Eccoci pronti a dare i risultati, i voti e le analisi della seconda serata di Wrestlemania 37.

RANDY ORTON HA SCONFITTO THE FIEND BRAY WYATT. VOTO: 5
È stata una delle più grandi delusioni delle intere due serate di Wrestlemania 37. Match breve e che non ha offerto nulla di tecnico. Forse la cosa più carina e da ricordare è stata la particolare entrata di Bray Wyatt, ma poi c’è poco altro da segnalare di veramente importante in questa sfida. Si parlava di una stipulazione speciale e di un match cinematografico e invece niente. Finale molto strano. Con Alexa Bliss che distrae The Fiend e permette a Randy Orton di vincere, con la Bliss e Bray Wyatt che poi spariscono nel nulla tra i fischi e la delusione del pubblico. Un epiologo che lascia l’amaro in bocca, perché era una delle poche faide ben costruite di questa Wrestlemania 37. Ma poi perché mettere questo match come opener di uno show importante come Wrestlemania 37? Un errore pesante e una delusione non da poco, per un incontro che aveva molto hype. Una brutta bocciatura anche per i protagonisti: Orton, Wyatt e la Bliss.

NIA JAX E SHAYNA BASZLER HANNO SCONFITTO TAMINA E NATALYA E HANNO CONSERVATO I TITOLI DI COPPIA FEMMINILI. VOTO: 5
Capisco che questo match non aveva un grande interesse, ma io ci avevo creduto e pensavo che potessimo assistere ad una bella contesa. Purtroppo la serata non è stata delle migliori per le 4 atlete. Il match è stato troppo lungo e le protagoniste non hanno mai trovato il ritmo e l’intesa giusta. Inoltre, ci sono stati troppi errori e botch, goffa e ridicola è stata anche la body slam di Tamina su Nia Jax eseguita in modo imbarazzante. Natalya e Tamina nonostante la loro esperienza e il buon lavoro fatto nelle settimane precedenti sono riuscite anche a sbagliare a darsi il cambio. Il pubblico non ha gradito, osservando con ancora meno interesse il match. La chiusura di Shayna Baszler su Natalya è stata la fine di un incubo. Non proprio un inizio da ricordare per Wrestlemania con questi primi due match.

KEVIN OWENS HA SCONFITTO SAMI ZAYN. VOTO: 7
Per come era iniziata la Night 2 di wrestling 37, mi stavo già iniziando a disperare, ma per fortuna è arrivato il match di Kevin Owens, che vince su Sami Zayn. E’ stata proprio la sfida che ci voleva, un match  molto ben combattuto e con il gradevole coinvolgimento di Logan Paul. Dopo un inizio tutto a favore di Owens, è venuto fuori Zayn, che con i suoi soliti giochi di astuzia ha fatto venire fuori un match ben bilanciato e equilibrato. A vincere come detto, tra il tripudio generale del pubblico, è stato Owens, bello anche il post match con Kevin che esegue la Stunner proprio su Logan Paul. Un bel match che meritava più considerazione, con qualcosa di importante in palio.

SHEAMUS HA SCONFITTO MATT RIDDLE E HA CONQUISTATO LO US TITLE. VOTO: 7
Uno dei match migliori della serata, nonostante la faida fosse stata costruita in maniera veloce e sbrigativa. Dal punto di vista tecnico è stato uno dei migliori match, molto duro è violento. La forza di Sheamus contro l’atleticità di Riddle, il colosso irlandese contro il piccolo Bro. I due hanno fatto davvero un lavoro eccellente, trovandosi alla grande e mostrando violenza e spettacolo. Un buonissimo match, molto incerto e veloce, con dei bei capovolgimenti di fronte che hanno entusiasmato il pubblico. Finale incertissimo che ha portato la vittoria e il titolo US a Sheamus. Il botch sul finale dell’incontro commesso dall’irlandese non è stato così grave.

APOLLO CREWS HA SCONFITTO BIG E ED HA CONQUISTATO IL TITOLO INTERCONTINENTALE. VOTO: 6
I due si dovevano riscattare dopo il match non certo esaltante di FastLane, compreso il botch finale. La stipulazione prevedeva l’utilizzo di diversi oggetti contundenti, quindi c’era la possibilità di vedere un match migliore. Ma devo dire che anche questa volta Big E e Apollo Crews non mi hanno entusiasmato molto, qualche errore di troppo, con i due che non sono riusciti a trovare la giusta chimica di intesa. I gradoni d’acciaio hanno giocato un ruolo di rilievo, ma non è servito a convincere il pubblico. Il finale è stato comunque buono, con lo splash errato di Apollo che distrugge un tavolo. Big E sembra possa chiudere, ma arriva Daba Kato, il gigante visto a Raw Underground, che aiuta Apollo Crews a vincere e a conquistare il titolo intercontinentale. Un finale controverso e inaspettato che ci regala un cambio di titolo e che fa strappare la sufficienza questa sfida non proprio esaltante.

RHEA RIPLEY HA SCONFITTO ASUKA E HA CONQUISTATO IL TITOLO MONDIALE FEMMINILE DI RAW. VOTO: 7,5
Le due ragazze hanno dato vita ad uno dei match più belli della serata. La costruzione era stata breve e tutta fatta di fretta, anche per l’assenza di Charlotte Flair. Match intenso e ben combattuto, forse non spettacolare al 100%, ma con un’intensità e una incertezza incredibile. Fuochi e scintille, con scambi veloci e rapidi, le due non si sono certo risparmiate. Kick, Suplex e manovre di sottomissione. Non è mancato nulla. Tante emozioni e tanti ribaltamenti di fronte. A vincere è stata la Ripley che connette la Riptide sulla giapponese, regalandoci un cambio di titolo interessante, con Asuka che dopo mesi
vede interrotto il suo regno da campionessa mondiale femminile di Raw.

ROMAN REIGNS HA SCONFITTO EDGE E DANIEL BRYAN E HA MANTENUTO IL TITOLOONDIALE UNIVERSALE. VOTO: 8,5
Una match che ha tenuto fede alle premesse, emozioni davvero a non finire. Subito Jey Uso ha cercato di creare scompiglio. Ci sono state le immancabili Spear di Roman Reigns e di Edge. Bryan è entrato in guerra con la Rated R Superstar. Ad un certo punto però è sembrato che i due si volessero alleare contro Roman. Caos inevitabile che porta ancora più emozioni e incertezza. Perché ad un certo punto non si capiva proprio chi potesse vincere. Ritorno inevitabile di Jey Uso, con Roman che mantiene il titolo universale schienando entrambi gli avversari. Una prova di forza e una prestazione importante di Roman che conserva il titolo in un match davvero solido. Un successo importante e convincente di cui Roman Reigns aveva bisogno per rafforzare il suo status di campione e di elemento trainante della federazione. Grande prestazione per tutti e tre.

VOTO ALLA SECONDA SERATA DI WRESTLEMANIA 37: 7
L’inizio di questa seconda serata mi aveva fatto preoccupare con i primi due match brutti e insufficienti. Per fortuna poi ci sono state belle sfide con cambi di titolo e sorprese. Bello il match per lo Us Title. Meno bello il match per il titolo intercontinentale, che però porta con sè una sorpresa finale. Fiore all’occhiello della serata gli ultimi due match, bellissimi e emozionanti. Rhea Riple conquista su Asuka il titolo di femminile interrompendo il lungo regno da campionessa della giapponese, e poi un main event vibrante e incertissimo fino alla fine. Nonostante tutte le problematiche avute tra maltempo, Covid19 e assenze, una bella e gradevole Wrestlemania. Non possiamo lamentarci. Certo ci si aspettava di più, ma non sono mancate le emozioni e i colpi di scena. Una Wrestlemania piacevole e sicuramente da vedere e da rivedere.

ANGELO SORBELLO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *