le News
23 May 17 - 20:40:35 - WWE Slow Motion *video*
23 May 17 - 20:31:54 - HHH e la WWE annunciano il Mae Young Classic
23 May 17 - 20:29:58 - Nuova *foto* di Lana mentre si allena
23 May 17 - 18:57:37 - NOAH Navigation With Breeze 2017 (Day 4): risultati
23 May 17 - 18:52:53 - NJPW Best Of The Super Juniors 2017 (Day 6): risultati
23 May 17 - 16:25:32 - William Regal quanto tempo rimarrà in Giappone?
23 May 17 - 16:22:30 - Annunciati un match e un segmento per SmackDown Live
23 May 17 - 16:07:19 - Annunciato il rematch tra Randy Orton e Jinder Mahal!
23 May 17 - 15:04:04 - Preview di SmackDown Live
23 May 17 - 14:58:17 - Una Hall of Hamer lavorerà al Performance Center questa settimana
23 May 17 - 12:27:27 - L'universo della WWE reagisce alla vittoria di Mahal *Foto*
23 May 17 - 11:51:44 - WWE Free Match: Fatal-4-Way US Title Match (Extreme Rules 2009) *Video*
23 May 17 - 09:22:31 - Poca affluenza di pubblico a Backlash?
23 May 17 - 09:15:42 - Possibili date e luoghi dei prossimi PPV della WWE
23 May 17 - 09:07:02 - Sheamus crea hype in vista di Extreme Rules *Spoiler*
23 May 17 - 09:01:57 - Grande ritorno a RAW! *Video Spoiler*
23 May 17 - 08:57:50 - Risultati dei tapings di Main Event di questa settimana *Spoiler*
23 May 17 - 08:35:26 - Impressionante *foto* del gomito di Braun Strowman
23 May 17 - 08:28:45 - Cos'è successo dopo Raw?
23 May 17 - 08:27:29 - Raw Fallout *video*
23 May 17 - 08:23:06 - In arrivo un forte push per Goldust? *video*
23 May 17 - 08:17:46 - Annunciato un doppio Main Event per la prossima puntata di Raw
23 May 17 - 08:12:53 - Annunciata una stipulazione per un match di Extreme Rules
23 May 17 - 08:10:56 - Nuova *foto* di Eva Marie in bikini
23 May 17 - 08:06:55 - Nuovo commentatore per Main Event *foto*
23 May 17 - 08:03:38 - Rivelato la theme song ufficiale di Extreme Rules
23 May 17 - 07:59:51 - C'è stato un debutto a Raw
23 May 17 - 07:56:52 - Annunciato un segmento per Smackdown
23 May 17 - 00:33:31 - Annunciata una stipulazione per un match di Extreme Rules
23 May 17 - 00:29:34 - Sting parla del suo mancato match con Undertaker *video*

WWE Ringside #197


Benvenuti in questa nuova edizione del Ringside, la rubrica interamente dedicata all’universo della WWE. Mentre a Smackdown è tutto pronto per Backlash, Raw inizia a porre le basi per Extreme Rules, evento per il quale è già stato sancito un match titolato, con la card che continuerà a prendere forma nelle prossime settimane. Il brand rosso dovrà far fronte a una grossa emergenza nelle prossime settimane: l’infortunio al gomito di Braun Strowman ha infatti costretto la WWE a rivedere i suoi piani, rimandando la fine del feud tra il Monster Among Men e Roman Reigns e soprattutto privando Brock Lesnar del suo sfidante più credibile. La compagnia dovrà inventarsi qualcosa nel breve periodo per risolvere il problema, ma di sicuro Braun, vista la costruzione che dura quasi da un anno, tornerà nel giro che conta nel momento in cui rimetterà piede sul ring.

Owens vs Styles, tra hype e problemi

Il main event di Backlash, che vedrà opposti Randy Orton e Jinder Mahal, rischia di essere oscurato dal match valido per il titolo US, in cui si daranno battaglia i due lottatori più over del brand. AJ Styles e Kevin Owens sono pronti a regalarci lo show stealer della serata, un incontro che con il giusto minutaggio può trasformarsi in un vero e proprio classico. Non si tratta di un inedito, è vero, ma i due non si sono mai confrontati in pay per view, per giunta dopo un feud che è cresciuto di intensità nelle ultime settimane. E’ lecito, dunque, avere hype per lo scontro tra due pezzi pregiatissimi del roster, che hanno permesso allo US Title di offuscare una cintura mondiale attualmente in crisi, e stanno, di fatto, tenendo lo show sulle proprie spalle. Il crollo di Smackdown è infatti evidente, ma Styles e Owens riescono a offrire spunti per guardare ogni puntata, e anche Backlash si regge sulla loro rivalità. Il loro feud, tuttavia, non è esente dai problemi, e in questo momento la WWE si ritrova a dover compiere una scelta molto difficile.

Sarà infatti arduo stabilire un vincitore, ma soprattutto offrire un finale che soddisfi entrambe le parti. Sia Kevin che AJ si trovano in un momento delicatissimo della loro carriera, dove un errore di gestione può fare veramente male al loro status, e rovinare ulteriormente un 2017 in cui sono stati entrambi ridimensionati, salvandosi solamente per via dell’enorme affetto del pubblico nei loro confronti. Owens ha pagato a caro prezzo la sconfitta umiliante di Fastlane, che ha messo fine in maniera ingloriosa al suo regno da Universal Champion, e da allora il suo andamento è stato altalenante, con la sconfitta di Payback che lo ha privato, seppur per due soli giorni, del titolo US appena conquistato. Perdere nuovamente la cintura lo danneggerebbe in maniera forse irreparabile, ma c’è anche il rischio di compromettere lo status di AJ Styles, che sta disputando il suo primo feud da quando è passato dalla parte dei face. Il Phenomenal One è stato estromesso dalla lotta per il titolo mondiale nei primi mesi del 2017, dove ha subito qualche sconfitta di troppo e ha pagato la schizofrenia del booking. Nonostante ciò, AJ è riuscito a rimanere a galla, e ha bisogno di tornare in alto per consacrarsi definitivamente come il volto di un brand che non ha lasciato nemmeno in uno Shakeup in cui il suo approdo a Raw era dato per scontato. Una battuta d’arresto lo costringerebbe nuovamente a ricominciare, ed ecco quindi che si crea un grosso problema, che il team creativo dovrà impegnarsi a risolvere da qui a Backlash.

The Miz avanza, Dean Ambrose arranca

Continua il periodo d’oro di The Miz, che nel giro di poche settimane ha smentito chi credeva che il passaggio allo show rosso lo avrebbe indebolito. L’ A-Lister è diventato uno dei wrestler di punta di Raw, facendo leva sulle qualità che gli hanno permesso di brillare a Smackdown, e nonostante la sconfitta subita contro Finn Balor lo scorso lunedì, alla fine dell’episodio è stato lui a ridere per ultimo, portandosi in vantaggio nella faida per il titolo intercontinentale. E’ stato proprio Miz, durante l’ultima annata, a risollevare una cintura che era stata superata per importanza dal titolo US, e ora punta ad accrescerne nuovamente il prestigio, in un momento reso propizio dall’assenza dello Universal Championship. Il Chick Magnet continua a essere una macchina da promo, ma anche la qualità dei suoi match è cresciuta, tanto da permettergli di disputare buoni match contro gran parte del roster, esaltando le qualità del suo avversario: anche la sopracitata prestazione contro Balor è stata degna di nota, con pochi momenti di noia e un ritmo che è andato in crescita fino al concitato finale. A questo punto è solamente questione di tempo: se non riuscirà a far suo il titolo intercontinentale già a Raw, l’appuntamento sarà semplicemente rimandato per Extreme Rules, poiché al momento non esistono motivi per tenere Miz lontano dalla cintura, un premio più che giusto per il suo grande lavoro negli ultimi mesi.

Situazione opposta, invece, per Dean Ambrose, che da quando si è laureato campione intercontinentale sembra quasi aver tirato il freno a mano. Il Lunatic Fringe si trova in una fase di stallo, nella quale non riesce più a far evolvere il suo personaggio e continua a riciclare le trovate che hanno decretato il suo successo, ma che non sortiscono più l’effetto di una volta. Come se non bastasse, Dean continua a dimostrarsi un eccellente inseguitore e un campione non irresistibile: raramente è stato in grado di far crescere il prestigio di una cintura, che spesso diventa un peso per lui. La perdita del titolo può rappresentare il primo passo per un rebranding che per il momento ha due possibili sbocchi: la reunion dello Shield e il turn heel. Nel primo caso, verrebbe sfruttato l’effetto nostalgia per rilanciare ben tre atleti, visto che Seth Rollins ancora non riesce a imporsi come topface, mentre Roman Reigns continua a essere rigettato dal pubblico, che arriva addirittura a ringraziare chiunque lo attacchi brutalmente. Nel secondo caso, invece, avremmo un Ambrose molto diverso da quello che abbiamo visto finora, dato che il Lunatic Fringe è sempre stato dalla parte dei buoni da quando il suo gruppo si è sciolto. Dean potrebbe diventare un vero e proprio sadico, eliminando il lato comedy del suo character, o trasformarsi in un “ultimate opportunist” alla Edge; ad ogni modo, quando uscirà dall’attuale situazione di stallo sarà sicuramente in grado di tornare in vetta.

Dal ritorno di Rusev al crollo di Luke Harper

Attraverso un messaggio polemico pubblicato su Twitter, Rusev ha annunciato il suo ritorno, che avverrà nella prossima puntata di Smackdown Live. Il Bulgarian Brute ha messo nel mirino Shane McMahon, e vuole godere di una maggiore considerazione dopo le ultime annate, dove non ha mai ricevuto una shot al titolo massimo, nemmeno quando è rimasto imbattuto per quasi un anno. Il suo rebranding parte dalla sua rabbia e continua con la separazione on screen da Lana, che sta per entrare nella divisione femminile con un personaggio tutto da scoprire: è quindi la volta buona per liberarsi dal passato e soprattutto dagli stereotipi che, pur avendolo aiutato ad affermarsi nel primo periodo, lo hanno poi affossato negli anni successivi. Rusev è un ottimo atleta, e con una gestione degna di questo nome può ancora essere salvato: i primi mesi saranno fondamentali, e si parla già di un ruolo rilevante a Money In The Bank, dove il bulgaro ha esplicitamente chiesto una title shot. Resta da vedere, poi, se farà fronte comune con Jinder Mahal, mettendo da parte i dissapori pre-infortunio, o se si scontrerà con lui nel tentativo di superarlo nelle gerarchie del brand. L’importante sarà costruirlo in maniera costante, tenendolo sempre in alto e non trasformarlo nel classico avversario “usa e getta” che va di moda nel programma.

Servirebbe un nuovo rebranding anche a Luke Harper, sempre più nel baratro dopo il brevissimo momento di gloria di inizio anno. L’uscita dalla Wyatt Family e il conseguente passaggio dalla parte dei buoni avevano creato degli ottimi presupposti, coi fan che si erano subito schierati con lui, riconoscendone il valore e facendo partire diversi cori a suo favore. Nonostante ciò, la WWE ha deciso comunque di sacrificarlo all’altare di Bray Wyatt e Randy Orton, facendo di lui un semplice elemento strutturale della storyline e non permettendogli di rivaleggiare ad armi pari coi due. Il depush è stato immediato e ha portato Harper tra le file dei jobber; l’approdo dell’Eater Of Worlds a Raw, anziché liberarlo, gli ha dato il colpo di grazia, negandogli la possibilità di un riscatto, e nell’ultima puntata di Smackdown è arrivata persino la sconfitta contro Erick Rowan, da sempre considerato l’anello debole della stable. Il suo percorso è l’opposto di quello di Braun Strowman, che si è conquistato il main event a suon di vittorie e ha ricevuto mille occasioni per crescere; Harper, pur essendo un grandissimo performer, è stato affossato dalle sconfitte, mentre la sempre più scarsa qualità degli avversari e un minutaggio spesso insufficiente lo fanno apparire meno forte di quanto non sia. La sua situazione è davvero disperata, e servirà un vero miracolo per riportarlo almeno nel midcarding.

Wrestler of the Week: Alexa Bliss

Sono bastate poche settimane ad Alexa Bliss per arrivare in cima alla divisione femminile di Raw, diventando la prima lottatrice a conquistare le cinture di entrambi i brand. Dopo la vittoria rocambolesca ai danni di Bayley a Payback, Alexa è stata autrice di un discorso assai efficace, dimostrandosi la migliore al microfono per quanto riguarda le combattenti attuali. Le sue abilità sul ring devono ancora migliorare, ma il buon match disputato contro Mickie James a Raw dimostra che il potenziale c’è, ed è solo questione di tempo prima che la campionessa riesca a colmare le sue lacune. Il gap che la separa dai mostri sacri della rivoluzione femminile è minimo, nonostante la Bliss sia stata poco sfruttata a NXT, tanto che in pochi, al momento della promozione nel main roster, avrebbero scommesso su un successo del genere. Tanto di cappello a questa ragazza, capace di sfruttare al massimo anche la minima occasione, ma va comunque dato merito alla WWE, che ha creduto in lei e ha saputo accompagnarla in questo percorso di crescita. Alexa è una heel che funziona, anche perché è perfettamente in grado di disputare faide accese con tutti gli elementi del roster, comprese le ragazze del suo stesso schieramento.

La Bliss al momento ha così tante avversarie che la federazione potrebbe programmare una serie di storyline da qui alla fine dell’anno. La priorità verrà sicuramente data a Bayley, in cerca di vendetta dopo essere stata privata del titolo davanti ai propri cari. Le due non hanno ancora trovato l’alchimia perfetta, ma con una stipulazione speciale le cose potrebbero cambiare. Alexa dovrà presto fare i conti anche con Sasha Banks, che punta a tornare ai fasti dell’anno scorso, quando insieme a Charlotte ha reso la imperdibile la divisione femminile di Raw. Un feud tra di loro ha enormi potenzialità, sia per quanto riguarda il lato in-ring, sia per le mic skills, visto che entrambe sono ottime oratrici. Non va sottovalutata, poi, Mickie James, il cui destino è legato a quello della campionessa sin dai tempi di Smackdown, e che con la sua esperienza può insegnarle tanto; inoltre, Dana Brooke, fresca di face turn e recentemente lodata per i suoi miglioramenti, potrebbe dire presto la sua. Di fronte a queste minacce, Alexa si ritrova con una sola alleata, che per giunta potrebbe tradirla molto presto: Nia Jax ha infatti fatto chiarezza sul suo obiettivo, che è quello di laurearsi finalmente campionessa, e non intende più aspettare. La cugina di The Rock ha mandato ko più volte le componenti del roster, ma non è mai riuscita a ottenere la vittoria decisiva, dato che spesso le sue avversarie si sono coalizzate contro di lei o le hanno soffiato la vittoria da sotto il naso. La Bliss sta cercando di rimandare la contesa, ma presto potrebbe essere costretta a mettere in palio la cintura in uno scontro in cui, partendo estremamente svantaggiata, sarebbe costretta a fare ricorso a tutta la sua furbizia.

Per oggi è tutto, il Ringside tornerà domenica prossima, sempre e solo su World Of Wrestling.

If you don’t know… Now you know!

Alessandro Bogazzi


Le altre Edizioni


commenti

ATTENZIONE dalla data 26/06/2015 si applicheranno i BAN su Disqus per i seguenti motivi :

- Minacce, violenza verbale gratuita e generalizzata
- Blasfemia, odio razziale
- SPAM

Per diatribe personali gli utenti sono invitati a risolvere privatamente le questioni oppure rivolgersi alle autorità competenti qualora ritengano di essere stati diffamati.
Non si interverrà rimuovendo commenti se non su ordine delle autorità competenti.

L'autore dell'articolo è Servatis a Maleficum

Servatis a Maleficum

L'autore di questo articolo è Servatis a Maleficum
che ha pubblicato qui su #worldofwrestling 636 articoli

Altri articoli di Servatis a Maleficum

^ Torna su