WWE Fastlane 2021: il Pagellone

Nella notte tra domenica 21 e lunedì 22 marzo, si è disputato il pay-per-view di FastLane 2021. Vediamo insieme i risultati, le analisi e i voti di questo PPV, ultima tappa prima di Wrestlemania 37.

MATT RIDDLE SCONFIGGE MUSTAFA ALI E CONSERVA LO US TITLE VOTO: 6,5
Un ottimo KickOff match, davvero molto ben combattuto da entrambi gli atleti. Del resto Riddle e Ali hanno delle buone capacità, infatti hanno mostrato delle buone azioni acrobatiche e un’agilità che ha vivacizzato il match. Bella la chiusura di Riddle, con la Bro Derek dalla seconda corda. Quello che accade nel post match è significativo, con la Retribution che attacca l’ormai ex leader Ali. Una Retribution che probabilmente dopo questo episodio splittera’, con ben pochi rimpianti e con un grande rimpianto su ciò che poteva essere e non è stato.

NIA JAX E SHAYNA BASZLER SCONFIGGONO SASHA BANKS E BIANCA BELAIR CONSERVANDO I TITOLI MONDIALI FEMMINILI VOTO: 5
Un match insufficiente, direi addirittura inferiore a quello visto nel PPV precedente, Elimination Chamber. La cosa più grave è che non è stata proprio la serata migliore per le 4 ragazze, che non sono riuscite mai a trovare ritmo, velocità, intensità e imprevedibilità. Il finale forse ha fatto parlare di sè, con Bianca che colpisce involontariamente Sasha, e la Boss che nel post-match schiaffeggia la sua rivale di Wrestlemania. Purtroppo la rivalità tra Sasha Banks e Bianca Belair non ha ancora ingranato, al di là di qualche discussione e di qualche litigio. Mi aspettavo, un turn heel di Sasha Banks, che sarebbe dovuto essere diretto e deciso. Intanto, questo match non ha detto quasi nulla.

BIG E SCONFIGGE APOLLO CREWS E CONSERVA IL TITOLO INTERCONTINENTALE VOTO: 5
È stata una delle più grandi delusioni delle serata. Eppure l’inizio mi aveva fatto ben sperare, con un Big E deciso e determinato. Poi è venuto fuori Apollo Crews, ma il match sostanzialmente non è mai decollato, mantendosi su dei ritmi non eccelsi. Mi sembra che i due wrestler non abbiano ancora una giusta intesa, ed è preoccupante dato che si erano già sfidati più volte negli ultimi tempi. Come se non bastasse il finale è stato un pasticcio piuttosto pesante, in un match già di per sé piuttosto modesto. Mi aspettavo molto da questa nuova gimmick heel di Crews, che penso sia tutto sommato interessante, ma non poteva partire nel modo peggiore. Spero che i due possano riscattarsi in vista di Wrestlemania, però questo è stato un brutto e pesante buco nell’acqua.

BRAUN STROWMAN VS ELIAS VOTO: 4,5
Shane McMahon non poteva lottare, tra l’altro il match non era neanche più nella card di FastLane, ma alla fine Braun Strowman ha affrontato Elias. Uno squash match di cui avremmo fatto volentieri a meno. Inoltre, Braun Strowman vs Shane McMahon a Wrestlemania 37 devo dire che già mi preoccupa parecchio. Mi dispiace tanto che la WWE continui a utilizzare Shane in questo modo, perché non aggiunge nulla di interessante agli show. Pessimo anche il trattamento di Strowman, che passa in un anno da lottare per il titolo mondiale ad una rivalità inutile e senza senso. In tutto questo non dimentichiamo Elias, sempre più ridotto al low card e alla figuracce. Una brutta pagina da dimenticare per questo FastLane.

SETH ROLLINS SCONFIGGE NAKAMURA VOTO: 7+
Mi stavo iniziando a preoccupare, perché la prima parte di questo PPV, ad eccezione del KickOff match, non stava regalando nulla di emozionante e spettacolare. Per fortuna è arrivato questo match, tra Seth Rollins e Shinsuke Nakamura. 13 minuti eccezionali e fantastici, uno dei migliori match disputati dal giapponese da quando è in WWE. Diverse manovre innovative e interessanti, tanta intensità e grande incertezza fino all’ultimo minuto. Anche Rollins ha disputato uno dei suoi migliori match da un po’ di tempo a questa parte. Un Suicide dive spettacolare dimostra una volta di più che se Rollins è determinato e ritrova se stesso, può essere veramente uno degli elementi più importanti di questa WWE. Grande match dunque, alla fine pensavo che Nakamura potesse fare anche il colpaccio, ma ha vinto Rollins. Speriamo che questo match, possa dare una svolta alla faida tra Rollins e Cesaro che fino ad ora è stata piuttosto lenta e blanda.

DREW MCINTYRE SCONFIGGE SHEAMUS IN UN NO HOLDS BARRED MATCH VOTO: 7,5
Avrei voluto dare un voto più alto a questo bellissimo incontro, ma il finale era abbastanza annunciato, con la vittoria di Drew Mcintyre. Tuttavia il match è stato qualcosa di eccezionale, i due si sono sfidati anche fuori dal ring, scambiandosi colpi durissimi. Bella la White Noise di Sheamus che distrugge il tavolo. La chiusura dello scozzese arriva con la future shock su un pezzo di tavolo e poi con la classica claymore. Un bel match brillante grazie al quale Drew Mcintyre viene presentato al meglio come rivale per il WWE Champion Lashley, in vista di Wrestlemania. Onore e merito a Sheamus che da diverso tempo non si vedeva a questi livelli.

ALEXA BLISS SCONFIGGE RANDY ORTON VOTO: SV
Non me la sono sentita di dare un voto a questo match che non è stato un incontro cinematografico, ma ci è mancato poco. La sfida è servita più che altro per l’attesissimo ritorno di Bray Wyatt, che finalmente dopo tre mesi è ritornato in maniera piuttosto netta e chiara. Una rivalità quella tra Bray Wyatt e Randy Orton che a me continua a piacere e tanto. Abbiamo visto l’ennesimo segmento, alquanto interessante e coinvolgente. Certo lo schienamento di Alexa Bliss su Orton è stato discutibile, ma proprio grazie ad Alexa Bliss il personaggio di The Fiend è stato ancora più eccitante, con la Bliss che si è saputa calare alla grande nel personaggio. A Wrestlemania ci sarà la resa dei conti, in una rivalità, checché se ne dica, davvero ben costruita.

ROMAN REIGNS SCONFIGGE DANIEL BRYAN E CONSERVA IL TITOLO UNIVERSALE VOTO: 7,5
Un grande main event, anche in questo caso avrei voluto dare di più, ma l’esito era piuttosto scontato, con la vittoria di Roman Reigns. Match davvero di un’intensità incredibile. Una prima fase dominata da Roman Reigns, dopo però è venuto fuori alla grande Daniel Bryan ed il ritmo del match si è alzato ancora di più. Il finale è stato pirotecnico con l’arbitro ko e l’arrivo di Edge e di Jey Uso. Un match che ha raccontato davvero molte cose, e nonostante la confusione ci siamo divertiti tanto. Un incontro tra questi tre personaggi: Edge, Roman Reigns e Daniel Bryan a Wrestlemania sarebbe fantastico e la costruzione e già molto ben avviata.

VOTO AL PPV: 7
Una prima parte insufficiente, a parte il match di apertura tra Ali e Riddle, poi alcuni match inutili e deludenti, e finalmente tre grandi match, con l’atteso ritorno di Bray Wyatt. Un PPV che alla fine non è stato poi così brutto e inutile. Uno show che in particolare nella sua seconda parte, si è lasciato guardare. In chiave Wrestlemania ha detto già diverse cose come la sfida possibile a tre a Wrestlemania per il titolo universale. Nonostante le defezioni e le assenze di alcuni personaggi (John Cena, Undertaker, Brock Lesnar ecc.), la Road To Wrestlemania della WWE va avanti cercando di guardare non più e non solo al suo glorioso passato, ma anche ai nuovi talenti pronti ad emergere.

ANGELO SORBELLO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *