18/09/2011: La Notte dei Campioni è finalmente arrivata, stasera avremo la resa dei conti tra HHH e CM PUNK!!

WWE Night of Champions 2011 – Report 18/09/2011

“First Niagara Center” di Buffalo, New York

Al commento: Michael Cole, Jerry “The King” Lawler e Booker T

Primo Match valido per i WWE Tag Team Title:

Air Boom vs The Miz e R-Truth.
Gli Air Boom (Kofi Kingston ed Evan Bourne) vincono per squalifica restando campioni contro The Miz e R-Truth.
Finale abbastanza controverso, l’arbitro non ha visto il cambio tra Truth e The Miz, ed ha rispedito Truth all’angolo. Truth ha iniziato a protestare con il direttore di gara mentre Miz è andato a segno con la sua Skull Crushing Finale su Bourne ed ha provato lo schieramento sullo stesso Bourne, riuscendo a trovare solo un conto di due, in quanto l’arbitro era impegnato a discutere con il suo partner ed ha visto in ritardo il pin. Miz è andato su tutte le furie ed ha spintonato l’arbitro, causando la squalifica per il suo team e facendo rimanere gli AirBoom campioni. Ad incontro finito Miz  se la prende ancora l’arbitro mentre R-Truth prova a calmarlo. Il direttore di gara va a terra, Truth ha provato a rialzarlo, ma ha concluso il tutto dandogli uno schiaffo. I due sfidanti vanno via protestando e parlano di cospirazione.
Una serie di errori hanno favorito senza dubbio Bourne e Kingston.
Vincitori ed ancora campioni di coppia: Air Boom (Kofi Kingston ed Evan Bourne).

Backstage:
Matt Striker intervista Miz ed R-Truth, che gli comunica che potrebbero essere sospesi a causa del loro comportamento. I due ribattono dicendo che c’è una cospirazione portata avanti da Triple H nei loro confronti e ci fanno notare che qualcuno stasera perderà il suo ruolo da COO.

Secondo Match valido per il WWE Intercontinental Title:

Cody Rhodes vs Ted di Biase
Cody Rhodes batte tramite pin Ted di Biase e resta ancora campione.
Incontro molto equilibrato tra i due ex membri dei Legacy. Nella fase conclusiva. Di Biase è riuscito a trovare solo un conto di due dopo aver messo a segno una Spinebuster contro il suo rivale. Successivamente Di Biase ha colpito Rhodes con una serie di calci e lo ha posizionato su un angolo. Cody ha risposto però con una serie di testate facendo cadere l’avversario al centro ring. Di Biase è rinvenuto  andando incontro Rhodes ed è riuscito a strappargli la maschera dal volto, poi ha provato a colpire Cody con la stessa maschera, che però molto velocemente ha evitato l’attacco ed ha sorpreso il rivale con un Roll-Up alle spalle, trovando il pin vincente. Da notare come nello schienamento Cody Rhodes tenesse il costume di Ted Di Biase.
Vincitore ed ancora campione: Cody Rhodes

Parte la musica di Christian, che va verso il ring con abiti civili. Christian si arma di microfono e dice che ha provato a parlare con Teddy Long e Triple H, ma erano impegnati in altre faccende. Il canadese dice di meritare un’altra chance per il titolo, e propone che il vincente del match tra Orton ed Henry di stasera, debba sfidarlo. Christian inizia a prendere in giro poi la squadra di football locale dei Buffalo Bills ed invita il pubblico a cantare con lui “One More Match”, il pubblico lo fa. Il quadretto viene interrotto dall’arrivo di Sheamus, in abiti civili, ricorda allo stesso Christian che questa è la notte dei campioni, non di coloro che si lamentano e piangono. Christian ribatte dicendo che lui abbia bisogno di un altro match per il titolo. Sheamus propone a Christian di aiutarlo ad avere un match, ma in cambio se vince dovrà dare all’irlandese una possibilità per il titolo. Il canadese accetta, Sheamus inizia a cantare “One More Match”, ma alla fine stende Christian con i Brougue Kick! Christian a terra e Sheamus va via!

Terzo match valido Fatal Four Way per l’US Title:

Dolph Ziggler vs John Morrison vs Jack Swagger vs Alex Riley.
Dolph Ziggler vince tramite pin su John Morrison e resta ancora campione US.
La parte finale del match è stata molto rapida, Morrison è andato a segno con una serie di mosse contro i rivali, ed ha provato a schienare Riley, trovando solo un conto di due. Successivamente lo stesso Morrison ha dato un calcio a Riley, provando ad eseguire la sua Starship Pain, ma Riley ha evitato la manovra. Ne ha approfittato Ziggler che ha chiuso Morrison nella Sleeperhold, mentre Swagger ha applicato la Ankle Lock su Riley. Morrison è riuscito a resistere all’attacco del campione US uscendo dal ring, Riley si è liberato dalla presa di Swagger atterrandolo, ma trovando solo un conto di due. Swagger però si è rialzato applicando ancora una Ankle Lock. Morrison ha provato ad interrompere la manovra di sottomissione, ma Swagger lo ha steso con la Gutwrench Powerbomb, in questo istante Ziggler molto lestamente ha spintonato l’All’ American American trovando il pin vincente su Morrison steso dalla precendete manovra di Swagger.
Vincitore ed ancora campione: Dolph Ziggler.

Basckstage:
Josh Mathew intervista Mark Henry, e gli dice che la gente in tutti questi anni ha pensato che non sarebbe mai riuscito a vincere un titolo. Henry gli toglie il microfono dalle mani e gli annuncia che questa sera diventerà campione ponendo fine a tanti anni di delusione.

Backstage:

Matt Striker è con Vickie Guerrero, che si pavoneggia per avere nella sua scuderia Ziggler, campione US, e Swagger ed invita chi voglia a lavorare per lei. Aggiunge che se Triple H dovesse perdere, lei potrebbe diventare la nuova COO della WWE. Vicky rifila un bacio a Striker e va via.

Quarto Match valido per il WWE World Heavyweight Title:

Randy Orton vs Mark Henry
Mark Henry batte tramite pin Randy Orton e diventa nuovo campione del mondo.

Nella fase finale del match Orton ha colpito alle gambe Henry mettendolo in ginocchio ed andando a segno con una DDT. Orton ha chiamato la RKO, ma Henry è riuscito a sguasciar via sull’Apron ring, Orton lo ha raggiunto, riportandolo sul quadrato ed è riuscito ad eseguire la Middle Rope DDT trovando solo un conto di due, in quanto Henry ha toccato le corde. Da terra però lo stesso Henry ha colpito Orton facendo finire la sua gola contro le corde, poi ancora indomito lo ha attaccato con un calcio ad un ginocchio in modo molto violento. Orton ha provato a rialzarsi, ma Henry lo ho colpito ancora una volta la ginocchio sinistro. The Viper ne risente e sembra essere dolorante, ma ha provato a rialzarsi aiutandosi con il costume di Henry, che lo ha spintonato via, ed è andato a segno con la World’s Strongest Slam (la terza di tutto il match) trovando il pin vincente.
Vincitore e nuovo campione del mondo: Mark Henry

Mathews sale sul ring per intervistare il nuovo campione. Henry gli strappa il microfono dalle mani e gli dice che lui non credeva che ce l’avesse fatta. Da a tutti il benvenuto nella Hall of Pain. Il suo sarà un regno di distruzione e molto lungo.

Backstage:

Del Rio protesta con Laurinaitis per quanto è successo a Raw per il match che ha combattuto in coppia con Rodriguez. Laurinaitis dice che non è lui a prendere le decisioni ma Triple H. Il messicano va via con lo stesso Laurinaitis che gli augura buona fortuna, compare Cm Punk ed augura buona fortuna anche a lui. Cm Punk non crede alle sue orecchie e dice che i suoi auguri suonano come quelli che si fanno ai licenziati, ovvero “Buona fortuna per il vostro proseguo…”.

Quinto Match valido per il WWE Divas Title:

Kelly Kelly vs Beth Phoenix
Kelly Kelly sconfigge tramite pin Beth Phoenix e rimane campionessa.
Nel finale del match Beth ha messo a segno riuscendoci un suplex dalla terza corda su Kelly, provando un pin, trovando solo con un conto di due. Le due si sono rialzate, e Beth è rimasta sorpresa dalla resistenza della campionessa. L’azione è continuata, Beth ha provato la Glam Slam, ma Kelly è riuscita a scivolare alle spalle della Glamazon trovando il roll up vincente. Kelly rimane campionessa e festeggia insieme ad Eve, ma il pubblico la ricopre di fischi. Beth disperata è quasi in lacrime per aver perso questa sera.
Vincitrice ed ancora campione: Kelly Kelly

Sesto Match valido per il WWE Title:

Alberto Del Rio vs John Cena
John Cena diventa nuovo campione dopo aver fatto cedere tramite la STF Alberto Del Rio.
Nelle fasi conclusive dell’incontro Cena ha provato la Attitude Adjustmente, ma Del Rio l’ha rovesciata ed andato per lo schienamento trovando solo un conto di due. Successivamente Del Rio ha provato la sua Cross Arm Breaker, ma si Cena si è liberato andando a segno con un DropKick, trovando solo un conto di due. Cena è salito sulle corde, ma Del Rio lo ha sorpreso con un calcio volante, ed è andato al pin ancora con conto di due. Del Rio va a segno con un Backbreaker, che gli da un conto di due, poi porta Cena all’angolo e lo carica su questo a testa in giù. Prova a placcarlo stile football, ma Cena si scansa facendo impattare Del Rio contro il paletto. Cena poi è salito sull’angolo andando a segno con un LegDrop dalla terza corda, trovando solo un altro conto di due. Del Rio è rinvenuto con un Suplex improvviso, ma solo due! Del Rio porta Cena ad un anglo, poi sale sulla terza corda e vola sull’avversario, tutti e due a terra, il messicano va per lo schienamento ma ancora conto di due!!!Incredibile! Del Rio si rialza chiama la Cross ArmBreaker e la applica! Cena prova a liberarsi, riuscendo a tirar su Del Rio con la Cross Arm ancora applicata ed andando a segno con la A.Adjustment! Rodriguez ha provato ad intervenire ma Cena lo ha atterrato con un pugno e poi è andato ad applicare la STF vincente sull’avversario. Del Rio cede dopo pochi secondi!
Vincitore e nuovo campione WWE: John Cena

Main Event No Disqualification Match:

Triple H vs Cm Punk
Se Triple H perde dovrà lasciare la sua carica di COO della WWE.
Triple H batte tramite pin Cm Punk e rimane COO della WWE.
La partita inizia, Punk e Triple H getta immediatamente fuori dal ring. Punk getta Triple H contro le balaustre e comincia a smantellare il tavolo di commento degli annunciatori spagnoli, ma Triple H si riprende e lancia l’avversario a sua volta contro le balaustre e poi sul tavolo dei commentatori, provando il Pedigree sul tavolo ma  Punk lo ribalta in un tentativo di Go-To Sleep. Triple H riesce ad uscirne spingendo Punk giù dal tavolo. Punk torna sul ring. Triple H sale lentamente sul ring, i due si  scambiano una serie di pugni, Irish Whip di Triple H che poi va per il Pedigree ma Punk lo evita e lo colpisce con una serie di placcaggi stile football. Punk manca la ginocchiata volante all’angolo e finisce fuori dal ring . Triple H segue Punk verso l’esterno e lo sbatte contro le transenne. Punk reagisce e rimanda Triple H a sua volta oltre le balaustre. Ginocchiata in faccia di Cm Punk contro l’avversario. HHH si riprende e getta Punk oltre la balaustra, salendo poi su queste ed impattando contro l’ex leader del Nexus. Punk reagisce tra il pubblico colpendo il COO della WWE con un bidone della spazzatura. Poi lancia HHH contro le balaustre facendolo finire nei pressi della zona d’ingresso dove continua la contesa. Triple H tenta il Pedigree ma Punk lo fa volare oltre il pannello elettronico. Punk sale su questo, e vola su Triple H. Punk riporta Triple H sul ring. Poi Punk prende una sedia da sotto il ring e colpisce HHH con una potente sediata trovando solo un conteggio di due.

Punk poi posiziona la sedia tra la seconda e terza corda colpendo il rivale con delle ginocchiate. Ma HHH va a segno con una Spinebuster che gli ha regala però solo un conto di due. Triple H  getta Punk contro la sedia, Punk vola fuori dal ring. HHH lo ha seguito lo ha colpendolo prima al ginocchio sinistro, e poi  facendo sbattere sempre la stessa gamba sinistra di Punk contro il paletto, poi ha preso la sedia e lo ha ripetutamente colpito. Punk di forza è riuscito a far schiantare HHH contro le scalette spingendolo con l’altra gamba. HHH rinviene e prepara il tavolo degli spagnoli, ma viene colpito da un calcio al volto da Punk. HHH si accascia sul tavolo di commento, Punk sale dalla terza corda volando in stile Macho Man distruggendo il tavolo. HHH è  a terra e Punk dolorante. I due si rialzano, tornando sul ring, ma arrivano Miz e R-Truth e attaccano tutti e due gli sfidanti. Il match è senza squalifiche. SCF di Miz ai danni di Triple, Little Jimmy ai danni di Punk. Miz protesta contro l’arbitro che però di tutta risposta colpisce lo stesso Awesome one con un pugno. Miz e Truth poi assalgono il direttore di gara. Arriva Laurinaitis ed invita qualcuno ad entrare, ma Punk e HHH si sono rialzati facendo piazza pulita sul ring.

Punk osserva le cose fuori dal quadrato e HHH lo sorprende con un Pedigree, l’arbitro però è a terra, ne arriva un altro ma Laurinaitis lo blocca invitando a soccorrere il collega. GTS di Punk su un distratto HHH!! Ma è solo conto di due! Truth trascina fuori Punk, ma lo S.Edge lo colpisce con un GTS all’esterno del quadrato! Punk in seguito sale sulla terza corda, ma HHH lo colpisce a volo con un calcio in pancia andando a segno con un Pedigree, ma trovando un altro conto di due. Laurinaitis maneggia con il cellulare nel frattempo. KEVIN NASH si fa spazio tra il pubblico!!! NASH E’ SALITO SUL RING!! STENDE PUNK E HHH! NASH POI COLPISCE RIPETUTAMENTE HHH, va poi per la JACKNIFE POWERBOMB, ma Punk lo  ATTACCA!!! MA LO STESSO PUNK FINISCE PER  SUBIRE LA JACKNIFE!!! Nash esce dal ring va verso HHH, sgusciato fuori, libera il tavolo dei commentatori, ma HHH LO COLPISCE IN FACCIA CON LO SLADGEHAMMER!!! HHH torna sul ring con Punk che si è ripreso lentamente, ma va a segno con il PEDIGREE vincendo il match!
Vincitore ed ancora COO della WWE: Triple H!

A cura di Dado “The Pope” Capogna!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *