WWE Ritorno al passato: WWF 1993 (Gennaio-Marzo)

Dopo un fantastico 1992, iniziamo il racconto di un anno molto importante per la WWF. Per la prima volta la federazione si ritrova senza la sua stella principale, Hulk Hogan, ma ha perso anche Ultimate Warrior (dopo un breve ritorno), British Bulldog, Jake the snake Roberts, Sid Justice. Il titolo è nelle mani di Bret Hart, lottatore eccellente, ma molto diverso dai personaggi ai quali eravamo abituati, sia per peso, sia per carisma.
Sono rimasti Undertaker, Machoman (a mezzo servizio), Ric Flair, è rientrato Mr. Perfect, c’è Shawn Michaels in rampa di lancio, ed è arrivato il temutissimo Yokozuna.

Si comincia con la puntata di superstars del 2 gennaio, dove il clown prima ripropone a Marty Jannetty lo scherzo fattogli qualche tempo prima, ma stavolta il secchio col quale gli aveva gettato dell’acqua addosso è vuoto.
Il pagliaccio cattivo dovrà invece subire le ire di Crush, che lo infortuna al braccio per punirlo per aver colpito un bambino con una palla.

Bobby Heenan annuncia che alla Royal Rumble svelerà al mondo l’identità di una nuova grande superstar, per ora denominata sola “The Narcissist”, mentre veniamo informati che al ppv ci sarà l’incontro tra Beverly Brothers e Steiner Brothers, che debuttano il giorno dopo a Challenge.
Sempre durante challenge, Razor Ramon attacca Owen Hart, per provocare il fratello Bret in vista del loro match titolato che avrà luogo alla Rumble.

Per finire, assistiamo ad un’intervista condotta da Mean Gene Okerlund durante la quale Harvey Whippleman e Kimchee umiliano Kamala, causando l’intervento di Slick, che sprona il gigante ricordandogli che lui è un uomo, e deve essere trattato come tale.

A Prime time invece, va in scena un altro match heel vs heel (dopo quello tra Repo Man e Papa Shango). A prevalere è il campione intercontinentale Shawn Michaels, che sconfigge Skinner.

Il 4 gennaio, durante le registrazioni per le puntate di Challenge di fine mese – inizio febbraio (all’epoca si registrava un mese prima circa, e da una serata ne uscivano 3-4 episodi) Bret Hart sconfigge Yokozuna per squalifica, essendo stato colpito con la bandiera giapponese da Mister Fuji (l’incontro si può trovare nella vhs dedicata a The Hitman), Mister Perfect schiena Ric Flair grazie al perfect plex (questo si trova in “Invasion of bodyslammers”) mentre Undertaker prevale su Razor Ramon per count-out, in un match che è stato trasmesso anche da Tele+ 2 e poi inserito in “Smack’em whack’em”

Il 9 gennaio, invece, Bret Hart sconfigge Ric Flair mantenendo il titolo WWF al termine di un iron man match di 60 minuti. Col punteggio di 3 a 2 si porta a casa la vittoria nel primo vero incontro con questa particolare stipulazione (come nel caso del ladder match, anche questo sarà causa di rivalità tra Bret e Shawn Michaels negli anni, per la paternità della stipulazione in WWF)
Sempre nella stessa serata, i Nasty Boys sconfiggono i Money Incorporated vincendo le cinture. Tuttavia, l’incontro verrà fatto riprendere a causa di irregolarità nello stesso, e Dibiase/Irs riescono ad avere l’ultima parola (in molti house show del periodo i Nastys e i Money Inc. disputeranno incontri con questo finale)

La settimana successiva scopriamo,grazie ad un’intervista fattagli da Raymond Rougeau, che il clown si chiama Doink. Quest’ultimo si presenta con un braccio ingessato, conseguenza dello scontro avuto con Crush sette giorni prima.

Kamala viene nuovamente offeso dai suoi due manager, ma finalmente si ribella dopo che Kimchee ha colpito Slick.

Shawn Michaels vs Marty Jannetty viene ufficializzato per la Royal Rumble, col titolo IC in palio, e Sensational Sherri in un angolo neutrale.

Lunedì 11 gennaio è una data storica per il wrestling: in sostituzione di “Prime time wrestling” va infatti in onda “Monday Night Raw”, che ha la particolarità di essere in diretta (anche se non tutti gli episodi lo saranno).

Andiamo al 16 gennaio, la trasmissione è superstars, e Crush ha appena sconfitto un jobber. Doink gli si avvicina, e come gesto di distensione gli offre un fiore. Questa volta non sembrano essere scherzi dietro l’angolo, e infatti è così… purtroppo per l’hawaiano accade qualcosa peggiore di uno scherzo: Doink si toglie l’ingessatura, con la quale attacca alle spalle il rivale, colpendolo più volte alla nuca. Il pubblico è ammutolito, Crush viene portato fuori in ambulanza, e sarà costretto a saltare la rissa reale, nella quale nutriva ottime speranze.

Harvey Whippleman dichiara che non gli interessa di Kamala, in quanto la WWF non sarà più la stessa dopo che lui avrà gettato la “grande bomba”

Il giorno successivo, a Challenge, Mr. Perfect ha un confronto con Ric Flair, e lo accusa di averlo tenuto nell’ombra e di essere un codardo

Il secondo episodio di Raw vediamo Mr. Perfect attaccare Flair, mentre il Nature Boy sta affrontando El Matador. Ric sfida quindi Perfect ad un incontro da disputare la settimana seguente a Raw, col perdente che dovrà abbandonare la WWF, ricevendo ovviamente il consenso del rivale (nonostante non ci fosse ancora internet, era risaputo che Ric fosse pronto a tornare in WCW, infatti addirittura Dan Peterson durante la telecronaca italiana lo affermava).

Il 23 gennaio va in onda WWF mania e, durante il match tra Virgil ed Iron Mike Sharpe, il pubblico si scaglia contro il primo, gridando “Virgil sucks” e “Let’s go Mike”.

E’ il momento del ppv: Doink sconfigge Jim Powers nel dark match, mentre nel primo match trasmesso in tv, gli Steiners battono i Beverlys.

L’incontro per il titolo intercontinentale vede prevalere Shawn Michaels, che sfrutta un errore di Sherri, che colpisce Jannetty nel tentativo di mettere ko l’ex assistito. A fine match i 3 si daranno battaglia anche nel backstage.
Marty Jannetty, il 25 gennaio, viene trovato privo di sensi in stanza durante un house show, subendo così un nuovo licenziamento. Apparirà tuttavia in tv per una settimana ancora, nei match registrati prima dell’allontanamento.

Bam Bam Bigelow sconfigge facilmente Big Boss Man, e Bret Hart costringe Razor Ramon a cedere alla sharpshooter, dopo essere riuscito a liberarsi dalla Razor’s edge, divincolandosi con le braccia.
Bobby Heenan rivela a tutti che Narcissist, colui che è oltre la perfezione, è in realtà Lex Luger, che concentrerà le sue attenzioni su Mr. Perfect.

La rissa reale inizia con Ric Flair come primo partecipante, peggio ancora dello scorso anno, mentre il numero 2 è Bob Backlund, in una sfida che sa di amarcord.
I migliori momenti si hanno al 18° minuto, quando Mr. Perfect entra ed elimina Flair, poco prima di essere estromesso anche lui, per mano di The king Jerry Lawler (che era stato però già eliminato proprio da Perfect), ed al 30° minuto quando Undertaker si trova di fronte quella che si rivela essere la “grande bomba” annunciata da Harvey Whippleman: non annunciato, non iscritto alla rissa reale, sconosciuto anche ai telecronisti, ecco comparire un uomo di 2.30 metri, che abbatte facilmente Undertaker, lo elimina dalla rumble, e lo attacca continuamente fuori ring, lasciandolo esanime. Il becchino si riprenderà solo dopo l’intervento di Paul Bearer e della sua urna.
La vittoria va a Yokozuna, che getta oltre la terza corda prima Bob Backlund (l’ex campione WWF stabilisce il nuovo record di permanenza sul ring) dopo aver comunque rischiato la clamorosa eliminazione, e poi Randy Savage che, forse preso dalla stanchezza, cerca di schienare il mastodonte giapponese, subendo come risposta una forte spinta che lo scaraventa da terra direttamente fuori ring.
Yokozuna si guadagna così l’opportunità di sfidare il campione WWF Bret Hart a Wrestlemania IX, al Ceasar’s palace di Las Vegas, grazie all’apposita stipulazione, inserita per il primo anno per il vincitore della rumble (a torto si pensa che la stipulazione fosse in vigore dal 91, in quanto Hogan affrontò Slaughter a WM 7 dopo aver trionfato nella rissa reale, ma la scelta di Hulk fu fatta da Jack Tunney durante Main Event n° 5 del febbraio 1991, dopo sver scelto da una rosa che comprendeva anche Warrior, Savage e Duggan)

Il giorno dopo, a Raw (registrato però nella serata dell’episodio precedente, quindi addirittura prima della Rumble) Mr. Perfect sconfigge Ric Flair col Perfect plex al termine di un ottimo match, costringendolo a lasciare la federazione, che perde quindi un ulteriore main eventer.

Il 27 gennaio è una data triste per tutti gli appassionati di wrestling, e non solo: a 46 anni si spegne infatti Andrè the giant, colpito da infarto durante il sonno.

Nella stessa giornata, durante la conferenza stampa a Las Vegas, Bret Hart afferma che Ric Flair è sopravvalutato (questo darà il via a continui botta e risposta tra i due durante gli anni)

Il giorno prima, invece, a Fresno, Vince McMahon rilascia un’intervista ai media giapponesi, durante la quale afferma che il grande campione nipponico Genichiro Tenryu, parteciperà a Wrestlemania 9 (dopo aver già preso parte alla settima edizione, ed alla recente Royal Rumble) e che la WWF ha stretto un contratto di collaborazione con la WAR, federazione del sol levante.
Il 31 gennaio, durante Challenge, si assiste al debutto sul ring di Doink ,che sconfigge Bob East per sottomissione, e vi è la sfida di Jim Duggan a Yokozuna, prontamente accettata dal manager Mr. Fuji.

Il primo febbraio torna live Raw, col saluto ad Andrè the giant, e il ritorno di Brutus Beefcake che, intervistato da VinceMcMahon, ringrazia Hulk Hogan per averlo aiutato nelle difficoltà, specialmente dopo l’incidente alla faccia che l’aveva quasi paralizzato, e si dichiara pronto per tornare a combattere.
Successivamente, nonostante i tentativi di Jimmy Hart di farlo tornare sui suoi passi, Ted Dibiase sfida Beefcake ad un match, da disputarsi nella puntata del 15 febbraio (l’8 febbraio Raw non andò in onda)

Si assiste poi al debutto sul ring di Lex Luger, che distrugge uno sparring partner

Durante superstars del 6 febbraio, Hacksaw Jim Duggan riesce a trionfare su Yokozuna, in un match che prevedeva che Duggan avrebbe dovuto fare cadere al tappeto il gigante, con attacchi stile football americano.
Purtroppo per lui, nonostante sia riuscito nell’impresa, deve subire gli attacchi del giapponese, che lo colpisce con tre banzai drop, costringendolo ad uscire in barella

Il 10 febbraio, a Dortmund in Germania, durante un tour di qualche giorno in Europa, combatte il suo ultimo match in WWF Ric Flair, sconfitto da Bret Hart.

Dopo l’annuncio avvenuto qualche tempo prima, il 12 febbraio si aprono le prevendite per il tour WWF in Italia del 1993, che si sarebbe svolto il 25 aprile al Forum di Assago di Milano

Nell’episodio di superstars del 13 febbraio, vengono annunciati due match per Wm9: Crush (che rientra proprio in questa puntata) vs Doink, e Giant Gonzalez vs Undertaker.

Tatanka schiena il campione intercontinentale Shawn Michaels, purtroppo per lui la cintura non era però in palio. (Durante questo match vi è il debutto della nuova canzone di Shawn, nella quale è lui stesso a cantare, al posto di Sherri)

Per completare, Giant Gonzalez vince un 3 contro 1 handicap match contro tre jobber.

A challenge, dopo aver sconfitto Typhoon, Razor Ramon sfida Mr. Perfect, provocando la reazione di quest’ultimo, ed innescando quindi una rissa tra i due.

In un dark match avvenuto sempre durante la stessa serata (registrata il 26 gennaio) i fratelli Hart, Bret & Owen, riescono a prevalere sui campioni di coppia Money Inc., ma senza che il titolo fosse in gioco.

A Raw (live) deve andare in onda una battle royal a 16 uomini, ma da questa viene escluso Giant Gonzalez, dopo che gli altri partecipanti hanno minacciato di non prendervi parte nel caso ci fosse il gigante.
La vittoria va a Razor Ramon, che approfitta dell’interferenza proprio di Gonzalez che, come alla Rumble, elimina gli avversari (questa volta Tatanka ed El Matador) pur non essendo un regolare iscritto. Ramon riesce invece a sfuggire dall’attacco del protetto di Whippleman.
In questa battle royal va segnalata l’eliminazione di Michaels ancora ad opera di Tatanka.

Il ritorno sul ring di Brutus the barber Beefcake va nel peggiore dei modi: viene infatti attaccato da Irs, e poi colpito al volto (ricostruito dopo un reale incidente accaduto nell’agosto 1990 mentre faceva sci acquatico) dalla valigetta dell’esattore del fisco, nonostante Jimmy Hart abbia cercato di evitare il pestaggio.
Questo porterà alla separazione tra i Money Inc. e il loro manager, mentre a fine show viene annunciato che Beefcake non ha subito grossi danni, e che il suo amico Hulk Hogan sarà presente la prossima settimana a Raw.

Il 18 febbraio un’altra morte scuote il mondo del wrestling, quella di Texas Tornado Kerry Von Erich, suicidatosi sparandosi un colpo in testa all’età di 33 anni. Da sempre vittima dell’abuso di droghe, questo aumentò dopo un terribile incidente in moto, durante il quale perse una gamba. Nonostante l’amputazione, continuò a lottare con una gamba artificiale, ma i fortissimi dolori rendevano necessarie continue assunzioni di droghe e antidolorifici.
(Per una coincidenza, la sua scomparsa combacia col ritorno di Brutus, che fu sostituito proprio da Tornado nel match contro Perfect valido per il titolo IC a Summerslam 90, quando Beefcake subì l’incidente)

A superstars, il 20 febbraio, un report speciale informa che Beefcake si è rotto il naso, e sarà al fianco di Hogan due giorni dopo a Raw.

La moglie di Duggan invece, rilascia un’intervista dove afferma che non vuole che il marito torni a lottare, dopo l’infortunio provocatogli da Yokozuna

Mr. Perfect vs The Narcissist; Shawn Michaels vs Tatanka con in palio il titolo intercontinentale, e Steiner Brothers vs Headshrinkers sono ufficializzati per wrestlemania.

Bam Bam Bigelow sconfigge Earthquake per count – out, dopo che il canadese colpisce il paletto del ring nel tentativo di eseguire uno splash (per Earthquake sarà l’ultima apparizione per un anno circa)

Durante challenge i Money Incorporated difendono le cinture dall’assalto degli High Energy: dopo pochi minuti Koko B. Ware si infortuna ad una gamba e deve lasciare la contesa, accompagnato nel backstage da due arbitri. Owen vincerà l’incontro per squalifica, in quanto i campioni in carica continueranno a colpirlo contemporaneamente in 2 contro 1. Solo l’intervento di Bret Hart interrompe l’attacco.

Ed eccoci a Raw del 22 febbraio, data che segna il ritorno sulle scene di Hulk Hogan, osannato dai fans. Durante l’intervista condotta sul ring da Vince McMahon, Hulk annuncia che è tornato in WWF per restarci!
Introduce poi Brutus Beefcake, e dopo aver elogiato quello che ha sempre considerato un nemico, Jimmy Hart, lo ringrazia pubblicamente, dichiarando che i fan saranno shockati, perchè annuncia che Jimmy Hart è il loro nuovo manager!
Hart fa il suo ingresso e dichiara che firmerà dei contratti per dei match singoli e di coppia tra loro e i Money Incorporated. Inoltre, Hogan afferma che il team tra lui e Brutus prende il nome di MegaManiacs.

Nella stessa puntata, Tatanka schiena ancora Shawn Michaels, questa volta in match 3 vs 3, in coppia con i Nasty Boys contro Shawn e i Beverly Brothers.

L’incontro tra Undertaker e Skinner vede prevalere il primo, ma la trasmissione termina prima che l’incontro finisca (verrà fatto vedere a superstars e nella puntata successiva di Raw)

Superstars del 27 febbraio segna l’ultimo match di Big Boss Man per oltre 5 anni. Il poliziotto vince il match contro Doink con una decisione rovesciata. Il clown aveva infatti vinto il match, ma dopo aver gettato una strana sostanza verde sulla faccia di Boss Man. L’arbitro, vedendo la faccia di quest’ultimo, ha quindi capito la situazione e squalificato Doink

Marzo inizia con una puntata di Raw, dove i Money Incorporated sfidano Hogan & Beefcake ad un match da disputarsi a Wrestlemania.
Nell’episodio di superstars seguente, i MegaManiacs accettano la sfida lanciata loro da Dibiase & Irs, con i Nasty Boys che rinunciano volontariamente al loro diritto di affrontare i campioni durante il ppv, consentendo così ad Hogan & Brutus di avere una chance titolata

Viene inoltre annunciato Bob Backlund vs Razor Ramon sempre per wrestlemania

Il 9 marzo, durante le registrazioni di challenge, i MegaManiacs sconfiggono i Beverly Brothers, dopo che Hogan ha colpito Beau con il megafono di Jimmy Hart, dimostrando di essere pronti ad utilizzare ogni mezzo per portarsi a casa la vittoria. L’incontro verrà trasmesso in Italia dopo wrestlemania, e si può trovare nella vhs “Grudges, gripes & grunts”

Il giorno prima, mentre si svolgevano i taping di superstars, Bret Hart aveva schienato Bam Bam Bigelow con un victory roll (lo stesso che userà poi nella data di Milano e a king of the ring), e Undertaker aveva prevalso su Yokozuna per squalifica, dovuta al fatto che il giapponese aveva lanciato ripetutamente il sale negli occhi di Taker.
Il primo match è contenuto nella vhs “bret Hart: his greatest match”, il secondo in “Bashed in the USA”, “The Undertaker: His Gravest Matches”, e in “German Fan Favorites”

L’11 marzo scompare anche Dino Bravo, ucciso in Quebec da una banda di sicari, probabilmente per motivi riconducibili ad un contrabbando di sigarette. Aveva 44 anni.

A challenge del 14 marzo va in onda un segmento con i MegaManiacs, e si nota Brutus Beefcake con una maschera protettiva, che sarà utilizzata a Wrestlemania per difendersi da eventuali attacchi portati con la 24 ore di Irs. Hogan, come prova, colpisce Brutus al volto con una valigetta simile a quella del rivale.

Anche Kamala contro Bam Bam Bigelow viene ufficializzato per l’evento in pay per view (non andrà poi in onda a causa della mancanza di tempo)

Harvey Whippleman dichiara che Giant Gonzalez avrebbe dovuto affrontare tra i 10 e i 30 wrestlers in questa puntata, ma tutti sono fuggiti

Il 22 marzo, durante Raw, viene proiettato un video tratto dai Michael Landon’s award (un premio dedicato all’attore, scomparso due anni prima, e conosciuto per le serie “La casa nella prateria”, “Bonanza” e “Highway to Heaven”) durante il quale Hulk Hogan presenta Vince Mc Mahon come suo eroe e suo capo, mentre viene consegnato al proprietario della federazione un premio speciale in memoria dell’attore

Viene anche annunciato che Andrè the giant è il primo introdotto nella hall of fame della WWF.
Il match nel quale i Bushwhackers battono Damien Demento & Repo Man, diventerà l’ultimo match lottato da quest’ultimo.

Lo special March to Wrestlemania IX, in onda il 28 marzo, vede Yokozuna e Bret Hart siglare il contratto per il match valido per il titolo WWF. Dopo le firme, Yoko scaglia il tavolo contro Bret, per poi continuare a colpirlo e a schiacciarlo col Banzai drop. Il tutto sotto gli occhi di Jack Tunney.
Yokozuna dimostrerà ancora la sua forza poco dopo, schienando Machoman con un belly to belly suplex e, a match concluso, chiudendo anche lui nel banzai drop.

Con queste premesse, vi rimando al prossimo numero, con gli avvenimenti di Wrestlemania 9

Ora le classifiche:
1) Bret Hart; 2) Yokozuna; 3) Shawn Michaels; 4) Mister Perfect; 5) Tatanka; 6) Bam Bam Bigelow; 7) Undertaker; 8) Razor Ramon; 9) Giant Gonzalez; 10) Marty Jannetty; 11) Machoman; 12) Doink; 13) Narcissist Lex Luger; 14) Bob Backlund; 15) Crush

Coppie: 1) Money Inc.; 2) Steiner Brothers; 3) Mega Maniacs; 4) Nasty Boys; 5) High Energy

Debutti: Lex Luger; Giant Gonzalez; Tenryu (solo qualche match); Carlos Colon (solo per la Rumble); Doink (in ring); Jerry the king Lawler (in ring)

Ritorni: Brutus the barber Beefcake
Addii: Ric Flair; Earthquake; Big Boss Man; Marty Jannetty; Repo Man

Royal Rumble 1993 voto 7
The Steiner Brothers battono the Beverly Brothers via pin 6.5
Shawn Michaels detiene il titolo di campione intercontinentale schienando Marty Jannetty. 7.5
Bam Bam Bigelow schiena the Big Boss Man. 5
Bret “Hitman” Hart detiene il titolo WWF battendo Razor Ramon per sottomissione. 7
Yokozuna vince la Royal Rumble 7.5

 

Daniele Fusetto “Fuso81”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *