WWE Capitol Punishment – Report 19/06/2011

Dal Veridon Center di Washington D.C.

Al comment: Jerry “The King” Lawler, Michael Cole e Booker T

Primo Match valido per il WWE US TITLE:
Dolph Ziggler diventa nuovo campione sconfiggendo Kofi Kingston grazie all’intervento di Vicky Guerrero che sfrutta la distrazione del ghanese infilandogli le dita negli occhi e permettendo al suo fidanzato di applicare una Sleeperhold facendo cedere il suo avversario.

Vincitore e nuovo campione US: Dolph Ziggler

Backstage:
Una limousine arriva nell’arriva, a bordo di questa c’è R-Truth con la cintura WWE. Josh Mathews lo intervista e Truth si proclama campione andando via. Ripete la stessa cosa ad Eve Torres, che lo guarda rispondendogli di non sapere chi sia. Truth dice che nessuno sa chi è lui e dedicherà la vittoria ai Little Jimmy.

Todd Grisham ferma The Miz e gli chiede se questa sera riuscirà a battere Alex Riley. Miz gli risponde dicendo se la sua carriera sia finita così in basso da parlare di queste cose. Lui ex campione WWE e vincitore nel main event di Wrestlemania 27. Sconfiggerà Riley dimostrandolo a tutti.

Secondo Match:
Alex Riley sconfigge The Miz. In un finale esaltalte.
Dopo essere usciti dal ring Miz ha gettato Riley sul tavolo dei commentatori. E’ intervenuto Michael Cole che ha urlato a Riley di rispettare di Miz, ma Riley in tutta risposta lo ha tirato dal collo stendendolo. Miz ha preso una valigetta, è salito sul ring tentando di colpire il suo ex assistente, ma è stato fermato dall’arbitro. Nel momento di distrazione Riley ha applicato una poderosa DDT sull’ex campione WWE, riuscendo ad ottenere il pin vincente.

Vincitore: Alex Riley

Backstage:
Srg. Slaughter fa gli onori di casa con il presidente Obama, ovviamente non quello vero. Arriva Vicky Guerrero che si intrufola tra le guardie del corpo del presidente e dice d’essere tanto felice per la vittoria di Ziggler che vuole dedicare una canzone
al capo di stato americano. Vicky inizia a cantare, ma viene portata via dalle guardie del corpo.

Terzo Match:
Alberto Del Rio sconfigge Big Show, dopo che il messicano ha applicato una Cross Legbreaker sulla gamba infortunata del gigante. Show non è riuscito più ad alzarsi, in quanto il ginocchio colpito lo ha abbandonato. L’arbitro è stato costretto a far finire il match, dopo che il gigante è caduto in terra, permettendo a Del Rio di portarsi a casa l’incontro.

Vincitore: Alberto del Rio

Backstage:
R-Truth ferma un fotografo e chiede di scattargli una foto con la cintura ora che non è seduto. Il fotografo fa notare a Truth che sulla cintura c’è la placca con in nome di Cena. R-Truth si innervosisce prendendo per il collo il fotografo e dicendogli che dopo stasera quel nome non ci sarà più.

Sempre nel backstage Matt Striker prova ad intervistare Wade Barrett, ma il leader del Corre gli leva il microfono e inizia un monologo contro gli Stati Uniti avviandosi verso il ring il suo match è prossimo.

Quarto Match valido per il WWE INTERCONTINENTAL TITLE:

Ezekiel Jackson sconfigge Wade Barrett diventando nuovo campione.
Jackson è riuscito a bloccare un Big Boot di Barrett ed ha applicato contro l’inglese quattro Body Slam consecutivi ed infine una Torture Rack facendo cedere il suo avversario.

Vincitore e nuovo campione Interncontinental: Ezekiel Jackson

Jerry Lawler sale sul ring e chiede a Jackson cosa vuol dire essere campione. Jackson dice che è il giorno più bello della sua vita, riuscendo ad essere libero dal Corre, e che la libertà e la dominazione sono le cose a cui più tiene.

Backstage:
Beth Phoenix, Santino e Kelly Kelly cercano di salutare il presidente Obama, ma Santino viene portato via dalle guardie del corpo dopo aver cercato di insegnare ad Obama stesso il suo Cobra.

Josh Mathews ferma Cm Punk, che attacca Washington e Rey Mysterio.

Quinto Match:
Cm Punk sconfigge Rey Mysterio.
Dopo aver evitato due 619, ed un tentativo fallito di Go To Sleep. Punk è riuscito ad applicare nuovamente la GTS riuscendo a schienate la superstar di San Diego.

Vincitore: Cm Punk

Non c’è tempo per di nessun intermezzo abbiamo subito il match valido per il World Heavyweight Championship tra Randy Orton e Christian direttamente da Smackdown!

Sesto Match valido per il WWE WORLD HEAVYWEIGHT TITLE:

Randy Orton sconfigge Christian confermandosi campione del mondo.
Dopo aver subito una Spear ed aver evitato un conteggio di 2, Randy Orton è riuscito a colpire Christian con un dropkick, Christian di tutta risposta lo ha colpito con un calcio alla testa (ricordiamo che Orton aveva subito nei giorni scorsi un trauma cranico), ma il campione riuscendo ad evitare un’altra mossa del canadese un volo, lo ha colto di sorpresa con un velocissimo RKO riuscendo immediatamente a schienarlo.
A fine match però Christian ha protestato con l’arbitro ignaro di aver visto durante il conteggio finale di Orton un suo piede sulla corda, cosa realmente avvenuta, ma The Viper interrompe le lamentele del suo sfidante colpendolo con la cintura di campione in pieno viso.

Vincitore e ancora campione WWE World Heavyweight: Randy Orton

Backstage:
Fa capolino l’attore Keith Stone accompagnato dalle Bella Twins.

Settimo Match:
Evan Bourne sconfigge Jack Swagger, dopo un tentativo non riuscito di Ankle Lock di Swagger ai danni dell’avversario. Bourne è riuscito a rovesciare a terra la presa ottenendo lo schienamento vincente.

Vincitore: Evan Bourne

E’ il momento delle parole del finto Barack Obama.
Obama è fiero d’essere qui. Lui non è il GM anonimo di Raw, non sa cosa dice R-Truth ogni volta che parla, che Teddy Long è una combinazione fra lui e George Bush. Tutti sono in attesa del main event! Ed è tutto pronto per questo!!!
Obama termina il suo breve monologo, ma viene interrotto da Booker T che sale sul ring e chiede al presidente se può deliziare tutti con una Spinarooni. Booker T gli mostra come si fa, Obama si leva la giacca e parte con tutta sua Spinarooni per la gioia del pubblico.

Main Event valido per il WWE TITLE:
John Cena sconfigge R-Truth.
I Little Jimmy costano caro a R-Truth, infatti dopo aver tentato un conto di 2 ai danni di Cena, la superstar di colore è uscita dal ring, avvicinandosi ad un bambino nelle prime file con indosso un cappello di John Cena. R-Truth gli ha tolto il cappello ed ha bevuto la sua bibita, ma il bambino non felice della situazione ha gettato in faccia a Truth il resto della bevanda, permettendo a Cena di riportarlo sul ring ed applicare la Attitude Adjustment vincendo il match.
Dopo il match John Cena si avvicinato al bambino, lo ha portato sul ring e gli ha dato il suo cappello, insieme i due hanno festeggiato la vittoria, ed infine John ha invitato sostenitore, pieno di gioia, a riprendere posto. La serata è terminata con il campione che ha reso omaggio ai militari della National Guard.

Vincitore e ancora campione WWE: John Cena

a cura di Dado “The Pope” Capogna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *