23/02/14: La tappa finale della Road to Wretlemania ha un nome: Elimination Chamber. Quanti cambiamenti ci saranno all’ultima curva prima dell’evento di New Orleans? Riuscirà Randy Orton a uscire indenne dalla struttura infernale o avremo un nuovo campion

WWE Elimination Chamber 2014

Minneapolis, Minnesota

Pre-Show:

Dopo il recap dell’ultima puntata di Raw ci vengono presentati i quattro “commentatori tecnici” del PPV: Josh Matthews, The Miz, Mark Henry e Rey Mysterio.

Ci spostiamo immediatamente nel backstage, dove Zeb Colter incoraggia i suoi assistiti con un discorso fortemente patriottico e anti-immigrazione. Dopo il recap della rivalità tra Batista e Del Rio, si comincia con il Kick-off match .

The Brotherhood vs Ryback & Curtis Axel

La prima, grande sorpresa del match si ha nell’ingresso del team heel, allorchè Curtis Axel entra accompagnato dal nonno, il mitico Larry “The Axe” Henning. Il pubblico è tutto dalla parte del “Better than Perfect” che apre le ostilità contro Goldust. Il più vecchio dei fratelli Rhodes viene isolato dagli avversari per qualche minuto, ma riesce a dare il cambio a Cody che si scatena, eseguendo prima un moonsault e una Alabama slam su Axel, e poi il Beautiful Disaster su Ryback. Fasi molto movimentate con tutti gli atleti coinvolti e sul ring Axel prova il Perfect-plex su Cody, lo sbaglia e subisce la fatale Cross Rhodes, che regala la vittoria alla Brotherhood.

Vincitori: The Brotherhood

Gli Usos vengono intervistati riguardo al loro match di stasera. Promettono di portare alto il nome della loro famiglia e ammettono il rispetto che provano nei confronti degli avversari, ma per loro è arrivata la fine.

Pay-per-view:

Intercontinental Title Match: Big E vs Jack Swagger

Zeb Colter introduce il suo protetto, affermando che il campione intercontinentale non ha difeso i diritti del mondo, ma che finalmente il titolo tornerà nelle mani di un vero americano. L’incontro inizia con uno scontro tutto improntato sulla fisicità, ma l’equilibrio viene spezzato dal campione che esegue un ottimo belly to belly suplex e comincia a dimostrare il suo strapotere nonostante le interferenze del manager avversario. La strategia di Swagger di continuare a scappare dopo ogni colpo ha però i suoi frutti, riuscendo a rendere il match una contesa statica, in cui è decisamente favorito. Nonostante il pubblico si schieri in parte con lo sfidante, Big E riesce a tornare in partita, eseguendo una fenomenale Spear attraverso le corde. Di rientro nel ring è però Swagger ad andare vicino alla vittoria, prima con un super belly to belly e poi con svariati tentativi di Patriot Act. Proprio mentre è dentro la mossa più temibile dell’avversario, il campione si libera con un clamoroso enziguri kick e, tra lo stupore dei presenti, connette con la Big Ending, portando a casa il risultato.

Vincitore e ancora campione: Big E

Interviene appena dopo il match Bad News Barrett, sul suo classico podio, che fa notare al pubblico presente come la Russia abbia vinto più medaglie degli Stati Uniti alle ultime Olimpiadi, dimostrando la superiorità dell’Europa rispetto all’America.

Dopo aver mostrato il recap del match tra Kane e Bryan, e in seguito quello tra quest’ultimo e Cesaro, è proprio Daniel ad essere intervistato nel backstage. L’ex campione WWE è consapevole che il match sarà doloroso e sa che i suoi avversari punteranno sul suo infortunio, ma lui lotterà fino alla fine.

WWE Tag Team Titles Match: The New Age Outlaws vs The Usos

Dopo il consueto promo dei campioni, sono Billy Gunn e Jimmy Uso ad iniziare. I membri della D-X, dopo aver scansato due superkick, riescono ad avere la meglio su Jay, appena entrato. Il match prosegue a ritmi blandi e il pubblico ne approfitta per intonare i primi cori per Cm Punk. Finalmente c’è il cambio tra i due fratelli, con Jimmy che entra alla grande, mettendo a segno prima una full nelson bomb su Gunn, poi un flying crossbody e infine un superkick, che però gli porta solo il conto di 2. Con tutti gli atleti al centro dell’azione, Gunn evita lo splash dalla terza corda e prova ad eseguire la Fameasser, evitata da Jimmy Uso che colpisce il rientrante Road Dogg con un superkick, ma un roll-up sporco porta la vittoria a Billy Gunn e al suo team.

Vincitori e ancora campioni: The New Age Outlaws

Bad News Barrett interviene ancora una volta spiegando che Bryan non può vincere stasera e che la sua sconfitta porterà alla fine dello YES Movement.

Darren Young vs Titus O’Neil

Prima del match c’è un video riassuntivo che spiega la rivalità tra i due. L’inizio dell’incontro è molto intenso, con una partenza sprint di Young. Tuttavia la potenza superiore di Titus ha il sopravvento, con l’atleta che domina per diversi minuti. Darren ha una buona reazione, ma è solo un fuoco di paglia prima della Clash of the Titus conclusiva.

Vincitore: Titus O’Neil

Per la terza volta consecutiva Bad News Barrett arriva sullo stage, annunciando il ritorno di Hulk Hogan! Tuttaia i riflettori che una volta erano puntati su di lui, ora hanno occhi solo per Barrett.

Si va al panel dei commentatori tecnici per il riassunto del kick-off match.

The Wyatt Family vs The Shield

Il pubblico è già in fibrillazione prima che i lottatori arrivino sul ring, ma quando questo succede, scatta una grande rissa che scatena la platea. Finalmente la campana suona e sono Rowan e Rollins ad aprire le danze. I primi minuti sono di uno straordinario equilibrio e nessuna delle due stable riesce a imporre un vero e proprio dominio, fino a quando lo Shield non riesce a intrappolare Harper con un grande gioco di squadra. L’errore madornale lo commette Ambrose, che si ritrova in balia della Family, con un Wyatt che quando entra è in grande spolvero. Ambrose riesce a dare il cambio a Rollins che sembra portare una ventata di aria fresca nella sua squadra, ribaltando un super german suplex ed eseguendo uno straordinario suicide dive, prima di cadere vittima della spinning side slam di Harper, che riporta il match nelle mani della Family. Dopo lunghi minuti di sofferenza per Seth (in cui citiamo una bellissima Chokeslam di Wyatt), riesce finalmente a dare il cambio a Reigns, che si abbatte su Rowan con un samoan drop e un dropkick sull’apron. A questo punto succede di tutto, con Harper che esegue un suicide dive, seguito da un pescado di Rollins, mentre Reigns e Rowan vanno entrambi k.o. nel ring. Intanto scatta una rissa tra Wyatt e Ambrose che arriva tra la folla, nella quale i due si disperdono. Reigns va vicino alla vittoria con il Superman Punch, ma viene messo fuori combattimento da Rowan quel tanto che basta affinchè, con il ritorno di Wyatt, Rollins si trovi da solo. Messo definitivamente k.o. Rollins con una Double-Chokeslam sul tavolo dei commentatori, è Reigns a dover subire la minoranza. Roman riesce a fermare di forza la Sister Abigail, fa fuori si Harper che Rowan, ma quando carica la Spear, colpisce il rientrante Harper, che si immola al posto del suo capo. A questo punto Bray ha la strada spianata per la Sister Abigail, che da la vittoria alla Family dopo un incontro al cardiopalma.

Vincitori: The Wyatt Family

Renee Young intervista Christian, che deve ammettere di essere disperato. Ma proprio  la sua disperazione e l’essere sottovalutato lo porteranno al trionfo.

Aj Lee sale sul ring per ricordare a tutti che lei è la più longeva Divas Champion della storia, ma che nonostante tutto stasera dovrà difendere il titolo contro un’avversaria che non conosce. E il suo nome è… Cameron!

Divas Title Match: AJ Lee vs Cameron

Cameron prova a beffare la campionessa con un immediato roll-up, deridendo in seguito la camminata della Lee. AJ però riesce a riprendere subito il controllo, eseguendo una buona neckbreaker e una variante della dragon sleeper. La sfidante approfitta di un errore della campionessa e connette con dei bracci tesi e una lou thesz press non stilisticamente perfetti. Uscite entrambe dal ring succede l’inaspettato, con Tamina che colpisce erroneamente la compagna regalando quasi la vittoria a Cameron. A questo punto, per rimediare al suo errore, Tamina attacca la sfidante causando la squalifica. Nonostante ciò è percepibile la tensione tra AJ e la sua guardia del corpo.

Vincitrice: Cameron per squalifica. Il titolo rimane ad AJ Lee

Bad News Barrett torna per l’ennesima volta, lamentandosi del malfunzionamento del suo podio. Ricorda il lancio del WWE Network, ma rivela che questo coinvolgerà talmente tanto gli appassionati da rovinare completamente le loro vite.

Santino -marella, The Great Khali, Emma e Los Matadores pubblicizzano i nuovi Lego della WWE

Batista vs Alberto Del Rio

L’entrata di Del Rio stupisce il pubblico, visto che si presenta in tuta, con un vistoso collare e una stampella. Dopo aver annunciato la sua indisponibilità, attacca a tradimento Batista, tra l’inaspettata esplosione dei fan. Il match inizia con Del Rio in chiaro dominio, mentre si susseguono i cori “Boo-tista” e quelli che inneggiano Bryan e Cm Punk. Del Rio a questo punto scopre uno dei paletti, si distrae e viene punito dalla Spear, che però non si rivela decisiva. Del Rio riprende il controllo delle operazioni con una back stabber, ma dopo aver fallito una senton, viene abbattuto dalla Spinebuster. Evitata la Batista Bomb, Del rio connette con il suo tipico calcio alla testa. Prova allora la Rio Grande, ma questa viene annullata e Alberto impatta contro il paletto scoperto, dopodichè subisce la Batista Bomb! Il conto di tre porta alla vittoria di Batista in un clima quasi surreale.

Vincitore: Batista

Dopo un breve passaggio al panel di commento, si arriva al momento del Main Event.

WWE World Heavyweight Title Elimination Chamber Match: Randy Orton vs John Cena vs Daniel Bryan vs Christian vs Sheamus vs Cesaro

I primi due a dare il via al Main Event sono Sheamus e Cesaro. Inizio in stile brawling con Sheamus che ha la meglio sull’avversario nei primi minuti. L’irlandese mette subito a segno i suoi 10 pugni al petto di Cesaro. Quest’ultimo riesce ad avere finalmente una buona reazione con flying foot stomp davvero ammirevole. Arriva il momento dell’entrata di Bryan, che decide di non risparmiarsi ed esegue immediatamente un doppio middile dropkick, riuscendo ad avere la meglio di entrambi gli avversari in pochissimi minuti. L’epopea di Bryan termina però quando Cesaro lo fa “tornare” nella sua cella con un’irish whip, ma dopo pochi istanti è proprio lo svizzero a rischiare la capitolazione in seguito all’Irish Cross di Sheamus sulle bocche di lupo. Arriva finalmente il momento di Christian, che sceglie come vittima un malandato Daniel Bryan, infierendo sul braccio vistosamente fasciato, arrivando addirittura a stracciargli la medicazione. Christian riesce a mettere fuori gioco anche il rientrante Sheamus con una reverse DDT, prima di essere infine abbattuto dalla combo powerbomb-european uppercut di Cesaro. Il membro dei Real American usa il plexiglas come arma su Sheamus, poco prima dell’entrata di John Cena. Appena entrato, l’ex WHC esegue la Attitude Adjustment su Christian, che carambola su Cesaro. Dopo una fase di stallo è proprio Christian ad eseguire la sua finisher in modo pulito su Bryan, ma non basta! Anche Cena dimostra di avere una resistenza fuori dal normale riuscendo ad uscire dal conteggio sia dopo la White Noise di Sheamus, sia dopo il Real European Uppercut di Cesaro. Arriva il momento del campione in carica, che però si rende conto di essere solo contro tutti e decide di tornare nella sua cella, bloccando la porta. Questa azione manda su tutte le furie Sheamus, che distrugge la porta con il Brogue Kick!!! Orton è in balia degli avversari e subisce anche la Cesaro Swing, che arriva a circa 25 giri, ma riesce a salvarsi. L’attenzione si sposta su Sheamus, che esegue il Brogue Kick su Cena, ma un egoista Christian decide di prendersi il merito, perdendo tempo e dando la possibilità a Cena di recuperare. La lotta tra Sheamus e il canadese si sposta sul tetto di una cella, allorchè interviene Orton che esegue un superplex sull’irlandese, seguito dalla Super Frog Splash di Christian… CHE ELIMINA SHEAMUS!!! Solo pochi minuti dopo, dal nulla arriva anche lo Shining Wizard di Bryan proprio su Christian E ANCHE LUI VA A CASA!!! Rimasti in quattro, Cena e Bryan fanno fuori rispettivamente Cesaro e Orton per rimanere da soli sul ring. La YES Lock viene neutralizzata e mentre Cena è pronto per eseguire la AA, Cesaro attiva un effetto a catena che colpisce entrambi gli avversari. Lo scontro tra Cesaro e Cena è epico, ma è il leader della Cenation a connettere prima con la AA e poi con la STF, FACENDO CEDERE LO SVIZZERO!!! Rientra Orton che prova l’RKO, evitata da Cena che mette a segno la STF e quando Orton è sul punto di cedere… SI SPENGONO LE LUCI, LA FAMILY E’ QUI!! Bray e i suoi seguaci attaccano prima Bryan e in seguito massacrano Cena, rendendo semplicissima la sua eliminazione da parte della Vipera!! Arriva allora Kane a obbligare la famiglia Wyatt ad abbandonare il ring, ma quando la Big Red Machine è di spalle, Bryan lo colpisce dal paletto! Rientrato nel ring, evita la RKO e mette a segno lo SHINING WIZARD! 1..2..NO!! Kane è intervenuto e ha bloccato l’arbtro. Daniel si distrae e SUBISCE LA RKO! 1..2..NO!!! BRYAN HA FATTO UN MIRACOLO!! Trova le forze per mettere di nuovo K.O. Orton e carica la sua mossa conslusiva, il pubblico è impazzito, MA KANE COLPISCE ANCORA BRYAN E LO REGALA A ORTON PER L’RKO!!! 1….2…..3!! Randy Orton riesce ad uscire da campione dall’Elimination Chamber e vola verso il Main Event di Wrestlemania XXX.

Vincitore e ancora campione: Randy Orton

 

A cura di Vincenzo “It Factor” Florio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *