Flashback: WWE Spotlight #10 29/12/2009

Azioniamo la macchina del tempo e torniamo a setti anni fa.
Nel 2002 la allora World Wrestling Federation diventa l’attuale World Wrestling Entertainment, via la (F) e subentra la (E)…(E) come Entertainment, (I) come Intrattenimento.
Ri-azioniamo la macchina del tempo e torniamo nel 2009.
Nonostante siano passati diversi anni, tutt’oggi quella maledetta lettera finale è fonte di discussioni. Alcuni affermano che la causa di show scadenti e poco producenti stia proprio nell’imporre forzatamente ed in maniera eccessiva la concezione di quella E…

…no, non sono d’accordo.

L’intrattenimento è sempre stato parte integrante del mondo del wrestling, nella WWF ha sempre trovato il suo spazio e i tanti criticati segmenti comici e personaggi clown all’epoca erano ben apprezzati riscuotendo successo e popolarità.
Come non citare il manager Bobby Heenan? Ne combinava di tutti i colori e nella primissima puntata di Raw passò da un travestimento all’altro tra le risate della gente. Vogliamo parlare di Doink? Il pagliaccio che durante gli incontri faceva uso di trucchi da circo per portare un sorriso a noi fans, sopratutto ai più piccoli. Ricordate i Bushwackers? Mitico tag team con uno stile di lotta del tutto discutibile ma vincente per il pubblico che li amava e li adorava.
Con l’andare degli anni la storia non è cambiata. Nel nuovi millennio c’è The Rock che vede in The Coach il pupazzo da prendere continuamente per i fondelli, c’è la D-Generation X con i suoi sketch vietati dal linguaggio scurrile vietato ai minori, c’è il duetto formato da Stone Cold Steve Austin e Vince McMahon in scene da Benny Hill.
E se proseguiamo ecco Billy & Chuck con la loro omosessualità, il spinto Hot Lesbian Action proposto da Eric Bischoff, la gara dei rutti con Austin a farne da padrone e Mae Young nelle vesti di una vecchietta arrapata insaziabile.
Oggi i personaggi sono cambiati, le situazioni anche, ma una cosa è rimasta immutata: L’INTRATTENIMENTO!
Il wrestling si è sempre basta sul concetto di intrattenimento, è stata proposta in tante sfaccettature ma non ha mai perso il suo appeal, perché disprezzarlo quando è stato di anno in anno uno dei punto di forza? Personaggi come Hornswoggle e Santino Marella sono degli autentici ed eccellenti intrattenitori, non avrebbe senso abolirli e farli sparire dalle scene, vanno valorizzati per il loro talento e la famosa E è presente nel loro DNA. Scene divertenti dove ridere è la cosa primaria da fare non è una bambinata. Magari un personaggio può apparirci ridicolo e patetico ma lo stesso personaggio può apparire divertente e spassoso per altri.
Il wrestling è essenzialmente intrattenimento, uno è dipendente dall’altro, separarli è impossibile.

Nonostante il periodo festivo, la WWE ha deciso di non fermarsi e continuare con i suoi show. Sia Raw che Smackdown hanno portato in scena il Natale con abiti festivi e gag da cinepattone come da tradizione, nulla di scandaloso e inappropriato, sarebbe stato sciocco illudersi di assistere a grandi eventi con colpi di scena e incontri da urlo.
Ma la WWE è la WWE e nonostante il 2010 sia alle porte l’anno non si è ancora concluso e per la prossima settimana è stata sancita la rivincita tra Sheamus e John Cena…questo sì che è un colpo ad effetto, un colpo che detronizza e smentisce il concetto di una fed più interessata all’intrattenimento che al wrestling.
Sia Cena che Sheamus hanno spazzato via Swagger e MVP molto facilmente e per lo scontro del prossimo RAW non sono da escludere sorprese…

Episodio della ECW totalmente incentrato sul torneo che andrà a proclamare lo sfidante al titolo detenuto da Christian. Alta qualità nel main event tra Swagger e Yoshi Tatsu, mentre discreta la contesa tra Goldust e Vance Varcher. Passaggio del turno per l’ex Lance Loyt e il nipponico che vanno ad aggiungersi ai già qualificati Kane ed Ezekiel Jackson.
Per il vincitore finale mi sento in dovere di rivedere il mio pronostico e dico Jackson per via della storyline in atto e del push che sta ricevendo a discapito di quel CM Punk che potrebbe dire la sua nella rissa reale.
E a proposito di “intrattenimento” voglio spendere due parole per l’Abraham Washington Show. Il ragazzo di colore è veramente un portento al microfono e con la complicità di Tony Atlas il talk show è diventato una vera priorità ed un marchio per l’ECW. Saper “intrattenere” il pubblico è una delle principali doti per sfondare. Fino ad ora non lo abbiamo mai visto calcare un ring ma se dovesse accadere e se sarà altrettanto abile potrebbe essere proprio lui la rivelazione del 2010.
Infine sa segnalare l’addio di Tommy Dreamer, ultimo baluardo della vecchia fed, che rivedremo per l’ultima volta nel bran extreme la settimana prossima. Sarà una perdita indolore ed ininfluente per le sorti della stessa ECW che secondo voci di corridoio subirà un notevole cambiamento proprio a partire dall’anno nuovo.

Smackdown che televisivamente cadeva nel giorno di Natale ha comunque avuto delle sue momenti degni di nota.
La sfida tra Undertaker e Rey Mysterio viveva sulla sua epicità in quanto i due non si erano mai affrontati prima e di fatti la contesa è stato a tratti spettacolare. L”intervento finale di Batista non fa altro che fomentare il feud e in ottica Royal Rumble niente è da escludere. Da evidenziare la prestazione di quel Rey tanto bistrattato e odiato solo per essere un eroe lodato dal mondo dei più piccoli, colpevole di portare nelle arene dei bambini pronti a tifarlo e abbracciarlo tanto da definirlo senza talento…pollice in giù per dimostrare tutto il mio dissenso…
Scontro generazionale tra la DX e la Hart Dynasty in attesa della bomba pronta ad esplodere il 4 Gennaio. I due giovincelli hanno condotto l’incontro in maniera impeccabile senza sfigurare di fronte a due colossi sacri come HBK e HHH. Nonostante la sconfitta hanno messo in mostra il loro talento e la loro complicità che aumenta e guadagni punti di settimana in settimana. Natalya sta prendendo piede nella figura del manager intervenendo durare gli incontri arrivando persino a colpire gli avversari eseguendo delle moves. Sembra proprio che ai tre manchi un ultimo tassello per la definitiva consacrazione, chissà chi sarà mai?!?
Nella categoria femminile qualcosa si sta muovendo, se da una parte c’è il continuo accanimento sulla forma fisica della James da parte della McCool e di Layla, dall’altra parte c’è il coinvolgimento di Beth Phoenix che se per il momento appare un alleata della campionessa ciò non esclude a priori che prima o poi possa accanirsi su Michelle ed entrare nelle grazie del pubblico come nuova eroina, così come accadde per Chyna.Per oggi è tutto, il prossimo appuntamento è fissato per il primo dell’anno con le novità che hanno preso piede nel 2009.

 

Girolamo “The Great One” De Nicolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *