di WOW (Trespolo New Edition)

da Jagger » 18/04/2019, 11:53

Guilty Fever ha scritto:Ah, mi ricordo di te come Lt Loco (concordo nel dire che quell'avatar di Chavo era molto peculiare), ricordo anche di aver discusso con te appunto sul Chievo (che a me piace francamente poco)


So che non è una domanda, chiedo perdono ma mi consento comunque una piccola digressione vista la recente retrocessione dei clivensi. Mio volo pindarico personale, giusto perché non posso resistere a mettere insieme calcio e socio/politica contemporanea, perdonatemi :mrgreen:
Capisco che piaccia molto poco, anch'io se fossi tifoso di una squadra che va in Champions mi darei ai tornei di arredamento online su The Sims sponsorizzati dall'Ikea piuttosto che guardare mia squadra-Chievo 0-0 o al massimo 1-0 la domenica alle 15.
Il punto è che ormai siamo passati oltre, specialmente da parte delle generazioni più giovani, quelle che sono nate nel mondo globalizzato, nel villaggio globale. Capiamoci, i calabresi che tifano Juventus sono sempre esistiti, ma oggi la situazione si è evoluta: per un millennial che è ormai abituato ad interagire ogni giorno in inglese con svedesi, arabi e brasiliani, la Champions sarà percepita in maniera simile a come era percepito una volta il campionato. La Juventus (o il Milan, o l'Inter) è la "squadra vicina" in maniera del tutto simile a quella che una volta era la squadra del proprio capoluogo di provincia o di regione, per il semplice fatto di essere in Italia. Di conseguenza le suddette squadre perdono continuamente tifosi, perché possono stare in serie A quanto vogliono ma saranno percepite come una volta erano percepite le squadrette paesane di Prima Categoria. Magari mantengono simpatizzanti, magari fa piacere se vanno bene, ma non andranno allo stadio e non le sosterranno.
Conclusione: nelle generazioni più giovani vedo sempre più la tendenza a considerare le piccole squadre come PNG di un gioco di ruolo o come jobber nel wrestling. Il loro ruolo DEVE essere di supporto, in funzione alle grandi squadre, quindi devono lanciare i giovani per le grandi squadre, devono giocare bene per intrattenere quelle due volte l'anno che li si affronta, possibilmente devono anche lasciare spazio a realtà più grandi in modo da regalare una discreta cornice di stadio e di pubblico quella volta l'anno che li si affronta in trasferta.
Ed ecco che un Chievo diventa l'Anticristo. Non è solo il giocare male per lo 0-0, no, quello lo fanno quasi tutti. Anzi, sotto Maran giocavano anche molto meglio della media di quella zona, eppure no, dovevano morire uguale. E intanto al Bologna di Pippo Inzaghi non diceva niente nessuno, per dirne uno a caso...
No, il Chievo è l'Anticristo perché non solo gioca male per lo 0-0 (e fin lì potrei capire), ma anche non fa il suo dovere di lanciare giovani per le grandi, non ha un grande seguito e si permette di sopravvivere in Serie A occupando uno slot che potrebbe andare a squadre più suggestive da affrontare quelle due volte l'anno.
Facile criticare quando non è la tua squadra, facile elogiare Ezio Rossi per presentarsi a Milano con 3 punte, lanciare gli Handanovic e gli Acquafresca, quando poi una volta che il Treviso retrocede non è più affar tuo e sticazzi se finisce addirittura per fallire e vegetare in Eccellenza. Facile elogiare il Livorno che raggiunge le coppe europee con l'Armando Picchi che è una bolgia ogni volta, tanto chissene se poi retrocede e passa il resto della sua vita e galleggiare fra B e C. Facile elogiare la cavalcata del Mantova verso la A frenata solo all'ultimissimo playoff e pure in modo discutibile, tanto chissene se poi fallisce in tempo zero e si porta dietro anche una delle aziende italiane più all'avanguardia, con tanto di lavoratori in mezzo a una strada.
Per carità, ben venga un Empoli che lancia giovani a nastro e propone un gioco sempre più o meno interessante, ma mettere Campedelli in croce nella situazione attuale del calcio italiano è davvero come fare la multa a un vecchietto che corre ai 20 all'ora con limite minimo ai 30, mentre vicino ti sfrecciano a 120 all'ora dei rapinatori che hanno appena preso un furgone portavalori.

e di aver partecipato ai cosiddetti "improperi" durante Lazio-Inter 0-3, che tutt'ora ritengo una partita surreale, non so se tu la guardasti o meno, ma penso sia il più anonimo 0-3 esterno in match tra presunte big che abbia mai visto.


Yup, la vidi e sono d'accordo, surreale a dir poco. E capisco anche che possa essere frustrante, ma voglio dire, voi avete avuto Candreva titolare fisso, con i suoi fantastici cross alla frustrazione dovreste essere vaccinati :mrgreen: Sarò io, ma in una situazione del genere avrei reagito con un "LOL che sculata", ecco.

Non ricordo invece di averti mai visto nel topic degli #animemanga, anche se lì si tende(va) a discutere di serie più moderne rispetto che qua.


Beh non è che sia un dinosauro, in realtà di retrò ho recuperato giusto i capolavori (a proposito, da appassionato di basket dovresti recuperare Slam Dunk, capisco le tue perplessità sul disegno ma credimi, ne varrebbe la pena anche senza disegni, ad occhi chiusi proprio).
Comunque in generale il topic unico non mi ispirava, avevo troppa paura di beccarmi spoiler visto che quando ne comincio uno vado lento come una lumaca.

Non sei eretico, Death Note pure a me un po' meh, lo considero ancora un bell'anime però svacca con una velocità estrema e campa del carisma dei due rivali (e qualche swerve random). Code Geass dovrei decisamente recuperarlo.
Shiki mi può interessare, stavo giusto cercando un horror animato. A dispetto di quello che dici però su MAL lo vedo essere abbastanza popolare.


Non lo so onestamente, personalmente ho trovato pochissime persone che lo conoscessero, e anche alle varie fiere se qualcosa su Rozen Maiden o sui No Naku Koro Ni trovavo, di Shiki zero proprio. Comunque popolare o meno merita assolutamente.

Riprendendo questo discorso, come giudichi il mio operato nel caso del ban di Y2F?


Ho visto il topic con le GIF, peraltro erano già cancellate, non so se ci sia altro. Per quello che ho visto comunque hai fatto bene, vedo che applichi lo stesso metro a tutti (prima richiami e poi ban temporanei), come è successo anche con BigMan per dire.
Immagine Immagine

Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 1250
Iscritto il: 20/12/2009, 11:16

Re: Sul Trono di WOW (Trespolo New Edition)

da Marco Frediani » 18/04/2019, 19:40

Grazie mille a Jagger per le risposte.

Per la ROH io avevo perso moltissimo interesse nel periodo dello stradominio dell'Elite. Troppo ingombranti, troppo più "forti" degli altri, troppo mediocre Cody, la sensazione di fanservice al massimo livello. Adesso che sono andati via ho ripreso molto interesse, e gli innesti nuovi mi piacciono tutti, da Cobb a Rush, poi Haskins mi sembra molto bravo. Contento anche per Sabre, anche se a mezzo servizio.
C'è ancora da lavorare su molte cose, ma rispetto all'anno scorso la situazione per me è migliore.

Sons Of Anarchy non l'ho ancora visto, è su Netflix, e non sei il primo che me lo raccomanda. Lo guarderò alla fine di Game Of Thrones

Main Eventer
Avatar utente
Messaggi: 555
Iscritto il: 08/02/2019, 23:09

Re: Sul Trono di WOW (Trespolo New Edition)

da TheKingEdoardo » 19/04/2019, 0:27

Orbene, dopo codesto complimento de lo Jaggero, devo necessariamente tornare in vita!
Domanda alquanto significativa: lo infedele deve essere punito cum " La Gogna de la Vergogna" or cum " Lo Rogo con Sfogo"? Est quesito assai arduo, giacchè la Inquisizione necessita di adoperare nuovi strumenti per eliminare in modus dolorosissimo streghe e non credenti.
DEUS VULT!
ImmagineImmagine

PrecedenteProssimo

Torna a Light Zone (svago e metaforum)

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti