WWE Hell in a Cell 2014 Review - World of Wrestling

26/10/14: In un PPV privo del titolo massimo quattro atleti si sfidano all’interno della struttura infernale. Chi la spunterà tra Cena e Orton? Ambrose avrà la sua vendetta?

WWE Hell in a Cell 2014

Dallas, Texas

Pre-Show:

Al panel di commento Renee Young ci introduce Booker T, Alex Riley e Paul Heyman. Heyman rifiuta di prender parte alla messa in scena dei 9.99$ e afferma che il suo cliente, Brock Lesnar, guarderà con attenzione l’evento.

L’attenzione si sposta sul ring dove va in scena MizdowTV! Il nuovo talk show Made in WWE non può che avere come primo ospite proprio The Miz, lodato oltremodo dal conduttore, anche se alla luce del fatto che è stato Mizdow a schienare Sheamus nell’ultima puntata. Proprio il campione U.S. interviene tramite video per minacciare lo sfidante e il suo lacchè in vista del loro match.

Dopo gli altri pronostici fatti dagli ospiti della Young, JBL e Michael Cole annunciano la presenza imminente di un match bonus

Mark Henry vs Bo Dallas

Con tutta probabilità non si può nemmeno parlare di match, in quanto Henry massacra l’avversario in pochi minuti e mette a segno la World Strongest Slam che gli regala la vittoria. Dopo essersi ripreso, Dallas reclama una scorrettezza da parte dell’avversario e mette in chiaro che la vittoria è sua, portando il risultato sul 5-0 a suo favore.

Vincitore: Mark Henry

Pay-Per-View:

2 out of 3 falls Intercontinental Championship Match: Dolph Ziggler vs Cesaro


Dopo una fase iniziale di studio, è Cesaro a provare la Giant Swing. Ziggler riesce a resistere la prima volta, mentre la seconda immediatamente dopo viene trasformato in un geniale roll-up che porta il campione al primo schienamento vincente.
Cesaro reagisce con impeto furioso e va vicino al pareggio prima con un doppio stomp e poi con una powerbomb. Il pubblico è in visibilio per il grande match che mettono in scena i due, laddove è ancora lo sfidante a sfiorare lo schienamento dopo il suo superplex dal paletto. Ziggler reagisce e connette con la Famouser, portando a casa solo un conto di due. Momento cruciale: dopo aver messo a segno il Very European Uppercut, Cesaro prova la Neutralizer, ma Ziggler gli sfugge e mette a segno prima un superkick e poi la Zig-Zag che porta allo schienamento decisivo.

Vincitore e ancora campione: Dolph Ziggler

Loser Must be Winner’s assistant match: Brie Bella vs Nikki Bella


L’incontro inizia nel segno di Nikki che colpisce la sorella con una Electric Chair. Brie riesce a reagire dopo attimo di dominio grazie a una combinazione di colpi e a un bel Suicide Dive. Rientrare nel ring evita la Shock Treatment e costringe la sorella nella Yes Lock. Nikki riesce ad aggrapparsi le corde e colpire la sorella prima di far suo il match con la sua patentata Shock Treatment.

Vincitrice: Nikki Bella

Al panel di commento gli ospiti discutono dei match appena andati in scena.

WWE Tag Team Championship Match: Gold & Stardust vs The Usos

Il match inizia subito a favore dei campioni, che sfruttano la non perfetta condizione di Jay per isolarlo per svariati minuti. Con cambi rapidi e scorrettezze, gli sfidanti non hanno modo di ritornare in gioco, ma Jay riesce a colpire con un bulldog e a dare il cambio. Jimmy è una furia è da solo sbaraglia gli avversari, andando con due dive sia su Goldust che su Stardust e su quest’ultimo mettendo a segno anche un Flying crossbody che da solo conto di due. Goldust si prende il cambio e va vicino prima alla vittoria con una Spinebuster e poi alla capitolazione dopo aver subito un Superkick. Nel marasma finale i campioni riescono a riconfermarsi grazie alla Cross Rhodes di Stardust.

Vincitori e ancora campioni: Gold & Stardust

#1 Contender Hell in a Cell Match: Randy Orton vs John Cena


La contesa inizia direttamente fuori dal ring, dove Orton riesce ad ottenere un iniziale vantaggio scaraventando l’avversario contro la struttura metallica. Riportato nel ring e ottenuto solo un conto di due, Orton prende una sedia, ma Cena lo intercetta e mette a segno un fisherman suplex, prima di sbagliare anch’egli con la sedia e rimettere il match nelle mani del Legend Killer. Orton manda la contesa su ritmi molto blandi, evitando anche un tentativo di AA senza pretese e usando spesso la gabbia come oggetto contundente. Cena ha un accenno di comeback nel momento in cui inanella le sue tipiche manovre, ma al momento del 5 knuffle shuffle viene interrotto e scagliato ancora fuori dal ring, tra gli insospettabili cori “RKO”. Ancora The Viper va vicinissimo alla vittoria nel momento in cui Cena evita di essere lanciato verso un tavolo posizionato all’angolo ma subisce l’RKO, che porta clamorosamente un conto di due. Il Leader della Cenation riesce ad uscire dal conteggio anche dopo l’impatto col tavolo sopracitato e a rientrare definitivamente nel match mettendo a segno la Protobomb sugli scaloni d’acciaio. Orton evita ancora la AA ma non la STF che quasi chiude il match. Da qui è un susseguirsi di manovre finali, con Orton e Cena che riescono a uscire dai conteggi conseguenti alla RKO e alla AA. Infine, dopo aver portato un altro tavolo nel ring, Orton tenta la sua mossa definitiva ma viene intercettato e subisce la Attitude Adjustment attraverso il tavolo, che da la vittoria a John Cena!

Vincitore: John Cena

Nel backstage Mark Henry si assicura che Big Show sia concentrato, invitandolo a non sottovalutare l’avversario. Show si sente sicuro e promette all’amico di festeggiare insieme dopo la vittoria.

U.S. Championship Match: Sheamus vs The Miz

A iniziare meglio come prevedibile è Sheamus che con la sua adrenalina sembra pronto a chiudere il match dopo pochi minuti. The Miz sfrutta però una distrazione per mettere k.o. il campione e iniziare un’opera di logoramento che addormenta il match. Sheamus riesce a reagire solo dopo svariati minuti e a mettere a segno l’Irish Curse. The Miz però resta aggrappato al match è quasi rischia di vincerlo tentando prima la Skull Crushing Finale e poi la Figure-4 Leg Lock, senza particolare successo. Sheamus rientra in possesso dell’incontro e chiama il Brogue Kick, ma una distrazione di Mizdow quasi non lo fa capitolare a un roll-up dello sfidante. The Miz prova addirittura l’assalto aereo, ma viene abbattuto dal Brogue Kick del campione, che porta a casa il match.

Vincitore e ancora campione: Sheamus

Nel parcheggio Nikki Bella inizia la sua opera di bullismo nei confronti di Brie, sua nuova assistente.

Big Show vs Alexander Rusev

Un errore iniziale di Show indirizza il match nella direzione del bulgaro. Rude controlla per qualche minuto facendo prove di grande forza mettendo a segno un Suplex con relativa facilità. Big Show riesce a uscire da questo brutto momento e addirittura a mettere a segno la Spear. Mentre prova a connettere anche con la Chokeslam, da cui Rusev si libererà al conto di 2, arriva anche Mark Henry. Un battibecco tra i due sarà proprio il movente per cui Risev riuscirà a riprendersi quel tanto che basta per mettere k.o. Prima Big Show e poi un pentito Henry, prima di sottomettere l’avversario nella sua Bulgarian Clutch.

Vincitore: Alexander Rusev

Nel backstage Ambrose fa notare che Halloween si avvicina e che Rollins dopo stasera somiglierà al figlio nato dall’unione di uno zombie di The Walking Dead e Dracula.

Divas Championship Match: AJ Lee vs Paige

L’essersi portata Alicia Fox come manager crea la distrazione giusta affinché Paige domini le fasi iniziali. La Lee riesce solo dopo svariati minuti a rientrare effettivamente nel match con una Tornado DDT. La campionessa va vicinissima alla vittoria per count-out, ma la Fox aiuta la compagna a rientrare in tempo nel ring, solo per restare vittima della Black Widow a cui Paige non può far altro che arrendersi.

Vincitrice e ancora campionessa: AJ Lee

Hell in a Cell Match: Dean Ambrose vs Seth Rollins


Il primo a entrare è Ambrose, che tra il tripudio generale sale sulla cima della gabbia con una Singapore Cane. Rollins arriva accompagnato da Mercury e Noble e, dopo le provocazioni del rivale, sale accompagnato anche lui. Ambrose prova a reagire, ma viene bloccato dalla forza dei numeri prima che la sua pazzia non gli faccia trovare le forze per abbattere i due scagnozzi. Ambrose intercetta Rollins nella discesa e nel battagliare i due cadono paurosamente sui due tavoli di commento. Arrivano i paramedici che portano i due in barella, ma Ambrose si rifiuta e aggredisce ancora un Rollins sfinito per portarlo finalmente nella gabbia. Mr. Money in the Bank è alla mercé dell’acerrimo nemico e quando prova a reagire viene fatto vittima di un flying elbow smash attraverso il tavolo. Il match sembra cambiare di direzione quando Kane dall’esterno fa vittima Ambrose del getto dell’estintore, a cui fa seguito la Powerbomb di Rollins su un altro tavolo. Seth connette subito dopo con il Curb Stomp, ma il conteggio si ferma a 2! Rollins riprova la sua manovra finale, stavolta sulla valigetta, ma Ambrose si riprende e colpisce con l’oggetto contundente l’avversario. Dean vuole umiliarlo con un Curb Stomp su dei blocchi di cemento… MA SI SPENGONO LE LUCI!!! Delle voci demoniache accompagnano l’oscurità, e quando si rivede qualcosa, c’è una lanterna al centro del ring che emette un ologramma femminile. Ambrose distratto viene abbattuto da Bray Wyatt mentre le luci si spengono di nuovo!!! Nella penombra Bray resta in ginocchio mentre un impaurito Rollins va incredibilmente a vincere. Il leader della Wyatt Family mette la parola fine al PPV con la Sister Abigail su un Ambrose esanime.

Vincitore: Seth Rollins

A cura di Vincenzo “It Factor” Florio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *