Riuscirà Bryan a tornare campione del mondo battendo il volto della WWE, Randy Orton? Punk avrà, finalmente, la sua rivincita conto Heyman? Questo è molto altro nel report della notte dei campioni!

Iniziamo subito con Kick Off con Josh Matthwes che introduce i suoi compagni di avventura di questa sera: l’ex wrestler Alex Riley, Booker T e Santino Marella. Josh introduce l’ex manager e amico di Miz come “ex wrestler” con Riley che da subito mostra delle sue doti da commentatore.

Il GM di Raw parla con Heyman a cui chiede cos’abbia, e il Mad Genious risponde che è nervoso..perchè sa quello che Punk potrebbe fargli nel match di questa sera. Però Heyma, ripensandoci, spiega che se viene squalificato, lui se ne può andare salvo dal PPV…ma Brad Maddox non è tanto d’accordo, visto che, per evitare che questo accada..sarà senza squalifiche!

TAG TEAM TURMOIL MATCH (KICKOFF SHOW): 2 members of 3MB vs. “Tons of Funk” Tensai and Brodus Clay vs. “Real Americans” Jack Swagger and Antonio Cesaro vs. “Prime Time Players” Darren Young and Titus O’Neil vs. The Usos

Partono Slater e McIntyre contro Tesnai e Brodus Clay. Dopo nemmeno un minuto avviene la prima eliminazione: Tensai con un roll up, frega McIntyre schienandolo e ricevendo il conto vincente.

Eliminati 3MB

Arrivano i Real American..e si va in pubblicità: ovviamente ci deve essere il tempo per i promo del PPV, e allora che ce ne frega del match? Dopo 3 minuti è Clay in pieno dominio della contesa, ma Swagger prende il cambio ed applica la sua Anckle Lock, sottomettendo il ciccione ballerino.

Eliminati Brodus Clay e Tensai

Entrano gli Usos. Il match inizia a prendere un po di colorito, con le due coppuie che si alternano le azioni sul quadrato….e nuovamente pubblicità..altri 3 minuti e adesso mancano “solo” 8 minuti. Quando si ritorna sul quadrato, uno dei fratelli Usos viene intrappolato nell’Anckle Lock..e anche lui cede!!

Eliminati The Usos

E’ il turno dei Prime Time Player, e subito Swagger prova ad intrappolare O’Neil nell’Anckle Lock, ma viene liberato dal suo compagno di coppia che si libera anche di Cesaro, si prende il cambio, ma Swagger lo intrappola nuovamente nella sua mossa di sottomissione. Young si libera e va ad applicare la sua gutbuster per conquistare il conteggio vincente che permetterà ai Prime Time Player di affrontare i campione di coppia più tardi nel PPV.

Vincitori Prime Time Player

Inizia finalmente il PPV..e si inizia subito con il botto: il primo ad entrare nell’arena è il COO in persona: HHH. Il king of kings prende il microfono e dice che per lui questa potrebbe essere la serata più importante per la storia della WWE, aggiungendo che nel match per il titolo WWE, tra Daniel Bryan e Orton, nessuno potrà interferire, né lo Shield, né Big Show ne chiunque altro. Il pubblico sembra gradire questa scelta e Hunter chiede se sono pronti per il PPV…ma arriva Heyman che ha da dire qualcosa al COO. Il Mad Genious sale sul quadrato e chiede al COO di poter far qualcosa per il suo match, cercando di convincerlo di toglierlo nel match contro Punk perché lui non è un combattente, non è come HHH che ha avuto grandi match contro HHH o affrontato Lesnar; Heyman sembra veramente disperato e chiede che il suo match venga cancellato definitivamente! Il pubblico non è per niente d’accordo e HHH aggiunge che non ha nulla da temere nel suo match visto che c’è Axel dal suo lato e deve credere nel suo protetto. The Game non cancella il match e Axel prende il microfono chiedendo al COO se c’è qualcosa di personale per questa decisione e gli ricorda di quando l’ha battuto. HHH se lo ricordA, ora che ci pensa bene, essendo NOC, tutti i titoli sono in palio e, Axel ne ha uno…quindi difenderà il titolo IC contro la prima persona che si presenterà sul backstage…e il match avrà inizio…ORA! Heyman è disperato e a presentarsi è…KOFI KINGSTON!

Intercontinental Championship Match: Curtis Axel (c.) vs Kofi Kingston

Heyman osserva da lontano il match del suo assistito che cerca in tutte le maniere di mettere in difficoltà il Giamaicano, che sembra in completo controllo del match. Kingston dà spettacolo con un volo dalla terza corda con un bellissimo spring board splash verso l’esterno del ring, con Axel che riesce però a salvarsi dal conteggio successivo, per poi iniziare la sua offensiva, anche se non sembra riuscire ad incidere in maniera decisiva dopo diverse buone manovre, con l’avversario che riesce sempre a salvarsi sul conto di 2. Kingston dopo il momento di black out, va a segno con uno spettacola spring boardclothesline, per poi eseguire il boom boom legdrop, ma la trouble in paradise non va a segno. Axel intercetta il volo dalla terza corda dell’avversario con un dropkick, ma arriva solo il conto di due. Kofi va a vuoto in un primo momento con la SOS, prova la Trobule, Axel lo blocca..ma il secondo tentativo di SOS va a segno, ma nono il conteggio decisivo. Axel si riprende e, con un eletric chair con l’avversario che sbatte sulle corde, riesce ad applicare la sua Turning Heads.

Vincitore e mantiene il titolo Curtis Axel

RVD parla con Rodriguez e gli chiede come sta e l’ex manager di Del Rio che starà bene quando conquisterà il titolo del mondo. RVD chiede di tradurgli qualche parola dall’americano all’inglese per poi concludere che, la definizione in spagnolo di campione del mondo è: RVD

AJ cerca di convincere le altre divas che la hanno aiutata a Smackdown di mettersi al suo fianco questa notte, ma sia la Fox CHE Aksana che Layla la abbandonano e se ne vanno

WWE Divas Championship Match: AJ Lee (C.) vs Natalya vs Naomi vs Brie Bella

AJ viene subito messa fuori gioco dalle sue avversarie, venendo pure sbattuta contro la balaustra che separa il ring dal pubblico. Le tre provano a dar mostra di quello che sanno fare, ma mentre Natalya è distratta, AJ rinviene e prova un pin improvviso sulla canadese che, con tutta risposta, viene ributtata fuori.  Il match va avanti con le 4 che provano a fregare improvvisamente le avversarie, ma sono Natalya e AJ a mettersi in mostra, con la canadese che sembra inarrestabile, eseguendo due powerslam su entrambe le due partecipanti al total divas per poi eseguire una doppia sharpshooter…AJ salva il tutto per poi applicare la sua manovra di sottomissione sulla canadese che cede!!! AJ MANTIENE IL TITOLO!!!

Vincitrice e mantiene il titolo AJ Lee

World Championship Match: Alberto Del Rio (c.) vs RVD

RVD gode del tifo di casa visto che ci troviamo a Ditroit, ed è subito lui a dare spettacolo, con Del Rio che tarda ad ingranare la marcia; la reazione del campione del mondo non si fa attendere, con RVD costretto, in più di un’occasione a mettersi sugli scudi per cercare di sopravvivere agli attacchi del campione, come un ottima back stabber, che si ferma sul conto di 2. Il match va avanti tiratissimo con i due che non riescono ad imporsi sul proprio avversario, con Del Rio che, però, inizia a lavorare pesantemente sul braccio destro dell’avversario, per prepararsi alla sua Rio Grande..RVD però trova la forza per riuscire ad eseguire la sua five star frog splash, ma Del Rio riesce ad evitarla e ad intrappolare RVD nella Rio Grande!! RVD prova in tutti i modi a raggiungere le corde, per quanto si trovi al centro del ring…ma con mille sforzi ci riesce! Del Rio però non lascia la presa nemmeno con il conteggio dell’arbitro e scatta la squalifica!

Vincitore per squalifica RVD, mantiene il titolo Alberto Del Rio

A fine match, Del Rio continua ad interferire sull’avversario, per poi prendere la sedia..ma interviene Rodriguez che lo salva da una fine peggiore! Del Rio viene messo all’angolo opposto, con Rodriguez che tiene la sedia sulla testa dell’ex mentore; RVD sale sulla terza corda…E COAST TO COAST DROPKICK!!! RVD festeggia con il suo pubblico, mentre Del Rio viene accompagnato fuori dai dottori.

Heyman rimprovera Axel per tutto quello che sta combinando e per nei guai in cui sta cacciando il Mad Genious. Heyman però gli dice che questa sera, per battere Punk, deve credere in se stesso

Orton sembra spaventato dalla decisione presa da HHH ad inizio show, con il COO che sa quello che fa, con il campione WWE che si allontana.

Fandango vs The Miz

Fandango domina completamente la contesa, mettendo in serie difficoltà l’avversario che non sembra riuscire mai ad entrare nel match. Il pubblico di Detroit però, non sembra gradire il match e grida, a gran voce: “we want table”. Sembra che, però, Fandango, abbia preso un brutto colpo alla gamba destra, zoppicando vistosamente e, dopo vari tentativi di pin, Miz esegue la figure for leglock facendo cedere l’avversario e aggiudicandosi il match.

Vincitore The Miz

Elimination Handicap Match: CM Punk vs Curtis Axel & Paul Heyman

Sotto decisione di Maddox il match sarà senza squalifiche…e altro che “it’s clobbering time”, Punk dallo stage grida “it’s time to die”. I due iniziano subito con i bastoni da Kendo, con Punk che si prende il primo colpo, ma poi gliene rifila 4 ben più potenti di quelli subiti. Heyman sembra non voler vedere, ma si distrae e subisce un suicide dive da parte di Punk che vola verso di lui senza pietà; lo riporta sul ring e si prepara per colpirlo con la kendo stick, ma interviene Axel che salva il suo mentore con un low blow. Punk sembra riuscire a dir la sua, ma Axel riesce comunque a tener testa al Best In The World. Axel va poi ad esaudire i desideri del pubblico, andando a prendere un tavolo e posizionandolo su uno degli angoli, mentre Punk è al tappeto a leccarsi le ferite; i due provano con un suplex a distruggerlo, ma si salvano dall’offensiva dell’avversario. Punk, però, fa sbattere l’avversario su di una sedia, bloccata all’angolo, mandando in bambola l’avversario e iniziando a colpirlo senza pietà, andando a segno pure con la combo, ginocchiata all’angolo, braccio teso. Heyman, comunque, rimane sempre fuori dal quadrato dando consigli e ordini al suo protetto, da grande regista…Punk però va a segno con la GTS e, successivamente con l’anaconda vise…E AXEL CEDE!!! AXEL CEDE!!! E ORA E’ IL TURNO DI HEYMAN!! Heyman prova a scappare tra il pubblico, per poi tornare sul ring, ma Punk lo raggiunge e lo prende per il codino rialzandolo. Heyman ci prova e lo abbraccia..ma Punk risponde prendendolo a bastonate. Punk sembra volerla chiudere subito chiamando la GTS, ma poi prende delle manette e intrappola l’ex manager della ECW che grida che lui cede, ma l’arbitro non può interrompere il match. Punk prende a bastonate le gambe di Heyman, poi la pancia più di una volta….si prepara a colpirlo con il bastone sulla testa..MA INTERVIENE RYBACK CHE ESEGUE UNA SPEAR SU PUNK SUL TAVOLO!!! Ryback poi prende Heyman e lo mette sul corpo esamine di Punk per il conteggio decisivo

Vincitore Paul Heyman

Punk sembra incredulo di quello che è appena accaduto e allontana i medici innervosito da quello che è successo.

US Championship Match: Dean Ambrose (c.) vs Dolph Ziggler

Il match è subito molto equilibrato tra i due con Ambrose e Ziggler che sembrano equivalersi sul quadrato. Il match va avanti con scambi tra le due parti, con nessuno dei due che riesce ad avere la meglio sull’avversario; ma è il primo vero assolo di Ambrose a portarlo al conto di 2, con una proiezione dalla terza corda…ma Ziggler risponde con una facebaster dall’angolo opposto, ma arriva un altro conto di 2…ma si torna nuovamente in una situazione di pareggio tra i due che non riescono a superare l’avversario. Ziggler però va vicinissimo alla vittoria con un legdrop volante, ma Ambrose appoggiandosi alle corde, si salva miracolosamente. Ambrose però riesce ad andare a segno con la sua Shockwave per poi eseguire il pin vincente

Vincitore e mantiene il titolo Dean Ambrose

Arrivano gli altri due membri dello Shield..il match per i titoli di coppia avrà inizio subito.

WWE Tag Team Championship Match: The Shield (C.) vs Prime Time Player

Rollins prova ad innervosire O’Neil, che, di tutta risposta, lo schianta al quadrato con tanta violenza! O’Neil dà il cambio a Young che riesce a dire la sua anche contro Reigns. Il duo di colore sembra mettere in seria difficoltà i campioni di coppia che, dopo un inizio lento, iniziano ad attaccare gli sfidanti senza tregua e, a farne le spese, è proprio Darren Young. Yung con tantissime difficoltà, riesce a dare il cambio ad O’Neil che fa letteralmente piazza pulita, prima di subire un enzeguri kick devastante..ma non sembra fare effetto su O’Neil che lo stende con una devastante spinebuster..ma conquista solo il conto di due grazie all’intervento di Reigns che salva il compagno di coppia, interviene Young, che però viene a sua volta steso dal gigante dello Shield. L’arbitro si distrae e non vede che il samoano esegue una devastante spear su O’Neil, permettendo a Rollins di schienare l’avversario e mantenere i titoli di coppia.

Vincitori e mantengono i titoli The Shield

WWE Championship Match: Randy Orton (C.) vs Daniel Bryan

HHH ha detto che, per il bene del business, nessuno potrà interferire in questo match, vedremo se sarà veramente di parola! Il pubblico è tutto dalla parte di Bryan e, ad ogni sua mossa, risponde con un fragoroso “yes”.  L’Apex predator, però, non sta lì con le mani in mano e va ad eseguire pure un bel backbracker, con l’aiuto della seconda corda, solo con il conteggio porta solo a 2. Orton inizia così la sua offensiva e riesce anche a tenere a bada le piccole reazioni di Bryan, riuscendo sempre a metterlo al tappeto. Bryan però riesce a riprendersi e, dopo un braccio teso, inizia a macinare con i suoi calci all’angolo e, infine una super hurriancrana, con Orton che scappa dal ring e subisce un suicide dive…Orton torna sul ring e si prende un missil dropkick; riscende dal ring, e altro suicide dive!! Orton riscende dal ring, ma questa volta, Orton lo intercetta con una gomitata…e, con l’aiuto dell’apron ring, esegue pure lo spooner ddt! L’arbitro inizia a contarlo fuori…arriva pure a 9, ma Bryan si salva per il rotto della cuffia! Orton si prepara per l’RKO, ma Bryan lo evita, e andandolo a colpire con un Dropkick, fa volare via anche l’arbitro, ma, prontamente, ne arriva un altro! Bryan riesce a intrappolare Orton nella Yes lock, con il campione WWE che, con un miracolo, riesce a spostarsi vicino alla corda e ad afferrarla. Bryan è in pieno dominio e fa pure a segno, prima con il superplex e con il successivo Flyngheadbutt, ma arriva solo il conto di due! Sembra che comunque il primo arbitro si sia ripreso e può tornare a fare il suo compito sul quadrato.

Orton si prepara per l’RKO…..ma Bryan se ne libera…E ARRIVA LA GINOCCHIATA IN FACCIA DI BRYAN!!! L’arbitro va al conteggio…1..2..3!!! ANCHE SE DOPO UN CONTEGGIO TROPPO VELOCE DANIEL BRYAN TORNA CAMPIONE WWE CON L’ARENA CHE ESPLODE!!!

E con le immagini di Daniel Bryan campione che esulta si chiude Night Of Champions

“..because I’m The Italian Badass, and I’m The Voice Of The Voiceless”
a cura di Matteo “T.I.B.” Di Fina

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *