Edge vince la WWE Royal Rumble 2021: scelta giusta o sbagliata?

Edge vince la WWE Royal Rumble 2021: scelta giusta o sbagliata?

Domenica è passato agli archivi il primo PPV dell’anno in casa WWE.

Il Royal Rumble match femminile è stato vinto da Bianca Belair in un finale palpitante con Rhea Ripley. Due ragazze giovani che fanno capire come la federazione di Stamford, nel settore femminile (comprendendo anche la straordinaria prestazione di Shayna Baszler ) abbia delle ragazze dal sicuro avvenire.

Nel Royal Rumble match maschile il discorso è diverso, perché il trionfo è andato a Edge. La sua è una bella storia, 12 mesi fa proprio alla Royal Rumble aveva fatto il suo ritorno sul ring dopo ben nove anni di assenza. Quest’anno sempre nella Royal Rumble se ne esce vincitore, facendo il suo ingresso con il numero uno. Una storia fantastica che può essere di esempio a tutti.

Ma premesso questo, non si diceva che la WWE doveva puntare sui giovani? Edge ha 47 anni, se dovesse diventare campione mondiale a Wrestlemania, potrà reggere full-time con la cintura da campione, tenendo conto che viene da una carriera piena di infortuni?

Questo suo trionfo, che ripetiamo è stratosferico, rischia di essere un bello schiaffo a buona parte dei suoi colleghi dei due roster e anche ai giovani talenti di NXT. Se non si voleva puntare su giovani come Keith Lee, Karrion Kross o Jey Uso che erano assenti forse anche per altri motivi dovuti a vicende extra ring (alcuni ipotizzano che ci sia dietro il Covid19), perché non puntare su Daniel Bryan, AJ Styles o Seth Rollins, wrestler che non hanno problemi fisici di alcun tipo e potevano essere dei vincitori credibili, per la Rissa Reale a 30 uomini?

Il trionfo di Edge ha aperto i soliti dibattiti e le classiche discussioni. Il fatto che la WWE abbia puntato su un quasi 50enne, fa capire che su diversi wrestler attuali ci sono ancora molti punti di domanda. È il caso, per fare un esempio, di Braun Strowman, un personaggio che nonostante la sua mole enorme è davvero un ottimo wrestler, e non avrebbe avuto problemi di credibilità a vincere la Royal Rumble. Eppure Strowman in questi anni, anche se è stato campione mondiale fino a pochi mesi fa, non ha avuto ancora la giusta consacrazione in WWE.

Molti talenti faticano a imporsi e ad avere la giusta consacrazione, perché accade questo? Inoltre, i grandi punti di riferimento come Seth Rollins come mai negli ultimi tempi non riescono più a essere determinanti? Sicuramente la WWE non sta gestendo bene i suoi personaggi. Basta l’esempio di Daniel Bryan, che a Smackdown si sacrifica per far vincere Cesaro, che poi nella Royal Rumble non lascia alcuna traccia.

Tornando però alla vittoria di Edge, ora quali saranno le scelte della WWE? Edge è apparso in NXT, scelta discutibile. Ma, una sua sfida a Finn Balor, altro personaggio gestito malissimo, avrebbe davvero senso? Sarebbe una scelta illogica. Più credibile sarebbe una rivalità con Drew Mcintyre o Roman Reigns. Verrebbero fuori due faide belle e coinvolgente. Ma il discorso è sempre il solito, se Edge dovesse vincere una cintura, difficilmente potrebbe essere un campione full time. Inoltre, se Edge poi perdesse il match titolato a Wrestlemania, la bella storia del suo trionfo alla Royal Rumble sarebbe del tutto vanificata.

Ancora una volta non vorrei che la WWE si fosse infilata in una di quelle vicende da cui ne uscirà in malo modo. Spero di sbagliarmi e di essere smentito. Al costo di essere ripetitivo, massimo rispetto per Edge e per la sua strepitosa impresa, ma per diversi membri del roster della WWE, rischia di essere un pesante schiaffo morale.

ANGELO SORBELLO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *