La storia completa della Invasion (2001)

La storia completa della Invasion (2001)

Nell’autunno del 2000 la World Championship Wrestling arrivò a trovarsi in pessime acque.

I ratings Tv di WCW Monday Nitro rasentavano i minimi storici, le arene erano sempre più vuote, e per mancanza di fondi molti talenti lavoravano con la federazione con contratti a gettone.

La AOL Time Warner, decise quindi di mettere sul mercato la compagnia, la quale ormai nulla più fruttava all’azienda.

Non vi furono acquirenti seriamente intenzionati ad acquistare la federazione di Atlanta, solo una persona si fece avanti, forse l’ultima che Ted Truner avrebbe voluto vedere, Vince McMahon il padre padrone della rivale WWE.

Alla AOL Time Warner, nonostante il parere negativo di Turner, si decise quindi per la decisione con le conseguenze più disastrose per la WCW, ovvero vendere la compagnia per soli 7 milioni di dollari alla famiglia McMahon.

Il 26 Marzo 2001 si concluse l’avventura della World Championship Wrestling.

La WCW andò in scena con una speciale edizione di Monday Nitro rinominata “Night of Champions”, tutti i titoli sarebbero stati un’ultima volta in palio, ed inoltre, proprio come la prima edizione di Nitro targata 1995, Ric Flair se la sarebbe vista contro il rientrante Sting.

Lo show si aprì con Vince McMahon in collegamento da Cleveland, dove in contemporanea la WWE andava in onda con Monday Night RAW, un orgoglioso McMahon annuncia l’acquisto della WCW e tiene sulle spine i fans della stessa, dicendo loro di come il destino della WCW sia ora nelle sue mani.

WCW Monday Nitro “Night of Champions” risultati:

  • Booker T sconfigge “Big Poppa Pump” Scott Steiner [WCW World title & WCW US title]
  • Rey Mysterio & Billy Kidman sconfiggono 3 Count e Yong Dragons [#1 conteder match for the WCW Cruiserweight tag team titles]
  • Shane Helms sconfigge Chavo Guerrero [WCW Cruiserweight title]
  • Sean O’Haire & Chuck Palumbo sconfiggono Lance Storm & Mike Awesome [WCW Tag team titles]
  • Shawn Stasiak sconfigge Bam Bam Bigalow
  • Rey Mysterio & Billy Kidman sconfiggono Kid Romeo & “Primetime” Elix Skipper [WCW Cruiserweight tag team titles]
  • Sting sconfigge Ric Flair [Last match in WCW History]

A livello di cronaca da segnalare la spaventosa vittoria di Booker T ai danni dell’uomo che per mesi ha dominato la WCW, vale a dire Scott Steiner, vittoria ottenuta nel giro di 5 minuti e che valse all’atleta di colore il suo quarto titolo assoluto WCW.

Rey Mysterio & Kidman abbandonano lo show come campioni di coppia dei pesi leggeri, O’Haire e Palumbo come WCW Tag team champs, mentre Sting, al rientro ufficiale, sconfigge nell’ultimo match della storia della WCW il suo storico rivale, Ric Flair, commovente il finale con un lungo abbraccio fra i due.

Le immagini staccarono poi su quanto stava andando in scena a Cleveland, Vince McMahon era sul ring pronto a dare il suo annuncio sul futuro della WCW.

McMahon fece un lungo discorso, marcando il fatto di come senza aggressività sia impossibile battere i propri avversari nel mondo degli affari, dopodichè passa finalmente a parlare delle superstars della WCW, nominandone alcune per sentire le reazioni dei fans, Vince fa i nomi di Hulk Hogam, Lex Luger, Buff Bagwell, Sting, Booker T…ma l’arena canta un solo nome…GOLDBERG, la scena è da brividi, un’arena colma di fans della World Wrestling Entertainment, intenti ad incitare il nome dell’uomo simbolo della compagnia rivale.

Vince afferma però che per tutti questi personaggi non ci sarà spazio nella WWE e verranno tutti licenziati all’istante, Vince però pare aver fatto i conti troppo in fretta in quanto viene interrotto da Shane McMahon, suo figlio, col quale si trovava all’epoca in rotta di collisione con tanto di match in programma a WrestleMania X-7.

Shane però non si trovava a Cleveland, bensì a Panama City beach in Florida, nel luogo in cui la WCW teneva il suo ultimo spettacolo.

Epico il momento, un McMahon si trovava su di un ring della World Championship Wrestling, una cosa impensabile solo 12 mesi prima.

Shane McMahon annunciò al padre d’aver chiuso lui la trattativa per l’acquisizione della World Championship Wrestling, e che quindi ora la WCW gli apparteneva, Shane lanciò inoltre il guanto della sfida al padre in quella che ora non sarebbe stata più solo una faida interna alla famiglia McMahon, ma una faida ben più articolata e complessa.

Il primo aprile 2001 all’Astrodome Arena di Houston nel Texas, la WWE va in scena con l’edizione numero 17 di WrestleMania.

Vi è grande attesa per i match in programma, su tutti, Undertaker vs Triple H, Steve Austin vs The Rock…ma anche Shane McMahon vs Vince McMahon, promosso ora come un match interpromozionale fra WCW e WWE.

In un palco d’onore, prima del match vennero indicati da Shane alcune delle giovani superstar della WCW, i primi di fatto a raggiungere un accordo con la dirigenza di Stamford, Shawn Stasiak, Stacy Keibler, Shane Helms, Chavo Guerrero ed altri ancora, tutti presenti per dare il loro apporto al nuovo capo della WCW.

Arbitro del match fra i due McMahon fu l’Hardcore legend Mick Foley, attorno alla contesa ruotavano molte altre trame della compagnia, in primis l’invidia fra Trish Stratus, amante, e Stephanie McMahon, figlia, di Vince McMahon, inoltre vi era il fattore Linda McMahon, ridotta a stato vegetativo su una sedia a rotelle.

Il match in se fu molto cruento e privo di fasi statiche, visto che appunto si scatenarono fuori ring svariati eventi, come il tradimento di Trish ai danni di Vince McMahon con conseguente catfight con Stephanie, ed inoltre la clamorosa beffa di Linda McMahon, la quale si riprese all’improvviso dal suo stato di semi coma, risultando decisiva per la vittoria di Shane, vittoria per la quale diede una spinta pure Mick Foley, il quale venne prima attaccato da Vince con una sedia, salvo poi vendicarsi successivamente ed aiutando Shane a preparare Vince per la chiusura del match.

La WCW quindi aveva ottenuto un primo importante successo, ma Vince McMahon cadde in piedi. Nel main event infatti, Stone Cold Steve Austin, dopo anni di lotta continua, si unì proprio al boss della WWE, infliggendo un duro pestaggio a The Rock.

WrestleMania X-7 risultati:

  • Chris Jericho sconfigge William Regal [Intercontinental title]
  • APA & Tazz sconfiggono Right to Censor
  • Kane sconfigge Raven e Big Show [Triple Treat, Hardcore title]
  • Eddie Guerrero scongigge Test [European title]
  • Chyna sconfigge Ivory [WWE Women’s title]
  • Shane McMahon sconfigge Vince McMahon [WCW vs WWE, street fight match]
  • Edge & Christian sconfiggono The Dudley Boyz & The Hardy Boyz [TLC, World tag team titles]
  • Gimmick Battle Royal
  • The Undertaker sconfigge Triple H
  • Stone Cold Steve Austin sconfigge The Rock [WWE Heavyweight title]

Una WrestleMania di grandissimo livello, la WCW quindi iniza la sua guerra col botto, ma come detto Vince cade in piedi, in un colpo solo distoglie l’attenzione dalla sconfitta contro Shane e porta dalla sua un alleato di livello stratosferico, per Shane McMahon è ora il momento di portare in scena i primi pezzi grossi della fu WCW, the War is only just begun.

WrestleMania X-7 è stata dunque consegnata agli annali come una delle più grandi edizioni della storia, Shane McMahon aveva ottenuto una grande vittoria ai danni del padre, il quale dal canto suo riuscì comunque ad assicurarsi un fondamentale alleato per i mesi a venire, ovvero Stone Cold Steve Austin.

Le settimane passano, nella WWE a tener banco è lo strapotere del clan di Vince McMahon, con Austin campione assoluto WWE, Triple H campione Intercontinentale, e dopo Backlash addirittura Austin & Triple H conquistano pure i titoli di coppia ai danni dei Brothers of Destruction, vale a dire The Undertaker & Kane.

Improvvisamente però qualcosa inizia ad andare storto nella WWE.

Durante l’edizione di RAW del 28 Maggio 2001, Steve Blackman viene costretto a far coppia con Trish Stratus contro il duo composto da Perry Saturn & Dean Malenko, la contesa sembra segnata in partenza, ma a sorpresa subca dal nulla Lance Storm, wrestler WCW, il quale grazie al suo run in consente a Balckman e Trish di portarsi a casa un’inaspettata vittoria.

Dopo il danno causato, Storm si precipita nei parcheggi dell’arena dove ad attenderlo vi è Shane McMahon, i due si dileguano a bordo di una limousine.

7 giorni dopo, RAW va in scena a Minneapolis, il primo match della sereata vede Christian, scortato dal fratello, nonchè tag team partener Edge, contedere a Kane il titolo Intercontinentale, strappato da Kane a Triple H (ora gravemente infortunato) nel corso di Judgment Day.

La contesa vede una netta superiorità della Big Red Machine, superiorità che però non riesce a concretizzarsi col pin vincente per via delle ripetute interferenze di Edge.

A rimettere le cose in pari ci pensa un nuovo invasore…Hugh Morrus, noto anche come General Reaction nella WCW, capo della stable (sciolta nei primi mesi del 2001) paramilitare dei Misfits in Action.

Morrus va a segno con un moonsault ai danni di Christian, consentendo a Kane di mantenere la cintura.

Vince McMahon durante lo show sale sul quadrato, a riguardo della seconda Invasione avvenuta nelle ultime due edizioni di RAW spende solo poche parole, per lui ora sono ancor altri i problemi, infatti il governatore dello stato del Minnesota, Jesse “The Body” Ventura, ad inizio programma rese ufficiale un contratto stipulato da Mick Foley con Linda McMahon, contratto stipulato in un altro stato che avrebbe permesso a Mick di poter sanzionare qual’ora lo volesse il main event di RAW, di conseguenza Stone Cold, nonostante il disappunto di McMahon, venne costretto a difendere il titolo WWE dall’assalto di Chris Jericho, assalto che andrà comunque a vuoto.

Nel frattempo una delle superstar di punta della compagnia si ritrova a che fare con un presunto maniaco il quale si diverte a spiare i movimenti della moglie di questa stella di prima grandezza, stella che risponde al nome di The Undertaker.

Da qualche settimana Undertaker pare letteralmente impazzire nel cercare d’individuare questo stalker.

Nell’edizione di RAW dell’11 giugno 2001 a farne le spese è Kurt Angle, uno dei principali sospettati dell’Undertaker, per via delle attenzioni morbose dello stesso Kurt avute nei confronti di Stephanie McMahon non molti mesi prima.

Angle venne massacrato dall’Undertaker mentre questi stava lanciando accuse a Chris Benoit.

Nell’occasione Undertaker prese però un granchio, lo stalker infatti si sarebbe rivelato al pubblico solo 7 giorni dopo,

Il 18 Giugno infatti durante RAW partì la musica dell’Undertaker, ma in sella alla sua motocicletta non vi era lui, ma bensì un personaggio col volto coperto da un passamontagna, il quale però non tardò a leverselo mostrando a tutti la sua vera identità, ovvero, Diamond Dallas Page.

Page ora è dunque approdato alla WWE nell’angle dell’Invasion, e la sua attenzione sè addirittura focalizzata su una leggenda della compagnia, quel The Undertaker che per 10 anni ha seminato distruzione e terrore nei ring di Stamford.

Il ppv di Giugno della WWE, King of the Ring, sengò una prima svolta nell’Invasione della WCW, a fare la sua comparsa fu nientemeno che il campione in carica della World Championship Wrestling….Booker T.

Booker T fece il suo debutto a sorpresa attaccando Steve Austin nel main event della serata, main event che vedeva il rattlesnake difendere il titolo dall’assalto di Chris Jericho e Chris Benoit.

Booker T e Diamond Dallas Page sono quindi ora i due nomi di maggior prestigio che la WCW ha portato ad invadare la WWE.

Nell’edizione di RAW post King of the Ring un nuovo wrestler WCW s’aggiunse ai già citati Booker T, Page, Storm e Morrus.

Mike Awesome fa la sua apparizione a sorpresa il 25 Giugno mettendo ko Rhino aggiudicandosi il titolo WWE Hardcore grazie alla regola del 24/7.

La sera stessa dal WWE New York, il locale a tema della federazione situato in Times Square, Shane McMahon presentò ufficialmente ai fans Booker T, la cosa mandò su tutte le furie Vince McMahon il quale mandò in spedizione Stone Cold Steve Austin che però una volta nel locale non trovò ne Shane ne Booker.

Il nuovo boss della WCW ed il campione della stessa s’erano precipitati in gran segreto al Madison Square Garden, e prorpio Booker T attaccò Vince McMahon nel mezzo del ring, dandosi poi alla fuga con Shane McMahona all’interno di una limo.

Pochi giorni dopo, sempre al Madison Square Garden, a Smackdown, fecero i loro debutti anche i giovani Sean O’Haire & Chuck Palumbo, i campioni di coppia della WCW, i quali misero a segno un pesante attacco ai danni degli Hardy Boyz, con Swanton Bomb di O’Haire ai danni di Jeff Hardy.

La baldanza dei due giovani campioni venne però punita dagli APA, Faarooq & Bradshaw, i quali a capo d’un gruppo di wrestlers WWE organizzarono un violento pestaggio ai danni dei due, arrivando a sbatterli fuori dal Madison Square Garden.

Verso la fine dello show Steve Austin si presentò sul ring, fece volare parole pesanti nei confronti di Booker T, senza contare nuove provocazioni a Michael Cole, commentatore di Smackdown, brutalizzato in maniera vergognosa dallo stesso Stone Cold poche settimane prima.

Il tutto venne però fermato proprio da Booker T il quale attaccò Austin alle spalle colpendolo con la cintura di campione del mondo WCW.

La vera Invasione WCW è quindi ormai entrata nel vivo e non solo, la WWE ha messo pure a segno come abbiamo visto la prima reazione di peso con un pesante pestaggio ai danni dei campioni di coppia WCW Sean O’Haire & Chuck Palumbo.

Allo stato attuale abbiamo quindi visto fra gli invasori: Lance Storm, Hugh Morrus, Diamond Dallas Page, Booker T, Mike Awesome, Chuck Palumbo e Sean O’Haire.

A breve faranno il loro debutto in Tv anche i vari Shane Helms, Billy Kidman, Shawn Stasiak, Mark Jindrack, Chavo Guerrero ed altri personaggi WCW.

La WCW, guidata dal temerario Shane O’Mac aveva quindi lasciato una prima significativa impronta nella WWE, le apparizioni di Booker T e Diamond Dallas Page ai danni di superstars di punta della WWE quali Steve Austin e The Undertaker non erano certo passate inosservate.

Vince McMahon dal canto suo si trovava in una situazione a dir poco tragica, ovvero possedere due alleati in seria spirale negativa quali Steve Austin e Kurt Angle, in particolar modo a preoccupare era il Rattlesnake, Stone Cold dopo l’attacco patito da Booker T, pareva l’ombra del campione in grado di sconfiggere chiunque grazie solo alla sua tenacia come accadeva sino a pochi mesi prima.

Ad approfittare di questo momentaneo sbandamento degli uomini chiave di Vince fu ovviamente Shane, il quale supportato da sua madre, la CEO della WWE, Linda McMahon, spianò la strada a quello che sarebbe stato il primo main event della storia di RAW con in palio un titolo della World Championship Wrestling fra atleti provenienti dalla stessa.

Booker T avrebbe difeso il suo titolo mondiale WCW dall’assalto di “The Stuff” Buff Bagwell.

Il match fra i due, complice un atmosfera che definire glaciale è dir poco, si dimostrò essere poco coinvolgente, il sussulto da parte del pubblico arrivò solo nel finale, finale che vide un run in di Austin ed Angle, i quali passati dal litigare per il fatto che ognuno dei due si definiva il preferito di Vince, ad unire le proprie forze.

Il risultato fu un durissimo pestaggio ai danni di Booker, di fatto un tre contro uno, visto che pure Bagwell si unì alla festa dei due, finendo però poi vittima degli stessi una volta che il buon Booker T si trovava esanime e sbattuto fuori dall’Arena.

Durante la stessa edizione di RAW fece pure il suo debutto una diva della WCW, Torrie Wilson, la quale in combutta con Linda McMahon sedusse Vince, dimostrando ai fans che a dispetto di quanto lo stesso Vince sostenesse, non era per nulla cambiato.

Tre giorni dopo, durante SmackDown, un piccolo pezzo di storia moderna del wrestling viene scritto nella WWE.

Billy Kidman e Shane Gregory Helms si sfidano per il titolo dei pesi leggeri WCW, e nella sorpresa generale. grazie alla sua Kid krusher, é Kidman a conquistare match e titolo.

Per la prima volta nella storia quindi, un titolo della WCW passò di mano in uno show della WWE.

Nel main event Booker T è ancora alle prese con una difesa del titolo WCW, l’avversario questa volta è un wrestler decisamente più blasonato di lui, ovvero Diamond Dallas Page.

La vittoria arride a Booker grazie ad un intervento dell’Undertaker.

Nel post match Undertaker trascina Page nel backstage, è ormai pure sul ring una lotta senzq quartiere, atleti WWE e WCW imperversano ovunque, ma se nel backstage è la WCW a primeggiare con un massiccio assalto ai danni dell’American Badass, sul ring a farla da parone furono i wrestlers della WWE, particolare veemenza venne mostrata dagli APA, Faarooq & Bradshaw, che già pochi giorni prima furuono protagonisti di un duro attacco ai danni di Test, identificato dai due quale presunta spia parziale alla WCW.

Nel backstage da segnalare pure un aggressione da parte di atleti WCW. guidati da DDP, ai danni di Shane O’Mac, e proprio un match fra Shane e Diamond Dallas, apre l’edizione di RAW del 9 Luglio.

Il match però non va in scena in quanto Undertaker si presenta sul quadrato mostrando grande rispetto per Shane, il quale però lo attaccò a tradimento in combo proprio con DDP, rivelando un piano bven preciso atto al mettere l’American Badass in seria difficoltà.

Sempre nell’edizione di RAW del 9/7/01 si assiste alla prima contesa interpromozionale fra WCW e WWE, Kurt Angle sfida Booker T per il titolo del mondo WCW.

Il match vive sulle continue interferenze di Shane e sulla complicità dell’arbitro WCW, Nick Patrick. Tuttavia Booker T manterrà il titolo solo dopo un match molto sofferto.

L’incredibile avviene però durante un match che vede coinvolti Kane & Chris Jericho contro il duo WCW Lance Storm & Mike Awesome.

Fra il pubblico nella sorpresa generale sbucarono due volti molto conosciuti ed amati dai più accaniti fans di wrestling, ovvero quelli di “The Innovator of Violence” Tommy Dreamer e “Mr. Monday Night” Rob Van Dam.

I due ex della ECW si accaniscono su Jericho & Kane, i quali vengono prontamente soccorsi da un nutrito numero di atleti WWE, fra quali Raven, i Dudleyz, Justin Credibile, Tazz e Rhyno……tutti ex ECW, che infatti si unirono ad RVD e Dreamer, dando vita ad un vero e proprio massacro ai danni di Y2J e della Big Red Machine.

Nel backstage sia Vince che Shane paiono furibondi, la ECW pare tornata sulla piazza e subito s’era resa protagonista del furto di due wrestlers alla WCW (Storm ed Awesome) e di un pestaggio ai danni di due superstars della WWE.

Vince & Shane McMahon decidono d’unire le forze, viene indetto un 20 men tag team match (10 per parte), la WCW mette in campo Chris Kanyon e l’ex stable dei Natural Born Thrillers, vale a dire Sean O’Haire, Mark Jindrak, Chuck Palumbo e Shawn Stasiak, mentre la WWE punta sugli APA, assistiti da Hardcore Holly, Billy Gunn, e The Big Show.

La ECW dal canto suo risponde con: i Dudleyz, Raven, Tazz, Rob Van Dam, Tommy Dreamer, Lance Storm, Mike Awesome, Justin Credible e l’ultimo ECW World Champ nella storia della compagnia, Rhyno.

Ad un cenno di Paul Heyman (announcer di RAW con Jim Ross) accadde l’impensabile….gli atleti ECW si uniscono a quelli WCW in un attacco ai 5 wrestlers WWE presenti sul ring, da un 10 vs 10 si passa ad un 15 vs 5, un soddisfatto Paul Heyman raggiunge i wrestlers e Shane sul ring, Vince esce sullo stage infuriato ed allibito, ma ancora è nulla, Shane infatti prende la parola ed introduce il nuovo boss della ECW, Stephanie McMahon !!!

Vince pare sconvolto e sfiduciato, in virtù anche dello scarso supporto datogli da un irriconoscibile Stone Cold Steve Austin.

 

Matteo Carminati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *