WWE Money in the Bank 2015 Review - World of Wrestling

14/06/2015: La valigetta torna in gioco, aspettando un nuovo padrone. Rollins ed Ambrose all’atto conclusivo, mentre Cena cerca la rivincita.

WWE Money in the Bank 2015 

Columbus, Ohio
Pre-Show:
Lo show si apre con il consueto panel di commento, con ospiti della Young i soliti Byron Saxton, Booker T e Corey Graves, che discutono sulla cardi annunciata. Nel backstage arriva Ryback ai microfoni, pronto a tutto per difendere il titolo contro Big Show, che non lo intimorisce. Negli spogliatoi vediamo Ambrose e Reigns discutere sul loro futuro da campione e primo sfidante, con Reigns che promette di incassare in modo pulito sul fratello. Dopo aver sentito anche le parole di Stephanie McMahon, è tutto pronto per il kick-off match.
R-Truth vs King Barrett
Barrett conduce tutto l’incontro dimostrando la sua superiorità tecnica e dopo un colpo basso sembra essere pronto a chiudere la contesa con il suo Bull Hammer. Tra lo stupore generale BNB viene però buggerato e con un roll-up Truth porta a casa il match!
Vincitore: R-Truth
Pay-Per-View:
Il PPV inizia con i dieci rintocchi in ricordo del defunto Dusty Rhodes, seguiti dal tripudio della folla al risuonare della sua storica theme song.
Money in The Bank Ladder Match: Roman Reigns vs Kane vs Randy Orton vs Kofi Kingston vs Sheamus vs Adrien Neville vs Dolph Ziggler 
La scala fa immediatamente la sua comparsa grazie a Kingston, che però attira le attenzioni degli altri partecipanti e viene immediatamente abbattuto. Segue una bagarre, dove nessuno riesce nella scalata, facendo restare nel ring i soli Sheamus e Kane, che si danno battaglia fino all’arrivo di Ziggler, fermato ad un passo dall’alloro proprio dall’irlandese, che connette con il White Noise. Sheamus mattatore della contesa abbatte gli avversari a suon di colpi d’acciaio, infierendo particolarmente su Randy Orton e Kane. Evitato anche un repentino tentativo di Kofi, diventa vittima del Trouble in Paradise. Il rientro di Neville sposta la contesa sulla spettacolarità, anche se entrambi vengono atterrati da Roman Reigns, che colpisce con una devastante powerbomb attraverso la scala il membro del New Day, seguita immediatamente dalla stessa manovra anche su Neville. Il suo tentativo di vittoria viene presto stroncato da una Chokeslam di Kane, che a sua volta subisce una repentina RKO, ripetuta anche sul povero Kofi e infine anche su Neville. Orton, pronto a vincere, vede il rientro di Sheamus, su cui ha la meglio ma il tempo perso diventa fatale laddove lo stesso irlandese decide di non arrendersi e addirittura a mettere a segno il Brogue Kick! Ad intercettarlo è Ziggler, con i due che battagliano in cima alla scala, ed è lo Show-Off ad attaccare con una Super Zig-Zag, seguita dalla Red Arrow di Neville! La sfida tra i due superstiti vede prevalere in un primo momento l’inglese, ma al ritorno di Kane i due si alleano per abbatterlo, venendo miseramente sconfitti. Alle spalle del Big Red Monster si palesa Reigns che dopo un Superman Punch, atterra tutti i nemici con un volo verso l’esterno. Arrivano improvvisamente i membri del New Day per concedere a Kofi la possibilità di vincere, ma vengono presto annientati da Roman, che connette anche con la Spear su Orton e vola verso la vittoria.. MA SI SPENGONO LE LUCI!! BRAY WYATT DISTRUGGE REIGNS CON LA SISTER ABIGAIL!! A combattere per la vittoria finale sono Sheamus e Neville, ma è il primo ad avere presto la meglio!
Vincitore e nuovo Mr. Money in The Bank: Sheamus
Intervistata da Renee Young, Paige è determinata a distruggere il regno di Nikki Bella, dedicando la sua vittoria a Dusty Rhodes.
Divas Championship Match: Nikki Bella vs Paige
Inizio prepotente della sfidante, che trascina la campionessa fuori dal ring, ma un errore di valutazione cambia radicalmente l’incontro. Il ritorno di Paige grazie ad uno shining wizard è solo una fiammata improvvisa, presto contrastata dallo slingshot suplex di Nikki. Il superkick dell’inglese quasi le dà la vittoria, ma viene presto abbattuta ancora da una Spinebuster. La Paige Tap-Out dal nulla viene interrotta con il ropebreak ed ecco che arriva l’Alabama Slam, seguita però dall’errore nel suo Rack Attack. L’enziguri in salto di Nikki non va oltre il conto di 2 e con un capovolgimento subisce addirittura la Rampaige, da cui clamorosamente Nikki si libera. Con entrambe le lottatrici fuori dal ring avviene la Twin Magic, ma il tentativo di roll-up viene ribaltato e Paige vince l’incontro!! L’inganno viene però svelato e il match fatto ripartire, con Nikki che colpisce con la sua gomitata e il Rack Attack finale.
Vincitrice e ancora campionessa: Nikki Bella 
The Miz arriva a bordo ring, annunciando di volere un match per il titolo a prescindere da chiunque sia il vincitore.
Intercontinental Championship Match: Ryback vs Big Show
Avvio mostruoso di Ryback che esegue prima una Spinebuster e poi il Meat Hook, prima di lanciare fuori l’avversario dopo aver fallito la Shell Shocked. L’aggressione a The Miz lo fa però distrarre ed arriva la Spear del gigante, che mette a suo favore la contesa. La maggiore stazza dello sfidante si fa sentire fino alla mancata Showstopper, bloccata con una improvvisa arm bar e il suplex seguente. L’ennesimo tentativo di Meat Hook però finisce nelle mani di Show, che connette con la Showstopper ottenendo solo 2! Scambio di manovre finali nel vuoto fino al WMD di Big Show, con Ryback che finisce fuori dal ring. Con entrambi i lottatori all’esterno arriva l’attacco meschino di The Miz su i due, facendo terminare il match per squalifica.
Vincitore per squalifica: Big Show 
John Cena vs Kevin Owens 
Con il pubblico quasi completamente dalla parte del campione NXT, gli scontri in avvio sembrano sorridere leggermente a quest’ultimo, anche se Cena si fa valere prima con una clothesline e poi con un dropkick. Owens a sorpresa colpisce con le signature moves di Cena, arrivando addirittura al 5-Knuffle Shuffle, ma il suo tentativo di AA lo fa solo cadere vittima della STF. Un incaparbito Owens prova ancora la manovra finale dell’avversario, ma viene colpito con un reverse suplex, prima di attaccare però con il codebreaker. Dopo aver evitato a sua volta l’originale AA, ecco che arriva prima il german suplex e poi la cannon ball, a cui segue una sorta di White Noise! 1..2.. Cena si libera! Dalle corde Kevin fallisce la Senton, intercettata dal nemico, che finalmente riequilibra la contesa. Il campione degli Stati Uniti tira fuori dal suo repertorio una electric chair che termina in facebuster, a cui segue la AA!! 1..2..NO! OWENS SI LIBERA! Cena è parecchio innervosito nonostante il netto kick-out dell’avversario, tenta una Super AA, ma Owens sfugge e mette a segno una sit-out powerbomb clamorosa! Un match che vive di tantissimi picchi e che vede Cena evitare la Pop-Up Powerbomb con una headscissor, ma  restare immediatamente colpito da un superkick. Owens fa finire nel vuoto il legdrop nemico e connette con una variante in suplex del suo piledriver! Il canadese finisce però sul tappeto dopo il moonsault in rimbalzo e ARRIVA LA AA!! 1….2…. KEVIN OWENS ESCE ANCORA!! John tenta un superplex ma viene annientato dal death valley driver che ancora una volta non segna la fine del match! La distrazione di KO lo fa però cadere nella STF dalla quale riesce ad uscire grazie alle corde, ma arriva immediatamente la roll-up powerbomb di Cena, ma al rialzarsi dei due… POP-UP POWERBOMB! 1…..2…… CENA NON ACCETTA LA SCONFITTA E SI LIBERA ANCORA!! John in rimbalzo esegue la sua stunner e subito la AA!! 1…2….3!!! Cena trova la vittoria!
Nel post match Owens non accetta la cordialità e le lusinghe del nemico e lo distrugge con una powerbomb sul bordo del ring.
Vincitore: John Cena
Dean Ambrose, ai microfoni di Renee Young, conferma le sue intenzioni di lottare contro tutti i furti che gli sono stati fatti e di legittimare quello che lui già è: il campione WWE. Dopo le sue parole parte un commuovente video di tributo per l’American Dream Dusty Rhodes.
WWE Tag Team Championship Match: The New Day vs Prime Time Players
Prima dell’incontro, i campioni affermano di voler vendicare il loro compagno abbattuto nel Money in The Bank, che non meritava la sconfitta in uno stato di perdenti come l’Ohio.
Durissime le prime fasi per gli avversari, con Darren Young che viene letteralmente annientato dal gioco di squadra di Big E e Woods, che non gli lasciano un attimo per entrare definitivamente nel match. Particolarmente pregevole è la manovra combinata che si conclude con la STO di Big E, ma è proprio il membro forzuto del New Day che commette un fatale errore e concede a Darren la possibilità di dare il cambio. Titus ribalta le sorti dell’incontro andando vicino alla vittoria, approfittando dell’auto-eliminazione di Young e Big E. Dal nulla O’Neil esegue la Clash of The Titus che fa arrivare il conto di 3!
Vincitori e nuovi campioni: Prime Time Players
Al panel di commento si discute su quanto appena accaduto e si fanno gli ultimi pronostici sul main event.
Nel backstage l’Authority al completo conferma quello che tutti già sapevano: Seth Rollins stanotte sarà da solo. Triple H carica però il campione incitandolo a dimostrare una volta per tutte che lui è il campione che merita di essere.
WWE World Heavyweight Championship Ladder Match: Dean Ambrose vs Seth Rollins 
Il Lunatic Fringe, come in ogni sfida tra i due, inizia decisamente meglio dell’avversario, dimostrando di avere un impatto iniziale decisamente migliore. Nulla da fare per il campione, completamente stordito è messo giù prima da un suplex e poi da un bulldog, fino ad eseguire finalmente una turnbuckle reverse sto. Seth sembra intenzionato ad impugnare la scala, ma viene intercettato da un suicide dive e nel momento in cui è lui a tentarlo finisce inevitabilmente contro la scala. Con l’oggetto tanto ambito finalmente posizionato in mezzo al ring, i due sfidanti tentano la vittoria in modo alternato, senza però sfiorarla in modo significativo. Dean riacquisisce un buon vantaggio con un butterfly suplex sulla scala, prima di colpire con un flying elbow drop, con tanto di tributo a Dusty Rhodes. Ad un centimetro dalla sconfitta, però, Rollins si risveglia e impugnando una sedia colpisce in modo crudele la gamba dell’acerrimo nemico, infierendo sulla stessa, ormai punto debole scoperto, con ogni offensiva possibile. Addirittura arriva la Figure-4 Leglock con tanto di supporto del paletto all’angolo, per poi ripetere la manovra in maniera più pulita al centro del quadrato. Ambrose, ormai chiaramente infortunato, non riesce a trovare un rimedio e non può che accettare i colpi subiti spesso anche con svariati oggetti contundenti. Finalmente Rollins tenta la scalata, ma Ambrose riesce a liberare la suddetta gamba e a catapultarlo dalla cima della scala, rimettendo un minimo in discussione le ostilità, anche se la sua clothesline in rimbalzo viene intercettata e fatta impattare ancora contro la scala. Dean ha però una resistenza fuori dal normale e nonostante il dolore ricomincia a colpire il nemico fino a catapultarlo fuori dal ring, pur sacrificando ancora un pezzo della sua incolumità. Doppio rimbalzo sulle corde e clothesline ancora più devastante per lui, prima che la contesa si sposti clamorosamente tra il pubblico! La rissa furibonda che ne segue sembra favorire Rollins, che però perde un enormità di tempo nell’estrarre la scala, regalando la possibilità al nemico di ritornare e di schiantarlo su quest’ultima, spezzandola in due. Dean ne prende allora un’altra e finalmente la posiziona con estrema difficoltà, cercando finalmente la scalata, ma la stanchezza non gli permette di arrivare alla cintura: i due finiscono fuori dal ring ricominciando una rissa senza più limiti. Sul tavolo dei commentatori arriva allora la Dirty Deeds! Ambrose rientra nel quadrato strisciando, senza più forze e con solo il desiderio di vittoria che lo porta fino in cima, ma ad un passo dall’alloro ecco che Seth schianta un monitor sul ginocchio infortunato del rivale! Nemmeno la successiva scalata del campione arriva al termine, MA LO STESSO CONNETTE CON IL PEDIGREE!! Rollins perde altro tempo ed ecco che Dean lo lancia fuori dal ring, venendo trascinato egli stesso. The Architect infierisce sulla carcassa del nemico ed esegue due powerbomb sulla balaustra, prima di prendere almeno una decina di sedie ed eseguire una sit-out powerbomb sulle stesse, che coprivano una scala. Sepolto Ambrose sotto ogni oggetto contundente, sembrava finita la contesa… E INVECE IL LUNATIC FRINGE RISALE SULLA SCALA!! Entrambi i lottatori impugnano la cintura… La staccano… E cadono al suolo!!! La cintura però resta nelle mani di Seth Rollins, che mantiene il titolo!
Vincitore e ancora campione: Seth Rollins 
A cura di Vincenzo “It Factor” Florio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *