Questo 2021 e’ stato caratterizzato da una serie di licenziamenti esattamente come era già accaduto nel 2020. Vediamo insieme la top ten dei licenziamenti più incredibili avvenuti in questo 2021. Da precisare che non sono calcolati in questa speciale classifica le Superstar che hanno lasciato la federazione perché in scadenza di contratto come Adam Cole e Bryan Danielson. Ecco la classifica:

1 Jeff Hardy. Licenziato nel mese dicembre, in WWE oltre ad aver vinto per tre volte il titolo mondiale ha vinto per 8 volte i titoli​ Tag Team con il fratello Matt. E’ sicuramente il nome più importante tra i numerosi licenziamenti del 2021. Jeff è stato bistrattato nell’ultimo anno. Inserito persino in un segmento del titolo 24/7. Fuori dai giochi di Wrestlemania senza alcun valido motivo, visto che è uno che sul ring ha sempre dato il massimo. Contro il campione universale Roman Reigns avrebbe fatto grandi cose.

2 Bray Wyatt. Licenziato nel mese di luglio. Ha vinto per 3 volte il titolo mondiale. The Fiend è stato una macchina perfetta per il merchandising della WWE. Certo sul ring Bray Wyatt non era il migliore, ma vestiva i panni di un personaggio con i fiocchi che poteva fare di tutto e di più. Promo e segmenti costruiti in maniera egregia. Un vero talento nel creare gimmick e match intriganti. Forse qualche anno fa uno come Wyatt in WWE avrebbe fatto scintille, ma nella WWE di oggi in cui tutto cambia velocemente, non è facile sopravvivere.

3 Braun Strowman. Licenziato nel mese di giugno. È stato campione mondiale, ha vinto anche il titolo​ intercontinentale e due titoli di coppia. Sicuramente poteva ritornare a essere un campione mondiale. Invece niente, licenziato con la scusa del suo ingaggio troppo oneroso da sostenere.

4 Karrion Kross e Scarlett Bordeaux. Licenziati a novembre. Kross è stato per due volte campione mondiale di NXT. A NXT erano stati strepitosi, ma poi sono stati inspiegabilmente separati, Kross passa da solo a Raw perde contro Jeff Hardy all’esordio e poi gli viene affidata una gimmick tra le peggiori mai viste. Poi Kross come Scarlett sparisce dalle scene e si parla di un loro cambiamento. Alla fine però arriva il licenziamento, una gestione talmente tanto sclerotica da sembrare grottesca.

5 Keith Lee. Licenziato a novembre è stato campione mondiale di NXT. Un 2021 difficile per lui, per problemi di salute, e infine questo suo taglio che proprio non ci voleva. La rabbia sta nel fatto che anche la sua gestione poteva essere migliore. Sembrava che la WWE volesse puntare su di lui come top heel. Ma la sua ultima gimmick dell’orso cattivo non era stata capita da nessuno. Un dispiacere per un wrestler che avrebbe potuto fare molto bene.

6 Aleister Black. Licenziato nel mese di giugno. È stato campione mondiale di NXT.​ Il suo allontanamento ha fatto scalpore perché è avvenuto nel momento più inaspettato. La sua nuova gimmick era stata costruita settimana dopo settimana in quel di Smackdown. Poi il ritorno e l’attacco a Big E, per una rivalità che avrebbe fatto bene a entrambi. Ma il tutto è sfumato con il licenziamento improvviso, che gli ha aperto le porte della AEW. È sicuramente uno dei tanti talenti mal sfruttati dalla WWE

7 Murphy. Licenziato nel mese di giugno, è stato campione dei pesi leggeri ed ha vinto un titolo di coppia con Seth Rollins. L’australiano già quando lottava tra i Cruiserweight aveva dimostrato di essere un wrestler su cui puntare per il futuro. Una gestione però, la sua, incomprensibile, che lo ha portato sempre di più ai margini della WWE. C’è stato il tentativo di recuperarlo inserendolo di nuovo al fianco di Seth Rollins, ma Murphy si era ormai perso. Anche in questo caso i rimpianti sono tanti.

8 Nia Jax. Licenziata a novembre. È stata campionessa mondiale ed ha vinto due volte il​ titolo di coppia femminile. A molti Nia Jax non era simpatica, perché pericolosa sul ring oltre a non essere particolarmente brava. Ma era riuscita a crearsi un personaggio e una gimmick credibili. Dovunque la si mettesse era sempre in grado di cavarsela. Un licenziamento sbagliato, anche perché la sua presunta sostituta, ovvero Doudrop, non ha minimamente il carisma della samoana.

9 The IIconics. Licenziate in aprile ed hanno vinto un volta i titoli​ di coppia femminile. Con l’introduzione dei titoli Tag Team femminili le due australiane erano una vera manna dal cielo per la WWE. Invece, prima lo scioglimento, poi la discutibile gimmick di Billie Kay, infine il licenziamento poco dopo Wrestlemania. Peyton Royce aveva dimostrato delle ottime doti sul ring, peccato. Ora le due sono a Impact wrestling e stanno facendo benissimo. Un vero rimpianto per la federazione di Stamford.

10 Hit Row. Una stable che a NXT aveva fatto bene. Promossi nel main roster e inseriti a Smackdown,  sono stati allontanati dalla federazione in modo brusco e inspiegabile. Anche perché Ashante ‘Thee’ Adonis e Isaiah ‘Swerve’ Scott avevano dimostrato ottime capacità tra i Tag Team e potevano fare un figurone. Invece una stable dalle ottime potenzialità è stata cacciata via.

Siete d’accordo con questa speciale top ten? Certo lasciare fuori alcuni nomi come Ruby Riot, Morrison, Frankie Monet, Andrade o altri potrà sembrare strano, ma è stato difficile sceglierne solo 10 tra i più eclatanti e inaspettati.

ANGELO SORBELLO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *