AEW Revolution 2021: il Pagellone

Nella notte tra domenica 7 marzo e lunedì 8 marzo 2021, si è disputato il PPV di AEW Revolution. Vediamo insieme risultati, analisi e voti di questo evento targato AEW.

BRITT BAKER E MAKI ITOH SCONFIGGONO RIHO E THUNDER ROSA VOTO: 7
Maki Itoh ha sostituito l’indisponibile Reba, e bisogna ammettere che la Itoh ha ben figurato. Il match è stato gradevole, tutte le protagoniste sono riuscite a brillare, dimostrando di avere delle buone abilità tecniche. Hanno saputo anche gestire bene le fasi dell’incontro, alternandosi e ruotando in maniera giusta. Il successo è andato alla coppia heel. Un buonissimo e positivo match di apertura.

THE YOUNG BUCKS SCONFIGGONO THE INNER CIRCLE (MJF E CHRIS JERICHO) CONSERVANDO GLI AEW TAG TEAM CHAMPIONSHIP  VOTO: 7,5
Un’ottima contesa, con gli Young Bucks che partono forte, ma con gli sfidanti che vengono fuori alla grande, andando più volte vicino alla vittoria. Grande equilibrio, con fasi veloci e dinamiche. Prese a terra, manovre di sottomissione, insomma non è mancato nulla. Avrei dato anche di più, ma l’esito del match con la conferma delle cinture da parte degli Young Bucks, è stato un po’ troppo scontato. Però devo dire che non mi aspettavo che lo schienamento decisivo lo subisse proprio Jericho. Un altro grande match degli Young Bucks, che sono ormai già diventati, uno dei punti di forza della AEW.

REY FENIX E PAC VINCONO LA CASINO TAG TEAM ROYALE VOTO: 7
Un match che alla fine è stato meno caotico del previsto ed è stato meglio così. Diversi gli spunti di interesse, come lo split di QT Marshall e Dustin Rhodes. Diverse manovre interessanti e una sfida che ha saputo intrattenere tutti i fan. Un finale davvero fantastico ed emozionante, con l’inaspettata eliminazione di PAC, ma con il successo ottenuto da Rey Fenix per il suo Team. Forse, la stipulazione non ha reso sempre le idee chiare a tutti. Ma il match in sé è stato positivo. Ora PAC e Fenix punteranno ai titoli Tag Team degli Young Bucks, è questo creerà un grande interesse.

MIRÒ E KIP SABIAN SCONFIGGONO CASSIDY E CHUCK TAYLOR VOTO: 5,5
Un match sul quale avevo diverse perplessità che purtroppo si sono concretizzate. Spetta solo a quest’incontro l’unica insufficienza della serata. L’inizio mi aveva fatto ben sperare, con gli heel che attaccano gli avversari nel backstage, per prendersi un vantaggio. Poi nel corso del match, Taylor e Cassidy le hanno provate un po’ tutte per vincere. Ma alla fine il successo lo ottiene il Team di Mirò. Il match però non è stato niente di eccezionale e spettacolare. Spero che la AEW sfrutti meglio Mirò, nelle prossime settimane.

HIKARU SHIDA SCONFIGGE RYO MIZUNAMI CONSERVANDO L’ AEW WOMEN’S  CHAMPIONSHIP VOTO: 7
Una contesa piacevole che mostra, ed è il caso di dire finalmente, la crescita della categoria femminile della AEW. Ottima la prova della Mizunami che diverte e riesce a interagire bene con la sua avversaria. Hikaru Shida ha uno stile forse più semplice della campionessa, ma si conferma solida ed efficace. Un match di buon livello tecnico e di grande qualità. Due avversarie che non si sono risparmiate, l’esito del match e forse prevedibile. Ma è interessante quello che accade nel post match, con la rissa che ci fa intendere che la storyline attorno al titolo mondiale femminile della AEW è ora piuttosto incerta.

ADAM PAGE SCONFIGGE MATT HARDY IN UN MONEY MATCH VOTO: 7
Una prima parte dell’incontro che viene dominata da Matt Hardy e che lavora molto duramente sul braccio di Adam Page. La seconda fase è più equilibrata, ma l’intervento della Private Party porta di nuovo avanti Hardy che va anche vicino alla vittoria, con la sua twist of Fame. L’ arrivo del Dark Order rimette ancora tutto in gioco. Con Adam Page che ottiene un successo importante. Un match forse un po’ troppo caotico per le diverse intromissioni, ma che non è stato per nulla noioso.

SCORPIO SKY VINCE UN LADDER MATCH SCONFIGGENDO CODY RHODES, PENTA EL ZERO, LANCE ARCHER, MAX CASTER, ETHAN PAGE VOTO: 7
Subito la sorpresa iniziale dell’arrivo di Ethan Page, un bel colpo per la AEW dopo Christian. Un match che mostra di tutto e di più, ci avevo creduto in Penta El Zero, mi sembrava giunto il suo momento, ma la vittoria è andata a Scorpio Sky, di per sé un’altra sopresa. Cody Rhodes si fa male, per diversi minuti è assente dal match, poi ritorna nonostante fosse dolorante. Come spesso capita il ladder match ha saputo raccontare dei buoni spot e del buon wrestling ed è successo anche in questa circostanza.

DARBY ALLIN E STING SCONFIGGONO BRYAN CAGE E RICKY STARKS IN UN STREET FIGHT Match VOTO: SV
Non sono un grande sostenitore dei match cinematografici. Anche se questo sicuramente è il migliore match a tema cinema movie che abbiamo visto, non ho voluto dare un voto. Ma apprezzo quanto ha offerto questa sfida. Ci sono state delle belle entrate e delle ottime azioni. Anche a livello stilistico, i 4 protagonisti hanno offerto un buonissimo spettacolo. Ma è chiaro che il match cinematografico ha voluto mascherare uno Sting che non poteva essere in forma, per aver superato i 60 anni e per i 6 anni di inattività. Certo è stato fatto un buon lavoro, ma i match cinematografici continuo a dire che con il wrestling non centrano granché.

KENNY OMEGA SCONFIGGE JON MOXLEY IN UN EXPLODING BARBER WIRED DEATH MATCH CONFERMANDOSI AEW WORLD CHAMPIONSHIP VOTO: 7,5
Un grande main event a cui avrei voluto dare un voto alto, ma con un botch alla fine che rovina l’importante lavoro fatto. Il match è stato violento, sadico e brutale. Jon Moxley ha iniziato quasi da subito a sanguinare. Kenny è partito forte, ma dopo la contesa è diventata equilibrata e anche parecchio incerta. A fare da padrone del match sono stati gli spot violenti e gli oggetti contundenti. L’ arrivo dei Good Brothers alla fine risulta determinante, per la vittoria di Kenny Omega che mantiene il titolo mondiale AEW. Peccato come detto per quel botch finale, in un match per certi versi storico e che non ha tradito le attese.

VOTO AL PPV: 7
Un buon PPV, solo un’insufficienza e’ forse mancato quel pizzico di imprevedibilità che avevano avuto gli altri PPV. Probabilmente, per via del fatto che non ci sono stati cambi di titolo. Gli arrivi di Ethan Page e Christian, sono due acquisti interessanti per la AEW. E vero Christian non è Brock Lesnar, Kurt Angle  Cm Punk o Batista, ma se sarà in forma Capitan Carisma sarà un grande acquisto per la AEW. Il PPV è stato comunque piacevole e conferma la crescita della federazione, che con grande attenzione procede nella sua fase di miglioramento. Un mix di giovani e di wrestler esperti, le sorprese e il potenziale non mancano, per migliorare ancora. Un grande main event macchiato da un botch, ma sono cose che possono capitare. Un bel ladder match, uno dei migliori match cinematografici mai visti e il grande progresso della divisione femminile. La WWE è avvisata, la AEW è ormai una realtà sempre più concreta.

ANGELO SORBELLO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *