Tutto da scrivere l’ultimo capitolo tra l’Undertaker e Brock Lesnar, mentre Rollins deve affrontare Kane e la sfida tra Wyatt e Reigns avrà la sua fine

WWE Hell in a Cell 2015

Los Angeles, California

Pre-Show: 

Al panel di commento sono come al solito ospiti di Renee Young i vari Booker T, Corey Graves e Byron Saxton. Si fanno i pronostici per l’evento ormai alle soglie e si commenta la card del PPV, mentre viene annunciato che ad aprire la serata sarà l’Open Challenge di John Cena.

King Barrett, Sheamus & Rusev vs Cesaro, Dolph Ziggler & Neville

Vittoria importante per i face, che si prendono la vendetta per quanto andato in onda a Raw e hanno la meglio soprattutto su Barrett, lasciato in isolamento nella Orte finale della contesa. Prima il Superkick di Ziggler, poi la Cesaro Swing ed infine la Red Arrow sanciscono la fine di un incontro completamente dominato dalla squadra vincitrice.

Vincitori: Cesaro, Dolph Ziggler & Neville

Pay-Per-View: 

U.S. Championship Match: John Cena vs Alberto Del Rio

Cena prende il microfono e chiama il suo misterioso avversario, ma al suo posto si presenta Zeb Colter, che introduce il suo nuovo protetto, Alberto Del Rio! Il messicano è in grande forma atletica, come mostra nelle prime fasi del match. Errore però dell’atleta rientrante, che dopo aver dominato nelle prime fasi, sbagliando l’attacco alle corde, ma ovviando subito con la thilt-a-whirls backbreaker. Il primo brivido arriva con il super enziguri al paletto, che porta solo conto di due. Reagisce allora Cena con le sue signature moves, connettendo anche con la 5-knuffle shuffle, ma è solo il preludio al finale sconvolgente: evitata la Attitude Adjustment, Del Rio colpisce con la Back Stabber e il superkick, che porta il conto di 3!!

Vincitore e nuovo campione: Alberto Del Rio

Nell’ufficio dell’Authority Rollins va a complimentarsi per l’inizio e a metterli in guardia su Kane, che sopraggiunge immediatamente. Triple H decide di allontanare il DOO per evitare ulteriori battibecchi.

Hell in a Cell Match: Roman Reigns vs Bray Wyatt

Inizia con grande impeto Roman Reigns, a conferma della grande voglia di superare l’ostacolo mostrata nelle scorse settimane. Due esecuzioni consecutive del tilt drop suplex prima di spostare l’azione all’esterno, dove Bray fa la conoscenza del freddo acciaio della gabbia. Arriva la prepotente reazione del leader della Family, che trova nella kendo stick un’arma decisiva, ribaltando in pochi colpi l’andazzo della contesa. A tratti sorprendente come lo Staples Center sia quasi completamente a favore dell’heel, ormai decisamente in vantaggio, che impugna anche una sedia, preferendo però sbeffeggiare il nemico. Impatto mostruoso subito ancora da Reigns, che crolla sul bastone da kendo, posizionato tra le maglie della gabbia, prima di rendere pan per focaccia lanciando contro la sedia posizionata proprio l’avversario. L’azione va diventando sempre più cruenta quando il samoano raddoppia ed impugna ben due kendo stick, con cui non può che continuare ad infierire, per poi far entrare nel match due tavoli. Il primo però si infrange proprio Reigns, che si perde in troppi fronzoli e viene schiantato dalla slam a una mano di Wyatt, che poi prova lo schienamento dopo anche la senton in corsa, fermato al conto di due. Arriva addirittura un terzo tavolo, che ha però vita breve, visto che l’ex Shield evita il superplex e connette con una powerbomb attraverso il tavolo!! 1…2… Wyatt riesce nel kick out. L’azione accelera improvvisamente quando Reigns evita la Sister Abigail e va a colpire con il Superman Punch, per poi distruggere il terzo tavolo con una Spear fuori dal quadrato!! 1…2… Non arriva il tre, troppo tempo dalla manovra allo schienamento. Roman carica l’ennesima Spear.. MA SUBISCE LA SISTER ABIGAIL!!! 1…2…NO!! Il
Match non è finito!! Wyatt posiziona entrambe le kendo stick all’angolo, ma finisce lui vittima del suo stesso ingegno! Spear per Reigns e conto di tre decisivo!!

Vincitore: Roman Reigns 

 WWE Tag Team Championship Match: New Day vs Dudley Boyz

Ad iniziare l’incontro sono Kofi e D-Von, che inizia alla grande e va a segno con il roaring elbow prima e il facebuster poi. Il ghanese si trova subito in difficoltà, costretto al time out dopo aver subito anche l’avanzata di Bubba Ray. Dopo il grave errore nella manovra combinata, i Dudley vedono ribaltata la situazione, con D-Von chiuso all’angolo dai campioni. Tanti minuti di sofferenza, ma all’imitazione del What’s Up Drop, arriva il tanto sperato cambio, con Bubba Ray che sbaraglia da solo i nemici e va a segno con l’originale manovra dal paletto. Sembrava arrivato il momento dei tavoli, ma ecco che piomba con un doppio dropkick prima di far finta di essere stato colpito con il trombone, in pieno stile Eddie Guerrero, non facendo però abboccare il direttore di gara. Manovra combinata dei Dudley Boyz, pronti per la 3-D ma intercettati dall’arrivo illegale di Big E con il trombone non visto dall’arbitro: Trouble in Paradise di Kingston e conto di tre!

Vincitori e ancora campioni: New Day 

WWE Divas Championship Match: Charlotte vs Nikki Bella 

L’avvio di Charlotte è decisamente positivo, a tratti dominante, prima che la sfidante non sposti l’azione all’esterno dove con l’aiuto delle strutture prende il controllo. Tanti minuti di vantaggio per Nikki, che però sbaglia lo slingshot suplex prima di riprendersi con la ginocchiata tipica dell’ex campionessa. Charlotte va a segno con un ottimo big boot, ma i dolori alla schiena si fanno sentire e va incontro alla Spinebuster che quasi non porta al cambio di titolo. Dal nulla arriva il momento decisivo, con la brutta caduta sul ginocchio di Nikki, che sbaglia anche il super backdrop finendo infine vittima della Spear e dalla Figure-4, salvandosi solo grazie alle corde. Sfruttando ancora l’azione all’esterno, la Bella va a segno con l’Alabama Slam sull’apron per poi tentare il Nikki Rack Attack, finendo però nelle grinfie della Figure-8 decisiva.

Vincitrice e ancora campionessa: Charlotte 

Negli spogliatoi Ambrose si congratula con Reigns per la vittoria ed è pronto a festeggiare con l’amico fraterno.

WWE World Heavyweight Championship Match: Seth Rollins vs Kane

Rollins prova a fare subito la voce grossa ma diventa invece vittima di una DDT e di un legdrop immediati. Kane sgombera il tavolo dei commentatori spagnoli e continua con il suo dominio totale, ma alla prima distrazione viene schiantato sul paletto e colpito da una senton aerea verso l’esterno del ring dal campione, che va a segno anche con lo sling blade. Seth sceglie allora di rallentare drasticamente i ritmi, preferendo manovre statiche per preservare la sua condizione fisica, sbagliando però il primo volo dal paletto per poi riprendersi mandando a vuoto l’avversario all’angolo. Kane rientra allora nella contesa grazie ad un superplex, ma il Big Red Monster sembra in grande difficoltà atletica, riuscendo comunque a trovare un conto di due molto largo. Rollins prova allora la carta Pedigree, ma viene ribaltato e colpito dalla Chokeslam! Non basta però la manovra, che porta al kick out in estremo di Rollins. All’esterno del ring Kane prova la Chokeslam sul tavolo dei commentatori, ma invece finisce lui contro la superficie, con una powerbomb devastante del campione. Nel quadrato doppia ginocchiata dalla terza corda e anche due superkick al volto, seguiti dalla Frog Splash!! 1…2.. Kane si rialza! Il Demon prova l’ultima reazione, ma finisce vittima del Pedigree, che decreta la fine del match.

Vincitore e ancora campione: Seth Rollins

Al panel di commento si commenta quanto andato in onda fino ad ora e si fanno gli ultimi discorsi di rito prima dell’ultima fase dell’evento.

Intercontinental Championship Match: Kevin Owens vs Ryback

Ryback parte in quarta mostrando tanto impeto nelle primissime fasi del match, andando a segno con un bel vertical suplex. Errore all’angolo però del Big Guy, che riesce comunque a riprendersi con una body slam e continuando l’attacco al campione. Owens entra finalmente nel match, sfruttando l’ennesima indecisione del nemico per colpire con la senton, ma venendo poi annichilito dalla spinebuster e poi dalla powerbomb. Gran bel colpo a questo punto del campione, che dal nulla tira fuori uno stupendo superkick che proietta il nemico fuori dal quadrato. Il tentativo di Pop-Up Powerbomb crolla tuttavia contro il Meat Hook dello sfidante, che poi prova la Shell Shocked venendo bloccato solo dalle corde. Nell’ultimo assalto di Ryback però quest’ultimo viene colpito agli occhi e fatto vittima della Pop-Up Powerbomb, che porta il conto di 3.

Vincitore e ancora campione: Kevin Owens

Hell in a Cell Match: Undertaker vs Brock Lesnar

Inizio col botto per entrambi gli atleti, che non risparmiano durissimi colpi già nei primi minuti. Spostati all’esterno è Taker a finire contro la struttura e quasi nelle fauci della F-5, ma riuscendo ad evitarla lanciando Lesnar contro il palo di sostegno, aprendogli una bruttissima ferita alla fronte. Maschera di sangue per il sindaco di Suplex City, che comunque riesce a reagire con una spinebuster, colpendo poi svariate volte l’acerrimo nemico con una sedia. Con uno snap suplex Taker si rimette in gioco, infierendo anche con la sedia al collo di Brock, che risente della manovra prima di rilasciare il primo german suplex. Arrivano anche la seconda e la terza ripetizione, al grido di Suplex City Bitch… ARRIVA ANCHE L’F-5!! 1…2…TAKER SI RIALZA!! Lesnar rifiuta l’intervento medico… E ANCORA L’F-5 A SEGNO!! 1….2…. NON ARRIVA IL 3!! Offensiva senza freni di Brock, che attacca anche con i gradoni d’acciaio sul volto, sbagliando poi la ghigliottina sulla gamba in due occasioni, lasciando spazio al ritorno del Deadman. Dal nulla però arriva l’HELL’S GATE! Lesnar è ferito e subisce la manovra, sembra sul punto di cedere ma con la forza sovrumana rompe la sottomissione e asfalta l’avversario a suon di cazzotti. Brock strappa via il tappeto e la protezione del ring, ma viene punito dalla Chokeslam proprio sulle assi di legno appena scoperte. Lesnar in bambola e TOMBSTONE PILEDRIVER!! 1….2…… NO! NO! NO! LESNAR È ANCORA VIVO!! I due sono allo stremo delle forze, ma arriva dal nulla il low blow di Lesnar.. SEGUITO DALLA F-5!! 1….2…..3!!! LESNAR SUPERA L’UNDERTAKER!!!

Vincitore: Brock Lesnar

Nel finale, proprio durante la standing ovation dedicata al Deadman, arriva la Wyatt Family al completo. I quattro attaccano la leggenda ormai senza forze, portando via l’Undertaker su ordine di Bray.

A cura di Vincenzo “It Factor” Florio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *