The Miz: un campione WWE giusto ?

Il pay-per-view di Elimination Chamber è stato un gran bello spettacolo, un PPV breve perché è durato meno di tre ore, ma finalmente abbiamo visto uno show con diverse emozioni e con delle sorprese importanti.

La più grande tra queste sorprese è arrivata proprio alla fine, quando The Miz ha incassato il MITB su Drew Mcintyre, al termine dell’ Elimination Chamber Match valevole per il WWE Championship. Ed in questo modo, The Miz è diventato il nuovo campione mondiale WWE.

A undici anni di distanza, The Miz ha così vinto il suo secondo titolo mondiale. Anche allora, nel 2010, vinse la cintura grazie all’incasso della valigetta verde.

Un successo, quello di The Miz che ha fatto scatenare diverse discussioni e dibattiti, su una vittoria che non ha accontentato e soddisfatto proprio tutti. Per la serie, verrebbe proprio da dire “non ci va mai bene niente”. Miz, non è forse il miglior wrestler che in questo momento fa parte della WWE, non ha probabilmente la forza e la qualità che ad esempio abbiamo riconosciuto in questo anno all’ex WWE Championship Drew Mcintyre, però va detto in sua difesa che caparbietà e tenacia non gli mancano.

Sia ben chiaro, Miz non è Hulk Hogan o Ric Flair, ma Mizanin al microfono è uno dei migliori in assoluto. A differenza di altre Superstar attuali della WWE, Miz possiede una mic skill, davvero brillante, non è ripetitivo e noioso con il microfono in mano, anzi è sempre molto bravo ad interpretare il suo personaggio. Inoltre, un particolare non trascurabile, Miz è un heel con i fiocchi. Sul ring, forse non è spettacolare e tecnico, ma riesce sempre a inventarsi qualcosa.

Astuto e furbo come pochi sul ring, i suoi match non sono mai banali e ripetitivi, e anche sul quadrato Miz riesce a intrattenere. È maturato parecchio sul piano tecnico, le sue mosse non sono mai ripetitive e legate al copione del “mi sembra di averlo già visto”. Miz riesce sempre a escogitare qualcosa di nuovo.

La sua gimmick è davvero una delle più riuscite, riesce a unire comedy, fantasia e creatività allo stesso tempo. Otis come possessore del MITB, era stata forse una delle peggiori scelte mai fatte dalla federazione di Stamford. Per correre ai ripari, l’azienda non ha scelto un nome a caso, perché Miz è il classico personaggio che dove lo metti sa stare alla grande.

La sua carriera in WWE parla per lui. Ha vinto numerosi titoli, in particolare in Tag Team e titoli intercontinentali. Ma possiamo dare un’occhiata anche alle sue storiche rivalità con Daniel Bryan, John Cena, Shane McMahon e Dolph Ziggler, per citarne alcuni. Queste faide lo hanno aiutato a raggiungere una grande maturità professionale, un livello di crescita che bisogna riconoscergli, che piaccia oppure no.

Miz è un grande intrattenitore, un vero personaggio che possiede carisma e fantasia, doti che altri wrestler spesso anche più celebrati non hanno mai avuto. Come per esempio Cesaro, che è sempre tanto celebrato, ma non ha mai avuto gimmick, carisma e non è mai stato bravo al microfono, a differenza di Miz. Insomma che possa piacere o meno, oppure che possa stare simpatico o no, a mio avviso Miz è un campione che può funzionare,  anche se il suo regno da WWE Championship dovesse essere solo un regno di transizione e di passaggio. Solo lui riesce a interpretare il personaggio di un campione nè brillante nè negativo, ma semplicemente un campione WWE che sa interpretare il suo ruolo senza problemi e ansie.

I dibattiti e le difficoltà si sono creati perché siamo in piena Road to Wrestlemania e Miz per molti non è il più adatto per avere la cintura di campione WWE in vista dello spettacolo più importante dell’anno. Ma anche in questo caso mi sento di dissentire, Drew Mcintyre rischiava di essere ripetitivo nel ruolo di campione che ormai lo vede in questo ruolo da quasi un anno. Lo scozzese, se riconquistera’ il titolo potrebbe farlo proprio  a Wrestlemania contro The Miz.

Con Miz campione WWE si possono aprire scenari interessanti, con Drew Mcintyre e persino con Lashley. Un bel rimescolamento di carte in zona main event a Raw ci voleva in vista proprio di  Wrestlemania. Siamo di fronte a faide e rivalità nuove che rappresentano un vero toccasana per la WWE. Quindi alla fine, complimenti a Miz.

ANGELO SORBELLO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *