Hall of Shame: Giant Gonzales – Un gigantesco fallimento

Hall of Shame: Giant Gonzales – Un gigantesco fallimento

Giant Gonzalez
Il miglior costume di sempre!

I Big Man sono quasi sempre stati presentati come “Special Attraction” nel mondo del Wrestling. Essi sono potenti, muscolosi, imponenti, intimidatori e sopratutto enormi!
Gente come Andrè The Giant, The Big Show, Mark Henry, The Great Khali e compagnia hanno scritto delle pagine indelebili nella storia di questo business, è impossibile negarlo.
In un mondo o nell’altro, in questo c’è riuscito anche Giant “Jorge” Gonzalez… un lottatore argentino che non si è guadagnato il suo posto sul quadrato per passione o per chissà quale talento, ma semplicemente perchè era gigantesco.
La sua carriera è breve e le sue gesta non sono state sicuramente memorabili…è vero, la WWE lo ricorderà per sempre come una delle vittime della “streak” di Undertaker a WrestleMania, ma noi della HALL of SHAME, lo ricorderemo sempre per il suo costume e le sue abilità pressochè nulle sul ring!
Il costume, lo vedete nelle immagini, non ha bisogno di descrizioni…è l’immagine di un corpo di un uomo nudo e muscoloso disegnato su una calzamaglia!!!!

In questo articolo, scritto a suo tempo per il defunto sito WrestlingWorld.it, Ivan Cavalieri (conosciuto come Ghostmaker su internet) è ospite nella HALL of SHAME e ci racconta il suo ricordo di uno dei personaggi più strani e grotteschi della storia del wrestling: Giant Gonzalez!

 

IVAN CAVALIERI SCRIVE PER LA HALL OF SHAME:
“Gli esseri umani spesso decidono di fare cose che credono interessanti ma che poi si dimostrano distruttive. La bellezza di un uomo è quella di capire quando bisogna smettere. Non tutti in verità riescono ma Jorge ci è riuscito e ci ha graziati tutti con il suo ripensamento.

In effetti abbiamo dovuto aspettare due anni prima che capisse i suoi errori, ci siamo sorbiti le sue prestazioni “indecenti”, abbiamo pensato all’inizio che fosse giunto sulla scena un vero portento, ci siamo accorti che invece era una presenza quasi incorporea (anche se effettivamente uno alto come lui un po’ di impressione la fa). Riguardando la sua vita bisogna dire che è stato davvero sfortunato, si è presentato alle Olimpiadi del 1988 nella sua nazionale di pallacanestro, l’Argentina, e non ha disputato un incontro, è stato acquistato dagli Atlanta Hawks (squadra di basket americano) e non ha mai disputato un incontro, a pensarci bene è normale che poi una persona, dopo due avvenimenti così sbagliati, facesse il suo errore. Così Jorge decise di accettare l’offerta di Ted Turner (che per inciso era il proprietario degli Atlanta Hawks e soprattutto della WCW) di diventare un wrestler conosciuto con il nome: El Gigante.

Così il buon Jorge ci fece vedere dal marzo 1991 al gennaio 1992 quanto sapeva fare su un ring, ovvero niente, se non spaventare i suoi avversari che preferivano andare subito a fare la doccia (se avevano paura oppure se si erano scocciati di vedere un giocatore di pallacanestro dondolare sul ring non lo sapremo mai). Nella WCW quando il match diventava importante, riusciva a perderlo, sembrava che la sua vita fosse una eterna sconfitta fino al gennaio 1993 quando venne chiamato nella WWF dove venne ribattezzato Giant Gonzalez. Ecco il momento giusto. Voleva essere un wrestler, la più importante Federazione lo stava ingaggiando, era il suo momento magico

Jorge anche qui però ottenne una sola cosa, niente. Undertaker lo batté due volte, lui lasciò il suo manager per passare nella schiera dei “buoni” e poi… il nulla. Qui, Jorge compie la sua migliore scelta di vita e ad agosto dello stesso anno decide di chiudere la sua carriera nel mondo del wrestling e tutti noi dovremmo essergli grati. E per questo sono felice di introdurre Jorge Gonzalez nella Hall of Shame. Perché anche se il solo vederlo arrivare faceva addormentare il pubblico, o nei migliori dei casi, per non svenire, gli gridavano di tornare a casa, è stato in grado di capire che questo sport non poteva fare per lui. Ha scelto di darci un aiuto, e io lo ringrazio pubblicamente per aver deciso di lavorare nel cinema.”

Ivan “Ghostmaker” Cavalieri

Nota a margine: Jorge “Giant” Gonzalez ci ha lasciati nel 2010 a soli 44 anni a causa di problemi legati al diabete che da tempo lo affliggeva, aggravati anche dalla sua stazza e dalla sua altezza.

www.lucapoisonHALLofSHAME.com è dedicato alla sua e alla memoria di altri grandi Hall of Shamers del passato che ci hanno lasciato.

 

Luca Celauro
@lucapoison
www.lucapoisonhallofshame.com

 

*********************************************************

Banner forumqrcode
L’appuntamento con la Hall of Shame continua sul sito www.lucapoisonHALLofSHAME.com dove troverete l’archivio generale di tutti i personaggi e le storie introdotte nell’arca della vergogna…ed inoltre news, speciali e tanto altro ancora!

 

Luca PoiSoN

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *