le News
23 Nov 17 - 00:03:58 - Retroscena sulla promozione delle lottatrici di NXT nel Main Roster
23 Nov 17 - 00:02:18 - Stabili gli spettatori di Smackdown
22 Nov 17 - 21:28:10 - AJPW World's Strongest Tag League 2017 (Day 3): risultati
22 Nov 17 - 20:16:55 - Cambio di ring-name per i Bludgeon Brothers
22 Nov 17 - 18:29:42 - The Miz spera che Daniel Bryan torni a lottare... per poterlo battere
22 Nov 17 - 18:24:53 - Due Superstar WWE e un Hall of Famer saranno nel cast di The Marine 6
22 Nov 17 - 18:21:19 - AJ Styles avverte Jinder Mahal *Spoiler*
22 Nov 17 - 18:14:08 - Svelato il calendario dei PPV 2018... con un significativo cambiamento
22 Nov 17 - 16:09:16 - La WWE vuole trasmettere uno show settimanale... su Facebook Live?
22 Nov 17 - 16:03:50 - Kurt Angle vuole affrontare John Cena?
22 Nov 17 - 16:00:47 - Annunciato un match titolato per Final Battle *Foto*
22 Nov 17 - 08:28:05 - Wrestler inglesi in un dark match di Smackdown
22 Nov 17 - 08:14:57 - I Bludgeon Brothers sono arrivati a Smackdown *video*
22 Nov 17 - 08:12:40 - Aggiornamento sul Main Event di Clash Of Champions *spoiler*
22 Nov 17 - 08:11:18 - Smackdown Fallout *video*
22 Nov 17 - 08:09:31 - Annunciati due match per la prossima puntata di Smackdown
22 Nov 17 - 08:05:53 - Migliorano le condizioni di Kamala
22 Nov 17 - 08:02:15 - Debutto nel main roster per tre lottatrici di NXT *spoiler*
22 Nov 17 - 08:00:34 - Cos'è successo dopo Smackdown?
22 Nov 17 - 07:58:24 - Hideo Itami sta per debuttare a 205 Live
22 Nov 17 - 00:11:38 - Possibili *spoiler* per la puntata di Smackdown di stasera
21 Nov 17 - 23:29:42 - Quale sarà il segmento d'apertura di Smackdown? *spoiler*
21 Nov 17 - 23:26:12 - Randy Orton ha stabilito un nuovo record
21 Nov 17 - 23:23:18 - In lieve aumento gli spettatori di Raw
21 Nov 17 - 22:11:20 - AJPW World's Strongest Tag League 2017 (Day 2): risultati
21 Nov 17 - 22:06:55 - NJPW World Tag League 2017 (Day 4): risultati
21 Nov 17 - 22:05:13 - Annunciato rematch titolato per SmackDown
21 Nov 17 - 21:19:27 - Svelato il main event di Clash of Champions? *Possibile Spoiler*
21 Nov 17 - 19:42:17 - Nuova *Foto* di Paige
21 Nov 17 - 19:38:46 - Due wrestler di NXT erano nel backstage di Raw

Recensione WWE Great Balls of Fire 2017


Benvenuti all’appuntamento con la recensione di WWE Great Balls of Fire 2017. In realtà, più che una recensione è una riflessione su alcuni aspetti e punti del PPV che hanno attirato la mia attenzione, ma probabilmente mi sarete grati per avervi risparmiato il solito papiro in cui rischiano di trasformarsi le recensioni che si prendono troppo sul serio. Proprio come ogni volta, non darò i voti agli incontri, in quanto è un parametro di valutazione che non sono mai riuscito ad abbinare ai match di wrestling: preferisco fare le consuete considerazioni sui match e spero che il mio punto di vista risulti manifesto anche senza bisogno di assegnare dei voti. Vi chiediamo scusa se anche questa volte, come pure per la recensione di Money in the Bank, non vi allegheremo la consueta video-recensione, ma speriamo di riuscire a tornare a fornirvele con la recensione di Battleground.

Bray Wyatt Vs Seth Rollins

L’evento inizia con l’incontro fra Bray Wyatt e Seth Rollins. Ottimo opener che ci propone un match molto duro, nel quale Bray Wyatt mette in difficoltà per buona parte della contesa, eseguendo mosse d’impatto, fra le quali un Superplex, per spezzare il fiato dell’avversario e dettare il ritmo del match. Molto buono anche lo story-telling, con il guru della palude che evidenzia la sua “figura mistica” e, soprattutto nelle fasi iniziali del match, spezza la sicurezza di Rollins. Insomma, un buon opener che, grazie ad un finale non propriamente pulito, promette di essere solo l’inizio di una lunga faida.

Big Cass Vs Enzo Amore

Si continua con il match fra Big Cass ed Enzo Amore, uno squash molto breve nel quale Enzo Amore, oltre a qualche tentativo di opporsi alla netta predominanza e superiorità fisica dell’avversario, non riesce a fare niente di significativo. Un esito scontato che però ci ha tolto quella flebile speranza di vedere un Enzo amore più combattivo o, perlomeno, capace di resistere di più all’ormai ex compagno di Tag Team.

Hardy Boyz Vs Cesaro & Sheamus

Il terzo incontro del PPV ha visto gli Hardy Boyz fallire di poco l’assalto ai titoli di coppia di Raw, attualmente alla vita di Cesaro e Sheamus, in un Iron Man Match di ben trenta minuti. Incontro sicuramente ben costruito, con un’attenzione certosina per lo story-telling, caratterizzato da una perfetta alchimia di coppia degli europei, che hanno approntato tattiche e stratagemmi combinati davvero notevoli. Da notare come, nonostante gli Hardy Boyz abbiano perso a causa del gong che ha anticipato di poco lo schienamento che avrebbe potuto assicurargli il pareggio, gli attuali campioni siano sempre stati un passo avanti, senza mai farsi superare dagli sfidanti: un match combattuto ma con la bilancia sempre a favore, anche se di poco, di Cesaro e Sheamus. Nonostante la lunga durata (forse leggermente eccessiva) il match non ha praticamente presentato momenti morti, cosa che non è di certo facile da realizzare quando hai un minutaggio di 30 minuti e diversi schienamenti da gestire.

Alexa Bliss Vs Sasha Banks

Si prosegue con il match per il titolo femminile dello show rosso, in cui Alexa Bliss riesce a difendere con successo la cintura dall’assalto di Sasha Banks. Incontro nel complesso sicuramente positivo, con la campionessa in carica che trova nella Boss un ostacolo ben maggiore rispetto a quello rappresentato da Bayley, quantomeno per quello che riguarda i suoi ultimi tentativi di riprendersi il titolo. Ottima la gestione di Alexa, che ricorre più volte a stratagemmi, come fingere di essersi rotta un braccio, e tenta in diverse occasioni di abbandonare il match. Molti fan hanno criticato il finale, anche se, sinceramente, mi sembra la scelta più logica fra quelle che i booker avrebbero potuto fare: perdendo volontariamente per count-out, la Bliss ha mantenuto la cintura senza far perdere credibilità a Sasha, ma spianandole invece la strada per un altro match titolato. Unica pecca del finale è, effettivamente, una Boss che inspiegabilmente non scende per recuperare Alexa ed evitare il count-out (questa volta la campionessa non aveva tentato la fuga, restando semplicemente fuori dal ring) ma se ne sta ferma sul ring, per poi disperarsi quando l’arbitro è arrivato al conto di dieci. Appropriato e prevedibile il post-match, con Sasha che va ad aggredire la Bliss sullo stage e, dopo un breve scontro, riesce ad avere la meglio e reclama il titolo. Ora non ci resta che aspettare e vedere come proseguirà il feud fra le due ragazze.

The Miz Vs Dean Ambrose

Il quinto incontro della serata vede The Miz neutralizzare l’ennesimo tentativo di Dean Ambrose di riconquistare il Titolo Intercontinentale. Come in tutte le loro contese precedenti, il carisma e le ottima capacità da heel di The Miz riescono da sole a tenere in piedi un match capace di intrattenere e di regalare al pubblico uno spettacolo più che sufficiente. L’ennesima vittoria del Magnifico ottenuta grazie alle interferenze di Maryse e del Miztourage lascia intendere che il feud fra i due non è ancora concluso (e a questo punto inizio a dubitare che avrà mai una fine).

Braun Strowman Vs Roman Reigns

Si va avanti con il match che vede Braun Strowman e Roman Reigns affrontarsi in un Ambulance Match. Incontro molto duro che, dopo una breve fase iniziale, si è spostato sullo stage nei pressi dell’ambulanza. La contesa è stata condotta in modo appropriato alla stipulazione e non ci sono critiche da muovere per quello che riguarda la gestione del match. Le uniche riserve riguardano il finale, con uno Strowman formalmente vincitore ma di fatto sconfitto. Coraggiosa la scelta della WWE di inserire un post-match di coì forte impatto, con Reigns che schianta volontariamente l’ambulanza contenente l’avversario, dopo che in passato segmenti analoghi hanno suscitato reazioni scandalizzate in tutto il mondo (molti di voi ricorderanno ancora i media, fra cui quelli italiani, che urlarono all’omicidio dopo l’esplosione dell’auto di Vince McMahon). Ammetto che mi hanno fatto sorridere l’inutilità di Jamie Noble, che ha solo urlato per tutto il tempo senza fare niente di concreto, e l’intervento dell’US Force per aprire la porta dell’ambulanza, ma direi che nel complesso il segmento ha sortito il suo effetto.

Curt Hawkins Vs Heath Slater

Il penultimo incontro dello show vede Curt Hawkins soccombere contro Heath Slater in meno di due minuti. Ovviamente un match usato come semplice riempitivo, o forse neanche, essendo stato coperto dal segmento successivo all’incontro precedente. Insomma, un match così importante che non ci fanno neanche vedere il finale.

Brock Lesnar Vs Samoa Joe

Il main event dell’evento vede Brock Lesnar difendere con successo il WWE Universal Title dall’attacco di Samoa Joe. Incontro sicuramente diverso dagli ultimi match disputati da Brock Lesnar, che questa volta viene messo seriamente in difficoltà da un Samoa Joe che non aspetta nemmeno l’inizio del match prima di mettere le mani addosso all’avversario. Lo stesso Heyman appare sconvolto nel vedere il proprio in cliente in difficoltà come non lo era mai stato negli ultimi mesi (se non di più). Alla fine Lesnar riesce a riprendersi e tenere a terra Samoa Joe per un conto di tre grazie ad una sola F5. Ed è proprio qui che molti fan hanno espresso  la propria perplessità: Lesnar subisce per quasi tutto il tempo, sembra essere sul punto di crollare e poi gli bastano qualche suplex ed una sola F5 per portarsi a casa la vittoria? Effettivamente, la rapidità del suo exploit finale poco si concilia sia con le fasi precedenti del match sia con lo sguardo conclusivo carico di rancore che si lanciano i due: insomma, va bene che Samoa Joe ha messo in difficoltà Lesnar e va bene che quest’ultimo è tornato nel backstage in condizioni certamente non ottimali, ma per sottolineare la “quasi-impresa” di Joe e le difficoltà riscontrate da Lesnar, forse una fase finale più articolata non avrebbe guastato. Comunque, nel complesso, è un già un dato positivo non aver dovuto assistere all’ennesimo squash match per il titolo massimo dello show rosso.

In conclusione, evento nel complesso positivo, che riesce a intrattenere il pubblico grazie ad una varietà di stipulazioni che permette di offrire uno spettacolo vario. Dopo diversi PPV dal carattere altalenante, la WWE riesce a stabilizzarsi offrendo un evento che, fatta qualche piccola eccezione (come il “match-fantasma” fra Heath Slater e Curt Hawkins) propone match di qualità.

Recensione a cura di Edoardo Lolli.


Le altre Edizioni


commenti

ATTENZIONE dalla data 26/06/2015 si applicheranno i BAN su Disqus per i seguenti motivi :

- Minacce, violenza verbale gratuita e generalizzata
- Blasfemia, odio razziale
- SPAM

Per diatribe personali gli utenti sono invitati a risolvere privatamente le questioni oppure rivolgersi alle autorità competenti qualora ritengano di essere stati diffamati.
Non si interverrà rimuovendo commenti se non su ordine delle autorità competenti.

L'autore dell'articolo è Edoardo Lolli

Edoardo Lolli

L'autore di questo articolo è Edoardo Lolli
che ha pubblicato qui su #worldofwrestling 32 articoli

Altri articoli di Edoardo Lolli

^ Torna su