Ormai siamo abituati a scontri di ogni tipo (fratelli, fidanzati, padre e figli, amanti, ecc.) ma nel 1993, quando cominciò questa rivalità, non si erano mai visti due wrestler con lo stesso sangue fronteggiarsi ed odiarsi.

All’epoca Bret Hart era una stella già affermata, con un palmares di campione WWF, 2 volte campione intercontinentale, 2 volte campione di coppia e attuale king of the ring, mentre il fratello minore Owen non riusciva ad ottenere grande attenzione, nonostante le indubbie qualità.

Bret era coinvolto in una faida con Jerry Lawler, basata sul reale ruolo di king all’interno della federazione. Bret aveva infatti trionfato nel torneo ufficiale, mentre Jerry usava l’appellativo regale da sempre, anche nelle altre federazioni.

Questo portò i due ad affrontarsi a Summerslam dove, nonostante il trionfo del canadese, Lawler fu decretato indiscusso re della WWF, dopo che l’arbitro rovesciò la decisione (Bret si rifiutò infatti di mollare la sharpshooter dopo che Lawler aveva ceduto).

Owen invece, era da poco tornato a combattere con continuità nella federazione e, alle Survivor Series, si sarebbe unito a Bret e gli altri fratelli in un tradizionale survivor series match, che li avrebbe visti opposti al team di Jerry the king Lawler.

Poco prima del ppv Lawler, per motivi extra ring, fu sostituito dal rientrante Shawn Michaels, che si fece accompagnare da tre cavalieri mascherati.

Il team degli Hart si dimostrò troppo superiore, uscendo vincitore con un unico eliminato. Il problema era che questi fosse Owen, dopo uno scontro fortuito proprio con Bret.

Al termine del match tra i due ci fu un duro confronto, sanato parzialmente solo dalla mediazione di Bruce e Keith Hart.

Tuttavia, i dissapori aumentavano, con Owen che accusava Bret di oscurarlo, arrivando addirittura a sfidarlo in un match ufficiale, per dimostrargli chi fosse il migliore della famiglia Hart.

Bret rifiutò continuamente e, poco prima di Natale, le divergenze si appianarono, facendo arrivare i due ad essere nominati primi sfidanti al titolo di coppia.

Si arriva quindi alla Royal Rumble 1994, dove però i Quebecers riescono a mantenere le cinture dall’assalto degli agguerriti fratelli.

Il modo in cui arriva la sconfitta manda su tutte le furie il più piccolo Owen. L’accaduto infatti, merita attenzione: Bret viene infortunato dai campioni ed inizia a zoppicare, tuttavia preferisce proseguire l’incontro piuttosto che dare il cambio ad Owen. Ad un certo punto, notata la situazione fisica, l’arbitro decreta d’ufficio la fine del match.

Owen si sente beffato, e poco considerato dal fratello, perciò lo colpisce continuamente alla gamba infortunata.

La frustrazione di Owen aumenterà a fine serata quando, nonostante tutto, Bret riuscirà a trionfare (assieme a Lex Luger) nella rissa reale, guadagnandosi così il diritto a sfidare il campione WWF a wrestlemania 10.

Vista la vittoria ex-equo, si deve procedere al lancio della monetina per decretare chi sarà il primo a confrontarsi col detentore Yokozuna, mentre l’altro affronterà chi uscirà da questa sfida con la cintura.

Luger acquisisce il diritto di andare subito contro Yokozuna mentre Bret, per evitare favoritismi, dovrà vedersela finalmente con Owen. Qualsiasi sia il risultato di questo match, Bret Hart affronterà comunque per il titolo uno tra Luger e il mastodonte nipponico.

Poco prima del ppv, Owen costa a Bret una sconfitta contro Crush in un match registrato per il mercato home video.

L’incontro tra fratelli avviene come match di apertura, ed è ancora oggi il miglior opener di tutta la storia del wrestling: tecnica, acrobazie, suspense, capovolgimenti di fronte, sino all’epilogo, in cui Owen ribalta la mossa dal paletto con la quale Bret aveva sconfitto Bigelow a king of the ring.

Quindi la sorpresa è avvenuta, ed Owen ha dimostrato di essere migliore del fratello maggiore.

Tuttavia viene nuovamente beffato, quando Bret, nonostante la delusione psicologica di questa sconfitta, riesce a battere Yokozuna diventando nuovamente campione WWF.

A fine match tutti i face della federazione accorrono sul ring portando in trionfo il canadese, mentre Owen appare sullo stage guardandolo inferocito.

La rivalità prosegue, in quanto Owen afferma che, se avesse affrontato Bret successivamente al match titolato, ora sarebbe lui il campione.

Si guadagna questa possibilità imitando il fratello, con una vittoria nel torneo king of the ring, grazie anche all’aiuto del rientrante Jim the anvil Neidhart, che tradisce prima Bret (ma gli consente di mantenere il titolo per squalifica) nel suo incontro con Diesel, e poi interferisce contro Razor Ramon nella finale del torneo.

Il piano per far arrivare Owen a sfidare Bret per il titolo ha così avuto effetto, e a Summerslam 1994 la resa dei conti può avvenire.

Il tutto si svolge una gabbia d’acciaio, l’incontro è meno tecnico ma più violento e lungo del precedente, e rimane anch’esso tra i migliori match della storia del wrestling.

Quando entrambi i contendenti stanno per uscire dalla struttura, Owen rimane incastrato tra le maglie d’acciaio, dando così via libera a Bret per la vittoria definitiva.

In un lumberjack match, trasmesso solo in vhs, Owen schienerà Bret. Sembrava avvenuto il passaggio del titolo ma, un altro arbitro, notando che Neidhart aveva attaccato il campione sul ring, fa in modo che il match prosegua, col risultato favorevole poi a Bret.

Il minore riuscirà a vendicarsi alle Survivor Series quando, ingannando la madre, le farà gettare l’asciugamano (in un particolare match dove la vittoria poteva avvenire solo per sottomissione, in stile pugilistico dove il manager può gettare la spugna) costando a Bret il titolo a favore di Bob Backlund.

Durante l’incontro tra Bret e Diesel (che aveva sconfitto Backlund) alla Royal Rumble 1995, Owen sarà tra i vari lottatori ad interferire contro entrambi gli avversari, facendo scattare la doppia squalifica.

Così il feud può dichiararsi concluso. A wrestlemania 11 Owen riuscirà a togliersi la prima soddisfazione titolata, vincendo con Yokozuna (scelto come mystery partner in virtù della sua vittoria contro Bret a wrestlemania 9) le cinture di coppia.

Nel 1997 i due fratelli si riappacificheranno, formando la nuova Hart Foundation con altri membri della famiglia Hart.

 

Daniele Fusetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *