Andrew “Test” Martin: un campione mancato

Andrew “Test” Martin: un campione mancato

Nome e cognome: Andrew Martin

Altezza: 2.03 m

Peso
: 135 kg

Nato il
: 17 marzo 1975

A
: Toronto, Ontario (Canada)

Deceduto il
: 12 marzo 2009

Allenato da
: Bret Hart, Leo Burke, Dory Funk Jr.

Mosse risolutive finali
: Test Drive, Big Boot, Pumphandle Slam, Test Grade

Debutto nel wrestling
: 1997

Titoli conquistati
:
WWW Heavyweight Title
WWF Hardcore (2 volte)
WWF European Title
WCW World Tag Team Title (con Booker T)
WWF World Tag Team Title (con Booker T)
WWF Intercontinental Title

Miglior piazzamento PWI
: #37 (2001)

Introduzione

Il mondo del wrestling non è tutto rose e fiori, si sa, non ci sono solo gloria e fama, ma anche storie di fallimenti, delusioni e disgrazie.
Per tanti anni, la carriera di Andrew Martin è stata in bilico tra questi due estremi. Il suo possente fisico e un certo carisma non lo facevano passare inosservato ma, vuoi per sfortuna (infortuni), vuoi per l’agguerrita concorrenza quando militava nei suoi anni d’oro, alla fine non ha ottenuto prestigiosi successi.
E quindi, accade che, fallita la prima occasione, ci riprova, si rimette in carreggiata e riesce a tornare alla WWE, esperienza che, nonostante le buone premesse, si è rivelata deludente. Così il ragazzo è entrato in un tunnel vorticoso, fatto di doping, farmaci, arresti, che lo hanno condotto alla prematura morte, nel 2009, a soli 34 anni.

Gli inizi e l’arrivo in WWF

Andrew Martin nasce il 17 marzo 1975 in Canada ed entra nel mondo del wrestling a metà degli anni ’90, quando ha la fortuna di conoscere il leggendario Bret Hart in un ristorante. “The Hitman” si offre come allenatore del ragazzo, con il quale svolge un periodo di allenamento di otto mesi anche sotto la supervisione di Leo Burke.
Nel 1997 Andrew fa il suo debutto nei circuiti indipendenti canadesi dove lotta con i nomi “Martin Kane” e “T.J. Thunder”.
Successivamente il wrestler continua ad allenarsi insieme al maestro Dory Funk Jr. nel suo rinomato Dojo, uno dei centri di allenamento più importanti della disciplina.

A fine 1997 Martin arriva a lottare negli Stati Uniti, prima di approdare alla World Wrestling Federation circa un anno dopo.
Qui il ragazzo fa la sua prima apparizione a Heat come bodyguard di una band musicale, poi diventa Test e aggrega il suo nome prima alla “stable” Corporation, poi alla Union.
La prima “storyline” di rilievo nella quale è coinvolto è quella con la figlia del padrone della federazione, Stephanie McMahon. I due vengono mostrati in atteggiamenti intimi e passano molto tempo insieme, scaturendo la rabbia di Shane McMahon, fratello della ragazza, che viene sconfitto a SummerSlam. Non solo, i due sembrano pronti a sposarsi finché non si immischia Triple H, che rapisce Stephanie, la droga e la sposa a Las Vegas !

L’alleanza con Albert

Il tradimento involontario subito da Test è un duro colpo, così decide di svoltare cambiando atteggiamento e alleandosi con Albert.
I due diventano un “tag team” e hanno come manager l’avvenente Trish Stratus, ma non riscuotono mai i risultati sperati; il loro più grande successo può considerarsi la vittoria a WrestleMania 2000 contro Al Snow & Steve Blackman.
Per T & A si fanno avanti anche opportunità per vincere i titoli di coppia, al PPV King of the Ring 2000 perdono un match a quattro che vedeva coinvolti Edge & Christian (i vincitori), Hardy Boyz e i Too Cool.
Presto Albert tradisce il canadese e si schiera con HHH & Stephanie McMahon, sancendo la rottura della coppia.

Le prime cinture conquistate

A questo punto si pensa quale possa essere il futuro di Test, che durante la breve carriera in WWF per il momento ha vinto un titolo Hardcore il 17 gennaio ’00 per poi riperderlo due mesi dopo.
A sorpresa il 22 gennaio ’01 Test conquista l’ “European Title” detenuto da William Regal, finalmente un prezioso successo meritato.
Il regno di Andrew Martin ha però vita breve visto che già a WrestleMania 17 perde contro “Latino Heat” Eddie Guerrero, un match segnato da interferenze esterne.
Con il fallimento della WCW, Test entra a far parte dell’Alliance (gruppo di personaggi ex WCW ed ex ECW che vanno contro la WWF) capeggiata da Shane McMahon, anche se tutto ciò risulta strano visto che Test e la World Championship Wrestling non hanno mai avuto niente a che fare.
Intanto, il 6 giugno Test riconquista il titolo Hardcore riperdendolo due settimane dopo contro Rhyno.
Test partecipa al PPV SummerSlam 2001 vincendo un “6 Man Tag Team Match” insieme ai Dudley Boyz contro Spike Dudley & The Acolytes (Bradshaw & Farooq).
L’autunno del 2001 sarà ricordato come uno dei periodi migliori della sua carriera, infatti insieme a Booker T sconfiggono prima The Undertaker & Kane, poi The Rock & Chris Jericho conquistando entrambe le volte i titoli di coppia (che perdono sempre per mano dei fratelli Hardy). È un grande successo per Martin che insieme a Booker T sconfiggono coppie composte da lottatori che singolarmente hanno scritto molte pagine della storia della federazione.
Pochi giorni dopo ecco un altro successo per Test: la cintura intercontinentale vinta ai danni di Edge. È, come tutti gli altri, un regno troppo corto che termina al PPV Survivor Series proprio contro l’altro canadese, con quest’ultimo che unifica il “WCW US Title” con il titolo intercontinentale WWE.

Gli Un-Americans

Test deve far fronte anche a dei problemi fisici che ha sorvolato per qualche settimana, ma ora lo costringono ad un periodo di riposo.
Il ritorno avviene nei primi giorni del 2002, ma Test sembra cambiato e purtroppo in negativo: non è coinvolto in concrete “storylines”, se non quella abbozzata con Triple H.
Test tenta la scalata nel torneo King of the Ring, ma viene fermato in semifinale da Brock Lesnar.
Successivamente il canadese entra a far parte degli Un-Americans, “stable” composta da lottatori non americani che vanno contro tutto ciò che è a stelle e strisce. Nel gruppo ci sono anche Lance Storm (canadese), Christian (canadese) e William Regal (inglese).
Così tutti i componenti del team diventano i wrestlers più odiati della federazione e Test in qualche modo fa parlare di sé, ma il suo momento positivo nel personaggio non coincide con quello sul ring, infatti non va oltre i successi ottenuti in passato.
I “feud” di rilievo che hanno avuto gli Un-Americans sono quelli contro Rikishi, Hulk Hogan, Edge e Undertaker.

Una nuova compagna: Stacy Keibler

Nell’ ottobre 2002 il gruppo non esiste più a causa di alcuni dissidi interni, pertanto si forma una fazione con Storm e Regal, l’altra con Test e Christian.
A fine anno Andrew Martin inizia a far coppia sia nel wrestling che nella vita reale con la bella Stacy Keibler, la quale diviene la responsabile del look del wrestler, che si taglia i capelli e abbandona i pantaloni lunghi e dà vita ai “Testicles” (“testicoli”, appellativo che assegna ai fans di Test).
La nuova compagna porta bene al wrestler, che inanella una serie di vittorie, nonostante debba sempre buttare un occhio a bordo ring per controllare la ragazza, sempre in cerca di guai.
Alla lunga il canadese patisce le distrazioni esterne ed iniziano i primi malumori, che prova a scacciare iniziando a lottare in coppia con Scott Steiner.
L’alleanza finisce presto col peggiorare la situazione, infatti Stacy inizia a mostrare una certa attrazione per “Big Poppa Pump”, che non può far altro che ricambiare.
Test è al limite e vorrebbe farla pagare ad entrambi, così il primo confronto avviene al PPV Bad Blood 2003 dove vince Steiner, che di fatto conquista definitivamente la Keibler.
Andrew non si dà per vinto e vuole indietro la sua ragazza, con lo scopo però di farla diventare la sua schiava personale e in una puntata di RAW ci riesce, battendo con l’inganno Steiner.
Una vittoria a testa quindi, Test e Scott Steiner si affrontano a WWE Unforgiven per la terza volta e l’ennesima battaglia viene vinta dal canadese, che per stipulazione ha ora il controllo anche su Steiner.
Nonostante ciò i tre nelle settimane successive tornano a fare gruppo (non senza problemi), finché dopo qualche mese pian piano si perdono di vista.

Il licenziamento dalla WWE, poi il ritorno

Dopo un “feud” di scarso interesse con Steven Richards, a inizio 2004 Test è costretto ad operarsi per un serio infortunio al collo e a sorpresa dopo qualche mese la WWE ne comunica il licenziamento.
Nel maggio 2005 Andrew Martin torna in azione per federazione indipendenti, addirittura approda in Italia grazie all’impegno di alcune realtà nostrane, fiere di avere un nome di spessore come quello di Test.
Onestamente però è un po’ uno spreco che un atleta del suo calibro non riesca a ristabilirsi nel giro che conta, nel marzo 2006 però di nuovo la svolta quando la WWE lo richiama per impegnarlo in alcuni “Dark Match”.

Dopo alcune settimane in prova, Test torna negli show TV della federazione come membro del “roster” ECW.
Nel luglio 2006 compie il suo debutto nel brand estremo, rappresentando con il suo fisico e con la sua cattiveria una seria minaccia per tutti gli altri atleti. Test fa parte delle nuove leve della ECW, il che lo porta ad allearsi con personaggi come Mike Knox, Big Show, Matt Striker e a scontrarsi con gente come Tommy Dreamer, The Sandman, Rob Van Dam, Sabu e simili.
A novembre, sconfiggendo Dreamer, ottiene la possibilità di partecipare alla “Extreme Elimination Chamber” del PPV December to Dismember, incontro valevole per il titolo ECW.
Nel frattempo ha luogo l’evento WWE Survivor Series, dove Test fa parte del Team Big Show che perde contro il Team di John Cena.
A ECW December to Dismember il canadese è protagonista di due eliminazioni (Hardcore Holly e RVD), ma viene a sua volta eliminato da Bobby Lashley, poi vincitore.
Nelle settimane successive Test affronta diverse volte il nuovo campione Lashley (tra cui al PPV Royal Rumble), uscendone sempre sconfitto.
Febbraio si rivelerà essere un mese tremendo per il wrestler: prima viene sospeso per violazione del Wellness Program, poi è coinvolto in un piccolo incidente stradale, infine viene licenziato dalla WWE (anche se sul web Andrew riporta di aver chiesto lui l’allontanamento).

L’addio alla WWE e la tragica scomparsa

Smaltito il rilascio dalla WWE, dopo qualche mese Test torna a combattere, ma è costretto a rifermarsi per seri problemi di salute.
Nel mese di agosto 2007 Andrew approda alla Total Non-stop Action, un’esperienza incolore che termina nel giro di poche settimane. A quanto pare, le sospette dimensioni dell’atleta hanno influenzato la TNA nella scelta.

A fine anno Test annuncia di voler ritirarsi dal mondo dal wrestling e per congedarsi vuole fare un tour di ritiro in Irlanda (luogo da dove discende la sua famiglia).
La decisione del ragazzo lascia immaginare che veramente non può più sostenere certi ritmi, ultimamente non ha goduto di perfetta salute e ciò potrebbe aver inciso molto.
Purtroppo i problemi nella vita reale continuano, fonti vicine al ragazzo confermano che non sta attraversando un bel periodo (un altro arresto nel marzo 2008 per guida pericolosa) e infine la triste notizia: il 13 marzo 2009 Andrew Martin viene trovato senza vita nel suo appartamento a Tampa, Florida. La polizia è intervenuta dopo la segnalazione di un vicino di casa che attraverso una finestra aveva notato il corpo inerme di Andrew, deceduto il giorno prima. Vari accertamenti hanno stabilito che la morte è dovuta ad una accidentale overdose di ossicodone, un particolare farmaco. Altri esami hanno riscontrato importanti traumi cranici ed un accenno di Alzehimer (un pò quello che è accaduto a Chris Benoit), dovuti ai tanti colpi subiti alla testa durante la sua carriera. Il suo corpo è stato cremato e le ceneri sparse in un luogo sconosciuto nella sua città natale Whitby, Ontario, in Canada.

 

Vale Frike

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *