WWE Elimination Chamber 2015 Review - World of Wrestling

31/05/2015: Torna la struttura infernale che vede in palio il titolo intercontinentale e di coppia. Inoltre Rollins deve difendersi dall’assalto di Ambrose e Cena affronta Owens

Elimination Chamber 2015

Corpus Christi, Texas

Pre-Show:

Al panel di commento Renee Young ha come ospiti Byron Saxton, Booker  e Corey Graves, pronti ad esprimere il loro parare su quanto andrà in onda nel PPV odierno.

Come annunciato in precedenza The Miz torna sulle scene ospitando un altro wrestler da tempo inattivo: Daniel Bryan. L’ex campione intercontinentale, costretto ad abdicare a causa del suo infortunio, annuncia che sarà all’esterno della struttura d’acciaio per incoronare il nuovo campione e soprattutto, tra il boato del pubblico, comunica che non ha ancora combattuto il suo ultimo match e che quindi tornerà il prima possibile.

Pay-Per-View:

Tag Team Championship Elimination Chamber Match: New Day vs The Ascension vs Prime Time Players vs Brass Ring Club vs Los Matadores vs Lucha Dragons

Inizio tutto targato NXT, con i Lucha Dragons che partono molto bene ai danni degli Ascension. I due cruiser abbinano acrobazie spettacolari ad un’ottima chimica di squadra. Clamorosamente Kalisto finisce incastrato nelle maglie del tetto della gabbia, tenuto prontamente fermo dal New Day. L’inconveniente non riesce a rimettere in corsa gli Ascension, con Viktor che subisce una Super Senton dalla cima della gabbia. Scade finalmente il primo cronometro e ad entrare sono Kidd e Cesaro, immediatamente padroni della scena grazie alle loro abilità tecnica, con lo svizzero che rifila European Uppercut a destra e a manca, abbattendo anche Kalisto con un superplex dalla gabbia, ma lo schienamento viene prontamente interrotto da un rientrante Sin Cara. Viktor rientra nel ring, ma solo per restare vittima della Sharpshooter, ma ancora una volta il compagno lo salva dall’eliminazione. Molta confusione nel ring, che viene ulteriormente accentuata dall’entrata dei Los Matadores, mentre sulla massima cima della struttura si arrampica Kalisto, abbattendo gli avversari senza trovare la vittoria. Gli Ascension annullano il simile tentativo di El Torito, eseguendo poi la Fall of Men e eliminando la coppia di Matadores. Solo pochi istanti è clamorosamente anche Kalisto resta vittima della micidiale manovra e gli Ascension, abbastanza anonimi fino ad allora, eseguono subito la seconda eliminazione. Con due sole coppie restanti, arriva l’ingresso dei Prime Time Players, che scattano immediatamente verso la rissa con Konnor e Viktor, e proprio su quest’ultimo infierisce O’Neil, anche se la manovra finale la porta a segno Young, che trova immediatamente il conto di 3!! Cesaro finalmente ritorna nella contesa e lo fa con uno standing dropkick altissimo. Il suo tentativo di superplex si trasforma però in una powerbomb devastante di Titus, che dà solo conto di 2. Arriva infine il momento dei campioni di coppia, per l’occasione con la stable al completo e quindi in superiorità numerica. La momentanea alleanza degli sfidanti mette però in piedi un triplo suplex, mentre Cesaro e Kidd chiudono Xavier Woods in una cella. Lo svizzero esegue la sua Swing con tanto di dropkick di Kidd su Kingston, ma al momento dello schienamento arriva Young che elimina a sorpresa gli ex campioni! Ritrovata la superiorità numerica dei campioni, i New Day cominciano a massacrare gli avversari, ma uno stoico Darren Young riesce a mandare al suolo tutti gli avversari, facendo impattare brutalmente Big E contro una cella laterale. I Prime Time Players rientrano clamorosamente in carreggiata, con Titus che abusa dei nemici e Young che esegue la Gutcheck su Kingston! 1…2… Si libera Kofi! Big E rientra nell’incontro e manda via Darren, per poi bloccare insieme a Woods l’isolato Titus in attesa del Trumble in Paradise definitivo!!

Vincitori e ancora campioni: New Day

Il tavolo dei commentatori, dopo il match, annuncia ufficialmente la dipartita di Rusev, infortunato in modo grave al piede. Nel backstage Lana augura buona fortuna a Ziggler, pronto per il match e deluso di non poter attaccare fisicamente Rusev.

Divas Championship Triple Threat Match: Nikki Bella vs Paige vs Naomi

La contesa vede subito un impatto impressionante sulla campionessa, che viene schiantata contro il tavolo dei commentatori da Naomi. Nel ring pregevole fall away slam di Paige, che non porta più di un conto di 2. Nikki rientra nel match e colpisce entrambe le sfidanti all’angolo con una clothesline e poi Paige con una Alabama Slam. Naomi si conferma fisicamente più forte dominando su Paige dopo essersi liberata di Nikki. Va ancora vicina alla vittoria Naomi, ma viene sorpresa dalla Nikki Rack Attack che porta un inaspettato conto di 3.

Vincitrice e ancora campionessa: Nikki Bella

Champion vs Champion Match: John Cena vs Kevin Owens

Primo scambio tra i due che vede vincitore l’US Champion, anche se Owens riesce presto a far valere il suo strapotere fisico. I primi momenti sembrano far notare a tutti come i colpi del canadese siano molto più duri, guadagnando vantaggio a ogni offensiva. Kevin addormenta presto la contesa con manovre statiche, mantenendo l’avversario inoffensivo per svariati minuti del match. Ogni tentativo di rivalsa di Cena sembra essere immediatamente neutralizzato da un Owens in completo controllo del match, mettendo a referto anche una death valley driver, seguita dall’assalto su un avversario inerme all’angolo. Cena evita la Pop-Up Powerbomb reagendo finalmente e mettendo a segno le sue manovre tipiche, fino alla realizzazione del 5-Knuffle Shuffle. Kevin evita però la AA ed esegue la sua manovra conclusiva, che porta solo un conto di 2!! Il campione NXT tenta un Moonsault pazzesco, ma sbaglia e subisce la AA!! 1… 2… NO! Owens non si arrende!! KO colpisce con il superkick e addirittura scimmiotta il 5-Knuffle Shuffle, ma finisce nella STF!! Kevin riesce ad uscirne e dal nulla esegue la AA! 1..2….NOO!! Cena esce dalla sua stessa manovra e evita la sconfitta. Il 15 volte campione del mondo esegue anche il suo legdrop dalla terza corda, ma subisce immediatamente una powerbomb innovativa che quasi gli costa il match. Cena sembra essere allo stremo, ma riesce a connettere con la stunner in springboard, che sfortunatamente per lui fa da preludio ad un superplex in rotazione pazzesco, seguito da una Senton dalla terza corda che dà ancora conto di 2!! Owens subisce due clothesline di grande potenza, ma alla terza evita e ESEGUE LA POP-UP POWERBOMB!! 1….2…..3!!! OWENS SCHIANTA CENA E VINCE IL MATCH!

Vincitore: Kevin Owens

Owens nel post-match afferma che la sua potenza è ormai nota a tutti. Ha iniziato una guerra e l’ha anche conclusa. Il tempo di Cena è terminato, ora è arrivato il suo.

Al panel di commento si ritorna per parlare delle scene appena viste sul ring e dell’impresa del campione NXT.

Bo Dallas vs Neville

A cominciare meglio è l’inglese, che dopo qualche istante può già eseguire la Red Arrow, connettendo poi con un Moonsault all’esterno del ring dopo la fuga dell’avversario. Dallas arriva a chiedere pietà, ma sfruttando un momento di distrazione entra finalmente nella contesa, aggredendo in ogni modo il nemico. La condizione di Neville si fa quindi sentire, costringendolo a subire per svariati minuti. The Man the Gravity Forgot trova finalmente la reazione giusta attaccando anche con una standing shooting star press. Dallas va anche vicino alla vittoria con una DDT, ma dopo aver fallito il Bo-Dog, subisce inesorabilmente la Red Arrow conclusiva.

Vincitore: Neville

Dietro le quinte Ambrose e Reigns parlottano mentre arriva anche Triple H. Il COO ha saputo che Roman voleva spalleggiare il compagno nel main event, ma lui non può permetterlo perché se lo farà, Ambrose verrà squalificato.

Intercontinental Championship Elimination Chamber Match: King Barrett vs Sheamus vs Dolph Ziggler vs Ryback vs R-Truth vs Mark Henry

A dare il via alle ostilità sono Ziggler e Barrett, con l’inglese che inizia con grande impeto e personalità. Dopo qualche minuto arriva la reazione di Ziggler, anche se i ritmi restano molto bassi in attesa della prossima entrata. Alla fine del countdown, a uscire dalla cella è R-Truth, immediatamente massacrato da Barrett, che nemmeno lo fa uscire dal cubicolo. Il nuovo King of The Ring continua a dominare completamente le prime fasi del match, fino al ritorno dello stesso Truth, che quasi lo elimina dopo un dropkick. Il rapper mette a segno anche lo Scissor Kick, ma non arriva nemmeno allo schienamento. BNB addirittura sfascia la cella di Henry, catapultandoci attraverso Dolph, inerme sotto i colpi del rivale. Oltre quindi all’entrata anticipata di Henry, arriva anche l’ingresso di Ryback, che però non riesce ad entrare con grande impatto anche a causa dell’affollamento nel ring. Primo colpo di scena arriva quando Barrett, fino ad allora protagonista della contesa, subisce una sequenza di manovre che si conclude con la DDT di Truth e la sua eliminazione a sorpresa! Il quartetto di lottatori, nonostante il grande rispetto inizia a combattere, mentre arriva l’entrata di Sheamus, la cui cella però non riesce ad aprirsi. Gli altri atleti intanto aggrediscono Henry, a cui segue la Shell Shocked improvvisa su Truth, che ne causa l’uscita dal match. Ryback, pronto a colpire con il Meat Hook, ma subisce un Superkick da Ziggler, mentre viene finalmente svelato l’arcano: era Sheamus a tener ferma la porta. L’irlandese, decisamente più fresco rispetto agli altri, può finalmente entrare nell’incontro, dove lo aspetta il Big Splash di Henry. Sheamus si salva dallo schienamento e poi si vendica sfoderando il Brogue Kick, che non può non portare al conto di 3. Il Celtic Warriors si accanisce su Dolph, su cui può attaccare senza grandi problemi, anche se in più di un occasione va vicino alla sconfitta con svariati roll-up. Ziggler colpisce prima Ryback con un superkick e poi Sheamus con la Fameasser, ma è proprio quest’ultimo a mettere a segno ancora una volta il Brogue Kick, eliminando anche lo Show-Off!! Sheamus spreca ancora il grande vantaggio, dando il tempo a Ryback di recuperare e schiantarlo al suolo con una running powerslam. Il Bog Guy carica il Meat Hook, ma dopo aver inseguito l’avversario subisce il White Noise sulla grata d’acciaio, salvandosi solo al conto di 2. Ryback riesce però a ritrovare le forze necessarie per eseguire una powerbomb sull’avversario, immediatamente seguita dalla Shell Shocked!! 1…2…3!! Arriva il primo titolo in WWE per Ryback, con l’ex campione Daniel Bryan che gli consegna l’ambita corona.

Vincitore e nuovo campione: Ryback

Vengono annunciati i nomi per il prossimo Money in The Bank: Neville, Randy Orton, Roman Reigns, Kofi Kingston, Sheamus e Dolph Ziggler.

WWE World Heavyweight Championship Match: Seth Rollins vs Dean Ambrose

Prime fasi immediatamente a favore dello sfidante, che mina seriamente la fiducia dell’avversario. Ambrose, tranne qualche colpo subito, domina l’avvio del match con qualsiasi manovra portata a segno, grazie anche a un guillotine legdrop con l’avversario a peso morto sulle corde. Grazie alle continue distrazioni, Rollins riesce finalmente a rientrare nel match, vista la difficoltà di Ambrose nel gestire le interferenze della J&J Security. Dean accenna una reazione ma viene presto abbattuto dalla reverse STO all’angolo, seguita dal solito trash talking del campione e dallo swing blade che porta solo il conto di 2. Dopo tanti minuti di sofferenza, un colpo d’incontro mette al tappeto entrambi gli atleti, equilibrando però così la contesa, tant’è vero che in uno scambio rapido di roll-up i due arrivano vicini alla vittoria. Dopo l’ennesimo salvataggio perpetrato dagli aiutanti di bordo ring, arriva la suicide dive di Dean, che però rischia di capitolare dopo uno schienamento con tanto di appoggio alle corde, immediatamente interrotto dall’arbitro. Finalmente i due aiutanti del campione vengono messi fuori gioco proprio da un errore di quest’ultimo, che evita un roll-up e connette con un calcio alla testa dell’avversario. Seth sale sulla terza corda ma viene intercettato e dopo vari scambi di colpi diretti entrambi vengono catapultati fuori dal ring, dove il campione mette a segno la sua powerbomb specialmente eseguita contro la transenna. Rollins mette a segno prima una ginocchiata dalla terza corda e poi un reverse suplex, che comunque non riesce a mettere fine alla contesa. Ambrose riesce a rientrare nella contesa grazie a una tornado DDT che arriva ad un passo dal conto di 3, seguita dopo dalla sua clothesline in rimbalzo che ancora una volta gli fa sfiorare la vittoria del titolo. Seth accelera ulteriormente la manovra, approfittando delle distrazioni, mettendo anche a segno la turnbuckle powermbomb, seguita immediatamente però dal braccio teso. Ambrose abbatte tutti i nemici in salto, ma una volta salito sul ring manda k.o. l’arbitro, riuscendo a connettere con la sua Dirty Deeds!! Arriva lo schienamento e solo dopo l’arbitro! 1…2…3!! DEAN AMBROSE È IL NUOVO CAMPIONE DEL MONDO!! Durante i festeggiamenti del Lunatic Fringe si risveglia il primo arbitro, che però a sorpresa ribalta la decisione chiamando la squalifica per il campione!! Aggredito dall’Authority, Ambrose viene salvato da Reigns e con una manovra a sorpresa decide di portare via la cintura nonostante la sua vittoria sia arrivata solo per via squalifica.

Vincitore per squalifica: Dean Ambrose

A cura di Vincenzo “It Factor” Florio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *