Hall of Shame: Jay Leno in WCW - World of Wrestling

JAY LENO IN WCW
The Tonight Show is “Wrestling”

Chiunque, anche chi ha cominciato a seguire il wrestling da poco, sa che le celebrità ogni tanto fanno una capatina negli show di wrestling. Per fare qualche esempio: Lemmy, il leggendario cantante dei Motorhead spesso fa la sua comparsata negli show, Fred Durst a WrestleMania, uno straordinario Ray Charles cantò “America The Beautiful” a “Wrestlemania II” e persino Ozzy Osbourne e Alice Cooper si fecero vedere a bordo ring. Per non parlare di tutti quei Guest-Host che ci ha gentilmente regalato la WWE nel corso di questi ultimi 2 anni!

E poi?

E poi ci sono le comparsate che nessuno vorrebbe mai vedere.
E’ il caso di David Arquette, da attore di serie B a Campione dei Pesi Massimi WCW.
E’ il caso di Dennis Rodman, autore di prestazioni a dir poco penose sui ring della WCW.
E’ anche il caso che vi sto per raccontare.

Nell’estate del 1998, Eric Bischoff diventa il conduttore di una nuova rubrica che fa la comparsata negli show della WCW, “nWo Nightcap”.

La rubrica condotta dal controverso Bischoff e dalla adorabile Miss Elisabeth, si trovava sulla falsariga del popolarissimo programma di Jay Leno, il “Tonight Show”, dal quale copiava anche la scenografia.

Il problema principale di questa “trasmissione” era uno solo: Bischoff.
Bischoff non era Jay Leno e le sue battute lasciavano il pubblico con l’aria di chi pensa “cos’avrà voluto dire?”, il tutto però condito dalle irritanti risate dello stesso Bischoff (forse l’unico che capiva le sue stesse battute).

Bischoff probabilmente si considerava una star…o qualcosa di simile.
Si, perché il programma durava qualcosa come VENTI MINUTI! Durata che annoiava chiunque, persino più di una fiaba sonora letto da Great Khali…

Ma il buon “Easy E.” cominciò a prendere in giro Diamond Dallas Page e lo show di Jay Leno. La cosa provocò la (prevedibile ed) inevitabile ira dell’atleta del maestro della Diamond Cutter, il quale intervenne durante il programma per distruggere il set dello show con la testa di Eric Bischoff.
Che momento!

Difficile dimenticare il momento in cui DDP distrugge quella schifezza di show!
Grazie Diamond!!!

La faida continua ancora per un po’, dal momento che Eric Bischoff assieme al maligno leader dell’nWo, Hollywood Hogan in piena terza età, sfidano DDP in un match di coppia da svolgersi al P.P.V. “Road Wild 1998”.

DDP accetta la sfida ma non ha un vero e proprio partner per quel match…

Chi chiamerà?

Goldberg? Naaah!
Piper?
Jim Neidhart?
Un wrestler qualunque??
…il suo vecchio amico Karl Malone?
…sua moglie Kimberly????

No, nessuno di questi.

Prenderà Jay Leno!!! Ditemi se c’è una scelta peggiore!

Cioè tu vai contro un campione di Ju-Jitsu e un Pluricampione del Mondo e scegli come partner un presentatore!?! Ragazzi, alla prossima rissa, mi raccomando, telefonate a Paolo Bonolis, Costanzo, Pippo Baudo o che ne so…a Pupo…chissà che oltre a saper presentare sappiano anche menar le mani!

Comunque una cosa è certa: credibilità alle stelle!

Il Pay per View poi fu un vero spettacolo!
WCW Road Wild 98, un evento che si svolgeva all’aperto durante un raduno dei motociclisti possessori di Harley Davidson.

Una piccola curiosità: l’evento era conosciuto precedentemente come “Hog Wild” (l’acronimo “Hog” sta per “Harley Owners Group”, il club ufficiale degli Harleysti), che però fu oggetto di critiche da parte della stessa Harley Davidson, la quale suggerì alla WCW di cambiare il nome dell’evento in “Road Wild”.

Immaginatevi quindi la scena: al posto degli spalti ci sono le motociclette, dalle quali il pubblico presente (99% motociclisti) segue l’evento. Davvero suggestivo.

Jay Leno ed il suo fido Kevin Eubanks si presentano sullo stage assieme a Diamond Dallas Page tra le ruggenti accelerate delle Harley.

Una volta sul ring e una volta ottenuto il cambio, Jay Leno entra al centro del quadrato facendo una taunt davvero triste (si tocca il mento ripetutamente….come a dire “guarda che mento che ho!”…capite?). Neanche a dirlo, Leno sapeva fare un totale di tre mosse di wrestling, che però terrificavano e facevano soffrire terribilmente Hollywood Hogan…si, Hogan, quello che sollevava i giganti.

Per non parlare delle Armdrag…oddio era l’unica cosa che sapeva fare e la faceva a ripetizione…
Il match, fu una noia mortale (era il main event di un evento comunque molto bello) e durò circa cinque ore (non ne sono sicuro, ma è quella l’impressione che se ne ha guardandolo!! Questa porcata sembra non finire mai!!). La fine arriva finalmente sottoforma di Kevin Eurbanks che sale sul ring mentre l’arbitro era distratto ed esegue una “Diamond Cutter” su Bischoff che vale il conto di tre per Leno.

Putroppo la moda di mettere nel mondo del wrestling personaggi che non hanno niente ha che vedere con l’ambiente non è ancora passata…Ancora oggi dobbiamo sorbirci queste comparsate che non aggiungono proprio nulla a quello che e’ il prodotto “Wrestling”…
Perché Bischoff? Perché McMahon? Che male vi abbiamo fatto per meritarci Leno, K-Fed e Dennis Rodman???

Nel frattempo Jay Leno, come direbbe The Rock “Know your role and enter to the Hall of Shame!”.

 

Luca “PoiSoN” Celauro
lucapoison@gmail.com

**********************************************

Ancora fame di Hall of Shame? Vi consiglio di dare un’occhiata al blog dedicato alla Hall of Shame all’indirizzo:
http://lucapoisonhallofshame.blogspot.com Per gli ultimi aggiornamenti e news curiose sul peggio del mondo del wrestling!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *