Jerry Lynn: il pioniere della X-Division

Jerry Lynn: il pioniere della X-Division

Nome e Cognome: Jeremy Lynn

Altezza: 177 cm

Peso: 96 kg

Nato il: 12 giugno 1963

A: Minneapolis, Minnesota

Mossa Risolutiva Finale: Cradle Piledriver

Allenato da: Brad Rheingans

Debutto nel wrestling: 1988

Federazioni: PWA, GWF, MPW, WWF, WCW, ECW, WWA, NWA/TNA, XPW, MLW, IWA Mid-South, ROH, 3PW, GCW, AAW, NYWC

Titoli vinti:

PWA Light Heavyweight title(2)

PWA Heavyweight Title

PWA/GWF Light Heavyweight title

PWA Tag Team titles(2)

ECW Heavyweight title

WWF Light Heavyweight title

NWA World Tag Team titles(2)

NWA X-Division title(2)

WWA Cruiserweight title

IWA: Mid South Wrestling Heavyweight title

NYWC Heavyweight title

GCW Heavyweight title

IWC Super Indy Title

ROH World Title

Jerry Lynn è senza dubbio uno dei più grandi innovatori della storia recente del wrestling e non è un caso che molti pesi leggeri emersi di recente si ispirino a lui. I match disputati con Rob Van Dam ai tempi della ECW hanno raggiunto livelli di spettacolarità difficilmente eguagliabili e se in Tna il sogno di una grande X-Division è diventato realtà è in parte merito del pioniere che nei primi due anni di vita della federazione ha combattuto al massimo delle sue possibilità. Come tanti altri atleti, Jerry non ha ricevuto un buon trattamento in WWF, inoltre non è riuscito a farsi un nome in Giappone, ma queste piccole macchie non intaccano minimamente la sua sfolgorante carriera.

Jeremy Lynn nasce a Minneapolis nel 1963 e, diversamente da altri suoi colleghi che salgono sul ring in tenera età, fa il suo debutto nel wrestling abbastanza tardi, a 25 anni compiuti. Inizialmente Jerry combatte nelle federazioni del suo paese: il 24 gennaio 1990 arriva il suo primo titolo, il PWA Light Heavyweight Title, ottenuto sconfiggendo Johnny Love. In breve tempo Jerry arriva ai vertici della federazione e il 12 agosto conquista il PWA Heavyweight Title ai danni di Ricky Rice. Negli ultimi mesi dell’anno il ragazzo viene notato dalla USWA di Jerry Lawler dove disputa alcuni match; il 1991 si apre col secondo PWA Light Heavyweight Title, che Lynn vince contro un altro giovane molto promettente, The Lightning Kid, che negli anni successivi si farà chiamare 1-2-3 Kid, Syxx, X-Pac, Syxx Pac, Sean Waltman. Nel mese di giugno si svolge il torneo per l’assegnazione del GWF Light Heavyweight Title: Jerry arriva in finale ma stavolta viene battuto da The Lightning Kid. I due si riaffrontano nel mese di dicembre e stavolta è Lynn ad aggiudicarsi la cintura. Nella primavera del 1992 Jerry lascia il Minnesota per il Texas e inizia anche ad accettare i primi bookings in Giappone.

Nella Universal Wrestling Federation Lynn e Waltman mettono da parte ogni controversia e formano un tag team molto affiatato: i due diventano inseparabili e debuttano anche nel mondo del cinema, comparendo nella pellicola intitolata “Crossing the bridge”. Tuttavia i riconoscimenti continuano ad arrivare solamente nella PWA: nei primi mesi del 1993 il duo conquista per ben due volte i tag team titles. In Giappone Jerry combatte più volte nella Michinoku Pro Wrestling indossando una maschera e facendosi chiamare Sultan Gorgola: sfortunatamente il personaggio non ha successo e Jerry non riesce a lasciare il segno nel paese del Sol Levante. Nel 1995 Jerry ha un try out con la WWF ma non riesce a impressionare i dirigenti di Stamford: è la WCW a mettere sotto contratto l’atleta, che combatte col nome di “Mr J.L.”. Lynn prende parte a un solo pay per view, Halloween Havoc, dove viene battuto da Sabu: la prestazione non piace a Eric Bischoff, il quale decide di licenziare l’atleta. Nel 1997 Jerry ha un secondo try out con la WWF, che lo fa combattere contro Taka Michinoku e Louie Spicolli ma poi decide di scartarlo ancora una volta. Nello stesso anno finalmente la fortuna gira dalla parte di Jerry Lynn: il wrestler riceve la chiamata Extreme Championship Wrestling di Paul Heyman.

Il 5 settembre Jerry debutta a Philadelphia contro il compianto Chris Candido, col quale inizia una lunga faida che vede coinvolti anche Tommy Rogers dalla parte di Lynn e Lance Storm da quella di Candido. Mentre negli incontri singoli c’è un sostanziale equilibrio, nei tag team match sono sempre Candido e Storm a spuntarla: questo porta Lynn a cercare un nuovo partner, che trova in Chris Chetti. Anche questo duo ha breve vita, nonostante le due vittorie contro gli FBI all’inizio del 1998. Il 15 maggio Justin Credible batte Lynn in un bellissimo 2 of 3 falls match; Jerry si prende la rivincita il 10 luglio. In quel periodo è in corso un altro feud storico, quello tra Mike Awesome e Masato Tanaka: tra luglio e agosto si svolgono tre tag team match che vedono la coppia formata da Lynn e Tanaka sconfiggere per ben due volte quella formata da Awesome e Credible. Dopo due vittorie consecutive su Mikey Whipwreck, Jerry mette gli occhi sull’ECW Television Title detenuto da Rob Van Dam: tra la fine del 1998 e l’inizio del 1999 i due danno vita ad alcuni tra i match più belli non solo della storia della ECW ma anche degli anni ’90. Intensi, spettacolari, violenti, estremi, unici: oltre a lasciare a bocca aperta i fans questi incontri serviranno da spunto per le generazioni future.

I due si affrontano a più riprese ed è sempre RVD a vincere ma ciò non blocca l’ascesa di Lynn, che proprio grazie a questi match diventa una stella affermata della federazione. A metà del 1999 Lynn  riprende la faida con Justin Credible, che nel frattempo ha formato gli Impact Players con Lance Storm, e trova dei validi alleati in Sabu e nel suo eterno rivale RVD. La ECW decide di mettere Jerry Lynn contro altri due lottatori molto spettacolari, Tajiri e Super Crazy: il risultato è ancora una volta grandioso e la 3 way dance disputata a November To Remember e vinta proprio da Lynn manda in visibilio il pubblico di Philadelphia. Il 14 maggio 2000 ad Hardcore Heaven Jerry riesce finalmente a sconfiggere Rob Van Dam ma stavolta non c’è nessun titolo in palio. Lynn decide di contrapporsi al Network, la stable di Cyrus, e trova un valido avversario in Steve Corino: i due si affrontano il 16 giugno a Heat Wave in un bloody match ed è Jerry a spuntarla. Il 25 agosto l’atleta partecipa ad un tag team tournament insieme a Tommy Dreamer e i due arrivano fino alla finale dove perdono contro Tajiri e Mikey Whipwreck. Il primo giorno di ottobre si svolge il ppv Anarchy Rulz: Jerry Lynn affronta e sconfigge il suo grande rivale Justin Credible laureandosi ECW World Heavyweight Champion!!

Il suo regno dura poco più di un mese, il 5 novembre durante il ppv November To Remember Corino diventa il nuovo campione, ma comunque Jerry ha avuto il tanto atteso momento di gloria, un giusto riconoscimento per quello che ha dato alla federazione di Philadelphia e al mondo del wrestling. In seguito l’atleta decide di passare dalla parte del Network: il 7 gennaio 2001 a Guilty As Charged in coppia con Cyrus batte Christian York e Joey Mattews, poi attacca a tradimento Rob Van Dam durante un confronto verbale tra questi e il nuovo campione ECW Rhino. Tra i due viene sancito subito un match che ancora una volta lascia tutti a bocca aperta: si tratta dell’ultimo incontro della storia della ECW, costretta a chiudere i battenti per bancarotta. Jerry firma allora un contratto con la WWF.

Il 29 aprile 2001 durante una puntata di Heat l’atleta debutta nella federazione di Stamford schienando Crash Holly e conquistando il Light Heavyweight Title. Nonostante la partenza col botto Jerry stenta a decollare: l’atleta combatte negli show minori apparendo raramente a Raw e a Smackdown!. Il suo regno dura fino al 7 giugno, quando viene schienato da Jeff Hardy; il 5 agosto un suo match contro Rob Van Dam viene mandato in onda a Heat quando pochi mesi prima i due combattevano nei main event dei pay per view. Il 2001 si conclude col rilascio di Lynn, che l’atleta vede quasi come una liberazione. Nella prima metà del 2002 Jerry lotta nella WWA, poi viene contattato dalla neonata NWA/TNA. Lynn partecipa al double elimination match per decretare il primo X-Division Champion, ma la vittoria arride a Aj Styles(gli altri partecipanti erano Psicosis e Low Ki). Lynn e Styles prendono parte al torneo valido per l’assegnazione dei tag team titles e riescono a trionfare sconfiggendo in finale i Raimbow Express. I due difendono con successo i titoli di coppia contro Slash & Cobain e i Fliyng Elvises ma sono costretti a rendere vacanti le cinture dopo un no contest contro Ron Killings e Jeff Jarrett. Tra Lynn e Styles nascono dei dissapori che i due cercano di risolvere il 19 agosto in un triathalon match: Jerry si aggiudica la prima contesa, un falls count anywhere, Aj vince la seconda, un no disqualification, mentre la terza, un iron man match, finisce in pareggio. Ancora una volta Lynn ha disputato un match leggendario, uno dei migliori sia della sua carriera che di quella del suo giovane avversario.

Sette giorni dopo Lynn vince un ladder match contro Styles e Low Ki aggiudicandosi per la prima volta l’X-Division Title! L’atleta però non è ancora sazio di vittorie e sfida Ron Killings ad un match valido per il titolo NWA: l’atleta di colore si aggiudica l’incontro grazie all’interferenza di Sonny Siaki. La settimana dopo è Killings a sfidare Lynn per l’X-Division Title, con quest’ultimo che riesce a mantenere la cintura, che difende con successo anche contro Aj Styles. Nel mese di ottobre Jerry è vittima di un incidente aereo che per fortuna non si conclude in tragedia: il wrestler si riprende presto dallo spavento e decide di dare il secondo assalto all’X-Division Title, perso all’inizio del mese in un ladder match. Dopo due belle vittorie su Sonny Siaki, Jerry affronta nuovamente Aj Styles per il titolo X e riesce a vincere la cintura! Il biondo atleta difende la corona contro avversari del calibro di Amazing Red, Kid Kash e lo stesso Styles ma l’11 dicembre è costretto alla resa da un agguerritissimo Sonny Siaki. Jerry, che in questo periodo disputa alcuni match nella Xtreme Pro Wrestling, si allea con Ron Killings nella battaglia contro il S.E.X. e in particolare contro David Flair e Mike Sanders: il sodalizio si conclude quando Ron colpisce accidentalmente il compagno facendolo perdere contro David Flair e Jerry gli rende il favore portandolo alla sconfitta contro Mike Sanders.

Nel febbraio del 2003 Konnan decide di mandare i suoi luchadores contro Jerry Lynn: quest’ultimo sconfigge uno dopo l’altro i fratelli Maximo, Juventud Guerrera, Super Crazy e i Mexico’s Most Wanted(Damian 666 e Halloween). Konnan decide allora di scendere direttamente in campo: il 19 marzo insieme a Juventud Guerrera ha la meglio su Lynn e Jason Cross, ma il 26 marzo perde il match decisivo contro Lynn. Sette giorni dopo i due si stringono la mano in segno di reciproco rispetto: Lynn è pronto per una nuova sfida, quella per i titoli di coppia detenuti dai Triple X. Il 16 aprile insieme ad Amazing Red affronta e sconfigge Elix Skipper e Christopher Daniels conquistando i Tag Team Titles: passano tre settimane e il duo viene sconfitto dal solo Daniels, che si riappropria delle cinture. Il 21 maggio Jerry partecipa ad un torneo per l’assegnazione del WWA Cruiserweight Title e lo vince sconfiggendo in finale Chris Sabin: ancora una volta la sua gioia dura poco perché soli quattro giorni dopo Sabin lo sconfigge unificando questo titolo a quello della X-Division. Nella Tna approda un vecchio nemico di Lynn, Justin Credible: ovviamente la federazione non si lascia sfuggire questa occasione e fa nascere una faida tra i due che culmina in una serie di incontri violentissimi. Il primo se lo aggiudica Credible che, non pago, festeggia la vittoria picchiando selvaggiamente il rivale; Jerry si rifà vincendo i confronti successivi, rispettivamente un lights out match e un chain match, al termine del quale però Credible si vendica eseguendo una tombstone sulla sedia! Il confronto finale tra i due è un last man standing match che si conclude con la vittoria di Lynn e l’estromissione di Credible dalla federazione.

Jerry ha una breve faida con Don Callis e con Elix Skipper, poi decide di lasciare la Tna per due mesi durante i quali combatte nella 3PW, nella MLW e nella IWA Mid South: in quest’ultima compagnia il 16 gennaio 2004 conquista il titolo dei pesi massimi schienando Danny Daniels. Cinque giorni dopo Jerry torna in Tna dove rifiuta di allearsi con Jeff Jarrett rimanendo nelle file dei buoni; l’atleta combatte anche nella Ring Of Honor, dove con Samoa Joe cerca invano di conquistare i titoli di coppia, e nella PWWWorld-1, dove ritrova vecchi amici e nemici come Justin Credible, Masato Tanaka e Steve Corino. Lynn prende parte alla prima America’s X Cup in qualità di capitano del Team USA ma il prestigioso trofeo viene vinto dal Team Mexico guidato da Juventud Guerrera; sette giorni dopo si svolge una 3 way dance tra i capitani delle tre squadre ed è il leader del Team Canada Petey Williams a portare a casa la vittoria. Il 9 aprile Jerry perde il titolo della IWA Mid South al termine di un combattutissimo iron man match contro B.J.Whitmer; nello stesso mese hanno inizio i preparativi per la World’s X Cup della Tna. Lynn focalizza la sua attenzione sul Team Canada e in particolare col loro manager, Scott D’Amore, che il 19 maggio riesce a sfuggirgli per un soffio. Sette giorni dopo si svolge il torneo ed è il Team USA a vincere: Jerry Lynn, capitano della squadra, può sollevare al cielo il prestigioso trofeo. Mentre il Team Mexico e il Team Japan si sciolgono, il Team Canada entra a far parte del roster della Tna: Jerry si scontra a più riprese con i canadesi e riesce finalmente a ottenere e a vincere un match contro Scott D’Amore. Nell’agosto del 2004, dopo due incontri in coppia con Chris Sabin contro Michael Shane e Frankie Kazarian, Jerry è costretto a fermarsi a causa di un infortunio subito proprio durante la World’s X Cup.

L’atleta torna sul ring il 10 giugno 2005 durante uno show chiamato Hardcore Homecoming, dove si sbarazza ancora una volta di Justin Credible; la WWE vorrebbe che Lynn partecipasse al pay per view commemorativo della ECW, One Night Stand, ma questi onora il suo contratto con la Tna e rifiuta la proposta. Il 17 luglio durante il ppv Tna No Surrender Jerry svolge il ruolo di arbitro speciale dell’incontro che vede opposti i due suoi grandi amici Aj Styles e Sean Waltman: è il primo a vincere, col secondo che va su tutte le furie e sfida Lynn ad un match. Il 30 luglio nella New York City Connection Lynn schiena Matt Striker durante un tag team match aggiudicandosi il titolo dei pesi massimi della federazione. Quindici giorni dopo a Sacrifice va in scena l’attesissima battaglia tra Waltman e Lynn, con i giovani atleti della X-Division che osservano con ammirazione i due pionieri della categoria. La vittoria arride a Lynn ma Waltman, infuriato, decide di voltare le spalle all’amico attaccandolo brutalmente: Jerry viene salvato proprio dai suoi “allievi”. Dopo questo incontro Lynn decide di non combattere più in Tna se non sporadicamente(lo si vede soprattutto nei primi house shows della federazione) svolgendo a tempo pieno il suo ruolo di road agent e apparendo soltanto nei segmenti nel backstage dove è spesso coinvolto con gli atleti della X-Division. Nelle indies invece Lynn combatte spesso e alla fine del 2005 viene premiato dal sito http://www.obsessedwithwrestling.com/ come migliore atleta delle federazioni indipendenti.

Il 17 dicembre Jerry perde il titolo della New York City Connection, che aveva difeso diverse volte con successo, contro Dickie Rodz; si consola il 21 gennaio 2006 quando vince il GCW Getaway Title in un triple treath match contro Trent Stone e Cameron Cage, ma quest’ultimo sei giorni dopo gli strappa la cintura. Nei mesi successivi Jerry continua a combattere nelle indies e a partecipare agli Hardcore Homecoming offrendo sempre prestazioni fenomenali; il 16 giugno durante il ppv Victory Road Lynn salva Chris Sabin e Jay Lethal dalle grinfie di un ferocissimo Kevin Nash.

Inizialmente Chris Sabin sembra dare ascolto a Lynn, ma poi inizia ad assumere comportamenti da ragazzino arrogante, passando il suo tempo davanti ai videogiochi e al film di Jackass anziché concentrarsi sull’X-Division Title. A causa di ciò, Sabin subisce una cocente sconfitta da parte del detentore della cintura, Senshi, e una serie di sgridate da parte di Lynn: a Bound For Glory decide allora di fare sul serio e riesce a conquistare il titolo, ricevendo poi l’abbraccio di Jerry. La ritrovata amicizia dura poco, Sabin diventa più arrogante che mai e perde la cintura, litigando poi diverse volte col suo mentore. Lynn decide allora di salire sul ring, ma solo in veste di arbitro del match tra il campione della X-Division Christopher Daniels e Chris Sabin: l’incontro si svolge a Turning Point e viene vinto da The Fallen Angel, il quale poi si rifiuta di stringere la mano a Jerry, il quale reagisce dandogli uno schiaffo! Per l’ex campione ECW arriva il momento di tornare a combattere nella federazione di Orlando: il 14 gennaio 2007 a Final Resolution affronta Daniels e Sabin un un 3-Way per l’X-Division Title, ma è il suo ex allievo a vincere match e cintura. Lynn affronta Sabin ad Against All Odds, ma viene battuto, ci riprova a Destination X ma il risultato non cambia, mentre nel postmatch il rientrante Christopher Daniels colpisce duramente entrambi i contendenti. Jerry va contro Daniels a Lockdown, ma per il biondo atleta arriva la quarta sconfitta consecutiva; il 13 maggio a Sacrifice ottiene finalmente una vittoria, in un 4-Way Match che lo vedeva opposto a Senshi, Tiger Mask IV e Alex Shelley. Slammiversary è il teatro della sua seconda e ultima vittoria in pay per view, in coppia col giocatore di football Frank Wycheck contro James Storm e Ron Killings; a Victory Road invece Lynn e il leggendario Bob Backlund vengono battuti da Alex Shelley e Chris Sabin.

Nele mese di agosto Jerry Lynn chiede e ottiene in rilascio dalla TNA; sentiamo nuovamente parlare di lui il 10 novembre 2007, quando si aggiudica l’undicesima edizione dell’ECWA Super-8 Tournament battendo in finale Sonjay Dutt. Nel 2008 Jerry continua a combattere nelle indies e il 25 aprile sconfigge, nell’ordine, Jason Gory, Shiima Xion e Davey Richards, vincendo il Super Indy Tournament organizzato dall’International Wrestling Cartel. Per tradizione, il vincitore del torneo diventa ufficialmente IWC Super Indy Champion, ma Lynn rifiuta la cintura poiché vuole conquistarsela battendo il campione, Larry Sweeney, cosa che gli riesce il 17 maggio. Il suo regno dura fino al 13 settembre, quando il suo “apprendista” Johnny Gargano gli strappa il titolo in un 3-Way Match al quale partecipava anche Super Hentai; nove giorni dopo, l’ex campione ECW entra ufficialmente nel roster della Ring Of Honor, federazione nella quale aveva già combattuto qualche match. Il suo tema d’entrata in ROH si intitola “A Test Of Faith” ed è composto dai Dividing Light: Jerry ottiene grandi ovazioni dal pubblico e vince diversi match, inoltre esce nelle sale cinematografiche il film “The Wrestler” e sono in molti a pensare che il personaggio di Randy The Ram Robinson sia ispirato proprio da Jerry Lynn. Il 3 aprile 2009 durante l’evento Suopercard Of Honor IV, a Lynn viene concesso l’onore di mettere fine al lunghissimo regno di Nigel McGuinness e conquistare il titolo mondiale della ROH: a quasi 47 anni il biondo atleta è il primo ECW Original ad aggiudicarsi tale cintura. Lynn tiene il titolo fino al 13 giugno 2009, quando la cintura passa nelle mani di Austin Aries al termine di una 3-way dance nella quale era coinvolto anche Tyler Black. L’ultimo match di Lynn in ROH si svolge a Final Battle 2012: Doomsday, dove viene sconfitto da Mike Bennett.

Nel 2011, oltre a fare apparizioni nelle indies, Lynn combatte anche in TNA, dove riprende la sua storica rivalità con Rob Van Dam: il primo match tra i due sarebbe dovuto avvenire un anno prima, ma un infortunio aveva messo fuori gioco Jerry, che era stato sostituito da Sabu. A Destination X è RVD a spuntarla, e nei mesi successivi Lynn si presenta spesso all’angolo di Van Dam, risultando però più un elemento di distrazione che un aiuto. Jerry getta definitivamente la maschera il primo settembre, quando turna su Rob facendogli perdere la possibilità di qualificarsi alle finali delle Bound For Glory Series, e alleandosi con Eric Bischoff, colui che lo ha spronato a uscire dall’ombra di RVD. La resa dei conti tra i due ex ECW avviene a Bound For Glory, dove Rob si aggiudica un full metal mayhem match.

Il 10 marzo 2012 Jerry Lynn annuncia che combatterà solamente un altro anno prima di dire addio al wrestling. L’atleta appare in diverse indies, in TNA e in ROH, ma il suo match di ritiro avviene il 23 marzo al Minneapolis Convention Center: in questa occasione, Jerry sconfigge Horace The Psycopath, JB Trask e Sean Waltman in un fatal 4 way, per poi essere portato in trionfo dai colleghi. Negli anni successivi, Lynn appare più volte in ROH, dove diventa producer nel 2016 ; nel 2019 firma per la AEW, dove ricopre il ruolo di Coach e producer.

Alessandro Bogazzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *