Hall of Shame: intervista a John Tenta - World of Wrestling

|

SPECIALE HALL OF SHAME
Intervista a John Tenta
Traduzione di Luca Celauro – Credits Wrestlecrap.com
In questo special della Hall of Shame vi propongo un’importante intervista datata 2000 del sito wrestlecrap.com al mitico John Tenta, conosciuto dai più come Earthquake, il “Terremoto canadese”, che è scomparso solo qualche tempo fa.
Come ho già detto in passato Tenta è stato un grande fan ed in seguito un collaboratore del divertentissimo sito Wrestlecrap.com (il sito che ha inaugurato il modo divertente di prendere in giro lottatori e situazioni del passato, al quale mi sono ispirato per far nascere questa rubrica).
Ha anche scritto la prefazione del libro WrestleCrap: The Very Worst of Pro-Wrestling di R.D. Reynolds. Anni fa nel forum dello storico sito Tenta postava per raccontare della sua vita ed interveniva anche nei forum dove si parlava di schifezze varie del mondo del wrestling.
Tenta adorava il modo in cui si prendeva in giro il business in quel sito ed era ancor più divertito quando si parlava di lui. Aveva un gran senso dell’umorismo e una gran dose di auto-ironia.
Ho pensato di tradurre questa lunga intervista per i vecchi appassionati che ricordano i bei tempi andati dell’era Gimmick della WWF e per i nuovi fans che magari non hanno mai visto Earthquake, ma ne hanno letto solo le gesta qui nella nostra Hall of Shame.
Si tratta di un’intervista molto interessante poiché è bello sapere dalle parole di un Hall of Shamer del genere, i retroscena che stavano alla base delle grandi storie di cui ho parlato in queste pagine.
Consigliandovi di andare a dare un’occhiata al sito www.wrestlecrap.com (dove sono in vendita anche degli interessanti libri e approfondimenti sull’argomento “schifezze da wrestling”) vi presento la loro intervista al grandissimo Earthquake!
 
Wrestlecrap.com (2000)
 
INTRO
 
RD Reynolds: Hey fans, sono Real Deal, RD Reynolds di Wrestlecrap Today. Stiamo parlando con l’uomo, il mito, la leggenda, l’uomo conosciuto come Shark, come Golga, come Avalanche e molto di più come Earthquake. Signor Tenta come sta?
John Tenta: Bene Deal, sto bene. Mi sa che hai confuso un pò le cose. Penso di essere molto più famoso come Golga e Shark, quelle sono le migliori gimmick che ho mai interpretato. (ride)
Di tutte le tue gimmick quale ti è piaciuta di più?
Beh, dev’essere per forza Earthquake. (ride) Sarò onesto con te, scelgo PER FORZA DI COSE Earthquake. 

Oh ci scommetto! (ride). Per i fans che magari non lo sanno, abbiamo ricevuto tonnellate di email di domande alle quali andremo a rispondere in seguito. Ma dicci John, cosa fai attualmente?
Allora, sono stato operato circa un mese fa. Avevo un’ernia al disco, così loro hanno tirato fuori il disco e hanno fuso due vertebre. Non faccio molto oramai sul ring, ma ho appena aperto una scuola di wrestling qui a Stanford in Florida. L’ho aperta due settimane fa e ho già circa dieci studenti. Sono molto felice per questo.

Beh, mi sembra ottimo. E se qualcuno volesse contattarti? Stai prendendo altri nuovi studenti?
Oh si, sicuramente.
Qual è il modo migliore per  mettersi in contatto con te?
I nuovi studenti possono mandare un’email a bigtenta@bellsouth.net oppure chiamare il 407-688-4742.
Dev’essere fantastico essere allenati dal Terremoto. Insegni anche a far interpretare le gimmick?
Eventualmente si può fare. Voglio aiutare anche con lo sviluppo del proprio personaggio. Io non so quali tipi di gimmick mi troverà davanti ma sicuramente li aiuterò. Attualmente ho un ragazzo che è venuto da me e mi ha detto che vuole fare la gimmick di “The Wolf” (il lupo), beh vedremo come andrà a finire.
BASI E ALLENAMENTO
Adesso parliamo del tuo background…chi ti ha allenato? Dove sei stato allenato?
Sono stato allenato in Giappone assieme a Giant Baba e alla All Japan Pro Wrestling.
Quindi sei stato alla All Japan. Hai lavorato in qualche indipendente degli Stati Uniti prima di andare alla WWF?
Si, ho fatto un po di roba locale in Canada a Vancouver, dove vivevo, ma non ho fatto molto. In pratica ho iniziato in Giappone poi sono andato alla WWF.
So che hai fatto un match di sumo con…vediamo, Yokozuna? Ho sentito che tu hai veramente fatto degli allenamenti di sumo, è vero?
Si è quello che mi ha reso famoso in Giappone. Tenterò di raccontarla in breve. Nell’86 c’era fiera mondiale dello sport a Vancouver e il Giappone volle inserire nell’evento anche un match di esibizione di Sumo, Così si misero a cercare nelle università canadesi locali un lottatore che partecipasse. Così dissero “chi altro se non Tenta?”.  Io ero pronto a farlo ma loro alla fine non ottennero la loro esibizione. Il maestro di sumo restò veramente impressionato da me e volle che io li raggiungessi in Giappone per lottare nel sumo, dove sarei diventato il primo tizio bianco nel sumo. Ci andai e lasciai un record da imbattuto di 24 vittorie e 0 sconfitte.
WOW! Hai detto che hai lottato all’università?
Si, come lottatore amatoriale alle superiori e poi a livello universitario nello stato della Louisiana. Sono stato cinque o sei volte campione canadese e nel 1983 ho vinto il “Junior World Championship”, battendo un russo, un giapponese, un tedesco ed in finale un americano.
Quanto eri grande a quei tempi?
Ero circa 350 libbre in quel periodo.
Oh cavoli! Scommetto che nessuno voleva sbagliare con te!
Beh non avevo molta esperienza ma la compensavo con molta coordinazione, bilanciamento e forza, è lì che ho imparato ad usarla.
L’ARRIVO IN WWF E LA RIVALITA’ CON HOGAN
Torniamo ai tuoi giorni trascorsi in WWF. Tu arrivasti come Earthquake. Dopo un po’ arrivò la tua prima rivalità con l’Ultimate Warrior. Ti aspettavi che saresti stato pushato così tanto?
No, siceramente non ne avevo la minima idea. Ero abituato al sistema Giapponese dove tu devi lavorare duro per raggiungere il top della federazione. Arrivare lì e scoprire che dovevo “squashare” Warrior fu una sopresa per me. Ero pure un po’ intimidito perché ero un grande fan di questi ragazzi e io stavo entrando nel loro territorio.
Poi hai lavorato con Hulk Hogan, nell’ottica di poter rendere grande Summerslam 90.
Si penso che fosse il ‘90, si.
E poi avete continuato anche fino alle Survivor Series dello stesso anno credo.
Si.
Com’era lavorare con Hogan?
Era senza dubbio fantastico. Una volta lì era come, wow, sto lottandoc on il più grande nome del pro-wrestling ed è un’onore lavorare con lui. Era facile lavorare con lui e mi piaceva tanto quello che faceva, in seguito siamo diventati anche buoni amici.
 
Ricordo che il match finì per Count-Out. C’era una ragione per cui non volevano che ci fosse uno schienamento? Forse avevano intenzione di continuare la vostra storia per un altro PPV o cercavano solo di chiudere lo show in maniera decente per entrambi?
Hulk voleva lottare ancora contro di me in un altro PPV. Gli piacevano le reazioni che stavamo ricevendo. L’ho aiutato a diventare ancor più popolare che mai. Ero certamente il wrestler più odiato in quel periodo visto che andavo contro di lui. Ad ogni modo, chiunque lavorasse con Hulk Hogan in quegli anni diventava automaticamente il più odiato, ma io penso che io l’abbia fatto un tantino meglio.
LA RIVALITA’ CON JAKE ROBERTS
Dopo aver lottato contro Hogan, ti misero in una storyline contro Jake “The Snake” Roberts, nell’infame capitolo “Spiaccica Damian”. (Tenta ride) che resta uno dei miei episodi preferiti di tutti i tempi, soprattutto quando prepari gli hamburger di serpente su Prime Time Wrestling. Com’era lavorare con Jake?
E’ stato magnifico. Lui è il migliore se vuoi parlare di psicologia del wrestling, è il migliore. E’ il maestro della psicologia. Lui sa rendere qualunque cosa interessante. E’ stato un onore poter lottare con lui.
E’ stata tua o sua l’idea di schiacciare il serpente? O dei bookers?
L’idea venne fuori dagli uffici dei bookers, credo. Non l’ho mai saputo, veramente. Io fatto solo quello che mi era stato richiesto di fare.
La WWF ha poi ricevuto qualche protesta dagli animalisti?
Loro si sono solo assicurati che non ci fosse realmente il serpente all’interno della sacca. Ovviamente il serpente vero non è stato schiacciato.
Una curiosità: cosa c’era nel sacco? Ricordi?
Io mi ricordo cos’era. Era  polistirolo mischiato con della carne da Hamburgher (ride). Non era proprio il massimo, ma è stato un atterraggio morbido.
CAMPIONI DI COPPIA: THE NATURAL DISASTERS
Dopo quell’episodio restasti ancora per un po in WWE e sei stato messo nel tag noto come “The Natural Disasters”, capaci di conquistare anche il titolo di coppia assieme a Tugboat, noto anche come Typhoon, come Shockmaster o come Fred Ottman. Com’era lavorare con Fred?
E’ uno dei ragazzi migliori che abbia mai incontrato in questo business. E’ uno che è sempre pronto a dare il 100%. Si arrabbiava se qualcosa non andava per il verso giusto durante il match. Provava sempre a fare di meglio. E’ stato fantastico lavorare con lui, e non era neanche male avere un tizio della sua stazza a coprirmi le spalle.
Avete anche viaggiato assieme o eravate una coppia solo sul ring?
Si, abbiamo viaggiato assieme. Non viaggiavo con molta gente, ma ho viaggiato con Jimmy Hart e con Typhoon. Ed Earl e Dave Hebner…queste sono le uniche persone con cui abbia mai viaggiato.
Dopo questo sei andato via dalla WWF. Cos’è che ti ha fatto decidere di lasciare la WWF?
In quel periodo non vedevo un futuro per me e Typhoon. Non sono un tipo paziente. Voglio che qualcosa accada sempre. Questo è stato senza dubbio il problema principale della mia carriera, sono impaziente. Vedevo che c’erano altri Tag-Team pronti ad essere lanciati e di conseguenza noi saremmo stati dimenticati. Così col sentimento che la WWF ci volesse depushare, decidi di tornare un po’ a lottare in Giappone.
Un’ultima domanda sui Natural Disasters. Di chi fu l’idea di mettervi assieme?
Quella è stata una mia idea. In quel periodo avevo appena finito con Jake e Tugboat non faceva granchè. Così mentre parlavo con Pat Patterson gli chiesi se per lui andasse bene se ci unissimo in Tag-Team. Pat mi disse che era una grande idea. Così qualche settimana dopo, eravamo pronti.
E così diventaste la coppia più grande della storia della WWF?
Si, è così che ci chiamavano: la più grande coppia della storia della WWF!
EARTHQUAKE DIVENTA AVALANCHE
Così poi sei tornato in Giappone alla All-Japan?
No, si ci misero in mezzo delle questioni “poilitiche”. Una delle loro top stars, Tenryu, creò una sua compagnia, nel frattempo io avevo chiuso con la WWF per andare alla nuova federazione, cosa che fece arrabbiare parecchio Baba. Così ho praticamente bruciato tutti i ponti con lui. Così andai a lottare da Tenryu, la federazione si chiamava SWF una volta, poi cambiò in nome in WAR.
E poi dopo un po’ andasti alla WCW?
Beh sono tornato un paio di mesi alla WWF ed ero molto contento della condizione finanziaria. Poi chiamai la WCW.
E la WCW ti accolse con le braccia aperte?
Quello che non sapevo in quel periodo era se Eric Bischoff fosse un fan di Earthquake. Hulk spinse molto per avermi nella loro compagnia. Prima di tutto feci scadere tutto il contratto con la WWF prima di prendere contatti anche verbali, una volta scaduto, mi interessai molto alla loro offerta. Così andai lì e per il primo anno non fu male, ma dopo quello ci furono solo dispiaceri.
 
Il primo anno ti chiamavi Avalanche?
Si
Presumo che la WWF possedeva il nome “Earthquake” e tu rientrasti come Avalanche.
Si.
Possiedi il nome Earthquake adesso?
No.
Ma tu devi averlo!
Si ci stavo pensando. Forse riuscirò a prenderlo per via legale, ma vorrei prima contattare la WWF per chiedere il permesso.
Io credo che te lo daranno. Prima di parlare delle tue gimmick, sei stato in WCW e poi sei tornato in WWF, con quale compagnia ti piaceva lavorare di più?
Con la WWF sicuramente.
Come mai?
Principalmente problemi con Bischoff, che rese la mia entrata in WCW il peggior passo falso della mia carriera. Mi ha promesso cose che poi non mantenne. Sai vince magari non ti da tutto quello che vuoi, ma puoi permetterti di credere alle sue parole.
SHARK
Hai accennato che il primo anno in WCW fu abbastanza buono, poi sei entrato nel Doungeon of Doom e diventasti Shark. Fu di Bischoff l’idea di Shark o di chi altro?
Sono sicuro che fu un’idea di Hulk Hogan.
Forse voleva rendere dei super cattivi il Doungeon of Doom?
Beh, stava solo cercando una stable contro cui andare
Quando ti fu presentata l’idea di diventare il grande killer Shark, quali furono i tuoi pensieri?
Ho già detto che Shark non mi si addice. In quel periodo ero circa 430 libbre e non penso che “Squalo” fosse il nome giusto per un tipo così grosso. E i fans mi fecero sapere che non fu una buona idea. (ride)
Scommetto che ti presero in giro un bel po’.
C’era un sacco di gente che gridava “Balena arenata!” e roba del genere.
Com’era stare nel Dungeon of Doom? C’eri tu, poi presero Loch Ness dall’Inghilterra
Poi One Man Gang e Kamala.
Ah, e Brutus Beefcake come Zodiac!
Si e fu una buona idea rendere Kevin Sullivan il vero “capo” capitanando una squadra di ragazzi così grossi. E’ successa una cosa simile a Golga con Jackyl.
Era Sullivan il booker in quel periodo?
Si era lui. La storia si ripete da sola.
Per quanto tempo hai interpretato Shark?
Oh, questa è un’altra cosa meravigliosa. Avevo una tigre tatuata sul mio braccio, e pensai che non fosse l’ideale per uno squalo andare in giro con una tigre sul braccio. Decisi di far cambiare il tatuaggio in uno squalo. Dopo due mesi non ero più lo squalo!! (ride)
SHARK DIVENTA JOHN TENTA
   
Dopo essere stato Shark, diventasti un face dicendo “Non sono uno squalo, non sono neanche un pesce, sono un uomo: John Tenta!” . Ed in seguito Big Bossman (Big Bubba in quel periodo) venne fuori per rasarti metà della tua testa! Di chi fu quell’idea!?
Quell’idea fu mia. Come avevo già detto Eric Bischoff non era un fan di Earthquake e stava cercando di farmi fare qualcosa di diverso. Aveva detto “Tirate fuori qualche idea” e gli piacque proprio questa story con Bubba che mi rasava. Anche se abbiamo ricevuto un buon riscontro dal pubblico, alla fine Bischoff non fu contento.
Non fu contento prima o dopo che Bubba ti rasasse la barba e i capelli a metà?
Non penso che gli sia piaciuto, io penso che non gli piaccia nemmeno John Tenta come persona. Lui non amava la gente che veniva dalla WWF e riscuoteva più successo dei ragazzi che già erano in WCW.
Penso che questo rendeva più importante Vince (McMahon) migliore di lui, poiché era lui a creare le star. C’è sempre stata una grande rivalità tra i due. Cosa ti ha portato a lasciare la WCW? Altri problemi con Bischoff?
No, mi ha semplicemente lasciato andare. Disse “Non posso giustificare il denaro che spendo per il tuo salario mentre tu te ne stai seduto a casa.” Numero uno, non stavo facendo neanche un quarto del denaro che stavano dando ad altra gente lì. Numero due, lottare in quel periodo non era un mio problema, ero pronto a lavorare 200 o 250 giorni l’anno per lui. Nel frattempo c’erano i famosi contratti “Io lavoro solo 100 giorni all’anno”e stavano seduti a casa più di me. Sono ancora arrabbiato con Bischoff, perché non credo nei motivi che hanno portato al mio licenziamento. Io sono venuto fuori con le mie idee, ed ho fatto di tutto per salvare il mio lavoro. E quando dico di tutto, intendo che ho anche jobbato con gente che non avrei mai pensato. Ho fatto dei job anche a ragazzi che erano la metà di me. Praticamente cercava di tagliarmi fuori.
WWF: GOLGA
Dopo aver lasciato la WCW, dopo quanto tempo arrivasti alla WWF per prendere parte alla stable degli Oddities?
Credo un anno dopo.
E cosa hai fatto in quel periodo? Sei tornato in Giappone?
No, mi stavo preparando per lavorare nelle indipendenti, ma non mi arrivavano molte chiamate. Non sapevo come fare per rendere il mio nome più conosciuto. Non avevo internet, sai. E’ stato un periodo difficile per me.
E poi hai contattato la WWF per un ritorno?
Si, li ho contattati io. Mi hanno fatto fare un provino perché gli dissi che avevo perso qualche chilo. Il provino andò bene e mi ridiedero il lavoro.
 
Quanto pesavi quando facesti il provino?
380 libbre.
Era la WWF a chiederti di perdere peso?
No, guardavo il wrestling in TV, ho passato molto tempo a guardare il wrestling in TV e ho visto che che di ragazzoni grassi non ce n’erano più. Certo, a parte qualche eccezione. Per questo volevo tornare un po’ più in forma, più agile, con una nuova energia. Per questo mi sono allenato tanto.
Quali erano I piani originali per Golga? Cioè, ovviamente, era parte degli Oddities, ma c’è una ragione per cui loro non volevano farti tornare come Earthquake?
Non lo so se aveva a che fare col fatto che li avevo lasciati per andare in WCW, forse fu una sorta di punizione. Vince disse che non portava rancore, mi disse però che voleva qualcuno che aiutasse un po’ Silva e Kurrgan (gli altri membri degli Oddities, ndr.)
Erano realmente acerbi in quel periodo?
Kurrgan aveva un po’ di esperienza in più, mentre Silva non ne aveva completamente.
Si credo che Kurrgan lavori ancora tra le indipendenti, mentre Silva adesso è fuori dal business. Quella maschera 
di Golga era molto angusta, ti copriva gli occhi. Hai avuto dei problemi riguardo a questo? Avevi mai lavorato con una maschera prima di allora?
No, mai avuta. Sapevo di certo che avrei dovuto fare più job con la maschera. Come ho già detto, non ero molto contento della gimmick, e non ero contento con Jackyl.
Hai avuto problemi con Jackyl (Don Callis)?
Non ho avuto problemi personali con lui fuori dal wrestling. Ho avuto problemi con lui nel wrestling poiché trasformava i nostri segmenti in segmenti completamente suoi, cercando di essere più over dei veri wrestlers.
Attualmente sto facendo da manager nel circuito indipendente ed è la prima cosa che loro ci hanno detto, assicurarsi di rendere i ragazzi sul ring delle vere star. Portavi con te un pupazzetto di Cartman di South Park. Avete avuto qualche difficoltà legale a vendere del merchandising con la faccia di Cartman sopra? Nella vita reale sei un vero fan di South Park?
Non lo ero quando iniziai ad interpretare il personaggio. Poi ho preso qualche cassetta, e ne diventai un fan. Ma no, non abbiamo avuto dei problemi a vendere il merchandising con Cartman sopra. Infatti non credo abbiano mai venduto un prodotto degli Oddities!! (ride)
Cosa ha causato lo scioglimento degli Oddities?
Non sono sicuro al 100% ma credo che fu perché stava arrivando Paul Wight (The Big Show) e loro non volevano altri giganti nel loro territorio.
Ci sono arrivate parecchie Email riguardo questo, io non lo sapevo e forse to lo sai. A quanto pare c’è un giovane, dicono sia talentuoso, wrestler che lavora nelle indipendenti vestito come Golga e si fa chiamare WWF Oddity. Lo sapevi?
Si ho sentito di un tizio nel Montana che mi imitava. Ma non c’è niente che io possa fare, quindi non mi importa tanto.
Forse ti sarebbe importato se avesse fatto la gimmick di Earthquake…
No, non c’è nessuno che la può interpretare come me (ride). Ci sono tante imitazioni nel mondo, ma che posso dire? Penso che sono stato io a rendere buona la gimmick.
Un ultima domanda. Di tutte le tue gimmick, hai detto che ti è piaciuto di più lavorare come Earthquake. Allora qual è la peggiore gimmick che hai mai interpretato?
Devo scegliere Shark. Ho dato un’occhiata al vostro sito web, ho visto che cosa m’avete fatto, mostrate anche una foto con i denti disegnati sulle guance (ride). Si, credo che fu la gimmick più imbarazzante che abbia mai avuto!
Ancora una volta, il nostro sito non mira a distruggere i wrestlers. E’ dedicato ai booker che vengono fuori con queste gimmick fuori di testa, con le quali non danno nessuna chance di mandare over i ragazzi. Grazie di aver fatto questa intervista con noi, non posso che farti i miei migliori auguri per il futuro.
Molte grazie a tutti voi.
traduzione di Luca Celauro (credits: Wrestlecrap.com)
 
IN MEMORIA DI JOHN TENTA (22-06-1963 / 7-06-2006)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *