WWE TLC and Stairs 2014 Review - World of Wrestling

14/12/2014′,’description’ => ‘Appuntamento annuale con tavoli, scale e sedie, con l’aggiunta innovativa dei gradoni! Come si concluderà la guerra tra Rollins e Cena? E la battaglia tra i pazzi Wyatt ed Ambrose?

WWE TLC and Stairs 2014

Cleveland, Ohio

Pre-Show:

Al panel di commento sono presenti la conduttrice Renee Young, accompagnata da Booker T, Alex Riley e Paul Heyman. Le parole sull’evento non si sprecano e ognuno esprime il proprio parere sui match della card.

Nel backstage c’è Dolph Ziggler, a cui vengono chieste le previsioni sul suo incontro. Lo Show-Off è pronto alla battaglia e spera un giorno di arrivare al titolo massimo, magari proprio battendo il campione attuale. I suoi pensieri sono comunque rivolti alla cintura intercontinentale, che proverà a conquistare quest’oggi.

The New Day vs Gold & Stardust

La formazione dei New Day è composta quest’oggi da Kofi Kingston e Big E, mentre Stardust sfoggia un insolito colore verde fluo. Le combinazioni di Kofi e Big E mettono in seria difficoltà gli ex campioni, che vanno spesso vicino al tracollo. Un errore del ghanese lo fa però restare vittima delle scorrettezze dei fratelli Rhodes, che lo isolano dal compagno. Finalmente Big E riesce a prendersi il cambio e a cambiare le sorti del match, chiudendolo grazie alla manovra conclusiva combinata con il partner.

Vincitori: The New Day

Dopo l’annuncio che Brock Lesnar difenderà il titolo alla Royal Rumble, inizia lo show.

Pay-Per-View:

Intercontinental Championship Ladder Match: Luke Harper vs Dolph Ziggler

Il match inizia con entrambi i lottatori che cominciano a sfruttare le scale come oggetti contundenti, con il campione che scaraventa Ziggler contro queste ultime prima e abbattendolo poco dopo con un devastante big boot. Inizio completamente dominato da Harper, che riesce a neutralizzare qualsiasi offensiva portata avanti dall’avversario, senza però mai avvicinarsi alla cintura. L’inesperienza dell’ex membro della Wyatt Family fa si che Dolph entri finalmente nel match dopo un Suicide Dive infrantosi contro una scala. A sorpresa è proprio lo Show-Off ad avanzare il primo tentativo di vittoria con uno sprint che lo porta a sfiorare la cintura di cui era il proprietario, prima di essere scaraventato giù dalla forza del campione. Ziggler evita di essere tagliato fuori dall’incontro con la sit-out powerbomb una prima volta, ma pochi istanti dopo presta il fianco alla manovra su una scala e ancora ad un rocket launcher con supporto della stessa. Ormai sanguinante e apparentemente fuori gioco, Ziggler rifiuta l’assistenza medica per bloccare ancora una volta Harper, mandandolo addirittura al suolo rovesciando un tentativo di powerbomb sulla scala. Dolph è ormai on fire, non riesce ad afferrare il titolo ma nel cadere esegue una tornado DDT, riuscendo poco dopo anche a mettere a segno il suo Superkick. Harper continua a neutralizzare ogni possibile occasione di vittoria del rivale, non provando però quasi mai a salire egli stesso, commettendo l’errore fatale di tentare la scalata su di una scala parallela: Ziggler lo fa precipitare e la strada verso la vittoria non ha più ostacoli.

Vincitore e nuovo campione: Dolph Ziggler

WWE Tag Team Championship Match: The Miz & Damien Mizdow vs The Usos

Ad iniziare il match è The Miz, che viene lungamente bistrattato dai samoani, facendo valere la maggiore esperienza nei match di coppia con cambi veloci e manovre combinate, il tutto mentre Mizdow imita i colpi subiti mandando in visibilio il pubblico. Mizanin riesce finalmente a reagire con una DDT, ma le sue manie di protagonismo fanno scemare il vantaggio ottenuto e il cambio di Jay a Jimmy sposta ancora gli equilibri: superkick, samoan drop e running hip attack (con Mizdow che si siede all’angolo come per subire la stessa manovra). The Miz contro ogni aspettativa quasi porta a casa il match da solo e sfruttando l’interferenza del compagno connette con la Skull Crushing Finally su Jay, ma sbaglia la Figure-4 su Jimmy, rischiando la sottomissione del rivale e salvandosi con le corde. L’Awesome One prova la fuga e, fallendo, colpisce Jimmy con lo Slammy vinto la scorsa settimana, concludendo il match per squalifica.

Vincitori per squalifica: The Usos

Nel backstage Seth Rollins è certo della sua vittoria, promettendo di dedicarla all’Authority, figure quasi genitoriali nella sua carriera. La colpa della loro assenza è da imputare a John Cena ed in maggior modo a Sting, sul quale però non può reclamare vendetta. Seth non si fermerà davanti a nulla fino a quando Cena non reintegrerà Triple H e Stephanie.

Stairs Match: Erick Rowan vs Big Show

Rowan arriva sul quadrato come una furia e sfoga la sua rabbia contro il gigante, colpendolo fin da subito con un devastante big boot. Show riesce a prendere però il match tra le mani lanciando il rivale contro i gradoni, ma quest’ultimo dimostra la sua dimestichezza con l’oggetto prima con una baseball slide e poi usandoli come ariete. Erick costruisce addirittura un muro con i protagonisti dell’innovativo incontro, ma il tempo perso serve per far riprendere l’avversario, che rende ovvia la differenza di stazza e di forza, grazie anche a un’impressionante irish whip contro i gradoni d’acciaio. Finalmente l’azione si sposta nel quadrato, con Big Show che incastra l’oggetto della contesa nel paletto, lanciandogli contro il nemico per due volte. La Showstopper però va a vuoto, subendo anzi la bodyslam prima sul gradone. The Giant si prende infine un vantaggio incolmabile sull’avversario mettendo a segno una Spear attraverso il muro d’acciaio eretto da Rowan in precedenza e la Showstopper e il KO Punch non fanno che mettere la parola fine all’incontro

Vincitore: The Big Show

Tables Match: Seth Rollins vs John Cena

Con Heyman come ospite d’eccezione, il match inizia con grande impeto: prima Cena attacca con un facebuster e Rollins risponde con uno spinning lariat. John realizza immediatamente però che la J&J Security sarà un problema in tutto il match, ovviamente senza squalifiche, facendogli perdere tempo utile in ogni azione. Rollins appoggia il primo tavolo sulle corde ma rischia egli stesso di finirci attraverso con una powerbomb, prima che ancora Mercury e Noble intervengano. Posizionato un nuovo tavolo all’angolo, Cena evita di andarci contro e mettendo a segno anzi le sue tipiche manovre, ma ad ogni reazione il match diventa subito un handicap, al cui il leader della Cenation si ribella e finalmente mette fuori gioco Noble. La forza dei numeri regala altri minuti di sofferenza a John, che infine esegue la AA su Mercury mandandolo KO. Finalmente in parità numerica, Cena prova a portare a casa il match, ma l’avversario dimostra di saperne una in più del diavolo, facendo uso improprio della sua valigetta. Con l’arbitro al suolo dopo uno scontro, Seth evita la AA con un gioco di prestigio, ma sbaglia il Super Curb Stomp, finendo vittima della Attitude Adjustment dal paletto sul tavolo, anche se il giudice di gara non può determinare la fine dello scontro. Rinvenuti, Noble e Mercury nascondono i cocci del tavolo rotto e tentano una Triple Powerbomb, finita in fiasco: Cena infatti esegue una doppia AA sulla J&J Security sul tavolo. I due wrestler si danno battaglia sull’apron e finiscono entrambi sull’oggetto protagonista del match, decretandone la fine momentanea. Resta da capire chi sia il vincitore, visto che due arbitri addizionali attribuiscono la vittoria sia a Rollins che a Cena e dopo una diatriba si decide che la scelta migliore è far ricominciare il tutto. John sfiora subito una vittoria decisiva, con una AA sul tavolo dei commentatori che però non si fracassa sotto la manovra. Improvvisamente interferisce nella contesa The Big Show, che prova a dare un apporto decisivo… ma risuona la musica di ROMAN REIGNS, CHE EìARRIVA TRA IL PUBBLICO! Superman Punch sul gigante e Spear attraverso il tavolo, distrazione per Rollins e AA decisiva sul tavolo!!

Vincitore: John Cena

Rapido collegamento al panel di commento dove si discute delle immagini andate in onda fino ad ora e si pronostica per i prossimi incontri.

Nel backstage Nikki Bella afferma che AJ è soltanto gelosa, mentre Brie conferma il legame ritrovato con la gemella.

Divas Title Match: Nikki Bella vs AJ Lee

La campionessa sbeffeggia la sfidante provocandone un’immediata reazione. Nikki mette a segno una Spinebuster e va molto vicina alla vittoria, connettendo poi con uno snap suplex. AJ non riesce a trovare un antidoto ottimale alle offensive della gemella e nemmeno la sua dragon sleeper porta ad ottimi risultati. Finalmente la Crazy Chick riesce a reagire con costanza, terminando l’attacco con una tornado DDT che porta solo un conto di 2. Dopo lo Shining Wizard di AJ solo un intervento di Brie salva la campionessa, provocandone però l’obbligo a rientrare negli spogliatoi. Nel marasma Nikki spruzza con uno spray negli occhi della rivale, aprendosi la strada per la sua manovra finale, che gli regala la vittoria.

Vincitrice e ancora campionessa: Nikki Bella

Ai microfoni WWE Roman Reigns afferma di aver lasciato il segno nel modo più impattante possibile e annuncia la sua iscrizione ufficiale alla Royal Rumble, dove promette una sicura vittoria.

Chairs Match: Kane vs Ryback

Inizio impetuoso per Ryback che fa valere la sua forza bruta nonostante il tentativo di usare sin da subito una sedia di Kane: prima un Big Splash, poi una powerslam e infine tre Splash dalla seconda corda. Fatale è l’errore ancora dal paletto, che rimette in gioco il Big Red Monster, che porta la sua offensiva attraverso l’utilizzo della sedia, sopra la quale mette a segno una DDT. Kane fa valere la maggiore esperienza con l’oggetto, coinvolgendo diverse copie della stessa. La Chokeslam non va a segno e al contrario subisce prima una spinebuster e poi una scarica di sediate. Il Meat Hook viene intercettato da un lancio di sedia che colpisce in pieno volto il Big Guy, a cui fa seguito la Chokeslam che però porta solo conto di 2! Sbagliata la Tombstone Piledriver, è il momento del Meat Hook e della Shell Shocked conclusiva.

Vincitore: Ryback

US Championship Match: Alexander Rusev vs Jack Swagger

Grande foga iniziale per lo sfidante, mosso dal desiderio di vendetta per la convalescenza del suo manager. Subito Swagger prova a connettere con il suo Splash e subito dopo mette Rusev dentro la Patriot Lock, ma il campione reagisce e applica a sorpresa la Bulgarian Clutch. Jack soffre per tanti minuti, ma alla fine riesce a trovare la forza per liberarsi e riapplicare la Ankle Lock, da cui Rusev riesce a trovare la via di fuga e a connettere con il Superkick. Swagger si salva dal count-out sul 9, ma rientrando viene abbattuto nuovamente dal Superkick, a cui fa seguito la Bulgarian Clutch definitiva.

Vincitore e ancora campione: Alexander Rusev

TLC Match: Dean Ambrose vs Bray Wyatt

Inizio subito col botto, con Dean che accoglie il rivale con il lancio di una scala prima ancora che questi entri nel quadrato, dopo il quale scatte una grande rissa sullo stage. Ambrose mette subito a segno il Suicide Dive e il braccio teso dopo la corsa sul tavolo dei commentatori. La battaglia si sposta tra il pubblico fino alle spalle del panel di commento, con i due che continuano a scambiarsi colpi brutali. Finalmente tornati almeno a bordo ring, il Lunatic Fringe introduce nella contesa le sedie, subito lanciate all’interno del quadrato, seguite immediatamente dalle mazze da kendo. Ambrose comincia il martirio dell’avversario con dei colpi molto duri, prima con il bastone e poi con un elbow drop potenziato dalla sedia. Finalmente Wyatt reagisce e con precisione fa crollare Dean sul tavolo, spostando gli equilibri del match e ottenendo conto di 2. Bray si prende la sua sadica vendetta colpendo svariate volte il nemico con la kendo stick e, dopo averla posizionata all’angolo, gli lancia contro Ambrose, che subisce un impatto da brividi. L’Eater of World introduce anche la scala, prima usandola come oggetto contundente e poi come base per la sua Senton, che però non conclude l’incontro. Completamente in balia del nemico, il Lunatic Fringe infine reagisce e in preda alle convulsioni lo lancia contro la scala, prima di mettere a segno un bulldog, seguita da un guillotine legdrop sulla sedia d’acciaio. Sia la Dirty Deeds che a Sister Abigail vanno a vuoto, ma è Bray ad avere la meglio con una devastante clothesline, ma la follia dell’avversario lo riporta ad alzarsi ancora. La scena si sposta nuovamente sullo stage, dove Wyatt resta vittima di uno elbow drop dalla scala su un tavolo! Azione che viene clamorosamente ripetuta da un’altezza ancora maggiore, con Ambrose che ha il nemico in completa balia delle sue manovre, ma perde troppo tempo e dal nulla Bray colpisce con la Sister Abigail! 1..2..ma non c’è il 3! Manovra fulminea che si ferma a pochi centesimi di secondo dalla fine! L’ex leader della Family chiama una seconda ripetizione della mossa finale, ma Dean si risveglia all’ultimo e dopo averlo mandato contro una scala va a connettere con la Dirty Deeds!! 1…2…ma non arriva nuovamente il 3!! Ambrose non si fa abbattere dalla mancata vittoria e anzi, in preda ad un sadico piacere, si accorge della maxi scala e la va a prendere, posizionandola vicino al tavolo dei commentatori spagnoli. Wyatt si risveglia in tempo e reagisce, solo prima di essere “decapitato” dall’avversario con la sedia. Posizionato sul tavolo, non può più fare niente per evitare il salto pauroso di Dean, che infrange tutto quello che c’è sul suo cammino. Il Lunatic Fringe però fa Harakiri e cercando di colpire il rivale con uno schermo attaccato ai cavi elettrici viene colpito in pieno dal corto circuito, che lo stordisce quel tanto che basta per essere vittima della Sister Abigail! 1..2..3!! Vittoria da shock per l’Eater of World, che ha la meglio dopo un match brutale.

Vincitore: Bray Wyatt

A cura di Vincenzo “It Factor” Florio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *