Flashback: WWE Spotlight #24 24/03/2010

Flashback: WWE Spotlight #24 24/03/2010

La WM targata G&A: Un tag team d’eccezione per Wrestlemania

Manca davvero poco a Wrestlemania, i giorni passano e quella luce abbagliante che emana il 28 Marzo è pronta a penetrare nei nostri occhi.
Non potevo di certo non dedicare un edizione speciale per l’evento e per rimanere nello speciale ci voleva qualcuno di veramente speciale che mi affiancasse, un ospite speciale, un Guest Host speciale.
Qualche settimana fa ho personalmente invitato una persona a prendere parte allo Spotlight e con enorme piacere ho ricevuto una risposta affermativa.
Sarebbe stato troppo scontato dar spazio ad una fan WWE e per questo motivo ho pensato ad un qualcosa che suscitasse scalpore e curiosità, che attirasse la folla, unire mente WWE a mente TNA, una follia a prima vista ma scavando nelle viscere la possibilità di dar vita ad un pezzo davvero sensazionale e innovativo era talmente forte e a portata di mano da dover prendere per forza di cose in considerazione, di prendere la palla al balzo, di cogliere l’attimo.
Ed è per tutto questo che sono lieto di presentarvi mister TNA Alessandro Bogazzi “Servatis a Maleficum”.

L’impostazione di questo numero vedrà trattare diversi temi che fanno riferimento all’argomento principale su cui tutto verte e tutto torna, Wrestlemania. Io ed Ale diremo la nostra e inoltre alla fine ci sarà una sorpresa, la ciliegina della torta, assolutamente da non perdere.
Are You Ready? Let’s Go!

>>IL “SENSO DI WRESTLEMANIA”<<

Servatis a Maleficum: Ci siamo. Wrestlemania è alle porte, l’evento dell’anno, il Superbowl del wrestling, il pay per view dove tutti sono motivati a dare più del 100%. Certi wrestlers “nascono” qui, altri trovano la loro consacrazione, altri ancora scelgono questo palco per un ritiro più che dignitoso. Nessuno show riesce a creare un’attesa così grande, e lo dico da TNA fan, l’hype per Bound For Glory non è neanche lontanamente paragonabile a questo. Wrestlemania è un’istituzione, il punto di riferimento per i pay per view di wrestling, l’evento a cui tutti vorrebbero prendere parte almeno una volta nella vita.

The Great One: Wrestlemania è Wrestlemania, significa davvero tanto per un fan del wrestling e della WWE come me. Le sensazioni che si provano sono quasi indescrivibili. L’evento più importante dell’anno è speciale, unico e inimitabile. A Marzo inoltrato tutto cambia e si comincia a respirare quell’aria sensazionale, i nostri occhi sono deliziati dai video anteprima degli incontri che andremo a vedere con musiche da sottofondo studiate a tavolino ed è in quel preciso istante che mi cominciano a venire i brividi, immagini a rotazione ripetute a non finire, momenti da pelle d’oca. Anche per i wrestlers Wrestlemania “è la vetrina per eccellenza”, e le loro parole nel video introduttivo che precede l’evento sono esemplari, talmente profonde che ti colpiscono nel cuore.
Grazie al servizio 24/7 l’attesa aumenta ancora di più, rivedendo i grandi incontri delle edizioni passate non posso far altro che pensare al “senso” di Wrestlemania.

>>I RICORDI<<

Servatis a Maleficum:
Ho ricordi offuscati delle prime Wrestlemania che ho visto, dato che avevo 5-6 anni… ricordo il match tra Hogan e Warrior, anche perché fu il primo in cui tifai contro l’Immortale. Mi persi quella del 1992 (vidi qualche match in replica qualche mese dopo però) perché non avevo ancora Tele+, ma rimediai un anno dopo con Wrestlemania IX, la prima che vidi Live. I miei due idoli erano The Undertaker e Bret “The Hitman” Hart: il primo riuscì a battere El Gigante (seppur per squalifica), mentre il secondo perse il titolo contro Yokozuna. Ricordo di aver pianto tantissimo per questo fatto e successivamente di aver odiato Hulk Hogan, reo a mio avviso di non aver restituito la cintura al mio idolo dopo averla vinta. Le lacrime le ho ritrovate a Wrestlemania XIX al termine di Lesnar-Angle, ma stavolta erano lacrime di commozione, le stesse che ho sfiorato l’anno dopo, quando il mio mito (e “fratello maggiore”) Chris Benoit ha sollevato al cielo la cintura.

The Great One: La mia prima volta fu tanti anni fa, ero piccolino, ricordi qua e la mi tornano in mente ma un episodio particolare è rimasto indelebile. Io e mio fratello davanti alla tv per assistere a Wrestlemania VI che ai suoi tempi Tele+2 con la voce del mitico Dan Peterson trasmetteva in Italia. Io che tifavo per The Ultimate Warrior e mio fratello che tifava per Hulk Hogan, che momenti!
Altro episodio a cui sono più legato emotivamente è il match tra The Rock e Hulk Hogan di Wrestlemania X8, ancora il tandem io e my brother, la piattaforma Stream trasmetteva l’evento, la stanza diventa una lotta di cori, Rocky contro Hogan, quando ad un certo punto…squilla il telefono Nessuno dei due vuole rispondere, alla fine vado io cercando di terminare la chiamata al più presto, torno velocemente davanti alla tv, leg drop of doom sbagliato, rock bottom a segno, ancora rock bottom e people’s elbow per chiudere, The Rock vince! Stupendo.
Gli episodi a cui tengo di più che hanno visto il trionfo dei miei due idoli e della mia gioia.

>>LE ASPETTATIVE<<

Servatis a Maleficum: Se potessi esprimere un desiderio per questa Wrestlemania, chiederei la vittoria nel Money In The Bank da parte di Christian. L’ex ECW ed NWA Champion merita di stare tra i più grandi e un’affermazione in questo contesto diventa di importanza vitale per il proseguo della sua carriera. Per quanto riguarda il resto, spero che tutti i match siano all’altezza delle aspettative… e che Bret prenda finalmente a calci in culo Vince!

The Great One: Mi aspetto spettacolo puro incessante, la card di quest’anno è davvero forte su tutti i punti di vista, non c’è un incontro su cui dubitare nella sua riuscita, tutti hanno il loro potenziale che esplodendo nella maniera giusta hanno tutte le carte affinché si assista a qualcosa di grandioso.


>>IL MOMENTO PIU’ ATTESO
<<

Servatis a Maleficum: Non vedo l’ora di rivedere Bret Hart sul ring: era il mio eroe da bambino e mi è dispiaciuto troppo quando ha dovuto concludere la sua carriera in quel modo. So che non sarà un gran match in termini di wrestling lottato, ma qui l’importante è che venga raccontata una storia e che venga messa la parola fine a una controversia che dura da troppi anni. Sono sicuro che Vince saprà farsi odiare ancora di più, mentre Bret ci farà venire la pelle d’oca, come sempre.

The Great One: Sinceramente la prima cosa a cui penso è alla sfida tra Bret Hart e Vince McMahon! Qui c’è della storia profonda in tutti i sensi, c’è il miracolo di vedere Bret sul ring cosa che giusto qualche mese fa veniva dato per utopico ma personalmente non ho mai perso questa speranza. E per il resto della card non c’è un incontro in particolare che vorrei vedere maggiormente rispetto ad altri, ognuno ha la sua storia ben costruita chi più e chi meno, ognuno ha un suo perché, un girandola di avvenimenti che eviterà momenti di rilassamenti e ahimè arriverò a fine evento svuotato come a fine maratona.

>>LA SORPRESA<<

Servatis a Maleficum: Lo show stealer della serata potrebbe essere CM Punk vs Rey Mysterio, due ex campioni WWE che puntano a tornare nel main event. Un incontro poco pubblicizzato, ma che ha una posta in palio abbastanza alta, visto che in caso di sconfitta, Rey dovrà entrare nella Straight Edge Society. I due saranno motivati più che mai e il loro incontro potrebbe davvero dare del filo da torcere a quelli che saranno posizionati in fondo alla card. Staremo a vedere.

The Great One: La chicca, ciò che non ti aspetti potrebbe avvenire nell’incontro tra The Undertaker e Shawn Michaels visto che è senza squalifiche, magari un HHH che ritorna heel e si vendica di HBK quando recentemente ha messo in disparte la loro amicizia targata DX pensando egoisticamente solo a se stesso. Oppure qualcosa di incredibile potrebbe accadere tra Bret e Vince specialmente dopo le dichiarazioni di quest’ultimo, un personaggio impensabile potrebbe aiutare il boss della WWE. Ma la sorpresa delle sorprese sarebbe se il vincitore del MITB sfruttasse la shot nella serata stessa, un colpo ad effetto, mai successo prima, immaginatevi Christian vincitore del Money In The Bank che dopo il main event vinto scorrettamente da Y2J ai danni di Edge, arriva sul ring e batte Chris Jericho! WOW! Sarebbe un finale con i fiocchi e Ale rischierebbe l’infarto..

>>AVREI GRADITO…<<

Servatis a Maleficum: Si tratta di una delle Wrestlemania più complete di sempre: ce n’è per tutti, dagli amanti delle leggende a coloro che guardano solo al presente, dai puristi della tecnica a chi preferisce la potenza pura, dagli estimatori dell’high-flying e dei bump agli amanti dei tag team. Cosa manca? La risposta è ovvia: un match femminile con una storyline decente alle spalle, ovvero ciò che non si vede dal 2006, quando Trish Stratus e Mickie James diedero vita a una rivalità sensazionale, che culminò in un match strepitoso proprio a Wrestlemania. Mi dispiace molto che la WWE sottovaluti così tanto la categoria delle ragazze, pur avendo nel roster delle lottatrici talentuose come Natalya, Gail Kim, Mickie James, Beth Phoenix. Ecco, le ultime due si sono affrontate più volte, ma mai a Wrestlemania: sarebbe il caso, nel 2011, di trasformare questo sogno in realtà.

The Great One: L’unica pecca è un incontro tutto al femminile ma potrebbe esserci un inserimento dell’ultimo momento, per il resto non ci può assolutamente lamentare, anzi, il MITB sarà a 10 superstars e questo garantirà ulteriore delizia per le nostre pupille.

>>LA WRESTLEMANIA MIGLIORE DI TUTTI I TEMPI?<<

Servatis a Maleficum: Wrestlemania XXVI ha tutte le carte in regola per affermarsi come una delle edizioni più belle di sempre. Se le premesse saranno rispettate, ci troveremo di fronte a un vero colosso, in grado di rivaleggiare con quella che è considerata la miglior Wrestlemania di sempre, la diciassettesima. Staremo a vedere.

The Great One: Rispetto alle ultime edizioni passate in questa edizione c’è la creme della creme, ogni pezzo è stato incastrato bene e il puzzle che ne uscirà fuori sarà da incorniciare. Mai come questa volta c’è la possibilità di effettuare una delle più belle WM di sempre e raggiungere il livello delle edizioni diciassette e diciannove

>>VEDRO’ IL PPV…<<

Servatis a Maleficum: Vedrò Wrestlemania da solo, probabilmente lunedì notte: sono pochi, pochissimi i pay per view che ho visto in compagnia. Ho sempre vissuto il wrestling come un fatto “intimo” e per questo preferisco vederlo chiuso in una stanza, senza interferenze esterne. L’unica cosa che non può mai mancare è la Nutella, che conto di finire durante il main event.

The Great One: Il ppv lo vedrò a casa insieme a mio fratello, tv da 42 pollici, porta chiusa, audio medio e pronto ad esaltarmi come non mai. Già di norma partecipo all’evento come se fossi veramente presente lì nell’arena, provate ad immaginare cosa accadrà ora. A fine evento sarò certamente senza salivazione, stanco, esausto ma allo stesso tempo “felice”

>>ABBINAMENTI<<

Servatis a Maleficum: Edge vs Chris Jericho: campioni.
John Cena vs Batista: il presente.
The Undertaker vs Shawn Michaels: epico.
Bret Hart vs Vince McMahon: commozione.
Triple H vs Sheamus: prova del nove.
Money In The Bank Ladder Match: imprevedibile.
CM Punk vs Rey Mysterio: spettacolo.
Randy Orton vs Ted DiBiase vs Cody Rhodes: futuro.
Big Show & The Miz vs John Morrison & R-Truth: resurrezione (inteso per la categoria tag team).

The Great One: Edge vs Chris Jericho: buoni amici e migliori nemici
John Cena vs Batista: lotta per la supremazia
The Undertaker vs Shawn Michaels: leggendario
Bret Hart vs Vince McMahon: la resa dei conti
Triple H vs Sheamus: Ruthless Aggression
Money In The Bank Ladder Match: This Is Awesome!
CM Punk vs Rey Mysterio: mina vagante
Randy Orton vs Ted DiBiase vs Cody Rhodes: il maestro contro gli allievi
Big Show & The Miz vs John Morrison & R-Truth: miscela esplosiva

 

>>HALL OF FAME<<

Servatis a Maleficum: La Hall Of Fame di quest’anno a mio avviso è un pochetto meno interessante. rispetto agli anni passati: manca, infatti, il nome di spicco che ci costringa a vedere la cerimonia. L’anno scorso abbiamo avuto Stone Cold, due anni fa The Rock ha introdotto il padre e il nonno, nel 2006 ci fu Bret Hart… Stavolta ci sono grandi stelle del passato, ma nessuno in grado di monopolizzare lo show. E’ giusto però rendere omaggio a personaggi storici come il mitico Antonio Inoki(e sarebbe ora che riconoscessero quella vittoria del titolo WWF risalente a tanti anni fa), Gourgeous George, Stu Hart, Wendi Ritcher(una delle pioniere del wrestling femminile), Maurice Vachon e uno degli heel migliori di sempre, The Million Dollar Man Ted Dibiase! Mi lascia indifferente, invece, la nomina di Bob Uecker, che per il wrestling ha fatto troppo poco per meritarsi l’introduzione nell’arca della gloria: un novello Pete Rose, insomma. Comunque per il 2011 avrei già un nome: Trish Stratus, che potrebbe essere introdotta dalla sua amica/rivale Mickie James… Segnatevi questa mia profezia, mi raccomando.

The Great One: Arca della gloria che sa di amaro. Manca “il jolly” come c’è stato negli altri anni, la presenza di Ted DiBiase e Antonio Inoki non sono sufficienti, purtroppo le voci che volevano la premiazione di The Ultimate Warrior non si sono rivelate vere. Gli altri nomi sono d’annata e a noi giovani non dicono nulla o niente. Per il 2011 che dovrebbe essere interamente dedicata alle superstars che fecero la storia della WCW prevedo scintille!

>>CONSIDERAZIONI FINALI<<

Servatis a Maleficum: A questo punto non mi resta che augurare una buona Wrestlemania a tutti e ringraziare te, Girolamo, per lo spazio che mi hai concesso: ovviamente un posticino nell’Ultimate X precedente a Bound For Glory non te lo toglierà nessuno.

The Great One: Non vedo l’ora che arrivi il giorno fatidico, al solo pensiero di vedere quello stadio pieno di fans, di sentire “America The Beautiful” mi sale l’adrenalina.
Un mega ringraziamento a te Alessandro e ovviamente accetto l’invito, sarò ben felice di far un ospitata nel tuo editoriale.

Ma non è finita qua!…
Come mi avevo preannunciato c’è ancora un regalo da scartare.
Ho chiesto ad Ale di vagare con la mente e pensare a Vince McMahon che acquista la TNA.
Come si presenterà in qual caso Wrestlemania? Chiudete gli occhi per un attimo…e voilà
Buona lettura!

Servatis a Maleficum: E’ sempre difficile ipotizzare una card di Wrestlemania, specie in un ipotetico scontro tra la WWE e la TNA dove i roster sono talmente vasti che è praticamente impossibile non lasciare fuori qualcuno. Va detto che, probabilmente, con la card che ho ipotizzato io lo show dovrebbe durare cinque ore, ma penso che ne varrebbe la pena per lo spettacolo che si potrebbe offrire e le emozioni che praticamente tutti gli incontri susciterebbero. Inoltre arricchirei il tutto con diversi segmenti nel backstage, aventi come protagonisti Mr McMahon, Teddy Long, Vickie Guerrero da una parte, Hulk Hogan, Eric Bischoff, Dixie Carter e Ric Flair dall’altra.

Champion Of Champions Match: AJ Styles vs John Cena
Sinceramente, non riesco a immaginare un main event migliore di questo: i due atleti di punta delle rispettive federazioni, di cui rappresentano il presente e il futuro. Mettere entrambi i titoli in palio sarebbe una mossa azzeccatissima e ne verrebbe fuori un match epico, emozionante, incerto fino all’ultimo. Il vincitore? Beh, decidetelo voi!

Team WWE vs Team TNA Elimination Match: Batista, Randy Orton, The Big Show, Edge & Chris Jericho vs Kurt Angle, Abyss, Samoa Joe, Mr Anderson & Matt Morgan
Non può mancare il classico Elimination Match sullo stile di quello che si disputò alle Survivor Series del 2001: ho messo apposta dei lottatori che non si possono sopportare (Edge e Chris Jericho, Kurt Angle e Mr Anderson) nello stesso team, proprio per vedere se riuscirebbero a seppellire l’ascia di guerra e a lavorare per il bene delle rispettive federazioni. C’è da dire che i capitani arriverebbero leggermente affaticati dai match precedenti, ma proprio lì si vedrà quanto saranno disposti a sacrificarsi per ottenere la vittoria.

The Undertaker vs Sting
Uno dei pochi dream match che non sono mai stati disputati e che tutti coloro che hanno seguito il wrestling negli anni ’90 sognano. Il “becchino” contro il “corvo”, due personaggi grandiosi con due gimmick altrettanto grandiose. Riuscirà il leggendario Stinger a interrompere la striscia vincente dell’Undertaker o sarà costretto a soccombere persino lui?

DX (Triple H & Shawn Michaels) vs nWo (Scott Hall & Kevin Nash): Special Referee Sean Waltman
Questo match, oltre a essere un doveroso tributo a due stable che hanno fatto la storia del wrestling, è anche un motivo per riunire un gruppo di amici che per anni ha condiviso gioie e dolori, dentro e fuori dal ring. Non si vedrà grande wrestling, ma si punterà tutto sulle emozioni.

Hardcore Lumberjack Match: Christian vs Rhino
Lo so, Christian vs Rhino lo abbiamo visto in tutte le salse nel 2006, ma una volta in più non guasta mai! Senza contare che per la prima volta sarebbe Christian a fare il face e Rhino l’heel e non viceversa. Comunque sia, un incontro senza esclusione di colpi ci sta tutto, coi “grandi esclusi” a fare da Lumberjack.

Ultimate X Match: Evan Bourne vs Kofi Kingston vs Shelton Benjamin vs Rey Mysterio vs Amazing Red vs Daniels vs Kaz vs Rob Van Dam
Prendiamo i pesi leggeri migliori di ogni federazione e mettiamoli in un Ultimate X Match: il risultato non può che essere l’incontro più spettacolare di tutto lo show!

CM Punk vs The Pope D’Angelo Dinero
Questo è uno dei casi in cui la storyline si scrive praticamente da sé: è ovvio che CM Punk si scaglierebbe contro gli eccessi di The Pope, convincendolo ad abbracciare la filosofia Straight Edge e ottenendo un netto rifiuto. I due si affrontarono diverse volte nel 2007, ma ora entrambi sono cresciuti parecchio e possono offrire un incontro decisamente più emozionante.

Divas vs Knockouts Elimination Match: Mickie James, Beth Phoenix, Melina, Gail Kim & Maryse vs Awesome Kong, Hamada, Taylor Wilde, Sarita & Tara
Un confronto tra le Divas e le Knockouts non poteva mancare e ho deciso di scegliere le migliori atlete delle rispettive federazioni, mettendole in un match ad eliminazione. Questo match non servirebbe solo a stabilire quale federazione abbia la divisione migliore, ma anche per dimostrare al mondo intero l’immenso valore delle lottatrici.

Hardcore Match: Kane vs Mick Foley
Anche questo match c’è già stato, ma sarebbe ottimo riproporlo, specie con una stipulazione “estrema” che permetta a Foley di fare altre pazzie e a Kane di cercare in ogni modo di demolire l’avversario.

Danyel Bryan vs Desmond Wolfe
Mi sembra giusto accontentare tutti, in questo caso i fan della ROH, che potrebbero riammirare le gesta dei loro beniamini. Non ci sono dubbi sulla qualità del match, i due sono delle garanzie e semplicemente stavolta lo dimostreranno davanti al grande pubblico di Wrestlemania.

TLC Match: Hardy Boyz vs Team 3-D vs Motor City Machine Guns vs Beer Money Inc. vs Morrison & The Miz
Ed ecco un altro grande ritorno, quello del TLC Match, che nonostante l’assenza di Edge&Christian, che ormai sono delle superstar troppo rinomate per essere “sprecate” in coppia, propone dei tag team di altissimo livello. Lo spettacolo è assicurato!

Michelle McCool vs Angelina Love
Entrambe bellissime, entrambe bionde, entrambe pronte a darsi battaglia per stabilire chi sia la più bella del reame.

Eric Young vs Santino Marella
Un comedy match ci vuole e per una volta non penso che sarebbe scandaloso far rispolverare ad Eric Young la sua vecchia gimmick: i due comunque sanno anche lottare, quindi penso che ne verrebbe fuori un incontro godibile oltre che divertente.

William Regal & Drew McIntyre vs The British Invasion
Incontro interamente dedicato ai fans che seguono il wrestling dal regno unito. L’esperienza di William Regal al servizio dei giovani Drew McIntyre, Brutus Magnus e Doug Williams. E attenzione alle sorprese, visto che un certo irlandese potrebbe decidere di intervenire….

Present vs Future: Batista vs Rob Terry
Il capitano del Team WWE dovrebbe affrontare un lottatore dal fisico molto simile al suo, l’ex bodybuilder Rob Terry, facendo attenzione ai calci che quest’ultimo riesce a sferrare. Riuscirà l’inglese a fare una bella figura e a fare anche un favore alla sua federazione, facendo stancare The Animal a poche ore dal main event?

Present vs Future: Kurt Angle vs Jack Swagger
Aspettiamoci un match molto tecnico da questi due, che si somigliano moltissimo. Angle cercherebbe di chiudere l’incontro immediatamente, in modo da arrivare fresco e riposato al main event, ma si troverebbe davanti un osso duro, un giovane desideroso di mostrare il proprio valore in questa cornice importante.

Money In The Bank Ladder Match: MVP vs Dolph Ziggler vs Finlay vs Hernandez vs Homicide vs Brian Kendrick
Il Money In The Bank è un’istituzione di Wrestlemania ormai e non potrebbe proprio mancare: in questo caso sarebbe stra-favorito Hernandez, già vincitore di un incontro simile nel 2007 e superiore agli avversari sia sul piano della potenza che su quello della velocità.

Generation ME vs The Legacy Incontro di apertura tra due tag team con un grande futuro davanti. L’agilità degli ex Young Bucks contro la chimica di squadra del duo DiBiase-Rhodes, un mix che potrebbe regalarci un match sorprendentemente bello.


 

Siamo giunti al termine.
Spero che questa edizione speciale di Spotlight sia stata di vostro gradimento, io ed Ale abbiamo voluto fare questo esperimento e dal responso che ne scaturirà il tandem potrebbe nuovamente tornare…chissà…mai dire mai…
Vi ricordo che l’appuntamento per il consueto numero di Spotlight non è per questo weekend ma bensì per il prossimo fine settimana.

Alla prossima!
Au Revoir!

Girolamo “The Great One” De Nicolo
Alessandro “Servatis a Maleficum” Bogazzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *