Attendere prego

Nonostante ciò a Stamford hanno mantenuto gli occhi ben aperti tant’è che nemmeno sette giorni dopo, Jack Swagger ha sorprendentemente usufruito della valigetta MITB diventando il campione di Smackdown.
Una mossa che ha spiazzato non tanto per la velocità dello sfruttamento della shot che ha di per se annullato l’hype nello scoprire quale campione andasse a sfidare il buon Swagger ma bensì per il cambio di roster del giovane atleta, imprevedibile e impensabile sopratutto dopo averlo visto qualche giorno prima attaccare John Cena per sottrargli con furbizia il titolo.
Qualcos’altro? Sì, lo scioglimento dei Cryme Tyme, il lancio di Ted DiBiase come singolo, la conferma definitiva della Hart Dynasty, un Randy Orton nuovamente in corsa per il titolo, Dolph Ziggler verso il salto di categoria e l’evolversi di storyline recenti.
E di fatti i primi due incontri giù ufficializzati per Extreme Rules non sono altro che la continuazione di Wrestlemania.
La stipulazione dell’incontro tra John Cena e Dave Batista porterà la contesa a più aggressività e se mancheranno sediate sulla testa e sangue a profusione la mia risposta è un bel “chi se ne frega”…esiste ben altro, è provato e riprovato.
Il capitolo due della saga CM Punk contro Rey Mysterio sarà sicuramente più avvincente e più longevo di quanto visto il 28 Marzo, anche se l’esito dovrebbe tagliar le gambe ad eventuali sorprese. La storia insegna come ho più volte detto, quando la bilancia pende da un lato solo ed esclusivamente a sfavore di un wrestler, a spuntarla è proprio colui che parte ad handicap.
Ve lo immaginate Punk senza capelli? Prima di tutto sarebbe bruttissimo da vedere ma essenzialmente la Straight Edge Society andrebbe a morire…non credo…non penso…

Discorso inverso per NXT, se l’inizio a passo lento non aveva pienamente convinto, gli ultimi sviluppi nati da Wrestlemania in poi hanno permesso di passare ad un livello successivo di interesse e di competizione. Gli otto rookies avranno da ora in avanti maggior spazio sia sul ring che attraverso prove secondarie fino ad arrivare alla fine dove scopriremo il vincitore e dove scopriremo se ci sarà un seguito di cui si è cominciato già a vociferare.

LANCE CADE: L’INVIDIA E’ UNA BRUTTA BESTIA
Quante volte abbiamo letto esternazioni contro l’ex federazione da parte di wrestlers licenziati? La risposta più adatta sarebbe ”un infinità”
La lista è lunghissima, per citarli tutti ci vorrebbe un edizione speciale, la cerchia degli invidiosi può contare su un numero esiguo di lottatori, Lance Cade compreso.
L’ex campione di coppia ha sputato sulla WWE incolpandola di un anomalo utilizzo del Welness Program che andrebbe a mirare e a punire solo dei lottatori minori proteggendo invece i big names. Ma non è finita qua, ha ulteriormente rincarato la dose puntando il dito su Triple H, John Cena e Batista come coloro che nonostante utilizzino sostanze vietate non vengono fermati.
Una dichiarazione che fa acqua da tutte le parti, le prove che smentiscono quanto detto da Cade sono presenti ed evidenti.
Rey Mysterio e Randy Orton sono riconosciuti come top superstars eppure sono stati ugualmente sospesi per 30 giorni in seguito all’esito negativo da un controllo del WP, la regola numero uno è stata rispettata senza sconti…prima accusa respinta!
Andiamo avanti e passiamo al fisico di certi atleti, basta fare un giro sul web e documentarsi tramite immagini e video per notare come il fisico di HHH, Cena e Batista appaiono notevolmente sgonfiati, il che si deduce in una riduzione dei famosi steroidi e painkillers…seconda accusa respinta!
Come direbbe Emilio Fede…”che figura di merda”.
Ecco il classico esempio di come standosi zitti si fa più bella figura, il chiacchiericcio è inutile in assenza di prove concrete.
Se a quest’ora è fuori dal giro che conta dovrebbe rimboccarsi le maniche e darsi da fare affinché gli venga avanzata un offerta anziché perdere tempo.

E prima dei saluti finali un ringraziamento speciale a Batista che durante l’ultimo episodio di Raw ha pubblicizzato il mio editoriale con un perentorio “Spotlight Please” Fico

 

Girolamo “The Great One” De Nicolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *