NJPW 2-3-4 Giugno 2005: Recensione del tour New Japan Pro Wrestling in Italia

NJPW 2-3-4 Giugno 2005: Recensione del tour New Japan Pro Wrestling in Italia

(Data originale di pubblicazione: 10 Ottobre 2009)

Benvenuti amici al recap degli splendidi show della NJPW, da Catania e Milano. per voi, inviato, Hitman 82, fiero di essere qui ad assistere alle gesta di grandi del wrestling quali Liger e Tiger Mask IV

Ma passiamo ai risultati:

Show del 2 Giugno, da Catania:

– Koji Kanemoto & Ultimo Dragon beat Jado & Toru Yano
– Hiroshi Tanahashi defeated Togi Makabe
– Catch Wrestling Rules: Yuji Nagata battled Osamu Nishimura to a 5 round draw
– Manabu Nakanishi beat Yutaka Yoshie
– Tiger Mask IV defeated Gedo
– Masahiro Chono/Jushin Thunder Liger/Scott Norton beat Wataru Inoue/Shinsuke Nakamura/Hiroyoshi Tenzan

Show del 3 Giugno, da Catania:

– Koji Kanemoto & Ultimo Dragon beat Jado & Gedo (via Ankle lock di Kanemoto)

– Masahiro Chono & Togi Makabe beat Osamu Nishimura & Takashi Iizuka (via Shining Wizard di Chono)

– Yutaka Yoshie beat Toru Yano (via Big Splash)

– Yuji Nagata & Manabu Nakanishi beat Shinsuke Nakamura & Hiroshi Tanahashi (Nakanishi pin su Tanahashi dopo la Hercules Cutter )

– Scott Norton & Jushin Thunder Liger beat Hiroyoshi Tenzan & Tiger Mask (via Powerbomb di Norton su Tenzan)

Show del 4 Giugno, da Milano:

– Gedo & Jado beat Koji Kanemoto & Erik Isaksen
– Togi Makabe beat Osamu Nishimura
– Hiroshi Tanahashi beat Toru Yano
– Manabu Nakanishi, Yuji Nagata & Masahiro Chono beat Yutaka Yoshie, Takashi Iizuka & Shinsuke Nakamura
– Tiger Mask & Ultimo Dragon beat Black Tiger & Jushin Liger
– IWGP Heavyweight Title: Hiroyoshi Tenzan (C) beat Scott Norton

COMMENTI:

Bene, il vostro inviato ha potuto assistere ad uno di questi show, quello del 3 Giugno a Catania, e quindi su quello mi soffermerò più a lungo. Nondimeno parlerò anche degli altri spettacoli. La prima data del tour ha raccolto 1800 spettatori, e a quanto si è potuto sapere, i più acclamati, come in tutto il tour, sono stati Ultimo Dragon e Tiger Mask, complici presenze in WWE per il primo, e il cartone animato ancora trasmesso nel Catanese dell’Uomo Tigre. Spettacolo intervallato da balletti, con la presenza ad inizio show di match della italiana XIW, che hanno riscosso anch’essi buon successo. Nel main event della serata, causa un poderoso Chokeslam di Norton, si infortunia Inoue, cosa che modificherà i piani per le card delle serate successive. Si sono segnalati per la bravura tecnica Kanemoto, Dragon, Jado e Gedo, Makabe e Tanahashi, e come è quasi ovvio Tiger Mask; deludente invece il match tra Nagata e Nishimura.

Lo show del 3 Giugno, si è caratterizzato per la mancanza degli atleti XIW e degli stacchetti della prima serata. Partendo dal primo incontro, nella cornice del Palacannizzaro abbastanza colmo, tranne qualche vuoto, ma davvero poca roba, subito grande spettacolo, con i membri del CTU, Jado e Jedo, che affrontano un Ultimo Dragon davvero in forma e un ottimo Kanemoto. Quest’ultimo mostra tecnica sopraffina, tentando più volte la Ankle Lock, fino ad arrivare a vincere ptroprio tramite la submission. Intanto Dragon aveva dato spettacolo, volando fuori dal ring e mostrando bei colpi aerei. match comunque rapido, ben costruito, con fase iniziale e finale per i face, centrale di dominio degli heel, davvero ottimi nel loro ruolo. Direi un buon match, forse il più bello della serata.

Ancora CTU nel secondo match, davvero in gran spolvero, con Chono davvero bravo a tenere la scena. La scuola NWO gli ha fatto davvero bene, e sebbene il match non abbia un gorssissimo ritmo, si mantiene su un buon livello, fino a giungere alla shining wizard finale. Buon match, cotruito bene e secondo logica, anche se il pubblico di non appassionati rumoreggia, aspettando azioni più spettacolari.

il tezo match vede Yoshie divenire il beniamino di Catania, assieme a Tiger Mask e Dragon. Buon match, dove malgrado la mole del face, soprende La Belly to belly di Iano. Fasi hardcore, col pubblico che accorre sotto il ring a vedere Iano che prende a bastonate il povero Yoshie. Questi prova poi anche uno splash dall’angolo, fallendo. Comunque il face arriva alla vittoria con una avalanche sull’avversario, seguita da una sting kace e poi da un Big Splash, per guadaganrsi il meritato applauso, malgrado l’inguardabile costume rosa da lottatore di greco/romana.

Il match successivo si aggiudica il premio come miglior match della serata, assieme a quello di Dragon e Kanemoto. Nagata e Nakanishi vincono meritatamente, dato lo stradomino per tutto il match, ma il duo di face non ha affatto demeritato, mostrando anche buone cose davvero, tecnica sopraffina, double standing moonsault, moonsault dall’angolo e voli tipici da pesi leggeri. Ma è Nakanishi a mettere in campo il suo dominio fisico, dopo che Nagata aveva anche colpito con ottime combinazioni di High Kick e di Exploder Suplex. Dopo vari Lariat, Nakanishi finisce su Tanahashi con la sua Hercules Cutter. IL dubbio è: ma i titoli sno passati di manno o no, dato che il match è stato presentato per i titoli, ma poi non se ne è detto più niente?

L’ultimo match vede fronteggiarsi Lyger e Norton da un lato, L’idolo delle folle Tiger Mask, accompagnato dalla sigla del cartone animato in Italiano, e Tenzan, dall’altro. Match che un pò delude, per lunghezza e azione. Lyger fa davvero il minimo sindacale, tranne dei tilt a whirl backbreaker e poco altro. Norton domina sul ring, mettendo in difficoltà Tiger Mask per tutto il match, finendo a terra solo per mano di Tenzan. Questi viene però fermato nel suo momento migliore da una interferenza di Black Tiger, presente a bordo ring; fasi concitate, volo di Tiger Mask su Lyger fuori ring. Intanto norton schiena pulito Tenzan dopo una Powerbomb, facendo suo il match. Nel post match attacco ai danni dei face, e run in di Inoki, che fa piazza pulita con un bastone.

Da notare: le acclamazioni per i volti noti, e però anche i silenzi per i volti scocnosciuti ai più; il palazzetto gremito, tranne qualche vuoto, ma anche la scarsa organizzazione di chi, in pre-vendita, aveva fatto prenotare i biglietti con una numerazione, poi modificata. Yoshie davvero acclamato, ma soprattutto Tiger Mask e Dragon. Infine, Inoki con sciarpa rossa e cravatta verde su camicia bianca,a formare la bandiera Italiana! Buono show, forse poco spettacolare per il pubblico italiano, ma ben costruito. Del tutto assenti però i lottatori Italiani, per motivi da chiarire, e i balletti che avevano allungato lo show del giorno prima.

L’ultimo show, a Milano, vede Tenzan affrontare nel Main event Norton, per la difesa del suo titolo di campione.

Il primo math vede l’unico atleta non NJPW, Isaksen, shienato da Gedo, via Gedoclutch, quasi un omaggio all’Italia, vista la contemporaneità con il match di calcio Italia Norvegia. Notevole nel resto della serata, il match tra Tanahashi e Yano nell’openweight tile league, sancito con grandi aspettative già in Giappone (vittoria per Tanahashi, davvero ottimo wrestler), il backdrop di Nagata sull’enorme Yoshie, che procura la vittoria al suo team. Piatti forti della serata sono stati però il quinto e il sesto match. Prima Tiger Mask e Ultimo Dragon contro Lyger e Black Tiger (già presente a Catania), hanno dato spettacolo, con vittoria finale per i face; poi, nel main event, Tenzan vince l’epica sfida con Norton, via moonsault.

Show ottimo, ma con meno pubblico del previsto, causa la partita già citata, e lo show EWF a Roma. Comunque la NJPW si conferma seconda forza mondiale nel wrestling, con grande spettacolo, personaggi notissimi e buon seguito di pubblico anche ne lontano occidente.

Hitman82

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *