WWE Ritorno al passato: WWF Ottobre – Dicembre 1991

WWE Ritorno al passato: WWF Ottobre – Dicembre 1991

L’estate è passata con l’allontanamento dalle scene di Ultimate Warrior e Mr. Perfect, l’ascesa di Undertaker ma soprattutto il debutto di Ric Flair e Sid Justice. Anche questo trimestre sarà ricco di avvenimenti, quasi tutti trasmessi anche in Italia nel suo periodo d’oro. E fu proprio verso ottobre 1991 che io, alla tenera età di 10 anni, iniziai a seguire assiduamente la WWF sugli schermi di Tele+ 2.

OTTOBRE
Il 3 ottobre, si svolge al teatro Albert Hall di Londra, l’evento Battle Royal, trasmesso in diretta sul canale inglese Sky Movies+

Questi i risultati: Nasty Boys schienano Rockers;  Ric Flair schiena Tito Santana; Earthquake schiena Big Bossman; Mountie schiena Texas Tornado (match inserito nella vhs “World Tour 92”); Undertaker (entrato con la musica suonata da un organista vestito come il fantasma dell’opera) sconfigge Jim Duggan per squalifica, quando Hacksaw colpisce il rivale con la sua spranga (match contenuto nel dvd “Live in the UK: novembre 2008); Legion of doom schienano Power & Glory mantenendo il titolo di coppia; British Bulldog schiena Barbarian e poi vince anche la battle royal a 20 uomini (che si può trovare nel dvd “Live in the UK: november 2009”)

Anche il 4 ottobre la WWF è di scena a Londra, alla Wembley Arena, mentre il giorno dopo si sposta al Palau Sant Jordi di Barcellona, evento trasmesso su Tele5 in Spagna e, in parte, anche in Italia (ma parecchi mesi dopo, qualche settimana prima di Wrestlemania VIII).

Ecco i risultati:

Rockers schienano Power & Glory; Mountie batte Big Bossman per count-out; Roddy Piper schiena Barbarian (match contenuto nella vhs “World tour 92” e trasmesso anche su Tele+ 2); British Bulldog schiena Earthquake addirittura dopo una powerslam, approfittando anche della stampella di Andrè the giant (match inserito nelle vhs “World tour 92” e “The British Bulldog Davey Boy Smith”); Legion of doom schienano Nasty Boys mantenendo le cinture (trasmesso da Tele+ 2); Hacksaw Jim Duggan schiena Typhoon (trasmesso da Tele+ 2); Ric Flair schiena Texas Tornado (match inserito nella vhs “WWF World tour” e trasmesso da Tele+ 2). Ma è il main event da sottolineare, vista la sorprendente vittoria di Tito Santana, che schiena Undertaker dopo aver resistito addirittura a 3 tombstone piledriver. Ma tanto quello che non si vede nelle tv americane è come se non fosse mai accaduto…

Il tour europeo continua con le date di Sheffield e Birmingham in Inghilterra, per poi concludersi a Parigi.

A superstars, il 5 ottobre, Sid Justice è ospite del Funeral Parlor: e la settimana seguente viene annunciata la “Gravest Challenge” tra Hulk Hogan e Undertaker, col titolo in palio a Survivor Series, dove il becchino aveva debuttato un anno prima. Nella stessa puntata, assistiamo ad un segmento in cui Sgt. Slaughter fa visita al Lincoln Memorial, chiedendo scusa per il suo passato recente

Il 6 ottobre, a challenge, Mean Gene dovrebbe intervistare Jake Roberts, ma fugge quando quest’ultimo gli mette davanti il suo serpente

A Prime time del 7 ottobre, si affrontano due heel, con il trionfo di Hercules su Barbarian, grazie all’intervento del manager Slick, che trattiene Barbarian per un piede, permettendo il pin al suo assistito. Nel post-match, Barbarian lancia Slick oltre le corde, con Hercules che non riesce a prenderlo, causandogli un duro colpo alla faccia

Nell’episodio di challenge del 13 ottobre, va in scena un Barber shop in cui Roddy Piper discute di Ric Flair, e vengono trasmesse alcune scene del film “Suburban Commando” con protagonista Hulk Hogan

Il 19 ottobre, durante superstars, Hacksaw Jim Duggan partecipa al Funeral Parlor disquisendo del match valido per il titolo WWF, e viene ufficializzato il match 4 vs 4 tra Sid Justice / Legion of doom / Big Bossman contro Jake Roberts / Natural Disasters / Irs.

La rivalità tra Jake e Sid viene accentuata quando il neo-arrivato si ritrova di fronte lo sconosciuto El Diablo. Subito prima di iniziare l’incontro, risuona la musica di Undertaker, che fa capolino a bordoring, con Paul Bearer che offre una valigetta piena di soldi al jobber per prendere il suo posto. Undertaker e Sid arrivano quindi allo scontro, ma subito dopo ritorna E Diablo, si smachera e si rivela essere Jake Roberts, che aiuta l’amico a sovrastare l’avversario. Bearer arriva a bordoring con una bara, e con Justice incastrato tra le corde, Jake apre la valigetta, facendo uscire il cobra reale. Solo l’arrivo di Duggan evita la capitolazione al gigante biondo.

Il 21 ottobre, ai tapings di superstars, Chris Chavis (il futuro Tatanka) sconfigge Skinner, e Ricky Steamboat lascia la compagnia dopo aver saputo di dover jobbare ad Undertaker ed Irs. Purtroppo la World Wrestling Federation spreca l’enorme possibilità di far affrontare Steamboat (che ricordiamo veniva chiamato solo The Dragon durante questo periodo, e non era considerato ai livelli del 1987) e Flair sotto la sua sigla

Il 22 ottobre, a Dayton – Ohio, durante i taping di challenge, Virgil & Big Bossman schienano Ted Dibiase & Irs (match contenuto nella vhs “Crunch classic”) ma soprattutto si affrontano per la prima volta Hulk Hogan e Ric Flair, con la vittoria che va al Nature Boy per count-out, causato dall’interferenza di Bobby Heenan

Il 24 ottobre Sid Justice viene operato al bicipite, infortunatosi durante l’house show del 7 ottobre

Anche il 25 ottobre, ad Oakland – California, si affrontano Hulk Hogan e Ric Flair (match che si può trovare, in qualità amatoriale, sul web. La vittoria va all’ex campione NWA, ma la decisione viene rovesciata da un altro arbitro, che aveva notato come Flair avesse colpito il campione WWF con un oggetto passatogli da Heenan. Successivamente, Flair imprigiona Hogan nella figure-4, sino all’arrivo di Greg Valentine e British Bulldog

Nell’episodio di superstars del 26/10, Sgt. Slaughter è accanto alla statua di Paul Revere, patriota americano, chiedendo nuovamente perdono, assicurando di “voler indietro la sua patria”. Un nuovo match per Survivor Series viene annunciato: Rowdy Roddy Piper, Bret Hart, British Bulldog & Virgil vs Ric Flair, Ted Dibiase, Warlord, & The Mountie

Il 27 ottobre, a Montreal in Canada, Machoman esce dal ritiro per sostituire Sid Justice ed affrontare Jake Roberts, sconfiggendolo per squalifica.

Il giorno dopo Ric Flair fa il suo ritorno al Madison Square Garden dopo circa 15 anni, schienando Roddy Piper in un evento trasmesso dal MSG Network

Anche il 28 ottobre, durante prime time, si affrontano due heel, con la vittoria a sorpresa di Brooklyn Brawler su Big Bully Busick, per count-out

 

NOVEMBRE
La puntata di superstars del 2 novembre è ricca di eventi: vi è un Funeral Parlor con protagonista Undertaker, l’annuncio del mancato reintegro di Machoman; l’ufficializzazione dei match per Survivor Series tra
Hacksaw Jim Duggan, Jim Neidhart, The Dragon & Texas Tornado vs Skinner, Berzerker, Big Bully Busick & Col. Mustafa e tra Bushwhackers & Rockers vs Beverly Brothers & Nasty Boys; Sid Justice distrugge Col. Mustafa in pochi secondi, mentre il match tra Bret Hart e Mountie non ha inizio quando la guardia canadese attacca il campione dopo aver saputo che l’incontro non era valido per la cintura. Quando Jimmy Hart getta dell’acqua addosso a Bret, che aveva detto di non voler difendere il titolo contro un galeotto, Mountie ne approfitta per colpirlo con la scarica elettrica.

Durante challenge del 3 novembre, Hulk Hogan viene intervistato da Brutus Beefcake, e i Natural Disasters sconfiggono i Rockers, con lo schienamento vincente di Typhoon su Michaels, che poi si rifiuta di uscire in barella

Il 4 novembre, a prime time, Big Bully Busick si prende la rivincita su Brooklyn Brawler, schienandolo grazie all’aiuto del manager Harvey Whippleman, e dimostrando di essere lui il più “bullo” della federazione

A superstars, il 9 novembre, Sid Justice annuncia di essersi infortunato al braccio, e chiede al presidente WWF di sostituirlo con Machoman nel match delle Series. Si assiste poi al promo di debutto di Repo Man, e assistiamo ad una nuova richiesta di perdono da parte di Slaughter, questa volta davanti alla Statua della Libertà

Vi è anche il debutto di Harvey Whippleman al fianco di Warlord, al posto dell’infortunato Slick, che ha subito una powerslam da British Bulldog.

Ric Flair sconfigge facilmente Jim the anvil Neidhart sottomettendolo alla figure-4. Anche dopo il match il Nature Boy si accanisce sulla gamba di Neidhart, costringendolo a farsi aiutare per tornare nel backstage. I beverly Brothers, che stavano avvicinandosi al ring per il loro match, prima sembrano aiutare The Anvil, salvo poi attaccarlo nuovamente.

Il 10 novembre, a challenge, la squadra di Ric Flair (senza Mountie) è ospite del Barber shop, poi vediamo il debutto sul ring di Repo Man, e la facile vittoria di Undertaker su Texas Tornado (qui sotto col commento di Dan Peterson!)

Nella puntata di prime time dell’11 novembre, Randy Savage è ospite del Funeral Parlor, durante il quale dichiara di voler ripagare Sid Justice per l’aiuto offertogli durante Summerslam, chiedendo a Jack Tunney di reintegrarlo per prendere il posto di Sid durante Survivor Series

Il 13 novembre, prima delle registrazioni di superstars, Ric Flair batte il campione intercontinentale Bret Hart, contato fuori ring per l’interferenza di Mr. Perfect (si può trovare il match nella vhs “Invasion 1992”)

Un grande segmento va in scena il 16/11, quando a superstars si trovano di fronte Hulk Hogan e Ric Flair, ospiti del Funeral Parlor. Poco dopo anche Undertaker appare, colpendo l’Hulkster da dietro, costringendo Piper e Savage a lasciare il tavolo di commento per aiutare il campione WWF

Nell’episodio di superstars del 23 novembre assistiamo al ritorno in tv di Mr. Perfect, introdotto, durante un promo di Survivor Series del team di Ric Flair, come consulente esecutivo del “real world champion”. Hogan viene intervistato da Mean Gene e Miss Elizabeth cerca di convincere Jack Tunney a reintegrare Savage per il ppv.

Big Bully Busick fa quella che sarà la sua ultima apparizione perdendo il match valido per il titolo IC contro Bret Hart, e Jake Roberts si sbarazza facilmente del jobber Bob Werner.

Ma la parte importante riguarda quello che succede dopo: The Snake prende un microfono e inizia ad offendere Machoman (che è al commento) causando la sua ira e portandolo a dirigersi sul ring, dove però viene attaccato da Jake, fino ad imprigionarlo nelle corde. Il peggio arriva poco dopo: Roberts estrae il suo cobra reale e lo avvicina a Savage, col serpente che morde il braccio dell’ex campione! Il morso, censurato dalla WWF (si vedrà poi integralmente negli show di recap) prosegue per diverso tempo, e ci vuole l’intervento di diversi dirigenti, arbitri e di Roddy Piper e Miss Elizabeth per porre fine all’incredibile aggressione.

Una scena indimenticabile, ma non sarà l’ultima della fantastica rivalità tra Jake e Machoman.

Challenge del 24 novembre, che va in onda qualche ora prima dello special Survivor Series Showdown, Undertaker viene intervistato da Brutus Beefcake, i Rockers battono Kato & Brooklyn Brawler (durante il match viene annunciato un incontro tra Shawn Michaels e Beau Beverly per lo Showdown, che però non avrà luogo) mentre Jim Duggan sconfigge per squalifica Jerry Sags dei Nasty Boys, scattata per l’interferenza di Brian Knobbs. A salvare Hacksaw accorre Sgt. Slaughter, al quale viene poi offerta dal patriota la bandiera americana, sancendo la riappacificazione tra l’ex traditore e gli Stati Uniti.

Questi invece sono i risultati del tradizionale speciale Survivor Series Showdown: Big Bossman batte Earthquake per squalifica, dovuta all’intromissione di Typhoon e Jake Roberts. Arrivano poi gli LOD ed Irs a completare la situazione; Bushwhacker Luke schiena Blake Beverly: El Matador schiena Skinner (match contenuto nella vhs “1992 battle of the WWF superstars”) e Ted Dibiase riconquista la sua cintura da un milione di dollari, schienando Virgil grazie alla collaborazione di Repo Man.

Inoltre, a causa dell’infortunio di Jim Neidhart, Hacksaw Jim Duggan introduce il suo sostituto: Sgt. Slaughter

Il 27 novembre, alla Joe Luis Arena di Detroit, è il momento di Survivor Series.

Nel dark match, Chris Chavis schiena Kato dell’Orient Express, poi il ppv si apre con le dichiarazioni di Jack Tunney, che annuncia come Randy Savage non sia in grado di combattere questa sera, e quindi esclude anche Jake Roberts dal match a squadre, facendolo diventare un 3 vs 3. Machoman viene comunque reintegrato a tempo pieno, e potrà sfidare Roberts il 3 dicembre, nello speciale ppv This Tuesday in Texas. Sia The Snake sia Machoman vengono successivamente intervistati nel corso della serata.

Il primo match vede trionfare Ric Flair, unico sopravvissuto della sua squadra, con Dibiase, Mountie, Bret Hart, Virgil e Piper tutti squalificati per una rissa fuori ring, mentre il Nature Boy era steso a terra al centro del quadrato. Precedentemente, Flair aveva schienato Bulldog, e poi Piper aveva ristabilito la parità numerica schienando Warlord.

Nel secondo incontro ci sono ben 3 sostituzioni rispetto alle formazioni originarie: la squadra di Duggan/Slaughter (sostituto di Neidhart)/El Matador (sostituto di Steamboat senza annuncio)/ Texas Tornado distrugge con un inequivocabile 4-0 quella composta da Col.Mustafa/Berzerker/Skinner/Hercules (sostituto, senza annuncio, di Busick). Due schienamenti sono portati da Slaughter (il primo, su Mustafa, e il terzo, su Skinner, e poi contribuisce al quarto, che cede a Duggan, su Berzerker.) Il secondo è invece opera di Santana su Hercules.

Il terzo match è il primo incontro non a squadre che ha luogo a Survivor Series, ed è quello valido per il titolo WWF tra Hulk Hogan ed Undertaker. Il fatto che il match di Hogan non sia il main event fa pensare (in chiave smart) che non sarà lui a vincere, e così avviene. Il becchino domina il match, ma l’Hulkster riesce a risollevarsi come suo solito, sembrando in grado di porre fine all’imbattibilità (televisiva) di Taker. Però l’arrivo a bordo ring di Ric Flair, che va ad impossessarsi della cintura WWF dal tavolo del timekeeper, lo distrae, permettendo ad Undertaker di riprendersi. Ci si mette anche Paul Bearer, che distraendo l’arbitro permette a Ric Flair di posizionare una sedia sul ring, sulla quale Undertaker piazza la sua fatale tombstone piledriver (fatta in realtà piuttosto male). Tra il silenzio generale, l’arbitro conta il 3 vincente, e Undertaker è il nuovo campione WWF!

Jack Tunney viene intervistato nel backstage e dichiara di aver sancito un rematch tra Undertaker e Hogan per Tuesday in Texas, con lui stesso presente a bordo ring per assicurarsi che tutto vada regolarmente.

Tocca poi a Nasty Boys & Beverly Brothers contro Rockers & Bushwhackers. Luke & Butch vengono schienati in poco tempo, poi Shawn Michaels elimina Beau Beverly. Successivamente, mentre Marty Jannetty sta per eseguire una schiacciata su un Nasty Boy, lo fa impattare con la gamba sulla faccia di Shawn, permettendo all’altro Nasty di eseguire lo schienamento su di lui. Ne nasce un diverbio tra i due Rockers, con Shawn che accusa Marty di essere il responsabile dell’eliminazione, poi Michaels (seppur in modo blando) da una pacca a Marty e lascia il ring. Jannetty da solo tenta l’impresa, ma deve poi subire l’inferiorità numerica, schienato da uno dei Nasty Boys, che sopravvivono insieme a Blake Beverly.

Nell’ultimo match, orfano di Sid Justice e Jake the snake Roberts, e senza il rimpiazzo di Machoman, si affrontano Big Bossman & Legion of doom vs Irs & Natural Disasters. L’esattore delle tasse schiena Bossman dopo averlo colpito con la 24 ore, ma poco dopo è Typhoon ad essere schienato, per un errore dello stesso Irs, che lo colpisce con la valigetta. Earthquake allora abbandona Irs, lasciandolo solo contro Hawk & Animal. Dopo qualche minuto di resistenza, Schyster sta per tornare negli spogliatoi, ma è costretto a fare marcia indietro da Big Bossman. Gli LOD mettono così a segno la Doomsday Device, portandosi a casa la vittoria.

Mr Perfect debutta come commentatore durante superstars del 30 novembre, sostituendo Machoman, e viene annunciata la card completa di Tuesday in Texas, tra cui compare anche il match tra Bret Hart e Barbarian per il titolo IC (leggere qualche riga qui sotto)

Il 30 novembre Ric Flair ed Hulk Hogan si affrontano in ben 2 house show, prima allo Spectrum di Philadelphia e poi al Madison Square Garden di New York. Il secondo match, che finisce per reverse decision dopo che Flair aveva schienato Hogan usando un oggetto contundente passatogli da Perfect, è contenuto nel dvd “Greatest Wrestling Stars of the ’90s”)

Un’altra parte del roster fa invece 2 house show in Ontario (Canada) ed in un match trasmesso esclusivamente in Francia (come accadeva spesso qui in Italia, dove avevamo match non irradiati negli USA) il campione WWF Undertaker schiena British Bulldog

 

DICEMBRE
Il 1° dicembre, nella puntata di challenge, British Bulldog fa un promo sulla nascente WBF (World Building Federation) di proprietà di Vince Mc Mahon (scempio che avrà vita breve) mentre viene ribadito, durante il match tra Bret Hart ed un jobber, che il titolo IC verrà difeso dall’hitman a Tuesday in Texas, contro Barbarian (senza alcun annuncio sarà poi Skinner a sfidare Bret al ppv, con Barbarian impegnato in un match contro Berzerker, trasmesso poi durante Prime Time del 6 gennaio 1992)

Eccoci arrivati a This Tuesday in Texas, live da San Antonio.

Prima del ppv (che è contenuto interamente nella vhs “Supertape ’92”) si svolgono numerose registrazioni tv, e anche alcuni dark match, con protagonisti Ron & Don Harris, Chris Walker, Brian Lee (il futuro fake Undertaker nonchè membro della DOA e lottatore in ECW), Chris Chavis (Tatanka), ma soprattutto Ric Flair e Roddy Piper, con vittoria del primo che schiena il rivale usando i piedi sopra le corde (non ho mai capito perchè questo incontro non fu mandato in ppv. Se si voleva proteggere Piper, mai schienato in tv fino al match con Bret Hart di WM 8, sarebbe bastato farlo perdere per squalifica).

Il primo match vede prevalere Bret Hart, che mantiene il titolo intercontinentale sottomettendo Skinner alla sharpshooter, poi Machoman si prende la sua rivincita sconfiggendo Jake Roberts, al quale era stato proibito portare il suo serpente a bordo ring, ma è ancora The Snake ad avere l’ultima parola: dopo il match colpisce con diverse DDT Savage, ed arriva a compiere un gesto mai visto finora, cioè schiaffeggiare Miss Elizabeth! (nel sacchetto che Jake estrae da sotto il ring sembrava volesse far credere ci fosse un piccolo letale serpente, e invece aveva solo dei guanti). Ci vuole l’intervento di Jack Tunney e di alcuni dirigenti per ristabilire l’ordine, ma un’altra pagina di storia è segnata!

British Bulldog schiena nuovamente Warlord, dopo le vittorie di WM7 e di Summerslam (quest’ultima in un 3 vs 3) e il team composto da Ted Dibiase & Repo Man batte quello di El Matador & Virgil, con lo schienamento del Million dollar man sull’ex “schiavo”, approfittando dell’interferenza di Repo.

Nel main event, Hulk Hogan (che ottiene forse il più grande boato del pubblico fino a quel momento) si riprende il titolo schienando Undertaker, ma anche questa vittoria è poco chiara. Infatti, mentre Ric Flair cercava di interferire, viene bloccato da Jack Tunney, che resta tuttavia vittima della colluttazione tra Hulk e Ric, permettendo a Paul Bearer di colpire Hogan con l’urna, approfittando della distrazione dell’arbitro. Ma l’eroe in giallo e rosso evita il colpo, facendolo subire a Taker, al quale poi getta le ceneri negli occhi andando a segno con un roll-up che gli vale il quarto titolo WWF! Ma mentre questo avviene, Flair risolleva Tunney, facendogli vedere la scorrettezza di Hogan (avrebbe magari potuto rivederla in tv, ma tant’è…). Nel post match, il presidente dibatte con l’arbitro, facendo presagire nuove decisioni dopo quanto già fatto per l’esito controverso del match di una settimana prima.

L’entrata di Hulk penso sia quella che ha ottenuto più urla dal pubblico (fino al suo ritorno nel 2002) e lui stesso era gasatissimo

Il 4 dicembre, prima dei tapings di superstars, Big Bossman e Texas Tornado parlano dei pericoli delle droghe ad un gruppo di giovani scout ed ai loro genitori, e poi Von Erich che dichiara come la morte di suo fratello David sia stata causata da numerosi calci infertigli da un wrestler giapponese.. Purtroppo sia Bossman sia Kerry saranno schiavi delle droghe e degli antidolorifici sino alla loro morte

Nella serata, la coppia formata da Undertaker & Jake Roberts sconfigge Randy Savage & Jim Duggan per squalifica, quando Machoman colpisce Taker con la sedia d’acciaio (match inserito nella vhs “Invasion 1992”)

Nell’episodio di superstars del 7 dicembre, Jack Tunney rende vacante il titolo dopo quanto accaduto al pay per view, annunciando che il vincitore della Royal Rumble sarà proclamato nuovo campione WWF. Visto che Hogan e Taker sono stati gli ultimi campioni, questi saranno tutelati dal sorteggio, potendo pescare solo numeri tra il 20 ed il 30.

Durante il match tra Greg Valentine e Barry Horowitz, si sente una telefonata nella quale Tunney invita Piper a partecipare nella rissa reale, con Roddy che accetta. Successivamente, durante il match tra i Nasty Boys e due jobbers, Piper ha uno scontro verbale con Perfect (entrambi commentatori) e lascia il commento dichiarando di andare ad allenarsi per la Rumble.

Il 12 dicembre la World Wrestling Federation svolge uno show a Tokyo, in collaborazione con la SWS Super Wrestle. Questi sono i risultati che vedono coinvolti i wrestlers WWF:

George Takano & Shunji Takano battono i Rockers quando Jannetty viene schienato dopo una manovra errata di Michaels. Al termine del match, ennesimo confronto tra i due compagni; Ted Dibiase schiena Texas Tornado;
Naoki Sano schiena Rick Martel diventando il primo SWS / WWF Light Heavyweight champion; i Legion of Doom mantengono il titolo di coppia battendo i Natural Disasters quando Animal schiena Typhoon dopo una modificata Doomsday Device. Durante il match, Earthquake rompe un tavolo scaraventandoci sopra Hawk.

Nel main event Hulk Hogan schiena Genichiro Tenryu dopo un enzuiguri e 3 clotheslines, riuscendo a trionfare nonostante Tenryu fosse precedentemente uscito dal legdrop

Il 14 dicembre, a superstars, Bret Hart viene premiato da Freddie Blassie quale wrestler dell’anno.

Il 16 dicembre, a prime time, Ric Flair schiena Shawn Michaels, rigettato all’interno del ring da Marty Jannetty, che non voleva farlo perdere per count-out. Michaels accusa Marty per la sconfitta, e gli chiede di colpirlo con un pugno , se ne ha coraggio, ma Jannetty preferisce abbandonare il ring (il match è stato inserito nella vhs “Invasion 1992”)

Nella puntata di superstars del 21 dicembre, durante un’intervista condotta da Okerlund coi Bushwhackers e Jamison, viene ufficializzato il match tra i due neozelandesi e i Beverly Brothers per il ppv.

I Rockers sconfiggono due jobbers, con Michaels che lotta da solo l’intero match, rifiutandosi di dare il cambio al partner. Al termine, Jannetty lascia il ring mentre Shawn posa al centro di esso

Nella puntata di superstars del 28/12, Roddy Piper partecipa al Funeral Parlor, viene annunciato il match tra Bret Hart vs The Mountie con in palio il titolo IC e quello tra New Foundation (Owen Hart & Jim Neidhart) vs Orient Express, entrambi in programma per il ppv. L’annuncio degli ultimi partecipanti alla rissa reale è completato dalla conferma della presenza di Sid Justice.

L’episodio è importante per il match valido per il titolo di coppia tra i Legion of doom e i Rockers (registrato la stessa sera di Tuesday in Texas, così come lo split al Barber shop). Mentre Animal ha tra le braccia Jannetty, Michaels fa un dropkick per tentare di colpire il partner e farlo così cadere sopra il rivale, ma il Road Warrior si gira e viene in questo modo colpito lui stesso, facendo quindi una schiacciata su Marty, che vale il conto di 3. Un frustrato Shawn scaglia la sua rabbia su Jannetty, schiaffeggiandolo due volte, tra il dispiacere del pubblico. Marty sembra reagire, ma poi lascia il ring, in quello che diventerà l’ultimo match dei Rockers fino al 2004, quando si riuniranno a Raw sconfiggendo La Resistance.

Il giorno dopo, a challenge, Jake Roberts è ospite del Barber shop, poi l’anno si conclude con prime time del 30/12, tra cui evidenziamo la vittoria di Machoman su Barbarian.

 

Daniele Fusetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *