WWE WrestleMania 31 (2015) Review - World of Wrestling

29/03/2015: L’evento più importante dell’anno trova casa in California. Chi ne uscirà come campione del mondo? Sting troverà la sua vendetta?

WWE Wrestlemania 2015 

Santa Clara, California 

Pre-Show: 

Renee Young apre la scena di Wrestlemania al panel di commento, dove sono presentati gli ospiti: Byron Saxton, Corey Graves e Booker T. I quattro danno i loro pronostici sui match che saranno visibili gratuitamente in questo pre-show, mentre Rusev nel backstage si sta già preparando per il suo incontro.
Nello spogliatoio qualsiasi tipo di intervista per il COO Triple H viene intercettata da Kane, che vuole essere certo nessuno lo disturbi per il suo match con Sting. Dopo un riassunto su questa rivalità, ecco che avviene un clamoroso incontro tra la J&J Security e gli Hall of Famer Pat Patterson e Jerry Brisco.

WWE Tag Team Titles 4-Way Match: Kidd&Cesaro vs The New Day vs Los Matadores vs The Usos

Match naturalmente molto caotico e che vede presto gli Usos ritrovarsi in un handicap match quando Jay è costretto ad abbandonare la contesa dopo un brutto colpo subito. Nonostante tutto è proprio Jimmy ad andare vicinissimo alla vittoria con il Samoan Splash, se non fosse che Cesaro si prende il cambio prima del salto e con enorme furbizia sfrutta lo sforzo del rivale per portare a casa lo schienamento decisivo

Vincitori e ancora campioni: Tyson Kidd & Cesaro

André The Giant Memorial Battle Royal

Relegata al pre-show dopo l’importanza che gli era stata data lo scorso anno, la battle royal vede nelle fasi iniziali il solito marasma che impedisce delle vere azioni di lotta. La prima sorpresa la sta per dare  Big E, che quasi elimina Big Show, ma il gigante non solo si salva, si vendica eliminando tutto il New Day. E’ ancora Show protagonista quando i partecipanti rimasti sono in quattro, quando evita il Meat Hook di Ryback e elimina anche lui, dimostrandosi in grande forma. Le ultime fasi hanno del clamoroso: Mizdow prima finge di acconsentire all’ordine di allearsi con Miz per far fuori il gigante, ma poi lo elimina sancendo la fine della loro alleanza. Lo stesso Mizdow va vicinissimo alla vittoria del trofeo, quasi riscrivendo la storia, ma alla fine si arrende sotto la forza di Big Show, che quindi riesce a rendere onore alla memoria di André The Giant.

Vincitore: Big Show

Pay-Per-View:

Dopo l’interpretazione di Aloe Blac e quella del testimonial LL Cool J, parte ufficialmente Wrestlemania 31.

Intercontinental Championship Ladder Match: Bad News Barrett vs Daniel Bryan vs Dolph Ziggler vs Stardust vs Luke Harper vs R-Truth vs Dean Ambrose

Partenza ad alta velocità con i vari atleti che si cimentano in voli suicidi per abbattere tutti i rivali, con Ambrose che ha l’ultima parola saltando dalla scala. A sorpresa il primo tentativo di vittoria è di R-Truth, che però perde l’attimo a causa delle vertigini e viene inesorabilmente schiantato da un rientrante BNB. In grande spolvero in queste fasi iniziali Bryan, prima di essere colpito con estrema violenza da Harper, su cui si vendica martorizzandolo dopo averlo incastrato nella scala. Il superkick di Ziggler libera la strada alla salita sua e di Ambrose, prima di essere abbattuti da un’acrobazia di Stardust. Proprio il più giovane dei fratelli Rhodes, estrae una scala luminescente dal ring, presto frantumata dal campione in carica. Nel ring è sfida tra Ambrose e Harper, con quest’ultimo che sbaraglia anche Ziggler successivamente, prima di impugnare la scala ed essere messo giù da R-Truth. Ancora una volta il rapper perde tantissimo tempo, regalando la possibilità di rientrare in gioco a BNB e Stardust, con il campione che si libera del primo e poi rifila un superplex dalla cima della scala sul secondo. Immediatamente dopo Ambrose evita la sconfitta facendo cadere Ziggler e Bryan, prima di tentare la scalata, intercettata da Harper, che lo distrugge con una powerbomb su una scala precedentemente posizionata in modo orizzontale, che si spezza in due sotto il suo peso, eliminandolo momentaneamente dalla contesa. Nel ring Harper viene abbattuto da una super Zig Zag, lasciando il solo Ziggler pronto a vincere, prima che all’ultimo arrivi BNB che lo manda al tappeto con un bull hammer con l’avversario in caduta: brutta tegola anche per Dolph. Barrett clamorosamente connette con la manovra anche su Stardust e Truth, ma viene fermato da Bryan che sembra essere vincitore.. MA ARRIVANO ANCORA BARRETT E ZIGGLER!! Bryan non demorde e va a segno col Knee Plus sul campione, ma ad un passo dalla cintura arriva ancora Ziggler! I due si colpiscono con innumerevoli testate e a cadere è proprio lo Show-Off!! DANIEL BRYAN NON HA PIU’ OSTACOLI, E’ LUI IL NUOVO CAMPIONE INTERCONTINENTALE!!

Vincitore e nuovo campione: Daniel Bryan

Randy Orton vs Seth Rollins

Inizio che sembra lento ma che accelera improvvisamente, con Orton che tenta subito l’RKO. Rollins davvero male in queste prime fasi, troppe volte vicino alla capitolazione e salvato dalla J&J Security, presto eliminati dalla doppia silver spoon DDT. Proprio grazie a questa distrazione Rollins approfitta ed entra finalmente nella sfida, sebbene abbia dovuto far sacrificare i suoi fidati compagni. Proprio l’ex membro dello Shield abbassa drasticamente il ritmo infierendo in tutti i modi sull’avversario, ma senza manovre d’impatto. Anche il tentativo di Curb Stomp finisce nel nulla, trasformato anzi in una powerslam. A sorpresa Rollins estrae dal repertorio un moonsault in springboard, ma quando prova a farla seguire da una manovra dal paletto viene intercettato e colpito da un diving crossbody che Randy non eseguiva da anni. Orton chiama l’RKO, che arriva inesorabile dopo alcuni istanti, ma clamorosamente Seth esce dal conteggio quando questi era arrivato quasi al 3. Per chiudere le ostilità decide allora di ricorrere al Punt Kick, ma l’intervento della Security lo rallenta, anche se i due restano vittime dell’RKO. Il diversivo permette a Rollins di connettere con il Curb Stomp, ma è ancora due!!! Fasi finali pirotecniche: Seth le prova tutte preparando il Phoenix Splash, ma Randy si sposta e prova l’RKO, che Rollins evita e quasi mette a segno il Curb Stomp, ma l’elevazione presa per eseguire la manovra lasciano lo spazio ad Orton per eseguire la sua mossa migliore.. e portare a casa l’incontro!!

Vincitore: Randy Orton 

Sting vs Triple H 

Coreografia ben studiata per l’entrata dello Stinger, all’esordio in quel di Wrestlemania, accompagnato da svariati strumenti volti a riprodurre il suono tetro della sua theme song, mentre non poteva essere da meno quella di The Game, che si supera come in pochi avrebbero immaginato, riproducendo lo scenario di Terminator (a cui si ispira il teschio meccanico) e entrando di diritto tra le entrate più belle della storia. L’aria è tesissima e l’elettricita che passa tra i due sguardi è davvero forte. Nelle prime fasi Sting dimostra di essere ancora in ottima forma, mettendo fin dall’inizio in difficoltà il rivale. Il Corvo sembra non subire i colpi di HHH, e c’è il primo tentativo di Scorpion Death Lock. Tuttavia la scelta di Triple H di scappare dopo ogni colpo infine paga, approfittando del primo errore dell’avversario e facendolo impattare contro i gradoni d’acciaio. Alle prime difficoltà infatti Sting mostra i suoi, limiti, con le energie che sembrano presto scemare sotto le prese e le manovre al suolo, volte a spezzare il fiato. Dopo svariati minuti di sofferenza, Sting riesce dal nulla a riemergere ed applicare la Scorpion Death Lock.. ma risuona la musica della DX!! Sting si libera facilmente di Billy Gunn, Jesse James e X-Pac, prima di evitare il Pedigree e mandare HHH fuori dal ring, per poi raggiungerlo con un volo incredibile. Al rientro nel quadrato l’ennesima distrazione lo fa però restare vittima del Pedigree a sorpresa! 1..2.. Sting si libera!! The Game prende allora il martello ma… RISUONA LA MUSICA DELL’NWO!! Nash, Hogan e Hall si palesano sullo stage arrivando alle mani con la D-X, abbattendoli facilmente. Triple H è in stato di shock e subisce lo Scorpion Deatth Drop! 1..2..NO! THE GAME E’ ANCORA VIVO! Sting decide quindi di chiudere via sottomissione, mentre all’esterno le due stable si neutralizzano da sole, lasciando i soli lottatori sul quadrato, con il Triplo che raggiunge incredibilmente le corde. Lo Stinger però non demorde e riapplica la sua Scorpion Death Lock… MA ARRIVA SHAWN MICHAELS CHE COLPISCE CON LA SWEET CHIN MUSIC!! 1…..2…..NO!! NO!!! STING NON VUOLE ARRENDERSI!! Tutta la D-X incita il suo capo a colpire con il martello, ma Hall passa la mazza da baseball a Sting, CON CUI SPACCA IN DUE IL MARTELLO!! Sting è in fiamme e colpisce con lo Stinger Splash, ma alla seconda ripetizione non si accorge che la parte in metallo del martello è stato rimesso in gioco da Michaels e subisce in pieno il colpo che porta al conto di 3 decisivo!

Vincitore: Triple H 

Il postmatch è quantomeno bizzarro e vede i tue lottatori stringersi la mano al centro del ring, come a far capire che i rancori si sono finalmente esauriti tra le corde.

Nel backstage Bryan è alle prime parole da campione, dove riceve i complimenti da tutti i più grandi campioni del passato, come Patterson, Piper, Stemboat ed infine Ric Flair e Bret Hart! Tutte le leggende cominciano ad esultare a suon di YES, quando arriva Ron Simmons con il suo DAMN! Prima di far ricominciare gli YES.

E’ arrivato il momento dell’esibizione di Skylar Grey, a cui segue Kid Ink , che intonano le colonne sonore dell’evento.

Paige & AJ Lee vs The Bella Twins

Inizio sprint della campionessa di categoria, che abbatte AJ fuori dal ring e connette con la sua Alabama Slam su Paige, che dà solo conto di 2. Le gemelle fanno valere la forza dei numeri mentre AJ non riesce a riprendersi dal colpo subito. Ogni volta che la pover AJ prova a rientrare nella contesa, ecco che viene abbattuta nuovamente. Nikki prova addirittura a fare suo il match con il Nikki Rack Attack, ma Paige esce dal conteggio e da sola sbaraglia le avversarie, grazie anche alla senton sulle gemelle. Finalmente arriva il cambio e AJ mostra alle avversarie quanto sia superiore tecnicamente. Nelle fasi conclusive AJ esce dallo schienamento dopo il colpo d’avambraccio di Nikki e mentre Paige fa schiantare Brie contro i gradoni d’acciaio, ecco che la campionessa si distrae e resta vittima della Black Widow che la porta a cedere.

Vincitrici: Paige & AJ Lee

Viene mostrato il filmato della notte dell’Hall of Fame andata in onda il giorno prima dell’evento. Proprio i nuovi introdotti vengono chiamati sullo stage da Howard Finkel, dove ricevono l’ennesima ovazione.

United States Championship Match: Rusev vs John Cena

Entrata con tanto di coreografia militare per Rusev, a cui Cena non può che rispondere a modo suo, ripercorrendo i passi più emozionanti della storia americana. Atmosfera come al solito surreale, con Cena che non riesce ad essere tifato a pieno nemmeno quando rappresenta gli Stati Uniti, e proprio questa situazione sembra influire sul wrestling del bostoniano, surclassato dal rivale nelle prime fasi. L’umiliazione della bandiera sventolatagli in faccia ristabilizza però Cena, che tra i fischi generali colpisce con la 5 knuffle shuffle. Rusev rientra quasi subito nel match prima con una variante della olimpic slam e poi con una schiacciata laterale che infligge ingenti danni sul rivale. Evitato in ogni caso il superplex, John ripropona il suo leg drop dalla terza corda, ma qualsiasi offensiva portata regala pochi secondi di vantaggio immediatamente vanificati dalla manovra successiva del russo. Comincia a farsi vedere la stanchezza per entrambi, che decidono quindi di colpirsi apertamente, ma è ancora Rusev che con la combo ginocchiata e Alabama Slam riesce a tornare in testa. Cena a sorpresa connette con la STF, ma il campione raggiunge dopo un po’ le corde e poi va a segno con la fall away slam, prima di arrivare addosso al nemico con un salto dalla terza corda che quasi mai gli avevamo visto fare. Il primo tentativo di Accolade finisce nel nulla e anzi Cena colpisce con una face crusher in springboard e quasi va a vincere con un roll up. Rusev però non accetta lo screzio e mette giù il rivale con il superkick, per poi chiuderlo nella Accolade, dalla quale stoicamente si libera caricandoselo sulle spalle. STF inaspettata da cui Rusev riesce a sfuggire solo grazie all’intervento di Lana, che si rivela croce e delizia: il russo impatta contro la sua manager e poi finisce vittima della AA. 1…2..3!! Prima sconfitta in WWE per Rusev!

Vincitore e nuovo campione: John Cena

Si ritorna al panel di commento per giudicare l’evento messo in scena fino ad ora e per fare gli ultimi pronostici, mentre l’Authority sta per raggiungere il ring.

Stephanie e HHH annunciano il numero di spettatori che fa registrare il record dello stadio. Tutta l’evoluzione e la crescita della federazione è dovuta al pubblico, ma suprattutto.. a loro! HHH fa notare che non solo ha battuto Sting, ma tutti quelli che gli sono andati contro. Loro potrebbero controllare chiunque, perche l’Authority vince sempre… ma risuona la musica di The Rock!!
Il People Champ afferma che l’Authority non possiede nessuno, né la gente né The Rock stesso, e che quindi o va via o lo affronta nel ring. HHH però non ha nulla da dimostrare, lo ha già battuto più volte in passato. Le provocazioni però sembrano portare allo scontro prima che a intervenire sia Stephanie, che si prende il merito della creazione e della fama di The Rock, nato da una famiglia sempre alle dipendenze dei McMahon. L’ennesima risposta a tono di Rocky scatena la reazione della donna, che lo schiaffeggia e gli intima di andarsene dal suo ring. L’ex campione sembra andarsene, ma dopo averci riflettuto fa entrare nel ring la campionessa UFC Ronda Rousey nell’esplosione del pubblico. Stephanie cerca di ingraziarsi la lottatrice prima e di minacciarla poi. Ronda le risponde che ogni ring in cui entra diventa suo e che per cacciarla c’è bisogno di costringerla. Dopo l’ennesima minaccia HHH prova ad intromettersi, ma viene cacciato dal quadrato da Rocky, prima che Ronda non faccia lo stesso con Stephanie.

Bray Wyatt vs The Undertaker

Undertaker che torna al ring attire di un tempo e già solo quello serve a sconvolgere il pubblico. Il primo colpo inferto lo porta proprio Taker, che si mostra in forma smagliante come non lo era da anni: dopo due minuti è già Old School Rope Walk. Wyatt tenta una timida reazione mentre è impressionante la quantità di centimetri con cui Taker superà l’avversario. Altra pietra miliare del repertorio del Becchino, che connette con il Guillotine Leg Drop dull’apron. Al tutto sembrava seguire la combo snake eyes più big boot, ma Bray riesce a trovare un contrattacco e cambiare completamente il corso del match. L’ex leader della Family prova a rallentare la contesa sfruttando la stanchezza che subentra nell’avversario, all’improvviso però resta vittima della Hell’s Gate che quasi lo porta alla sconfitta, se non fosse che con il braccio libero riesce a trovare la via della salvezza. Galvanizzato dall’essersi salvato mette a segno la sua schiacciata laterale, seguita dalla senton in corsa, che porta ad un conto di 2. Sembra essere finita per l’Undertaker che quando sta per subire la Sister Abigail si risveglia e connette con la Chokeslam, per poi chiamare l’esecuzione della Tombstone Piledriver, eseguita!! Schienamento a mani congiunte.. 1..2..NO!! BRAY WYATT ESCE DALLA TOMBSTONE!! CLAMOROSO A SANTA CLARA!! Taker richiama la Tombstone su un Wyatt, che però evita e va a segno con la Sister Abigail!!! 1..2……TAKER SI LIBERA, NON ARRIVA LA SECONDA SCONFITTA!! Bray cammina a quattro zampe ma Undertaker si rialza gelandogli il sangue! Scontro tra colpi diretti in cui ha la meglio inizialmente l’Eater of World, che ancora una volta deride l’avversario con la sua taunt e prova l’ennesima Sister Abigail, che fallisce nuovamente portando alla definitiva Tombstone Piledriver! 1…..2…..3 Ritorno alla vittoria per l’Undertaker, nuova sconfitta a Wrestlemania per Bray Wyatt.

Vincitore: The Undertaker

WWE World Heavyweight Championship Match: Brock Lesnar vs Roman Reigns

Entrata ai limiti del surreale per Roman Reigns, sommerso dai fischi e scortato dalla polizia nella sua discesa attraverso la folla. L’inizio del match è uno dei più clamorosi di sempre: German suplex e boato della folla, seguito dalla F-5! Ma Lesnar decide di non schienarlo, ma di continuare il massacro ai danni di Reigns. Fisherman Suplex su quella che è una carcassa, non di più, soprattutto perchè ogni colpo che porta viene fischiato dall’arena. Lesnar non solo non sembra  sentire dolore, ma ad ogni pugno subito segue una manovra di potenza che infierisce su un Reigns ridotto ai minimi termini dopo pochi minuti di match. Davvero difficile commentare un massacro del genere: Reigns non ha ancora messo a segno una manovra degna di questo nome, contro almeno la quindicina portate dall’avversario. Finalmente prova una reazione, ma mentre il pubblico lo distrugge, Brock fa lo stesso fisicamente, con un braccio teso che lo asfalta facendolo cadere fuori dal ring. Da far notare un Belly to belly con le corde tra i due, seguito dalla seconda F-5, che clamorosamente da solo un conto di 2. Infastidito dal fatto, Lesnar comincia a schiaffeggiare lo sfidante, prima di cominciare con i soliti suplex e la terza F-5!! 1…2…NO! CLAMOROSO REIGNS CHE NON SI ARRENDE!! Lesnar trascina Roman fuori dal ring ma va ad impattare con il paletto aprendosi la fronte e cominciando a sanguinare copiosamente!! Lesnar è stordito e rientra nel ring, con Reigns che colpisce con 3 Superman Punch e poi con la SPEAR! SEGUITA DA UN’ALTRA SPEAR!! 1….2…NOOOO!! NOOOO!!! LESNAR NON E’ MORTO!! REIGNS CARICA LA SPEAR MA VA A VUOTO E SUBISCE L’F-5!! Entrambi i lottatori sono al tappeto e RISUONA LA MUSICA DI SETH ROLLINS! Rollins ha incassato! Rollins ha incassato! Parte il triple treath e va con il Curb Stomp su Lesnar!! Lo schienamento non arriva perchè Rollins ne vuole un altro… CHE LESNAR TRAMUTA NELLA PRESA DELL’F-5!! Sembra pronto a chiudere come alla Royal Rumble, ma arriva Reigns che mette a segno la Spear!! ROLLINS ALLORA CONNETTE CON IL CURB STOMP SU REIGNS! 1…..2…….3!! 3!! 3!! 3!! SETH ROLLINS E’ IL NUOVO CAMPIONE DEL MONDO WWE!!

Vincitore e nuovo campione: Seth Rollins

A cura di Vincenzo “It Factor” Florio 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *