WWE Ritorno al passato: WWF 1994 (Ottobre-Dicembre)

WWE Ritorno al passato: WWF 1994 (Ottobre-Dicembre)

L’8 ottobre, a superstars, fa il suo ritorno King Kong Bundy, che si sbarazza facilmente del jobber di turno (stavolta non chiede il conteggio di 5 come accadeva nel periodo 85-86)

Nella stessa puntata, Bob Backlund è ospite dell’Heartbreak hotel di Shawn Michaels, dove dichiara che lui non hai mai perso il titolo WWF, visto che questo non può cambiare di mano per il lancio dell’asciugamano (come fece il suo manager Arnold Skaaland durante il match del 26-12-1983, in cui Bob perse la cintura contro Iron Sheik, e sfida Bret Hart ad un match titolato

Il 10 ottobre, a challenge, Lex Luger ha la meglio su Bam Bam Bigelow, schienandolo con un roll-up dopo uno scontro fortuito tra Tatanka e la “bestia dell’est”

Il 14 ottobre, la fondazione Make-a-wish onora, a San Diego, Hulk Hogan per le aver superato le 200 visite ai bambini bisognosi. La WWF risponde con un house show per raccogliere fondi da destinare all’organizzazione

Durante superstars del 15 ottobre, Vince McMahon intervista Skaaland, il quale si dice dispiaciuto nei confronti di Backlund, e che lui gettò l’asciugamano per il suo bene, per salvargli la carriera. Bob appare e dice al suo ex manager di essergli costato il titolo, e poi lo imprigiona nella ChickenWing, fino all’arrivo di Bob Holly, che sucessivamente lo sfida ad un match per la settimana successiva

Il 21 ottobre, in un house show a Montreal, Jacques Rougeau schiena Pierre Oulette (ex compagno nei Quebecers) in quello che sarebbe dovuto essere il suo match di ritiro (tornerà poi in WCW qualche anno dopo, proprio in coppia con Pierre). Questa sarà l’ultima apparizione di Johnny Polo / Raven in WWF sino al 2001

Il 22 ottobre, a superstars, Backlund sconfigge Bob Holly con la Chicken Wing, e 1-2-3 kid batte un giovanissimo Chris Kanyon. Inoltre, Doink ed i suoi 2 midget sono ospiti all’HBK Hotel, dove introducono il quarto nanetto

Nell’episodio di Raw del 24/10, il campione intercontinentale Razor Ramon batte Yokozuna per count-out, dopo la fuga del giapponese alla vista della bara

A superstars del 29 ottobre vengono annunciati i matche per Survivor Series: The Million $ Team di Ted Dibiase vs Guts & Glory di Lex Luger; Undertaker vs Yokozuna in un casket match con Chuck Norris come rinforzo speciale, per evitare gli avvenimenti della Royal Rumble, dove altri 10 lottatori interferirono attaccando il becchino; The Bad Guys (Razor Ramon, 1-2-3 Kid, British Bulldog & the New Headshrinkers) vs Teamsters (Owen Hart, Jim Neidhart, Jeff Jarrett, Shawn Michaels & Kevin Nash; viene poi annunciato che Backlund ha richiesto la stipulazione speciale del submission match per l’incontro con Bret Hart

Raw del 31 ottobre vede Undertaker & Paul Bearer ospiti del King’s Court di Jerry Lawler, e Lex Luger sconfiggere Bob Backlund per squalifica, causata dall’intervento di Tatanka, avvenuta però mentre Bob era riuscito ad imprigionare Lex nella Chicken Wing. Successivamente, Randy Savage interviene in aiuto di Luger, ma rimane anch’esso vittima della mossa di sottomissione di Backlund

A superstars del 5/11, Bret Hart accetta la stipulazione del submission match richiesta da Bob Backlund

Nella puntata di raw del 7 novembre, Bret Hart & British Bulldog battono il team composto da Owen Hart & Jim the anvil Neidhart (il match è incluso nel dvd: “Hart & Soul – The Hart Family anthology”)

Le registrazioni di challenge, avvenute a Bethleham il 9 novembre sono caratterizzate dalla presenza della troupe del programma American Journal, che esegue riprese esclusive nel backstage, ed interviste nell’ambito del processo steroidi. Nella trasmissione sarà trasmesso anche un intervento dell’ex lottatore David Schultz, che giudica il test anti-droga della WWF uno scherzo

Nell’episodio di superstars del 12 novembre, Vince Mc Mahon conduce un’intervista con Yokozuna ed il suo staff, col mastodonte che si spaventa quando viene pronunciata la parola “casket” (bara)

Il match tra gli Smoking Gunns vs Tatanka & Bam Bam Bigelow termina in doppia squalifica, quando intervengono gli altri partecipanti al loro match di Survivor Series

Il 14/11, a Raw, Bob Backlund sconfigge 1-2-3 kid grazie alla Chicken Wing. A fine match, interviene Bret Hart, che viene imprigionato nella micidiale presa di Backlund. Successivamente, Bret riesce ad applicare la Sharpshooter sul rivale

Schienando Brooklyn Brawler, fa il suo debutto in WWF Aldo Montoya

Mentre va in scena il match tra Adam Bomb ed un jobber, nell’episodio di Raw del 21 novembre, viene annunciato che la sera precedente, a Tokyo, Bull Nakano si è laureata nuova campionessa femminile, schienando Alundra Blayze

23 novembre 1994: ottava edizione di Survivor Series, che si apre col match tra Razor Ramon, the 1-2-3 Kid, British Bulldog & the New Headshrinkers contro  Shawn Michaels & Diesel, Jeff Jarrett, Owen Hart & Jim Neidhart.

Ci vogliono 13 minuti per vedere la prima eliminazione, che tocca a Fatu per mano di Diesel, che subito dopo elimina anche 1-2-3 kid e Sionne, ripetendo i fasti della Royal Rumble. Sul 5-2 l’impresa per i Bad Guys è quasi impossibile, e peggiora con l’eliminazione per count-out di British Bulldog, ma accade l’impensabile: Shawn Michaels per errore colpisce con un superkick Diesel, che si infuria e cerca di inseguire il compagno, con gli altri 3 membri del team che provano a farlo tornare sul ring, ma ottenendo così un quintuplo conteggio fuori, che regala letteralmente la vittoria a Razor Ramon

Nel secondo incontro, Jerry the king Lawler e i suoi midget sconfiggono Doink ed il trio di clown nanetti. Match inutile ed orrendo, ai livelli di quello dell’anno prima con protagonista sempre Doink, che da face è vergognoso.

Si arriva così al match valido per il titolo WWF: dopo un’interferenza di Owen Hart, il “secondo” di Bret Hart, cioè British Bulldog, si infortuna nel tentativo di inseguirlo per ristabilire la giustizia. Così facendo non può lanciare l’asciugamano per interrompere la presa di Bob Backlund. Dopo ben 9 minuti di letale Chicken Wing, il minore dei fratelli Hart sembra pentito e addolorato nel vedere Bret soffrire così, ed allora convince la madre Helen a gettare lei la spugna, salvando Bret ma costandogli il titolo. Avviene così uno dei più inaspettati cambi  di cintura (per quando Helen non avrebbe avuto potere di lanciare l’asciugamano) che corona Backlund in un periodo nel quale la WWF manda in onda spot che promuovono la New generation contro la vecchia (questo anche per colpire la WCW, dove erano finiti i vari Hogan, Flair, Savage) .

Owen festeggia la sconfitta di Bret, dimostrando come il suo atteggiamento fosse completamente falso

Nell’ultimo match in stile survivor series, Tatanka, Bam Bam Bigelow, King Kong Bundy & the Heavenly Bodies sconfiggono Lex Luger, Adam Bomb, Mabel & the Smoking Gunns. Subito eliminato Tom Prichard, schienato da Mabel, che però poco dopo viene contato fuori dopo un colpo di Bigelow. Grazie all’aiuto di Bundy, Bigelow schiena Adam Bomb, ma ci pensa Lex Luger a riportare in parità l’incontro, schienando Jimmy Del Ray. Prima Tatanka e poi Bundy eliminano i fratelli Gunn, lasciando quindi il solo Luger contro 3 avversari. L’eroe americano resiste diversi minuti, riesce poi a schienare il traditore Tatanka, ma pochi istanti dopo deve subire il pin ad opera di King Kong Bundy. Altro duro colpo per Lex, ultimo tassello di un fallimento.

Nel main event, Undertaker si prende la rivincita su Yokozuna, nonostante le interferenze di Irs che, a differenza di Jeff Jarrett, Bam Bam Bigelow e King Kong Bundy è riuscito a sfuggire allo special enforcer Chuck Norris.

Il ppv si conclude col gigante giapponese portato via nella bara, e la sua assenza proseguirà sino a WM 11, quando Owen Hart lo introdurrà come mystery partner nel match valido per i titoli di coppia

Nella puntata di superstars del 26 novembre, viene annunciato che Bret Hart è impossibilitato a partecipare al match di rivincita contro Backlund, da svolgersi nella stessa serata in un house show al Madison Square Garden di New York, e quindi il suo posto verrà preso da Diesel

Action Zone del 27 novembre offre le immagini della vittoria del titolo WWF da parte di Diesel contro Bob Backlund, avvenuta la sera prima nell’house show del MSG. Suona il gong, Diesel va a segno con un calcio, poi con  la jacknife powerbomb ed è così che il più veloce passaggio di cintura è storia

Anche degli highlights del match tra Bull Nakano e Alundra Blayze svoltosi a Tokyo vengono irradiate nella trasmissione

A novembre la WWF fa un nuovo tour in Europa, mentre a dicembre tocca sia Europa sia Israele

Anche durante Raw live del 28 novembre vengono mostrate le immagini della vittoria di Diesel su Backlund

Il 5 dicembre, a Raw, Jeff Jarrett sconfigge per count-out British Bulldog, approfittando dell’interferenza del debuttante Roadie.

Il 12 dicembre, sempre a Raw, Bob Backlund batte Doink con la micidiale Chicken Wing, mentre una settimana dopo Lex Luger viene battuto anche da Irs, dopo esser stato contato fuori, distratto da Tatanka.

Il giapponese Hakushi fa il suo debutto a Challenge del 18 dicembre, sconfiggendo un jobber.

Durante Raw del 26 dicembre, Luger interferisce nel match tra l’indiano e British Bulldog, causando l’intromissione del Million Dollar Team che porta l’arbitro a decretare una doppia squalifica.

Con questo numero si conclude il 1994. Per molti anni noi italiani dovremo fare a meno delle gesta dei wrestler (nonostante per qualche mese la tv romana GBR continuerà, probabilmente illegalmente, a trasmettere alcuni episodi dei tv show WWF)

Ritorno al passato farà così un ulteriore salto indietro nel tempo, andando a ripercorrere uno degli anni più ricordati dai fans nostrani, caratterizzato da diversi avvenimenti storici e da un roster di altissimo livello: il 1991

 

Daniele Fusetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *