The Alpha Female, una delle atlete europee più famose in circolazione, ci permette di avere un punto di vista diverso dal solito sul mondo al femminile e sull’Europa del Wrestling!

(Data originale di pubblicazione: 23/02/2012)

Bentornati nella terra del wrestling europeo. Febbraio, si sa, è il mese di San Valentino (e non solo), quindi dedichiamo il numero all’altra metà del cielo, cioè al wrestling femminile. Infatti, l’argomento di questo viaggio è una intervista che Enrico Bertelli ha fatto ad Alpha Female, durante i taping della EPW dello scorso dicembre. Questa intervista chiude la parentesi nata lo scorso numero con quella a Chris The Bambikiller per quanto riguarda il mondo della promotion romana, mentre lo spazio dato all’incontro coi più forti atleti europei non terminerà qui. Lo staff di World of Wrestling ha in serbo altre sorprese per i prossimi mesi.

Andiamo quindi a presentare l’atleta protagonista di questo numero. The Alpha Female proviene dalla capitale della Germania, Berlino, ed ha alle spalle oramai dodici anni di carriera sul quadrato, passati a combattere quasi in tutta Europa. Allenata nel corso degli anni da due atleti importanti come Joe E. Legend e Murat Bospuros, ha esordito come Jazzy Bi nella sua Berlino nel 2000. Ha combattuto in wXw, GSW, FSF-Queen of Chaos, EWE, SWF, FCF e, in Italia, sia in ICW, sia in EPW. Ha vinto il EWE Female Title nel 2008, battendo la nostra Lisa Schianto, e il TPW Ladies Title. Ora è una delle atlete di punta della Pro-Wrestling Eve, la realtà europea tutta al femminile. Vi lascio nella possenti mani di Taigerman, noi ci rivediamo alla fine dell’intervista con un paio di sorprese!

 

Enrico: Innanzitutto grazie di aver accettato questa intervista per World Of Wrestling … Quando è scattato in te il desiderio di diventare una lottatrice?

Female: Quando ero bambina, i miei fratelli avevano un album pieno di foto dei lottatori. La prima volta che ho visto le foto ho detto: ca**o sono bellissimi, sono dei supereroi! Negli anni ‘90 sono diventata una grandissima fan di Tatanka, lo vedevo e per me era grandioso, bellissimo. Pian piano il Wrestling è entrato a far parte della mia vita, poi ho cominciato a seguire la WCW, seguivo tutte le storyline, ho pianto per quelle, ho riso per le loro battute, mi sono innamorata di tutto questo ed è diventato parte della mia vita.

Enrico: In parte hai risposto a questa domanda, che era incentrata su quale lottatore ti piaceva nel passato…invece quale lottatore o lottatrice ti ispira oggi?

Female: Come ti ho detto prima, il Wrestler che mi ha ispirato maggiormente è stato Tatanka. Fra tutti quelli che ho visto, quelli che mi hanno ispirato e affascinato di più sono i Four Horsemen (tra l’altro prossimi introdotti nella Hall of Fame WWE 2012. Ndr), in particolare Chris Benoit: non m’importa quello che ha fatto fuori dal Ring, ma m’importa quello che ha lasciato sul Ring. Per me è quello che mi lasciato: un segno importante nella mia vita.

Enrico: Concordo con te, Benoit è un’atleta che ho sempre apprezzato e stimato molto, al di là di quello che ha fatto fuori dal Ring, che è umanamente incancellabile e imperdonabile. Quello che ha fatto sul Ring è stato straordinario e nessuno può cancellarlo…

Female: Infatti, poi la mia storia agonistica è molto simile a quella di Benoit per diversi aspetti: ho dovuto lavorare tantissimo per farmi accettare dentro e fuori dal Ring! Sapete perfettamente come le ragazze vengono viste in questo ambiente. Mi è capitato più di una volta di sentire i wrestler dire: Sì ok, è una ragazza, non ne abbiamo bisogno! Che poi è quello che succede all’interno della WWE… Vedi le Divas, sono tutte belle, carine, ma non vengono rispettate per quello che fanno; per me Chris Benoit è stato proprio il simbolo: una persona piccola, minuta, ma è riuscito a vincere il WWE World Heavyweight Champion!!! Quando l’ho visto vincere a Wrestlemania ho pensato “Cavolo, una persona così piccola è riuscito a vincere un titolo così grande…” Ho pensato che anche io sarei potuta riuscire a raggiungere un traguardo simile! Se pensi in grande, ottieni cose grandi!

Enrico: Parliamo un po’ dei tuoi primi passi: sei stata allenata da Joe E. Legend, un grandissimo atleta internazionale… come si comporta nelle vesti di Trainer?

Female: Per me lui è l’allenatore perfetto !! E’ una persona sempre disponibile ad ascoltarti, a darti consigli, a indirizzarti nella maniera giusta, passa molto con te, ma senza darti mai addosso. Il Legend allenatore è molto differente dal Legend che vediamo sul ring: è una persona estremamente tecnica, ma sul ring non fa vedere queste cose perché non è quello che vuole il pubblico da lui. Ad esempio con Legend ho fatto moltissimo Mat Wrestling, cosa che ad esempio viene molto usato nelle MMA, mentre sul ring non si fa niente del genere; è una persona magnifica che ha il fuoco nelle vene e te lo trasmette quando allena. Io tutt’oggi sono orgogliosa di essere sua amica nel privato, ma anche sul ring. Tutto quello che è il mio personaggio, l’Alpha Female, proviene da lui: ogni volta che gli chiedo un consiglio sul mio personaggio, lui non mi dice mai di no, anzi mi dà sempre nuovi spunti su come migliorarlo, è stupendo averlo come amico dentro e fuori dal ring.

Alpha Female & Joe E. Legend

Enrico: Una domanda che può sembrare banale: qual è il tuo incontro preferito fra quelli che hai fatto o che ricordi più volentieri?

Female: E’ abbastanza semplice risponderti (sorride), è stato un Match contro Wesna in Spagna, con la quale ho una grossa rivalità sul Ring (le due si affrontrarono anche in Italia nel 2005 in ICW per il Titolo Europeo Femminile, Ndr) per il Titolo Spagnolo Femminile. Per me è stato il match perfetto, ma anche per chi lo vide da fuori, come ad esempio Chad Colyer (noto anche come Metal Master, Ndr), e sono stata orgogliosa di aver fatto quell’incontro.

The Alpha Female vs Wesna (Spagna 2008)

Enrico: Prima hai citato le Divas WWE… in generale come vedi la scena femminile del Wrestling? Segui ad esempio la scena americana con le Divas (WWE), le Knokouts (TNA), SHIMMER e altre realtà USA?

Female: Innanzitutto voglio dire che apprezzo molto quello che fanno queste ragazze, aldilà di quello che fanno sul Ring, specie in federazioni grandi come WWE e TNA, dove sei costretta a lottare 365 giorni l’anno, lontano dai tuoi familiari ed amici, facendo e vivendo esclusivamente per il Wrestling, provo quindi molto rispetto per loro e per quello che fanno. Ti faccio un esempio: oggi ho visto un match fra Nakano e Madusa, all’inizio facevano cose che non apprezzavo molto come i Bikini Match, ma poi sono cresciute e sono diventate ottime atlete e fanno un wrestling che mi piace. Hai citato la SHIMMER… per me la SHIMMER è una grandissima federazione, anche perché sono tutte donne (La Shimmer è una federazione totalmente femminile, Ndr) e quindi è doppiamente difficile per loro! Chi va a vederle, chi conosce la SHIMMER può dire: va be’,  sono tutte donne, non sono capaci… Aspetta, dagli modo di mostrare quello che sanno fare… Sono tutte atlete in grado di fare cose importanti, e io amo quello che fanno in SHIMMER. Ti posso fare lo stesso esempio con il Wrestling maschile: magari ti capita di vedere uno Show o un match fatto da gente non preparata o all’altezza, ma non devi fermarti a quel livello perché il wrestling non è SOLO QUELLO! Magari basta spostarti di poco e vedrai uno show con match e atleti nettamente migliori come livello. Nel wrestling non ci si deve mai fermare alla prima impressione, ma devi sempre vedere cose e realtà nuove.

Enrico: Tu hai parlato molto dei rapporti di backstage… in che rapporti sei con le tue colleghe europee e straniere? E con i lottatori?  Tra di voi vi frequentate spesso anche fuori dal Wrestling?

Female: Sono una persona di mentalità molto aperta e cerco sempre di essere in buoni rapporti con tutti, però ti posso dire che è un po’ complicato stringere vere amicizie in questo ambiente. Mi ricordo che in Francia, con persone che ritenevo amici veri, ai quali volevo molto bene, è successo che durante uno Show mi sentii poco bene e mi ritirai nel Backstage per riposarmi, chiedendogli di chiamarmi quando andavano via … beh, mi dimenticarono lì, senza avvisarmi, lasciandomi da sola. Quando tornarono mi dissero “Scusami ci siamo dimenticati di te”… Lì ho capito che il Wrestling è un falso Business, perché li magari tutte le Wrestler e i Wrestler che ti sorridono e sono carini con te, sono pronti a pugnalarti alle spalle. Perché all’interno di uno Show c’è un Match femminile, forse due, ma le ragazze invece sono tante. Difficilmente trovi qualcuna che dice “Prendi lei, è meglio di me”, non lo farà mai, anzi ti dirà “Non prenderla, lei fa schifo”. Io invece sono differente, preferisco essere onesta, se c’è qualcosa di te che mi piace stai sicura che te lo dico!

Se hai qualcosa di buono da dire, dillo, altrimenti in certi casi è meglio stare zitti! Se ho dei problemi con qualcuno cerco di risolverli, ma se questa persona non vuole risolvere il suo problema con me, è meglio stare zitti in quel caso.

Enrico: Parlando sempre di scena femminile, secondo te riuscirà mai ad avere lo stesso trattamento e rispetto di quella maschile? Mi capita spesso di vedere Match femminili la cui qualità è superiore ad alcuni tra maschi, ma nonostante ciò viene sempre visto come un prodotto di “Serie B”. Secondo te esiste una “ricetta” per far equiparare le due categorie?

Female: Io penso che non sarà mai possibile che il wrestling femminile venga considerato al pari di quello maschile; sia chiaro: ho combattuto anche io per portare il wrestling femminile a quel livello, ma mi sono resa conto che è una battaglia persa. Sono una donna vecchio stampo, quello che penso di me e del mio futuro è stare a fianco di mio marito, supportarlo, crescere e vivere con i miei figli, è comunque inutile essere allo stesso livello degli uomini, a che cosa ci serve essere allo stesso livello? Che cos’è un Uomo? E’ lì seduto davanti il televisore a vedersi le partite di calcio, ti chiama dicendo; Ehi donna, portami qualcosina da bere, portami una bella Birra!! Noi donne dovremmo essere uguali a QUESTO?

No, io sono vechio stampo, preferisco essere ciò che sarò … per quanto riguarda il Wrestling, anche federazioni come la SHIMMER. Per quanto le donne stiano facendo e faranno le cose per bene, se non meglio degli uomini, non saranno mai considerate migliori dei lottatori maschili, perché sono loro il fondamento di questo Business, per questo penso che non succederà mai. Certo, non dico che sia impossibile: anch’io sogno di essere un giorno nel Main Event di Wrestlemania, sul ring sono Alpha Female, distruggo tutte le donne che mi affrontano sul ring, perché non dovrei avere questa possibilità?  Sì, magari la gente guarda il match, sul momento gli piace, ma poi perdono attenzione sull’incontro. Ci sono comunque dei segnali che una certa visione delle cose sta cambiando nel mondo: per esempio il nostro Primo Ministro è una donna, Angela Merkel. Oppure vedi negli USA: anni fa era impensabile che un presidente fosse di colore, invece è una realtà ora con Obama

Enrico: L’ultima domanda riguarda il tuo Character: quanto di Alpha Female c’è nella tua vita quotidiana e quanto di te nella tua vita sul Ring?

Female: Io sono nata nel segno dei Gemelli (ride), come sai i Gemelli hanno due facce, ti posso dire che la mia vera faccia è l’Alpha Female, avrei veramente voglia di prendere a pugni in faccia le persone quando ci sono qualche difficoltà, però mi rendo conto che spesso e volentieri è meglio non farlo (ride di nuovo), ti faccio un esempio: quando vedo che il cassiere al supermercato passa le cose lentamente, mi verrebbe da strozzarlo, ma so che mi conviene essere carina e fargli un sorriso e magari lui così va più veloce. Mi sento quindi più forzata ad essere me che Female. Vorrei essere più spesso Alpha Female, ma so che una gentilezza e un sorriso a volte funzionano di più.

Per farti capire meglio, ti faccio questo esempio: pensa a me come una bottiglia. Quando sono Alpha female la bottiglia è completamente vuota, mentre quando sono me stessa la bottiglia si riempie; quando sono me  da troppo tempo la bottiglia strabocca, e riesco a svuotarla facendo Female sul Ring… è come una Bottiglia della Pazienza insomma.

Alpha Female & Jazzy Bi a confronto

Enrico: Grazie ancora per il tempo che ci hai concesso, vuoi fare un saluto ai Lettori di World Of wrestling?

Female: Grazie a voi per l’opportunità di questa intervista, ringrazio i Fans italiani e l’EPW e i suoi lottatori per questa opportunità, in particolare Yoshi (ride), quando vedrete “Overload” in TV mi raccomando scrivete che volete rivedere l’Alpha Female, in modo che possa tornare un’altra volta in Italia, Grazie a voi e a tutti i Lettori di World Of Wrestling !!!

P.s. Un grazie particolare all’EPW per l’intervista concessa e a Massimo “Hot Mic” Realdini per l’opera di traduzione durante l’intervista, per le domande ringrazio Alessandro “Servatis” Bogazzi.

 

Euro Trip

Eccoci tornati a noi e arriviamo alla piccola sorpresa che ho preparato per voi. Oggi nasce una nuova micro-rubrica in tono con l’editoriale. Il viaggio significa vedere volti e persone diverse. Ogni mese vi proporrò uno o più match scelti provenienti da ogni angolo d’Europa. Piccole chicche o storici incontri saranno un nuovo modo per farvi conoscere il wrestling del vecchio continente. Per iniziare, partiamo con due match dell’atleta protagonista dell’editoriale odierno. The Alpha Female si scontra con la sua rivale storica Wesna in Italia (ICW, “War of the Two Seas”, 2005), quando ancora si chiamava Jazzy Bi, e in Spagna, nel match che la lottatrice tedesca ha menzionato nell’intervista. Buona visione!

Avvisi ai Naviganti

E arriviamo al consueto incontro per le news riguardanti la scena europea. Questa volta è interamente dedicato al 16 Gold Carat Tournament 2012. Nello scorso numero vi avevo annunciato le card degli ultimi due show wXw prima del torneo, ma, purtroppo, Emil Sitoci non ha potuto partecipare al suo match contro Adam Pearce per il titolo mondiale NWA, di conseguenza gli spettacoli che si sono svolti hanno avuto una card diversa. Fatta questa premessa, arriviamo al torneo di quest’anno. Ecco la lista finale dei 16 partecipanti.

1. El Generico (Tijuana, MEX)
2. Fit Finlay (Belfast, NRL)
3. Karsten Beck (Wesel, D)
4. “The Bad Boy of British Wrestling” Jon Ryan (Medway, UK)
5. Axeman (Dresden, D)
6. Zack Sabre jr. (Isle of Sheppey, UK)
7. Doug Williams (Reading, UK)
8. Johnny Moss (Egremont, UK)
9. Ricky Marvin (Veracruz, MEX)
10. Tommy End (Amsterdam, NL)
11. Drake Younger (Indianapolis, IN, USA)
12. AR Fox (Ansonia, CT, USA)
13. Marty Scurll (Cambridge, UK)
14. Bad Bones (Bitburg, D)
15. Yoshihito Sasaki (Saitama, JAP)
16. Sami Callihan (Bellefontaine, OH, USA).

I 4 sostituti previsti sono: Noam Dar (Tel Aviv, ISR),  Emil Sitoci (Ede, NL),  Jonathan Gresham (Atlanta, GA, USA) e Michael Dante (Amsterdam, NL). In più è stato annunciato che Big Van Walter difenderà la cintura mondiale wXw contro Daisuke Sekimoto. Si tratta di un nuovo match tra i due che l’anno scorso hanno avuto un lungo feud proprio nel periodo del 16 Gold Carat. Il giapponese vinse il titolo contro il tedesco, che sbarcò nella terra del Sol Levante per riprenderselo durante la collaborazione con la BJW. Questo match sa di resa dei conti finale. Chi uscirà con la cintura più importante d’Europa in mano? Vi rimandiamo per le prossime notizie alla nostra Newsboard! E World of Wrestling sarà presente con gli staffer Lord Kob, TIB e Rajin87, in modo da avere una completa copertura dell’evento!

Invece, nessuna novità dal fronte UEWA. Le singole realtà continuano la propria storia, mentre l’alleanza non annuncia ne nuove difese dei titoli comuni, ne nuovi show. Speriamo per il mese prossimo.

 

Si chiude così anche questo nuovo viaggio. Il mese prossimo cercheremo di parlare meglio di quest’ultimo argomento trattato, cioè la storia del 16 Gold Carat Tournament (non pretendete da me pronostici sull’odierno). Saranno ancora nuovi nomi, nuovi volti e nuovi viaggi!!! Ma non è detto che non ci si veda prima di un mese…

The European Trip Will Continue…

Tiziano “Taitanus” Girletti

Foto (c) By EPW, Dena Flows, Myspace e Enrico Bertelli “Loscalzo” (www.flickr.com/photos/enricoloscalzo)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *