A Superstars del 9 luglio, Haku viene incoronato nuovo King da Bobby Heenan, e festeggiato da tutti gli heel della federazione, mentre un’intervista a Machoman e Miss Elizabeth termina con l’aggressione da parte di Andrè, Dibiase e Heenan, con Elizabeth immobilizzata da Virgil

Nella puntata di Prime Time dell’11 luglio, i Demolition mantengono i titoli battendo la Strike Force per count-out, avvenuto a causa di un infortunio subito da Rick Martel, che rimarrà assente dalle scene per circa 8 mesi

La settimana successiva, Randy lancia una sfida a Dibiase e Andrè, per un match di coppia con un partner a sua scelta

Assistiamo anche al debutto dei Powers of Pain (Warlord & Barbarian) che sconfiggono due jobber, creando interesse in Slick e Mr. Fuji, giunti a bordoring per osservarli

Durante un house show, il 14 luglio, combatte un match The Blue Angel, più tardi conosciuto come Blue Blazer (Owen Hart). Sfortunatamente, nell’occasione si infortuna nuovamente al ginocchio, come accaduto alcuni mesi prima.

Il 15 luglio, in un house show a Los Angeles trasmesso sulla tv locale Z Channel, i Rockers sconfiggono i Conquistadores. Michaels & Jannetty utilizzano la musica d’entrata di Ultimate Warrior

Nell’episodio di Superstars del 23/7, Dibiase & Andrè accettano la sfida di Machoman, mentre l’intervistatore Craig DeGeorge annuncia che Jesse the body Ventura è stato selezionato come arbitro speciale

Il 30 luglio, a Superstars, viene annunciata la card di un nuovo ppv: Summer Slam. In un’intervista condotta da De George, Machoman e Miss Elizabeth introducono Hulk Hogan come partner di Savage per l’evento, informandoci che ora Miss Elizabeth è la manager di entrambi. Hogan fa così il suo ritorno dopo 3 mesi di assenza.

Sconfiggendo un jobber, fa il suo ritorno in tv anche Iron Sheik, dopo quasi un anno dal licenziamento

A Milwaukee, il 31 luglio, si svolge Wrestlefest, con oltre 25 mila spettatori presenti. Una card con numerosi incontri, alcuni dei quali trasmessi in vari episodi di Prime Time, mentre per godersi tutto l’evento si dovrà attendere l’uscita in vhs (anche se alcuni match non furono inseriti)

Big Bossman schiena il jobber Scott Casey; Brutus Beefcake schiena Hercules con un roll-up; i Faboulous Rougeau Brothers schienano i Killer Bees al termine di un incontro molto lungo; Bad News Brown schiena Bret Hart utilizzando illegalmente le corde; Hacksaw Jim Duggan è sul punto di sconfiggere Honky Tonk Man conquistando così il titolo intercontinentale, ma l’intervento di Jimmy Hart causa la squalifica; i Powers of Pain schienano i Bolshevicks; Jim the anvil Neidhart schiena Lanny Poffo; Machoman mantiene il titolo di campione WWF schienando Ted Dibiase; Curt Hennig (non ancora presentato come Mr. Perfect) schiena Terry Taylor; Jake Roberts e Rick Rude si danno battaglia fino ad un doppio count-out. Jake riesce ad avere l’ultima parola gettando il serpente Damien contro l’avversario; King Haku schiena Sam Houston, che aveva sostituito Junkyard Dog; Ultimate Warrior sconfigge, tramite sleeper hold, Bobby Heenan, in un Weasel Suit Match. Per l’occasione,il ring announcer fu The Crusher, grande campione degli anni ’60 e ’70, soprattutto in AWA, ma la sua presenza non fu immortalata in video. I Demolition mantengono le cinture di coppie schienando i British Bulldogs; Dino Bravo schiena facilmente Ken Patera, e nel main event Hulk Hogan ha la meglio su Andrè the giant, in un match nella gabbia (inserito poi nelle vhs: “Best of the WWF Steel Cage Matches” e “Hulk Hogan Real American”)

Durante Prime Time del 1° agosto fa il suo debutto in TV Terry Taylor che, in coppia con Sam Houston viene sconfitto dai Conquistadors. Houston subisce lo schienamento e, alla fine del match, deve fronteggiare anche l’attacco di Taylor.

Il 3 agosto, prima dei tapings di Superstars, la WWF rivela nuovamente i suoi piani per un titolo. Infatti, Ultimate Warior sconfigge Honky Tonk Man, portandosi a casa la cintura IC, e poco dopo rilascia un’intervista da trasmettere dopo Summerslam. Al termine della serata, Jack Tunney esegue una reverse decision e riconsegna il titolo a HTM, ma il fatto che il medesimo match e segmento venga ripetuto anche in numerosi altri house show, fa capire agli appassionati più informati quanto avverrà al ppv.

A Superstars del 6 agosto, Honky Tonk Man e Jimmy Hart dichiarano che quella di Summerslam sarà l’ultima occasione per Brutus di impossessarsi della cintura fin quando questa sarà alla vita del sosia di Elvis

Nella puntata di Superstars del 20 agosto, Outlaw Ron Bass schiena un jobber, e poi si accanisce contro di lui, fino a quando Brutus Beefcake interviene in suo soccorso

Nella puntata di Challenge del 21 agosto, Ted Dibiase è ospite del Brother Love Show, dove mette diverse banconote da cento dollari nella tasca dell’arbitro di Summerslam, Jesse Ventura

Il 27/8, a Superstars, Jimmy Hart promette che i suoi ex protetti della Hart Foundation non vinceranno il titolo contro i Demolition, che lui accompagnerà a bordoring assieme a Mister Fuji.

Inoltre, mentre Brutus Beefcake sta lottando contro uno sparring partner, viene aggredito da Ron Bass, che lo colpisce con la sua frusta, causandogli una perdita di sangue tale da costringere la WWF a censurare la scena coprendola con una grossa X sullo schermo. A causa di questo attacco, The Barber deve rinunciare al match titolato contro Honky Tonk Man

La prima edizione del ppv estivo si apre col match tra i British Bulldogs e i Fabulous Rougeau Brothers. Match molto piacevole, che si conclude al raggiungimento dei 20 minuti di limite di tempo, proprio mentre Dynamite Kid sta effettuando lo schienamento su Jacques. Tra i due ci sarà un’accesa rivalità extraring, come segnalato nella prima parte di “Ritorno al passato: scandali, risse, tragedie e bufale”
Nel secondo match, Bad News Brown si sbarazza di Ken Patera, nel terzo Rick Rude batte JYD per squalifica, che scatta quando Jake Roberts interviene ad attaccare Ravishing, colpevole di aver mostrato un paio di pantaloni con il viso di Cheryl Roberts impresso sul sedere.
Nel quarto incontro, i Powers of Pain (accompagnati dal debuttante The Baron, meglio conosciuto come Baron Von Raschke) sconfiggono i Bolshevicks, poi è il momento del match per il titolo intercontinentale, ma lo sfidante Brutus Beefcake è fuorigioco a causa del’attacco di Ron Bass, e quindi viene annunciato un sostituito. Negli spogliatoi Mean Gene Okerlund sta per fare il nome dell’avversario di Honky Tonk Man, ma lo stesso campione lo blocca, dicendo che vuole che sia una sorpresa. Honky entra strafottente sul ring, ma ecco risuonare la musica di Ultimate Warrior, che lo distrugge in una manciata di secondi (peccato solo che si veda Honky rigirarsi su sé stesso per subire lo splash del guerriero). In pochi istanti il regno di oltre un anno del protetto di Jimmy Hart si conclude, per la gioia dei tifosi
Dino Bravo schiena Don Muraco, sempre più in caduta libera, poi è il momento del match valido per i titoli di coppia, tra i campioni Demolition e gli sfidanti Hart Foundation. L’incontro sembra volgere a favore dei canadesi, ma il loro ex manager Jimmy Hart si intromette e permette ad Ax di colpire Bret col megafono, consentendo a Smash di procedere col pin vincente.
Dopo la vittoria agevole di Big Boss Man su Koko B. Ware, e quella più difficoltosa di Jake Roberts su Hercules, è il momento del main event, che inizia con l’arbitro Jesse Ventura che modifica inspiegabilmente le zone di cambio dei 2 tag team, ma il momento clou si tocca quando Miss Elizabeth si toglie la gonna, rimanendo solo in costume e distraendo così il duo Dibiase/Andrè the giant. Savage ne approfitta colpendo il francese e lasciando campo spianato ad Hogan per mettere le spalle di Dibiase al tappeto. Ventura è restio ad effettuare il conteggio di 3, ma viene “aiutato” da Machoman, che gli butta a terra il braccio.

Il 3 settembre, a Superstars, DeGeorge sta intervistando il nuovo IC Champion, che subisce però l’attacco alle spalle di Honky Tonk Man, il quale gli rompe la chitarra in testa (questa è l’intervista registrata il 3 agosto, che spoilerò il risultato di Summerslam). Jack Tunney poi annuncia che Ron Bass è stato multato di 10 mila dollari per l’aggressione a Beefcake

Il 10 settembre, durante Superstars, Rick Rude sconfigge un jobber, poi si toglie i pantaloni, mostrandone sotto un secondo paio, con raffigurata la faccia di Cheryl Roberts sul sedere. Questo provoca l’intervento di Jake the snake, che attacca il rivale e gli toglie l’indumento, ma ci pensa la regia WWF ad evitare che il didietro di Rude appaia in mondovisione, oscurando la zona

A Superstars del 17/9, durante un’intervista, i Rougeau Brothers introducono Jimmy Hart in qualità di loro manager

Ultimate Warrior schiena facilmente un jobber, in un incontro registrato il 23/8. Visto che Warrior arrivò sul ring con la cintura (prima dei tapings si svolse l’ormai consueto match contro Honky citato prima) anche questo match spoilerò quello del ppv estivo

Durante Superstars del 24 settembre, Mean Gene Okerlund è con Slick, che gli mostra la “trasformazione” di One Man Gang in Akeem, in quanto ha riscoperto le sue origini africane. Vi è anche l’ultima apparizione di Craig DeGeorge, che intervista Ron Bass.

A Superstars del 1° ottobre, Ted Dibiase è intervistato da Gene Okerlund, in compagnia di Bobby Heenan, e afferma di aver acquistato il contratto di Hercules da The Brain, e che lo farà diventare il suo schiavo. Hercules però rifiuta di fare il servo dell’uomo da un milione di dollari, e attacca Dibiase e Virgil, facendo fuggire Heenan.

Durante la serata vi è anche un promo di Mister Perfect e il debutto sul ring di Akeem

Il giorno dopo, a Challenge, Brother Love annuncia che il suo show si sposterà a Superstars, mentre a Challenge sarà rimpiazzato da Okerlund.

Nel primo Brother Love Show di Superstars, l’8 ottobre, Bobby Heenan introduce Terry Taylor nella Heenan family

Il 15 ottobre, al Palatrussardi di Milano, è di nuovo il momento della tournee italiana della WWF. Trasmessa su Italia 1 e poi replicata da Tele +2, i risultati sono i seguenti:
Leapin’ Lanny Poffo schiena Barry Horowitz
Andre the Giant schiena Tito Santana
Greg Valentine schiena Don Muraco
Rockin Robin schiena Sensational Sherri in un non-title match
British Bulldogs schienano i Demolition in un non-title match
Harley Race schiena B. Brian Blair

Il giorno dopo si replica al PalaEur di Roma, sempre con il passaggio sulle reti televisive.
Don Muraco schiena Barry Horowitz
Greg Valentine schiena Lanny Poffo
Akeem & Harley Race schienano B. Brian Blair & Junkyard Dog
Andrè the Giant schiena Tito Santana
la campionessa femminile Sensational Sherri schiena Rockin Robin
i campioni di coppia Demolition schienano i British Bulldogs, qui di seguito ecco il match commentato da Dan Peterson

Mentre a Roma si svolge lo show, a Providence (Rhode Islands) va in scena il torneo King of the ring, che vede prevalere in finale Ted Dibiase su Machoman, contato fuori dopo essere stato distratto da Virgil

Nell’episodio di Superstars in onda il 22 ottobre, Hulk Hogan viene assalito da Big Bossman e Slick, che lo colpiscono mentre l’ex campione WWF è ospite di Brother Love.

C’è anche il debutto dei Brain Busters (Arn Anderson & Tully Blanchard) introdotti da Bobby Heenan come ultimi suoi acquisti. La vittoria contro due sparring partner è solo una formalità per i futuri hall of famer

A Prime Time del 25/10, JYD sconfigge King Haku per squalifica, scattata quando Heenan rompe lo schienamento del wrestler di colore

Nello stesso show, Tito Santana e Rick Rude pareggiano per raggiunto limite di tempo. Una beffa per Tito, che al suono della campanella aveva imprigionato Rude nella figura 4

Edizione di SNME numero 17 quella in onda il 29 ottobre sulla NBC.

Jake Roberts sconfigge Rick Rude per squalifica, doverosa dopo l’intervento di Bobby Heenan, che colpisce Roberts mentre questo, dopo aver messo KO Rude con la DDT, sta togliendo al rivale i pantaloni con sopra la faccia di Cheryl. Sopraggiunge anche Andrè the giant, che però indietreggia quando Jake estrae il serpente Damien. Andrè viene colpito da “infarto” per la paura, e Jake gli getta l’animale addosso.

I Demolition mantengono le cinture sconfiggendo nuovamente la Hart Foundation, dopo aver colpito Neidhart con il megafono di Jimmy Hart, passato a Smash dai Rougeau Brothers

Hulk Hogan, accompagnato da Miss Elizabeth, schiena King Haku in un match dove la corona non era in palio

Per finire, Dino Bravo schiena un Ken Patera sempre più in versione jobber, e Big Bossman schiena Jim Powers

Il 4 novembre esce al cinema They Live (Essi vivono) con protagonista Rowdy Roddy Piper

Durante Superstars del 5 novembre, viene proposto il primo report su Survivor Series dove, rispetto a quella che sarà poi la card definitiva, c’è JunkYard Dog nel team di Roberts e Duggan (sarà poi rimpiazzato da Brian Blair) e Don Muraco in quello di Ultimate Warrior (sostituito da Jim Brunzell al pay per view)

A Challenge del 6 novembre fa la sua ultima apparizione The Baron, che accompagna i Powers of Pain nel loro match contro i jobber di turno

L’8 novembre va in onda la puntata di Prime Time nella quale vengono trasmessi tutti i match svoltisi a Parigi il 7 ottobre. Da sottolineare il passaggio del titolo femminile da Sensational Sherri a Rockin Robin, e il bel match in cui i Demolition mantengono il titolo di coppia schienando i British Bulldogs

Il 24 novembre 1988, giorno del ringraziamento, i svolge la seconda edizione di Survivor Series.
Nel match inaugurale la squadra composta dal campione intercontinentale Ultimate Warrior, Blue Blazer, Jim Brunzell, Sam Houston & Brutus Beefcake sconfigge quella formata da Honkytonk Man, Greg Valentine, Outlaw Ron Bass, Bad News Brown & Danny Davis. L’ex arbitro è il primo ad abbandonare la contesa, dopo aver ceduto alla sleeper hold di Beefcake nei primissimi minuti di match. Bad News Brown pareggia schienando Jim Brunzell, poi abbandona il ring dopo un diverbio con Greg Valentine. Il 2-2 è opera di Ron Bass, che schiena Houston, e subito dopo c’è il vantaggio del team heel, con The Hammer che imprigiona Blue Blazer nella figura 4, complice anche l’intervento irregolare di Honky Tonk. Lo stesso Honky viene contato fuori assieme a Brutus, poi Warrior ribalta la situazione schienando in rapida sequenza Ron Bass e Greg Valentine

Il secondo incontro dura circa 45 minuti, e vede sfidarsi 5 coppie face (Powers of Pain; Hart Foundation; British Bulldogs; Young Stallions & Rockers) contro 5 coppie heel (Demolition; Brain Busters; Rougeau Brothers; Bolshevicks & Conquistadors)
I Rougeau Brothers vengono eliminati dopo 5 minuti, quando Bret Hart schiena Raymond (il motivo della precoce eliminazione era quello di evitare lo scontro tra loro e i Bulldogs, dopo quanto successo dopo Summerslam e raccontato nella prima parte sulle tragedie, le risse e gli scandali). Ci vogliono parecchi minuti prima di una nuova eliminazione, che tocca agli Young Stallions, a causa dello schienamento subito da Jim Powers per mano di Boris Zhukov (uno dei rari casi in cui il russo ha schienato qualcuno). Ma il momento di gloria di Zhukov dura poco, in quanto viene schienato poco dopo da Marty Jannetty. Dieci minuti dopo, Tully Blanchard gira a suo favore un suplex di Bret Hart, alzando all’ultimo la spalla, col canadese che rimane così schienato dalla sua stessa manovra. Rockers e Brain Busters vengono squalificati dopo una rissa che li porta a battagliare fin dentro gli spogliatoi. Altri lunghi minuti di combattimento, poi Dynamite Kid manca il suo headbutt dalle corde, permettendo a Smash di eseguire il pin vincente. Dopo questa serata, Dynamite Kid non si vedrà più sui ring WWF, mentre Davey Boy tornerà circa 2 anni più tardi. In seguito, Mister Fuji utilizza il bastone per abbassare le corde del ring, ma questo causa la caduta di Smash, che viene quindi contato fuori. Ax chiede spiegazioni al manager, ricevendo in cambio un colpo di bastone dallo stesso Fuji. I Demolition attaccano allora il giapponese, sancendone il loro divorzio. Sorprendentemente, Fuji trova il soccorso di Warlord & Barbarian, che poi aiuta colpendo i Conquistadors, permettendo così ai Powers of Pain di trionfare. La nuova alleanza festeggia sul ring, ma il ritorno dei due Demolition li fa tornare di fretta nel backstage

Terzo match della serata, e di fronte si trovano: Andrè the giant, Dino Bravo, Mr. Perfect, Harley Race & Rick Rude contrapposti a Jake Roberts, Ken Patera, Hacksaw Jim Duggan, Tito Santana e il jobber Scott Casey (che all’ultimo ha rimpiazzato Brian Blair dei Killer Bees, a sua volta sostituto di JYD)
Il team heel si porta sul 2-0 con le eliminazioni di Patera e Casey da parte rispettivamente di Rude e Bravo. Santana fa appena in tempo ad accorciare le distanze schienando Race, prima di essere a sua volta messo con le spalle al tappeto da Andrè. La situazione si fa complicata quando Duggan viene squalificato per aver colpito Bravo con la spranga di legno (dopo che Frenchy Martin, manager del canadese, aveva colpito il patriota senza esser visto dall’arbitro). Rimane solo Roberts contro 4 avversari, e dopo una dura resistenza riesce a mettere a segno la DDT e schienare Rick Rude. Entra subito Andrè, che viene immediatamente squalificato per aver ripetutamente strozzato The Snake, però questo permette a Mr. Perfect di ottenere il pin decisivo su un avversario debilitato. A fine match, Jake si prende una piccola rivincita, mettendo in fuga i rivali grazie al serpente Damien.

Eccoci quindi all’incontro clou, con la squadra dei Megapowers accompagnata da Koko B. Ware, Hillbilly Jim e Hercules. Loro avversari sono Ted Dibiase, le Twin Towers, King Haku e Red Rooster. Il primo punto giunge quando Randy Savage schiena Red Rooster, dopo un’azione combinata con l’amico Hogan. Heenan non prende bene l’esito e si arrabbia con il suo assistito. Akeem ottiene il conto di 3 su Hillbilly Jim, e siamo 1-1. Big Bossman schiena Koko B. Ware, e poi è Hercules a salutare la contesa, vittima di una distrazione di Virgil che permette a Dibiase di portare il suo team sul 3-1. Ma i lottatori rimasti sono troppo forti e riescono a ribaltare la situazione: prima Big Bossman viene contato fuori mentre con Akeem ammanetta Hogan alle corde, poi Akeem viene squalificato per delle irregolarità contro Savage, aiutato ancora da Bossman. I due campioni sembrano comunque fuori gioco, ma un colpo di Haku colpisce Slick, ancora a bordoring nonostante l’eliminazione dei suoi atleti. Questo porta Miss Elizabeth a recuperare le chiavi delle manette dal manager, e liberare quindi l’Hulkster. Big boot, bodyslam e legdrop su King Haku, e vittoria per i Megapowers.

Il 26 novembre, durante la puntata di Superstars, assistiamo ad una scena avanti coi tempi, che purtroppo viene spesso dimenticata. Il presidente WWF Jack Tunney è infatti ospite del Brother Love Show, quando viene interrotto da Bad News Brown, che gli chiede il motivo per cui non abbia ancora ottenuto una title shot, e se il presidente ottenga dei favori da Miss Elizabeth. Poi prende Tunney per la giacca e lo costringe ad inginocchiarsi. Prima ancora di Vader contro Gorilla Monsoon, o Stone Cold Steve Austin contro Vince McMahon, o l’NWO, questa fu il primo segmento di aggressione verso una figura di riferimento della federazione

Un mese dopo l’ultima edizione, sempre il 26/11, ecco il nuovo Saturday Night’s Main Event. Durante lo show c’è tempo per un’intervista di Brother Love con Slick ed Hulk Hogan, dove l’eroe in giallo rosso colpisce il manager di Big Bossman & Akeem.

Nel primo match, Ultimate Warrior difende con successo la cintura IC contro un nuovo protetto di Mister Fuji, il misterioso Super Ninja. L’incontro dura pochi minuti, e per il Ninja (interpretato da Rip Oliver) sarà l’unica apparizione.

Successivamente, Hercules schiena Virgil, mentre il terzo incontro è valido per il titolo WWF, con Machoman vs Andrè the giant. Termina in doppia squalifica, per le interferenze di Bobby Heenan e Jake Roberts, che attacca Andrè col serpente. Andrè si ritrova imprigionato nelle corde, ma riesce a liberarsi prima che Damien gli venga scagliato contro.

Nei restanti due incontri, le vittorie vanno a Jim Duggan, che schiena Boris Zhukov in un flag match (dove il vincitore può sventolare la bandiera della propria nazione) e ai Fabulous Rougeau Brothers, che schienano gli Young Stallions

A Challenge del 4 dicembre viene diffusa la notizia che Bad News Brown è stato sospeso e multato di 20 mila dollari dopo l’aggressione ai danni di Jack Tunney, ma Machoman si oppone, chiedendo di risolvere la questione nel ring, dopo le accuse di Bad News a Miss Elizabeth

A Superstars del 10 dicembre, il match tra i Rockers e i Brain Busters non inizia neppure, dato che i contendenti cominciano a darsele d santa ragione già fuori dal ring, e ci vogliono diversi arbitri e dirigenti per ripristinare la calma

Nella puntata di Superstars del 24 dicembre, Bobby Heenan e Big John Studd, al suo ritorno in WWF, sono ospiti del Brother Love Show, ma Studd dichiara di non voler più aver niente a che fare con colui che gli fece da manager 3 anni prima.

C’è anche il debutto di Ronnie Garvin, che schiena Barry Horowitz.

Infine, Bad News Briown distrugge uno sparring partner, e poi lancia una sfida a Machoman, col campione WWF che si presenta sul ring dando il via ad una lotta interrotta solamente dall’arrivo di diversi lottatori.

E con questo si conclude anche il 1988, l’appuntamento è il primo trimestre del 1989

 

Daniele Fusetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *