“Mr Money In The Bank” The Miz: meglio di Edge e CM Punk?

“Mr Money In The Bank” The Miz: meglio di Edge e CM Punk?

Elimination Chamber 2021 passerà alla storia principalmente per via dell’incasso di The Miz, che ha conquistato il grande slam per la seconda volta. Il Chick Magnet ha stretto un’alleanza con l’Hurt Business che gli ha steso il tappeto rosso per la vittoria titolata, permettendogli di schienare un Drew McIntyre stremato dalla Chamber e poi massacrato da Bobby Lashley. Per Mizanin, questa vittoria rappresenta il ritorno nel giro che conta dopo quasi un decennio passato nel midcarding, ma lo porta anche a condividere un record con due mostri sacri della disciplina: solamente altri due atleti, infatti, sono riusciti a incassare con successo la valigetta per due volte, e rispondono ai nomi di Edge e CM Punk.

Le similitudini tra la Rated R Superstar e l’Awesome One sono parecchie: hanno utilizzato il MITB da heel in entrambe le occasioni, hanno incassato sul campione alla fine dell’Elimination Chamber, hanno conquistato la valigetta per la seconda volta senza vincere il ladder match, ma sconfiggendo il detentore del prezioso oggetto. Nel 2007, infatti, Edge convinse Mr Kennedy a mettere in palio il Money In The Bank conquistato a Wrestlemania 23, per poi sconfiggerlo facendo ricorso all’astuzia, mentre The Miz ha addirittura fatto causa a Otis per costringerlo a difendere la valigetta, e ha poi approfittato dell’heel turn di Tucker per ottenere la vittoria. Una differenza tra i due sta nelle reazioni del pubblico in seguito al loro primo incasso: il canadese fu applaudito da gran parte del pubblico, sia perché l’ostilità nei confronti di John Cena aveva preso piede, sia per l’enorme sorpresa generata da un cambio di titolo così repentino; per il Chick Magnet, invece, i fischi furono tanti, anche perché Randy Orton ai tempi era parecchio tifato, e i cameraman della WWE furono bravissimi a inquadrare la reazione di una ragazzina particolarmente infuriata per quanto appena accaduto.

CM Punk si discosta parecchio dagli altri due detentori di questo record. Prima di tutto, ha incassato sempre da face, anche se la seconda volta ha di fatto aperto le porte verso l’heel turn, avvenuto poco dopo. Il Best in the World, poi, non ha dovuto costringere nessuno a mettere in palio la valigetta, che ha sempre conquistato regolarmente, aggiudicandosi tra l’altro un importante e apparentemente irraggiungibile primato. Punk, infatti, è stato l’unico a vincere il Money In The Bank Ladder Match per due anni di seguito, tra l’altro ai tempi in cui l’omonimo pay per view non esisteva e la cornice era quella, importantissima, di Wrestlemania. Nonostante ciò, l’atleta di Chicago sembra essere un passo indietro rispetto ai suoi rivali quando si parla di wrestler da associare al MITB, e per questo lo metterei al terzo posto tra i detentori più importanti della del “briefcase”.

Punk è meno associabile al Money In The Bank rispetto a Edge e The Miz per il semplice fatto che la conquista e lo sfruttamento della valigetta sono una nota più che marginale della sua carriera. Per lui, che era già stato campione ECW ed era in fase di lancio, i due incassi hanno rappresentato una semplice scorciatoia per arrivare a dei titoli che avrebbe vinto comunque, e quel periodo della sua carriera viene menzionato di rado, poiché considerato inferiore allo stint iniziato col famoso promo del 27 giugno 2011. Per questo motivo, ci si dimentica spesso che Punk ha vinto due volte il MITB, o comunque si vede questo traguardo come marginale e privo di qualsiasi conseguenza per la sua strepitosa carriera.

Per Edge il discorso è diverso, poiché la conquista della valigetta è arrivata in seguito a un cambiamento radicale del suo personaggio, e l’incasso è stato il primo di una serie di importanti successi che lo hanno portato a diventare una leggenda. A Wrestlemania 21, quando andò in scena il primo Money In The Bank Ladder Match della storia, l’atleta era passato dalla parte dei cattivi da qualche mese, dopo alcuni stint fallimentari da face, e il suo nome era sulla bocca di tutti per la sua storia con Lita, la quale aveva tradito Matt Hardy. La WWE colse la palla al balzo e lo trasformò nella Rated R Superstar, facendogli formare una vera e propria “coppia del peccato” con la futura Hall Of Famer, e lo sfruttamento della valigetta ha permesso al suo character di evolversi, aggiungendo “The ultimate opportunist” si suoi nickname. Edge è quindi diventato colui che più di chiunque altro riesce a volgere ogni cosa a suo favore, primeggiando per astuzia e sfruttando ogni scorciatoia per ottenere ciò che vuole. Va detto, però, che il canadese era già un main eventer fatto e finito nel momento del secondo incasso, avvenuto in maniera frettolosa, e negli anni successivi i riferimenti alla valigetta sono stati minimi. Il MITB ha giocato un ruolo decisivo per Edge, che sarà sempre ricordato come il primo detentore, ma il wrestler è poi riuscito a rimanere in pianta stabile nel giro che conta.

Al contrario degli altri due, The Miz sembra vivere in funzione della valigetta, che ha sancito di fatto il suo approdo e il suo ritorno nel main event. Potremmo definirla una vera e propria coperta di Linus, e ciò da un lato evidenzia i limiti del performer, ma dall’altro fa sì che il marito di Maryse sia destinato a diventare il Mr Money In The Bank per eccellenza. Per la maggior parte dei suoi detentori, Edge e Punk compresi, la valigetta è stata poco più di uno strumento usa e getta, da tirare fuori dal cilindro al momento opportuno (la seconda volta, la Rated R Superstar la utilizzò praticamente subito, cogliendo l’occasione per sorprendere un Undertaker ko), mentre per The Miz è un vero e proprio scettro del potere, che gli permette di mettere il campione sotto pressione con la minaccia costante dell’incasso. Solo Seth Rollins aveva spinto i mind games a un punto così estremo, supportato però dall’Authority, mentre il Chick Magnet ha usato la famigerata “briefcase” anche per tenere sotto scacco il Commissioner, spingendosi più di una volta ai limiti del regolamento per studiare qualsiasi cavillo che potesse portargli un vantaggio. D’altronde, è stato lui il primo a fallire l’incasso e farsi riconsegnare l’oggetto sfruttando il fatto che era stato John Morrison a dare la valigetta all’arbitro a TLC, creando un importante precedente in merito. Insomma, nessuno sa valorizzare il Money In The Bank, facendolo passare da semplice mezzo di scambio a fulcro di intere storyline, come The Miz, che nel giro di qualche anno potrà essere definito un vero cultore della materia, e sarà il primo nome che verrà in mente ai fans quando sentiranno nominare la valigetta.

If you don’t know… Now you know!

Alessandro Bogazzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *