WWE Survivor Series 2014 Review - World of Wrestling

23/11/14: Lo scontro tra Team Cena e Team Authority deciderà il destino della WWE. Riuscirà Cena a cancellare il potere della stable o saranno tutti licenziati?

WWE Survivor Series 2014

St. Louis, Missouri

Pre-Show:

Al panel di commento troviamo Renee Young che presenta gli ospiti: Booker T, Alex Riley e Paul Heyman. Dopo aver discusso die vari match presenti nella card e aver annunciato i ritorni di Bad News Barrett e Fandango, ecco che parte il match di quest’ultimo.

Fandango vs Justin Gabriel

Match davvero molto breve e che vede Fandango aggiudicarsi il match senza nemmeno dover togliere la maglietta e davanti alla nuova ballerina che lo accompagnerà: Rosa Mendes. Flying Leg Drop ed il match è già finito.

Vincitore: Fandango

Dopo il match arriva anche l’altro ritorno, quello di Wade Barrett, che si prodiga in un promo nei confronti del main event, concludendo che qualsiasi sia il risultato, sorgerà l’era di Bad News Barrett.

Pay-Per-View:

A dare il benvenuto al pubblico è l’acclamato Vince McMahon, che garantisce la spettacolarità dell’evento e chiama sul quadrato l’Authority. Dopo aver ricevuto le lusinghe della figlia e del genero, ecco che Mr. McMahon introduce anche John Cena. Il Boss ricorda cosa c’è in palio nel Main Event, ricordando che in caso di sconfitta, Cena avrà sulla coscienza il licenziamento dei suoi compagni di squadra. Vince però specifica un’ultima cosa: se il Team Authority perderà il match, Stephanie e Triple H perderanno qualsiasi potere decisionale, anche il quel di Stamford.

Fatal-4 way WWE Tag Team Championship Match: The Usos vs The Miz & Mizdow vs Los Matadores vs Gold & Stardust

Iniziano Stardust e Fernando, con il più giovane dei fratelli Rhodes in difficoltà e The Miz che si prende il cambio proprio su di lui. L’Awesome One si ritrova in balia dei Los Matadores, con Mizdow che imita i colpi subiti dal compagno per il tripudio del pubblico. Jimmy Uso entra al posto di Miz e sposta gli equilibri del match verso il suo team solo per poco, prima di subire l’imboscata di Stardust e Goldust, nuovi uomini legali. Poche manovre e tanti colpi diretti in questo match molto caotico, con le quattro squadre che si alternano senza guadagnare un reale vantaggio: l’attenzione del pubblico è più spostata verso l’odio/amore che provano per la coppia Hollywoodiana formata da Miz e Mizdow. I campioni riescono ad isolare Diego grazie a cambi repentini e manovre per rallentare il ritmo. Il Matador riesce a prendere lo spazio giusto con una Tornado DDT e a uscire dalla contesa favorendo Jay Uso, che regala una ventata d’aria fresca all’incontro. Samoan Drop e Running Hip Attack ripetuto dal fratello, a cui fanno seguito svariati superkick ai danni degli avversari. Jimmy viene però ricacciato fuori e Jay rischia la sconfitta dopo la powerslam di Goldust. Gli Usos però si confermano protagonisti assoluti mettendo a segno un doppio Flying Crossbody su tutti gli avversari meno Stardust che li segue a ruota. A chiudere la sequenza di manovre aeree non può che essere El Torito, mentre nel ring si assiste ad una reazione a catena vista poche volte: Stardust esegue una super powerbomb su Fernando, che esegue un backdrop su Goldust, che ripete l’azione su Diego. Tra le macerie di corpi arriva anche il Samoan Splash di Jimmy Uso, subito spedito fuori da The Miz, con Mizdow che si prende il cambio e va ad eseguirelo schienamento vincente!!

Vincitori e nuovi campioni: The Miz & Damien Mizdow

Nel backstage continuano gli screzi tra Adam Rose e The Bunny, ma l’intromissione di Slater e O’Neil porta ad ufficializzare un Tag Team Match non in programma

Elimination 4vs4 Tag Team Match: Paige, Cameron, Summer Rae, Layla vs Natalya, Naomi, Emma e Alicia Fox

Iniziano Paige e Natalya, che danno dimostrazione del loro ottimo background. Arriva il cambio a favore di Layla e conseguentemente quello per Emma. Layla va vicina alla vittoria con vari roll-up per poi dare il tag al suo capitano, Paige. Superplex di Emma proprio su di lei, costringendola all’uscita di scena per far spazio a Cameron. Dopo dei minuti di sofferenza, l’australiana riesce a far entrare Naomi. Le due ex Funkodactyls si danno battaglia con la più fresca che va vicinissima alla prima eliminazione, se non fosse per l’intervento improvviso di Layla, che fa scattare una rissa collettiva, al termine della quale il risultato non cambia: Cameron capitola. Prende il suo posto nel ring la Rae, che da un buon vantaggio alla sua squadra. Entra per la prima volta la Fox mentre le urla e le pantomime prendono il sopravvento sul lottato. Thrit-a-wheel backbreaker di quest’ultima ai danni di Layla e eliminazione della seconda lottatrice del Team Paige. La squadra dell’ex campionessa dura poco con 2 membri visto che alcuni istanti dopo, Summer Rae è vittima della Emma Lock che la costringe alla sottomissione. In completo svantaggio nemmeno Paige può far molto e diventa questione di minuti prima di capitolare sotto i colpi di Alicia Fox prima e di Naomi poi.

Vincitrici: Natalya, Alicia Fox, Naomi e Emma

Si torna al panel di commento dove la discussione gira intorno al Main Event e alla mancanza del campione WWE.

Bray Wyatt vs Dean Ambrose

Ambrose inizia con grande aggressività, eliminando sin da subito qualsiasi freno inibitorio. Addirittura tenta un Crossbody verso l’esterno del ring, ma Wyatt lo aspetta al varco e finalmente rientra a pieno titolo nella contesa, mandando il rivale contro i gradoni. Comincia l’opera di demolizione di Bray, che esegue prima uno snap suplex e poi la sua Running Senton patentata. Un braccio teso d’incontro azzera praticamente qualsivoglia vantaggio ed è Dean a riprendersi più velocemente mettendo a segno vari colpi in rincorsa e addirittura scimmiottando la camminata a testa in giù dell’avversario. Bray dal nulla tenta la Sister Abigail ma fallisce e torna vittima delle contorte offensive di Ambrose, che però subisce la one hand slam di Wyatt e va molto vicino alla vittoria. Tenta addirittura la super senton ma è un buco nell’acqua e lo porta solo ad esser colpito prima dalla clothesline in rimbalzo e poi dal flying elbowsmash. Momenti emozionanti quelli che seguono: l’Eater of World guadagna un vantaggio importante, prende un microfono biasimando il rivale per le sue scelte e poi impugna una sedia, rubatagli prontamente da Ambrose. Il Lunatic Fringe è pronto a colpire, con Bray che lo supplica di agire, e alla fine cede, concludendo il match per squalifica. Il post match è all’insegna dell’estremo, con Ambrose che esegue la Dirty Seeds sulla sedia e poco dopo un elbow smash sul tavolo, prima di seppellire l’avversario con svariate sedie. L’immagine finale vede Dean in cima ad una scala enorme, facendo presagire un atto conclusivo in quel di TLC.

Vincitore: Bray Wyatt

Nell’ufficio di Triple H il Team Authority viene incitato da quest’ultimo. I premi in palio sono vantaggi illimitati nei mesi successivi, con una Stephanie quasi in lacrime per la tensione legata alla posta in palio. HHH vuole che dimostrino di essere la forza più distruttiva mai assemblata, ed è sicuro che saranno loro a vincere la guerra. L’importante è combattere come se la loro stessa vita sia in palio.

Tag Team Match: Adam Rose & The Bunny vs Slater & The Gator

Incontro molto breve e completamente dominato dal Coniglio, che vince dopo pochissimi minuti grazie a un Missile Dropkick, mentre Rose chiedeva inutilmente il cambio. The Bunny va via con i Rosebuds mentre Adam fissa la scena con disprezzo.

Vincitori: Adam Rose & The Bunny

Arriva il momento del collegamento via satellita con Roman Reigns. Il wrestler promette vendetta al suo ritorno, che avverrà tra un mese, e fa capire che non importa chi vincerà stanotte, quando sarà pronto, sarà lui a dominare.

Nel frattempo il Team Cena si prepara per il Main Event, con il capitano che riceve l’appoggio incondizionato dei suoi compagni, pronti a tutto per portare a casa la vittoria.

Divas Title Match: AJ Lee vs Nikki Bella

Clamoroso voltafaccia di Brie Bella, che sale sull’apron con la cintura, bacia la campionessa quel tanto che serve a farla colpire dalla gemella, che poi connette con la sua manovra conclusiva. Il tutto porta alla vittoria e al titolo per Nikki.

Vincitrice e nuova campionessa: Nikki Bella

Poco prima del match finale, viene già ufficializzato che nel prossimo PPV, TLC, ci sarà il rematch tra Wyatt e Ambrose.

5vs5 Elimination Tag Team Match: Team Authority (Seth Rollins, Kane, Mark Henry, Rusev, Luke Harper) vs Team Cena (John Cena, Dolph Ziggler, Big Show, Ryback, Erick Rowan)

Iniziano Henry e Show, con il primo che si perde troppo in chiacchiere e distraendosi subisce il K.O. Punch dell’avversario, che lo va a schienare.

Primo eliminato: Mark Henry

Il suo posto viene preso da Rollins, che dopo aver subito una poderosa chop, pensa bene di far entrare nel match il Big Red Monster, mentre fa il suo ingresso anche Cena. La forza bruta di Kane sembra avere la meglio ma dura poco, perché sembra essere arrivato il momento dello showdown tra Harper e Rowan. L’atmosfera elettrica viene presto spenta da Rollins, che prende il posto del compagno, subendo ancora i colpi di lottatori di stazza maggiore come Rowan prima e Ryback poi. Il Big Guy riesce ad abbattere Harper e Kane, prima di doversi confrontare con Rusev. Lo scontro fisico viene vinto ancora dall’eterno affamato, che connette anche con il Meat Hook, ma non con la Shell Shocked, interrotta da Kane, facendo scattare una gigantesca rissa. Nel marasma collettivo arriva dal nulla il Curb Stomp di Rollins su Ryback, seguito dal Superkick di Rusev che ottiene il conto di 3.

Secondo eliminato: Ryback

Il Team Cena ricomincia da Big Show, che tenta immediatamente la Showstopper sul bulgaro, che la evita e da il cambio ad Harper. Il campione intercontinentale riesce ad abbattere il gigante e a farlo diventare vittima delle angherie della sua squadra. Prima Rollins, poi Kane e ancora Harper lo tengono fermo al loro angolo prima che il gigante si liberi dopo minuti di sofferenza e riesca a dare il cambio a Ziggler. Dolph è in nel pieno dell’adrenalina, ma viene presto messo giù dall’ex membro della Wyatt Family, con il Team Authority che ricomincia la sua opera di demolizione, tenendo isolato Dolph per tantissimi minuti con cambi rapidi e gioco di squadra (da sottolineare la Reverse STO di Rollins contro il paletto). Una Tornado DDT dello Show Off innesca però una reazione di finisher a catena, con Harper vittima della AA, Cena della Chokeslam, Kane della Showstopper, Show del Flying Kneedrod e Rowan dello Spinning Kick di Rusev, che poi usa Ziggler come ariete per mandare al tappeto tutti i partecipanti al match. Il bulgaro però vuole strafare e sbaglia lo splash sul tavolo dei telecronisti. Risultato: Ziggler riesce a rientrare nel ring prima del conto di 10 e Rusev no.

Terzo eliminato: Alexander Rusev

Kane sbaglia la Chokeslam su uno stremato Ziggler che riesce a dare il cambio a un Cena che mette a segno le sue signature moves, compresa la Attitude Adjustment, ma viene messo a terra dal Curb Stomp di un Rollins sempre più opportunista. Con Kane e Cena entrambi giù, arriva il cambio simultaneo per Harper e Rowan, con il secondo che ha facilmente il sopravvento prima di essere interrotto dal resto dell’Authority, lasciandolo in balia del braccio teso in giravolta dell’ex compagno.

Quarto eliminato: Erick Rowan

L’arbitro non riesce più a governare il match e come un fulmine a ciel sereno arriva il K.O. Punch di Big Show su John Cena. Tra lo stupore del pubblico, Rollins esegue lo schienamento sul capitano avversario.

Quinto eliminato: John Cena

Completato il tradimento di Show, il gigante stringe la mano al COO della federazione e abbandona volontariamente la contesa.

Sesto eliminato: Big Show

Resta il solo Dolph Ziggler che stremato non può che essere vittima del massacro perpetrato dall’Authority. Dal nulla però lo Show Off trova la forza di rialzarsi e con un lampo di genio riesce a connettere con il Superkick e lo Zig Zag su Kane, portando a termine lo schienamento!

Settimo eliminato: Kane

Ziggler resta però senza forze e ricomincia a subire il peso dei numeri, venendo ripetutamente malmenato da Harper, riuscendo però ad uscire da svariati conteggi (sia dal Superkick che dalla Sit-out Powerbomb). Dolph a questo punto viene benedetto da qualche forza superiore e in una frazione di secondo esegue un roll-up sull’ex discepolo di Wyatt, pareggiando clamorosamente i conti!!!

Ottavo eliminato: Luke Harper

Nonostante la freschezza fisica sia favorevole all’ultimo rimasto nel team Authority, la frustazione comincia a farsi sentire prepotentemente, e Rollins quasi non capitola dopo una tornado DDT di uno Ziggler in versione Sayan: più le prende, più forte si rialza. Powerbomb all’angolo di Mr. Money in The Bank e indovinate un po’? ANCORA CONTO DI DUE! Stoica la resistenza dell’ex campione intercontinentale, che evita addirittura un Super Curb Stomp e connette con la Fameasser.. 1.. 2..NO!! Rollins riemerge dagli inferi e sfrutta la distrazione di Noble e Mercury per finire Ziggler… CHE VA A SEGNO CON LA ZIG ZAG!! 1…. 2…. E TRIPLE H TIRA FUORI L’ARBITRO!!! Ziggler è vittima dell’ennesimo massacro, ma ancora una volta manda a terra tutti gli avversari, ma subisce la powerbomb all’angolo di Seth, che prova ancora il Curb Stomp… MA SUBISCE L’ENNESIMO ZIG ZAG!! ARRIVA UN ALTRO ARBITRO.. 1.. 2.. INTERVIENE ANCORA HHH! SCANDALOSO!! Il Triplo decide che un lavoro buono è quello fatto da lui e mette definitivamente giù Ziggler con il Pedigree, trascina Rollins su di lui e chiama l’ultimo arbitro che esegue il conteggio… MA SI SPENGONO LE LUCI! E’ ARRIVATO STING!! Lo Stinger abbatte un altro arbitro e inizia una guerra di sguardi con HHH, mentre la folla è sconvolta e non sa cosa aspettarsi. Triple H prova a colpirlo ma rimane vittima della Scorpion Death Drop!! Sting inverte le posizioni e fa si che Ziggler schieni Rollins per il conteggio definitivo!

Vincitori: Team Cena

Tra le lacrime e l’isteria dell’Authority, costretta ad abbandonare il ruolo di potere ed umiliata dai cori del pubblico, termina il PPV.

A cura di Vincenzo “It Factor” Florio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *