Hall of Shame: La WBF e il Lex Express

Hall of Shame: La WBF e il Lex Express

Una stravagante federazione di bodybuilding sotto la WWF ed un particolare tour promozionale in bus. Luca Celauro e Gabriele Sciarratta narrano le avventure di Lex Luger!

 

La WBF ed il Lex Express
I bodybuilders sono molto di più che omoni in tanga

Siamo alla meta’ degli anni 90, il mondo del wrestling e’ ancora sotto shock dall’ultima incredibile acquisizione della WCW: Eric Bischoff era riuscito a siglare un contratto milionario con la Superstar piu’ famosa di tutta la storia del wrestling, Hulk Hogan!
L’Hulkster aveva lasciato orfana la World Wrestling Federation di un personaggio portante, uno di quei personaggi che ti fanno acquisire merchandising, che ti fanno vendere gli eventi, che ti portano sulle pagine dei giornali. Vince McMahon aveva perso Hulk Hogan.

Certo, Vince McMahon aveva anche perso un Hulk Hogan completamente fuori controllo, con uno smisurato ego in continua crescita, un Hulk Hogan che ormai pensava di essere piu’ grande della stessa WWF…E nessuno e’ piu’ grande della WWF!

Guardando i primi passi dell’Immortale in WCW in compagnia del Dungeon of Doom e della sua solita cricca di amici, Vince penso’ di aver fatto la scelta giusta lasciando andare via l’Hulkster.
Basta fare un piccolo salto indietro nel passato e spiegheremo il perchè.

Già all’inizio degli anni 90, Hulk Hogan era diventato un icona più grande di ciò che si potesse prevedere. Ormai, come già accennato, Vince non riusciva più ad avere un controllo completo su di lui.

Vince McMahon sapeva dentro di se di non aver bisogno di Hulk Hogan, secondo lui qualunque bisteccone pompato poteva essere Hulk Hogan con il suo genio per l’industria del pro wrestling e il suo marketing sempre aggressivo.
Bisognava solo trovare un nuovo Hulk Hogan, piu’ giovane, piu’ atletico, piu’ muscoloso, che rappresentasse le stelle e le strisce Americane e che sopratutto avrebbe sempre risposto di SI alle richieste del padre padrone della WWF.
Ed ecco che come per incanto viene notato un certo Lex Luger, un wrestler che si era creato un nome nell’allora NWA (poi divenuta World Championship Wrestling), uno che agli occhi dei fans era sempre stato considerato come un wrestler fin troppo sottovalutato dalla compagnia, un wrestler che ha avuto una breve esperienza come campione assoluto, ma che non aveva mai espresso il suo potenziale al meglio. Nella NWA era stato anche Campione assoluto, ma cio’ e’ coinciso con la dipartita di Ric Flair verso la WWF, quindi il suo primo regno non verra’ mai ricordato per le sue difese o per i match che giravano intorno al titolo, bensi’ per i cori “We Want Flair” che risuonavano in ogni arena!
Dopo questa esperienza, Luger penso’ di ritirarsi dal ProWrestling per reinventare la sua vita, ma Vince McMahon decise di attirare l’attenzione di Luger con un nuovo strepitoso concetto: Lex Luger sarebbe diventato l’uomo simbolo della World BodyBuilding Federation, la WBF!!!

Ma cosa diavolo e’ la WBF?!

La World BodyBuilding Federation fu il primissimo tentativo di Vince McMahon di diversificare il suo business. L’altro tentativo fu Xtreme Football League (…e ho detto tutto!)
In quel periodo andava fortissimo la competizione “Mr. Olimpia”, una gara tra omoni dai muscoli oltremisura… Vince decise di buttarsi nel business creando la sua competizione di Bodybuilding e commercializzando massivamente un nuovo beverone proteico chiamato ICOPRO.
Probabilmente prodotto con gli scarti sciolti delle WWF Ice Cream Bars e qualche proteina!

Come sapete, Vince McMahon ama stupire, per questo motivo, al termine di Mr. Olympia, il bodybuilder Tony Platts (da adesso sotto contratto con la WBF di McMahon) prende in mano il microfono per dire che “La WBF prendera’ a calci nel culo Mr. Olympia!!“.
Gli spettatori erano ignari di quanto stesse accadendo: con la sua solita tattica, Vince McMahon stava mettendo sotto contratto gli atleti piu’ famosi della competizione, attratti da un contratto di esclusiva da 250.000 Dollari l’anno!
Era la classica proposta che non puoi rifiutare! In quell’ambiente mai nessun organizzatore aveva proposto una tale cifra per questi atleti, i quali approfittando della ghiotta occasione si fiondarono alla corte del Chairman della WWF e della WBF!

Persino Lou Ferrigno (star del telefilm “L’Incredibile Hulk” degli anni 80) fu della partita, ingaggiato da Vince McMahon per essere uno degli uomini immagine del programma oltre al già citato Lex Luger.
Con un organico così di alto livello, non fu difficile per Vince McMahon accaparrarsi il Sabato Mattina di USA Network per trasmettere lo show dedicato a questi fustacchioni dal fisico (fin troppo) scolpito! Il nome del programma? WBF BodyStars, presentato da Lex Luger ovviamente!

Durante gli show WWF gli spot per la WBF erano praticamente continui e la sponsorizzazione di ICOPRO andò oltre qualsiasi cosa abbia mai pubblicizzato la WWF (Twitter a parte!)
I lottatori (tra cui Razor Ramon, Bret Hart ed altri) realizzarono anche alcuni spot per questo integratore.

Ma torniamo alla World BodyBuilding Federation!
Il primo show fu registrato al Taji Mahal di Atlantic City e per l’occasione, Vince McMahon non badò minimamente a spese! Fuochi d’artificio, incredibili effetti di luci e laser, macchine per il fumo, uno stage strutturato in maniera colossale! Insomma, fin qui nulla avrebbe fatto pensare che le cose siano state fatte in maniera approssimativa…

Ok.

Infatti ho scritto “fin qui”…

Perchè il solito ego di Vince McMahon lo spinge a strafare…e così tutti gli atleti furono trasformati in personaggi, furono praticamente assegnate loro delle gimmick (così come si faceva nella WWF!!!). Era il baggiano tentativo di attirare i tradizionali fans di wrestling verso questo nuovo prodotto. Ben presto scoprirà che non serve far presentare lo show ad un wrestler o dare delle gimmick agli atleti di altri sport per fare appassionare i fans… I fans di wrestling voglio wrestling. Chiaro come il sole, almeno per noi…

Ed eccoli lì… Immaginate questi omoni muscolosi con un tanga che gli copre a malapena le parti basse… Uno entrava vestito da boia con tanto di ghigliottina, un altro era vestito da Fantasma dell’Opera, un altro ancora da selvaggio e così via…
Certo, io avrei voluto uno con la gimmick di Bastion Booger, ma quello è solo un mio sogno che (ahimè) non si è realizzato…

Insomma… in una sola sera si è distrutto l’intero progetto della World Bodybuilding Federation: lo spettacolo era ridicolo, un disastro completo, talmente miserabile che faceva apparire la competizione di Mr. Olympia una riunione di luminari del ‘900 al confronto!

I fans del Bodybuilding si sentirono presi per il c*lo, i fans di wrestling (come prevedibile) restarono quanto più alla larga possibile dal prodotto.
Il prodotto della WBF non era wrestling e non era nemmeno una competizione di Bodybuilding… era una balordaggine senza predenti!

Con questo scherzetto chiamato WBF, Vince McMahon e la Titan Sports Inc. persero la bellezza di 15 Milioni di Dollari…in compenso, lui e tutti i wrestlers della federazione ebbero una scorta a vita di ICOPRO viste le enormi rimanenze di magazzino!

La storia della WBF si sarebbe conclusa in qualsiasi caso due anni dopo, con lo scandalo steroidi che portò Vince McMahon e la Titan Sports Inc. in tribunale, accusati della distribuzione di sostanze illecite nel backstage della WWF. Una federazione di mostri della genetica, gonfiati quanto un pallone aereostatico era l’ultima cosa alla quale Vince McMahon avrebbe voluto essere associato davanti al Pubblico Ministero!

Ma mentre personaggi fin troppo muscolosi vennero allontanati dalla World Wrestling Federation, solo un bisteccone troppo pompato restò alla corte dei McMahon: Lex Luger!

Luger era ancora sotto contratto dai tempi della WBF e sarebbe stato da stupidi sprecare il suo talento lasciandolo in disparte a godersi i suoi soldi…
Decisero di proporre Lex Luger accompagnato dal genio di Bobby “The Brain” Heenan come “The Narcisist” Lex Luger, un wrestler dal fisico scolpito, ossessionato dalla bellezza e dalla perfezione del suo stesso corpo…
Molti di voi lo ricorderanno a WrestleMania 9, accompagnato da tutte quelle belle ragazze che reggevano gli specchi per lui.
Come tutti i personaggi di questo tipo, “Il bello” di turno non attira più di tanto (ancora meno se ha quella faccia da McGuyver dopo l’incidente) e così il personaggio di “The Narcisist” fu abbandonato dopo neanche sei mesi, giusto il tempo di far andar via Hulk Hogan verso la WCW.

Ci siamo. La WWF ora si ritrova senza un personaggio patriottico da proporre al pubblico, il babyface americano per eccellenza è andato via…Abbiamo un gigantesco monster heel giappo-samoano di nome Yokozuna che minaccia di distruggere l’America! (o qualcosa di simile)
Chi salverà l’America questa volta ora che Hulk Hogan non c’è più!?
Lex Luger è la risposta! Ci salverà Lex Luger!!!

E così Lex Luger venne vestito di punto in bianco di stelle e strisce, diventando “Made in USA”.
Sventolare la bandiera Americana non andava più tanto di moda…era una roba che faceva troppo Hulkamania… Per lui pensarono un nuovo modo di spingere i fans ad tifarlo e renderlo il loro eroe americano: UN PULLMAN!

Si, un Pullman… Un bus, come quelli che portano i bambini a scuola.
Cosa c’entra con il wrestling? Continuate a leggere.

Quel bus non era un semplice Bus come tutti gli altri, no…Nossignore…
Quello era il LEX EXPRESS!!!!

Luger lo guidava su e giù per gli Stati Uniti d’America, incontrando i fans e promuovendo…beh praticamente promuovendo se stesso…

Veniva ripreso praticamente sempre: mentre visitava i bambini malati negli ospedali, mentre incontrava i suoi piccoli fans per strada, mentre dormiva nel bus, mentre mangiava, mentre baciava i neonati… Il tutto confezionato con un montaggio d’altri tempi che dava questa meravigliosa idea di eroe e di avventura…

Non avete anche voi le lacrime agli occhi?

No?

Neanch’io…

Il tour del Lex Express fu lungo e la sua tappa finale era WWF Summerslam per confrontarsi con l’enorme Yokozuna, la minaccia Giapponese, l’attuale campione assoluto WWF!
Mr.Fuji, il manager di Yokozuna però inserì una particolare stipulazione, quel match sarebbe stato il primo ed unico match per il titolo del Mondo WWF per Lex Luger.
Quindi Luger affrontò con coraggio il gigantesco lottatore di Sumo.. Nella parte finale del match in una confusione generale causata dal manager di Yokozuna, Lex va a segno con il suo avambraccio bionico e spedisce fuori dal ring l’avversario!

Luger vince! Arrivano tutti ad abbracciarlo, tutti buoni del backstage accorrono per sollevarlo sulle loro spalle e portarlo in gloria!! Luger ha vinto!!! LUGER HA VINTO!!! Addirittura cadono dal cielo palloncini bianchi, rossi e blu!!! LEX CE L’HA FATTA!!!! LUGER HA VINTO!!! LUGER HA VINTO…

…per Count Out!!!!

E quindi stando alle regole del wrestling, il titolo resta comunque al Campione in carica Yokozuna..

E allora perchè diavolo state festeggiando!?!?!?!?!?!?

Povero Lex Luger…ancora una volta è stato sfortunato.
E lo sarà ancora di più alla Royal Rumble dell’anno successivo in quanto dovrà dividere la vittoria con Bret Hart, col quale dividerà il main event di WrestleMania X dove il nostro eroe perderà ancora una volta l’occasione di diventare Campione WWF contro Yokozuna a causa di una squalifica.
Ci sono molte voci che circolano attorno all’episodio di WrestleMania X…
La più quotata dice che Luger a quanto pare avrebbe dovuto vincere il match contro Yokozuna ed avrebbe dovuto affrontare Bret nel Main Event…ma a quanto pare, per la felicità andò a rivelare ai suoi amici ed alle persone a lui vicine il risultato del match qualche giorno prima, i dirigenti vennero lo vennero a sapere e cambiarono l’esisto del match di WrestleMania.

Lex a mio modo di vedere è stato un talento sprecato in tantissime occasioni… se solo fosse stato gestito in una maniera più intelligente e sopratutto se fosse riuscito a combattere contro i suoi demoni (l’alcool e la droga).
Se non fosse stato per questi motivi, oggi non parleremo di lui come un talento mediocre del passato, ma parleremo di lui come una leggenda.

Rifletteteci su, bevendo una tazza di ICOPRO…

Luca Celauro
http://lucapoisonhallofshame.com

 

***BREAKING NEWS!!!***

Lascio la parola a Gabriele “Brawler” Sciarratta per un’ultim’ora, a te Gabriele!

GABRIELE SCIARRATTA SCRIVE PER LA HALL OF SHAME

Grazie Luca, spostiamoci dalla WWF degli anni 90 fino ai nostri giorni in Chikara!
A Febbraio di quest’anno Jakob Hammermeier, announcer personale dei BDK (stable che l’hanno prima ha dichiarato guerra alla Chikara) annuncia una sfida ardua: riuscire a fare una Body Slam a Tursas, il mastodontico componente della stable.

Molte persone hanno provato a sollevare Tursas, ma nessuno è riuscito a sollevare l’oggetto inamovibile: wrestler, gente comune, nessuno riusciva a compiere il miracolo, e il gigantesco vichingo dei BDK sembrava destinato ad entrare nella leggenda, come la spada nella roccia…ma al King of Trios di marzo, Green Ant riuscì a fare l’impossibile, sollevando Tursas per una Body Slam, mandando in visibilio il pubblico! La spada aveva trovato il suo Re Artù!

Inutile dire che Jakob e i BDK la presero molto male, e lanciarono la sfida a Green Ant per Chikarasaurus Rex a giugno. Nel mentre la formica verde cominciò un tour in giro per gli Stati Uniti con un bus, per mostrare al mondo la grandezza dell’America e il patriottismo dei fans. Il viaggio di Green Ant si chiamvava Flex Express, proprio a citare l’originale viaggio di Luger verso Summerslam e il suo match contro Yokozuna!

Ma, non tutte le storie fantastiche finiscono bene, e, nonostante un pubblico totalmente a favore della formica (che per l’occasione entrò con un costume ridisegnato a stelle e strisce!) fu Tursas ad aggiudicarsi il match.

Il mostro invasore riuscì ad avere la meglio per una battaglia, ma la guerra non finì qui: infatti ad High Noon, il primo, storico, iPPV della Chikara, i due si sfidarono di nuovo a viso aperto e questa volta fu Green Ant a vincere con una variazione della Chikara Special (mossa insegnata personalmente da Mike Quackenbush, fondatore della promotion, ai suoi studenti, e vero e proprio marchio di fabbrica dei face, o meglio tecnicos).

Alla fine il bene vinse, e l’America riuscì a respingere l’invasore…anche grazie all’indiretto aiuto del Total Package!

Gabriele Sciarratta
WorldOfWrestling.it

 

*********************************************************

Banner forumqrcode
L’appuntamento con la Hall of Shame continua sul sito www.lucapoisonHallofShame.com dove troverete l’archivio generale di tutti i personaggi e le storie introdotte nell’arca della vergogna…ed inoltre news, speciali e tanto altro ancora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *