WWE SummerSlam 2015 Review - World of Wrestling

Nella notte più calda dell’estate solo uno tra Cena e Rollins uscirà come campione assoluto. Le luci sono però tutte per la storica rivincita tra Lesnar e l’Undertaker. 

Brooklyn, New York (23/08/2015)

Pay-Per-View:

Lo show si apre con il presentatore Jon Stewart che è pronto per una grande edizione di Summerslam, anche se non nasconde l’astio verso Seth Rollins. Per dire quello che pensa, invece, di Lesnar, ha chiamato nientemeno che l’Hall of Famer Mick Foley, per il tripudio della platea. Foley pensava di dover intervistare The Rock invece della Bestia, di cui è terrorizzato. Sono passati troppi anni dalle sue imprese sul ring e di fatti entrambi abbandonano in fretta e furia il ring.

Sheamus vs Randy Orton 

Tentativo immediato di RKO, che indispettisce il rivale tanto da farlo sfogare al microfono nei confronti del pubblico, prima che lo stesso Orton lo aggredisca nuovamente. Il guerriero celtico rientra però subito nella contesa, che colpisce addirittura con un flying knee drop, seguito da una doppia Irish Curse. Dopo troppi momenti soffocanti per Randy, senza accennare alcuna reazione, ecco che arriva il suo classico backbreaker e poi un exploder suplex verso l’esterno del quadrato. L’irlandese risponde con una schiacciata accompagnata prima e la cloverleaf modificata poi, mentre il suo avversario vede aprirsi un brutto taglio sulla fronte. Orton riesce però ad evitare il Brogue Kick e mandare a segno una velocissima powerslam, facendola seguire immediatamente dalla Silver Spoon DDT, direttamente dalla terza corda. Sheamus prova a controbattere con una spallata in springboard, ma viene fulminato dalla RKO!! La caduta arriva però fuori dal quadrato, facendo perdere tempo prezioso e soprattutto facendo rispolverare il Punt Kick, che però va a vuoto, trasformato nel White Noise. Sheamus carica il Brogue Kick e dopo averlo sbagliato inizialmente, connette con ben due calci brutali!! Il conto di tre diventa solo una formalità.

WWE Tag Team Championship Match: Prime Time Players vs New Day vs Lucha Dragons vs Los Matadores 

Inizio parecchio caotico a causa della stipulazione, che vede Big E provare uno schienamento su Kofi, senza ovviamente successo. In grande condizione Kalisto e Sin Cara, con il primo che umilia in pochi minuti entrambi i membri partecipanti del New Day. Una volta entrato Young, lo stesso subisce l’interferenza di Woods, che lo condanna ad un terribile splash di Big E sull’apron. Entrano nella contesa anche i Matadores, eseguendo un doppio suplex ancora sul meno forzuto dei campioni. Tanti, troppi i minuti di isolamento per Darren, vittima delle continue imboscate del New Day, che sfruttano il loro angolo di ring nel miglior modo possibile. Infine arriva il momento per il cambio a favore di Titus, che abbatte praticamente gli sfidanti con la sua strepitosa forza fisica. Nel caos più totale c’è una sequenza di manovre finali, chiusa dalla Clash of The Titus su Diego, prima dell’intervento di Kofi, che lo manda fuori dal ring e ottiene lo schienamento vincente!!

Vincitori e nuovi campioni: New Day 

Nel backstage, mentre Stewart parla con Stephen Amell e Stardust, si oscura la scena, con l’Undertaker che per un attimo passa davanti alla telecamera.

Dolph Ziggler vs Rusev 

Le fasi iniziali sono completamente dominate dal bulgaro, che asfalta letteralmente il rivale. Decide quindi di abbassare drasticamente i ritmi del match, applicando un’interminabile bear hug, annichilendo qualsiasi tentativo di reazione nemica. Dolph sembra trovare un varco con la DDT in elevazione, che equilibra decisamente la contesa, azzerando lo svantaggio subito. Nel momento di maggior convinzione per lo Show-Off, arriva brutale lo spinning kick, a cui però segue un super facebuster dalla terza corda, che porta solo al conto di due. Bloccato il superkick di Ziggler, Rusev colpisce con un’impressionante sentono in rotazione, ma sbaglia il suo superkick e quasi viene sconfitto da un roll-up. Ad andare ad un passo dalla vittoria è ancora Dolph, che con la Fameasser non trova il conto di 3. L’incontro sembra finito dopo l’accoppiata Superkick-Accolade, ma quando dovrebbe arrivare la resa di Ziggler, l’intervento di Lana lo distrae quel tanto per permettere a Dolph si uscire dal ring. All’esterno arriva un micidiale superkick ai danni di Rusev, ma quando nessuno dei due riesce a rientrare nel ring, il match termina per count out

Vincitore: No Contest

Stephen Amell & Neville vs Stardust & King Barrett 

Ad aprire la contesa nel migliore dei modi è un Neville sin dalle prime fasi in grande condizione atletica, prima che sia lo stesso Stardust a pretendere l’ingresso nel ring di Amell. L’attore mostra sin da subito buone basi con un decente big boot, continuando poi a surclassare l’acerrimo nemico. Il rientro di Barrett sposta definitivamente il match a favore degli heel, che isolano Amell e lo costringono a tanti minuti di sofferenza. Green Arrow si riprende allora con un pregevole enziguri, prima di dare finalmente il cambio a Neville, che surclassa immediatamente Barrett, con una corscrew 450 splash, prima di lasciare spazio al tuffo dalla terza corda di Amell. A chiudere infine il match è Neville, che con la Red Arrow su King Barrett porta a casa questo veloce, ma gradevole match.

Vincitori: Neville & Stephen Amell

Intercontinental Championship Match: Ryback vs The Miz vs Big Show

Miz, come pronosticabile, si allontana dalla contesa lasciando sin da subito la battaglia ai giganti. Dopo una Giant Senton, l’attore hollywoodiano di rapina quasi vince, ma resta immediatamente vittima del ritorno di fiamma di Ryback. The Big Guy connette con uno splash dalla terza corda, prima di subire la Showstopper, che porta solo conto di 2. Show carica la WMD, ma resta vittima di una spinebuster del campione e poi della Shell Shocked!! Dal nulla arriva la Skull Crushing Finale, con schienamento su entrambi i rivali, ma con nessuno dei due trova la vittoria. Big Show colpisce allora con la WMD su Ryback, ma il campione esegue il kick out sia su Big Show che su Miz. Arriva il pugno proibito anche su quest’ultimo, che Ryback sfrutta eliminando il gigante ed eseguendo lo schienamento vincente sullo stesso Miz!

Vincitore e ancora campione: Ryback

All’esterno dello spogliatoio di Lesnar, Stewart prova ad intervistarlo ma Heyman lo interrompe immediatamente, chiedendosi a sua volta perché continui con questa crociata per la salvaguardia della Streak. Il presentatore, dopo aver spiegato le sue motivazioni, si vede chiusa la porta in faccia non prima di sentirsi dire che alla prossima edizione sarà meglio chiamare David Letterman

Roman Reigns & Dean Ambrose vs Bray Wyatt & Luke Harper

L’inizio degli ex membri dello Shield è a dir poco strepitoso, mostrando un’alchimia capace di stravolgere immediatamente i due nemici. Dal nulla arriva la one-handed slam di Wyatt su Reigns, seguita dal Superkick di Harper su Ambrose, ribaltando così presto l’andamento dell’incontro. Il Lunatic Fringe si ritrova improvvisamente isolato e vittima delle manovre innovative riportate dai membri della rinnovata Family, che sfiorano la vittoria dopo il Big Boot tipico di Harper. Il massacro di Dean continua inesorabile per svariati minuti, con il compagno che per troppo tempo non riesce a riprendere la sua posizione sull’apron. Dopo troppo tempo arriva il ritorno del samoano, che annienta il malcapitato Harper sulla sua strada, con due back suplex pregevoli, prima di rimanere clamorosamente vittima della Sit-Out Powerbomb di Luke, che dà solo due!! Improvvisamente arrivano due Superman Punch e il cambio ad Ambrose, con tanto di Doomsday Device!! Il finale è tutto per Ambrose e Reigns, che prima connettono con una doppia Powerbomb, poi con la Dirty Deeds del primo e infine con la Spear del secondo!!

Vincitori: Dean Ambrose & Roman Reigns 

WWE World Heavyweight and US Championship Match: Seth Rollins vs John Cena (Winner Takes All)

L’inizio è molto equilibrato, con Cena che prova a tenere il più fermo possibile il campione mondiale, preferendo sin da subito manovre statiche. Le prime azioni d’impatto sono tutte a favore di Rollins, che dopo una flying neckbreaker, connette con due suicide dive e poi con una Senton sopra la terza corda. Cena reagisce con la protobomb, ma quasi resta vittima del Pedigree, per poi colpire con la stunner in springboard. Ad aizzare nuovamente il pubblico arriva addirittura una standing shooting star press di Seth, che non va oltre il conto di 2, per poi colpire anche con il doppio stomp dal paletto. Dal nulla arriva però la AA di Cena!! 1…2.. Seth esce con tanta paura dalla finisher!! Electric chair facebuster del campione US per dare seguito all’offensiva, continuando anche con il flying legdrop, senza trovare ovviamente la vittoria. Evitata la Super AA, Seth connette con la Turnbuckle Powerbomb e poi con la Frog Splash!! Il campione evita ancora la AA e COLPISCE LUI STESSO CON LA MANOVRA!! 1…2…CENA NON MOLLA!! Non finiscono le emozioni: Rollins finisce nel vuoto con la Phoenix Splash ma finisce prima nella STF e poi nella Figure-4!! Seth sembra essere sull’orlo della sconfitta, ma ribalta la manovra costringendo il nemico a raggiungere le corde. Rollins si inventa nuovamente una manovra, colpendo prima con un superplex e poi con la michinoku driver, ma il Phoenix Splash finisce nuovamente nel nulla e SUBISCE LA AA!! MA L’ARBITRO RIMANE COINVOLTO E NON PUÒ CONTARE!! Cena viene colpito ancora al naso, mentre arriva Jon Stewart… CHE COLPISCE CENA!!! PEDIGREE DI ROLLINS SULLA SEDIA!! 1….2…..3!!! 3!!! 3!!! ROLLINS SCRIVE LA STORIA E VINCE ENTRAMBI I TITOLI!!

Vincitore e nuovo campione: Seth Rollins

Al panel di commento gli ospiti di Renee Young, Saxton, Booker T e Graves commentano quanto appena andato in onda e soprattutto i match che ancora sono in programma

Three Team Elimination Match: PCB vs Team Bella vs Team B.A.D.

In questa particolare stipulazione sono Brie e la Lynch ad iniziare, con Tamina che presto si inserisce nella contesa attaccando l’irlandese, che viene presto isolata dal team B.A.D. L’aiuto decisivo arriva dalla Spear di Charlotte, prima che prima Sasha e Naomi e poi le gemelle abbattano le rivali, per chiudere con la Senton di Paige. Ritornati nel ring arriva la prima eliminazione, che vede vittima Tamina dopo il Bella Buster di Brie, che di fatto esclude prematuramente il team B.A.D dalla contesa.

Rischia addirittura anche la Lynch, che subisce il Rack Attack ma viene prontamente salvata dalla sua compagna di squadra. L’inglese delle PCB entra ufficialmente nella contesa, ma presto viene abbattuta dalla Alabama Slam della campionessa femminile. Completamente isolata dalle compagne, Paige subisce il gioco di squadra delle Bellas, che difficilmente la fanno allontanare dal proprio angolo e quasi arrivano alla vittoria finale dopo il northern light suplex della Fox. Dopo troppi minuti di sofferenza, Paige riesce a dare il cambio a Charlotte, che sbaraglia completamente la squadra avversaria e spezza in due Alicia con la Spear!! Il tentativo di Figure-8 viene interrotto da Nikki, mentre le due donne legali si abbattono a vicenda con due calci frontali. Arriva il doppio tag a favore delle lottatrici che hanno iniziato la contesa e dopo un flying dropkick imbarazzante di Brie, la moglie di Bryan finisce vittima della manovra finale della Lynch, che ottiene il conto di 3!!

Vincitrici: PCB

Kevin Owens vs Cesaro

Inizio rabbioso dei due rivali, che ingranano la quarta sin dalle primissime manovre. Cesaro in grande forma strappa una pagina dal libro della lucha con un avvitamento oltre la terza corda, prima di essere schiantato dalla Cannon Ball di KO fuori dal ring. Rientrati tra le corde Owens va a segno con una senton prima di abbassare per un attimo i ritmi della contesa, che in pratica non si sono mai fermati. Rincara la dose il canadese con un incredibile rolling legdrop, per poi scatenare la reazione di Cesaro, che sfiora la vittoria dopo la variante del burning hammer e poi connette con un SUPER gutwranch suplex!! La risposta di Kevin non fa aspettare molto e si concretizza in una tornado DDT in springboard, per poi sbagliare il moonsault preparato. L’european uppercut va a segno immediatamente dopo, ma nella seconda ripetizione viene stroncato da un superkick brutale! Non si fermano le proiezioni e ancora in springboard è Cesaro a sfiorare il 3 grazie a un roaring elbow, per poi attaccare con un european uppercut in corsa e finalmente con la Cesaro Swing, trasformata in Sharpshooter!! Owens riesce però a raggiungere le corde e a salvarsi ancora. Dopo una battaglia furiosa sul paletto, KO riesce a connettere con il Death Valley Driver prima… E LA POP-UP POWERBOMB POI!! 1…2…3!! Owens torna finalmente alla vittoria!

Vincitore: Kevin Owens 

Brock Lesnar vs The Undertaker

Il match non ha nemmeno il tempo di iniziare che all’entrata di Taker arriva l’attacco di Lesnar, immediatamente spedito fuori dal ring dal Deadman! Risuona finalmente il gong con il pubblico diviso esattamente a metà, mentre Taker cerca subito la Rope Walk, che quasi lo rende vittima della F-5. Arrivano immediatamente due suplex, ma al terzo la striscia viene presto interrotta, demarcando una netta differenza con gli altri avversari della Bestia, facendo poi seguire la combo dello snake eyes e del big boot, senza far attendere il legdrop sull’apron. Lesnar sembra essere pronto per la Chokeslam, ma reagisce e mette a segno altri tre suplex consecutivi. L’azione si sposta fuori dal ring e dopo aver evitato un accenno di Powerbomb arriva la F-5 SUL TAVOLO DEI COMMENTATORI!! Taker risente tantissimo del colpo subito, ma dopo essere stato sbeffeggiato trova le forze per mettere a segno la Chokeslam e poi la TOMBSTONE PILEDRIVER!! 1…2… LESNAR ESCE DALLO SCHIENAMENTO!! Segmento storico con Taker che ride in faccia alla morte e riparte la rissa diretta. Lesnar prova la Kimura Lock, ma finisce vittima della LAST RIDE!! 1..2.. ANCORA NON ARRIVA IL TRE!! Lesnar però è di acciaio e va ANCORA CON LA F-5!! 1…2… TAKER SI RIALZA… E ARRIVA UNA TERZA F-5!!! 1……2….. UNDERTAKER NON SI ARRENDE ANCORA E ESEGUE LA HELL’S GATE!! Lesnar sembra essere sul punto di cedere, le forze sembrano abbandonarlo… MA RIBALTA TUTTO NELLA KIMURA LOCK!! Il Deadman cerca una via di fuga ma risuona il gong!! Nessuno riesce a capire cosa sia successo e nella confusione arriva il low blow, seguito dalla HELL’S GATE!! Lesnar perde i sensi… e l’arbitro chiama la fine del match!!

Vincitore: The Undertaker

Nel post match Paul Heyman dichiara vincitore reale il suo cliente, Brock Lesnar, anche se il risultato ufficiale non lo conferma. Nei replay viene poi spiegato come Taker avesse ceduto realmente alla Kimura Lock, spiegando la prematura e non ufficiale fine del match.

A cura di Vincenzo “It Factor” Florio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *