WWE Payback 2016 Review - World of Wrestling

La WWE riparte dal primo PPV dopo Wrestlemania con la sfida per il titolo massimo tra AJ Styles e Roman Reigns. Inoltre sapremo chi governerà Raw e come finirà la battaglia tra Zayn e Owens

WWE Payback 2016 (01/05/2016)

Chicago, Illinois

Pre-Show: 

Al panel di commento sono ospiti di Renee Young i soliti Corey Graves, Booker T e Jerry Lawler per analizzare la card dell’evento.

Baron Corbin vs Dolph Ziggler

Inizio totalmente dominato da Baron Corbin, che massacra l’avversario per diversi minuti sfruttando la sua maggiore fisicità. Ziggler accenna un comeback ma viene immediatamente abbattuto dallo slingshot e dalla successiva clothesline rivale. Lo Show-Off si riprende finalmente e va in più di un’occasione vicino alla vittoria, prima con la sleeper hold e poi con la Fameasser, che quasi non gli regala il conto di 3. All’esterno del ring però Dolph viene stroncato da un big boot e poi schiantato contro il paletto di sostegno. Rientrati nel quadrato il rookie pecca di tracotanza e sottovaluta l’avversario, che lo beffa con un rapidissimo roll-up e ottiene la vittoria.

Vincitore: Dolph Ziggler

U.S. Championship Match: Kalisto vs Ryback

Match interamente dominato da Ryback nelle prime fasi fino alla reazione del campione che mette a segno una bella tornado DDT che lo rimette in gioco, seguita da una ripetizione della manovra stavolta sull’apron. Kalisto sembra andare ancora vicino alla vittoria prima con un corscrew forearm e poi con una sunset flip powerbomb, con il Big Guy completamente in bambola. Il messicano rischia di capitolare dopo una spinebuster, ma la scelta del rivale di andare sul paletto gli dà il tempo di risalire e nonostante subisca una super military press, evita lo splash e connette con la Salida del Sol decisiva!

Vincitore e ancora campione: Kalisto

Pay-Per-View: 

Lo show si apre con il New Day che si palesa sul quadrato, pronti ad assistere al match che decreterà i loro sfidanti.

Enzo & Big Cass vs The Vaudevillains 

Sul ring partono Simon Gotch e Enzo Amore, con l’italiano che se la cava bene fino all’ingresso sul ring del compagno, che immediatamente sposta in suo favore l’equilibrio del match. Ottima alchimia per i due provenienti dal New Jersey, che però dopo un grande inizio vedono cambiare la situazione dopo il brutto impatto di Enzo contro la corda più bassa, che lo lascia tramortito fuori dal ring. Clamoroso colpo di scena, con l’arbitro che chiama inaspettatamente la fine dell’incontro con immediato intervento dei paramedici, che bloccano l’atleta americano seriamente infortunatosi nell’impatto.

Vincitore: No Contest

Kevin Owens vs Sami Zayn 

Inizio subito trasformato in rissa diretta con Sami in grande spolvero che domina i primissimi istanti del match. Owens prova a controbattere con la furbizia ma sembra non esserci storia all’avvio, con il rivale che neutralizza ogni offensiva avversaria. Zayn però sbaglia sull’apron e viene subito punito schiantandosi contro i gradoni d’acciaio in più di un’occasione, con il solito fare tracotante. KO continua ad insultare l’ex amico con il suo trash talking, bloccandolo al suolo e abbassando i ritmi del match colpendo anche con un suplex sulle corde e una senton in rincorsa. Ritorno imponente di Sami, che nonostante risenta dei momenti di sofferenza riporta equilibrio nella contesa, colpendo con due clothesline consecutive e la michinoku driver, che porta al conto di due. Tentativo fallito di Blue Thunder Bomb in primis, seguito poi dalla manovra portata al termine! 1….2…. kick-out di Owens! La contesa risale a ritmi assurdi, con l’heel che va a colpire prima con lo shoulder breaker e poi con la Frog Splash, ma non è ancora arrivata l’ora di Zayn, che però subisce anche due Cannon Ball!! Tentativo di Pop-Up Powerbomb nel vuoto che si trasforma nell’exploder suplex del nemico, ma KO non sente il dolore e lo asfalta con una clothesline in rimbalzo. Scambio di colpi diretti che sembra portare alla Pop-Up Powerbomb ancora fallita, ribaltata in un roll-up che quasi porta al conteggio decisivo. L’odio reciproco prende il sopravvento e si ricomincia con i pugni diretti stavolta sull’apron, concluso con un back bodydrop del face e la sua solita, stupenda tornando DDT attraverso le corde. L’Helluva Kick sembra arrivare a destinazione… MA KEVIN OWENS LO INTERCETTA CON IL SUPERKICK E CHIUDE CON LA POP-UP POWERBOMB!!! 1…..2……..3!!! Owens porta a casa uno straordinario incontro!!

Vincitore: Kevin Owens 

Nonostante il successo appena conseguito, KO infierisce sull’acerrimo nemico e chiama sul ring Byron Saxton per essere intervistato. Vuole che il telecronista gli chieda com’è stato battere Sami Zayn, tutti l’hanno visto e hanno avuto la risposta definitiva: lui è il migliore dei due. Ora può concentrarsi sulla riconquista del suo titolo intercontinentale e visto che il match sarà il prossimo si accomoderà al tavolo di commento per seguirlo da vicino.

Intercontinental Championship Match: The Miz vs Cesaro 

Il Superman svizzero gioca con l’avversario nelle prime fasi mostrando la sua superiore tecnica nel ring e colpendo prima con un suplex e poi con un backbreaker, chiudendo con un dropkick dalla corda più alta. Solo l’intervento di Maryse salva il marito da un Superplex e cambia radicalmente il vento dell’incontro, che dal nulla si sposta tutto verso il campione in carica. Tanti minuti di dominio per The Miz che tiene bloccato al suolo il rivale senza dargli spazio di manovra, ma quasi capitola con un roll-up improvviso, per poi immediatamente riprendersi con una sleeper hold che nuovamente addormenta la contesa. Prova di forza assurda di Cesaro, che ribalta il tutto trasformando in un suplex in sollevamento, seguita da una serie infinita di european uppercut che sballottolano l’avversario per tutto il ring, chiudendo con un dropkick ad alta velocità. Ancora una distrazione di Maryse stavolta però inutile e che non evita il solito superplex dello svizzero, che ottiene solo il conto di due anche con il roll-up successivo. Tentativo di Swing cambiato poi nel Super European Uppercut, con il campione che si salva toccando le corde. Dal nulla però arriva la Skull Crushing Finale!! 1……2….. Cesaro si libera!! All’esterno del ring succede di tutto: Sami Zayn ritorna dal nulla e massacra Owens portandolo tra la folla. Nel ring arriva la Cesaro Swing e poi la Crossface che costringe The Miz alla resa, ma l’arbitro non se ne avvede distratto dalla rissa tra i due canadesi!! Roll-up improvviso di Miz che sfrutta il marasma creatosi e dal nulla ottiene il conto di 3!!

Vincitore e ancora campione: The Miz 

Cesaro si vendica sul vincitore connettendo con la Neutralizer, ma viene schiantato dal Superkick di Kevin Owens, che poi ha la meglio ancora una volta sull’acerrimo rivale con la sua Pop-Up Powerbomb. Tentativo di ripetere la manovra anche sul campione intercontinentale, salvato ancora dalla moglie lasciando però il titolo tra le grinfie del Prize Fighter.

Chris Jericho vs Dean Ambrose

Il pubblico diviso a metà vede un Dean Ambrose cominciare la contesa con grande impeto trovando l’antidoto ad ogni offensiva avversaria. La reazione di Y2J non si fa attendere e va a connettere con un dropkick all’esterno del ring, ma il suo perdere tempo lo porta a subire la clothesline in rimbalzo del rivale. Il Lunatic Fringe prova a ripetere la manovra sul ring ma finisce nelle grinfie dell’avversario che poi colpisce con un nuovo dropkick in springboard e un suplex al centro del quadrato. Dopo aver sofferto per troppi minuti, con tanto di rocket launcher sulle corde, Ambrose trova il modo di reagire evitando il facebuster in rincorsa e mandando l’avversario al paletto, facendo seguire una serie di colpi diretti ad alto impatto. Errore però di Dean che quasi subisce le Walls of Jericho, evitata all’ultimo e seguita da un neckbreaker e un bulldog dell’ex membro dello Shield. Il salto dalle corde però finisce dritto nelle Walls of Jericho al centro del ring, che lo tengono sotto tortura fino a quando un ultimo sforzo lo portano a raggiungere il ropebreak. Ancora un colpo a vuoto del canadese, troppo distratto a lamentarsi col pubblico e con l’arbitro, che finisce vittima del suicide dive avversario, che sparecchia il tavolo dei commentatori e sembra pronto per la Dirty Deeds, per poi subire un nuovo rocket launcher che quasi porta al count out. Tentativo di Codebreaker fallito e che si trasforma nella clothesline in rimbalzo di Ambrose, che dopo il conto di due prova un nuovo elbowdrop dalla terza corda, ma ancora una volta viene catapultato giù dal paletto. Il Lunatic Fringe riesce finalmente a chiudere la manovra dopo aver fatto impattare il nemico contro le corde, ma il successivo tentativo di Dirty Deeds finisce nuovamente nelle Walls of Jericho!! Sembra essere finita per Ambrose che però ribalta tutto e va vicino alla vittoria con il roll-up, prima di essere stroncato ancora con l’enzuigiri. Dean solleva le gambe intercettando il Lion Sault e va a connettere con la Dirty Deeds!! 1……2……..3!! Ambrose porta a casa il match!!

Vincitore: Dean Ambrose

Ai microfoni dietro le quinte, AJ Styles si dice pronto al main event, che riuscirà a vincere senza l’aiuto di Gallows e Anderson. Non ha bisogno di loro, la contesa è solo con Reigns e dimostrerà perché è il Phenomenal One.

WWE Women’s Championship Match: Charlotte vs Natalya

Tentativo immediato di Sharpshooter della sfidante non portato a segno, ma che mette in chiaro sin da subito le sue intenzioni. La Flair non sembra essere ancora entrata nella contesa e solo il nuovo rischio di sottomissione la fanno risvegliare, portandola a colpire con una neckbreaker e una ginocchiata in caduta. La campionessa sposta la sfida al suolo e inizia a sbeffeggiare la rivale con le solite taunt di famiglia, ma dal nulla arriva il back suplex, seguito dal dropkick in rincorsa della canadese. Errore però nell’attacco in diagonale che lascia lo spazio a Charlotte per la controffensiva, che ne approfitta lavorando a lungo sulle gambe. Dopo aver provato la Figure-8, la campionessa applica una boston crab, seguita da uno snap suplex che prolunga il suo dominio nella sfida. Azzardata però la scelta di provare il moonsault dalla terza corda, con Natalya che si riprende e la catapulta fuori dal ring, costringendo Ric a soccorrere la figlia, ma quest’ultima subisce anche l’headscissor prima di rientrare sul quadrato, dove però dal nulla arriva il big boot che cambia di nuovo il momentum della partita. Nattie reagisce e va a colpire con la clothesline in rotazione, ma ancora la Sharpshooter finisce nel vuoto e si trasforma nella Natural Selection!! 1….2…. Kick-Out!! Charlotte alza ancora l’asticella e connette con il moonsault, con il conto si ferma ancora prima del tre, e poi con la Figure-4!! Dolore estremo per la sfidante, che però ribalta la presa e costringe l’avversaria a rifugiarsi nel ropebreak. Clamoroso colpo di scena nel finale: Charlotte applica la Sharpshooter e l’arbitro chiama la fine del match!! Screwjob ripetuto a Chicago!!

Vincitrice e ancora campionessa: Charlotte

La famiglia Hart si vendica però nel postmatch, con Bret e Natalya che costringono ad una resa simbolica Ric e sua figlia.

È arrivato il momento della scelta di Vince McMahon, che fa capolino sul ring per comunicare chi governerà Raw d’ora in poi, con il pubblico che immediatamente si imbizzarrisce con i cori dedicati a CM Punk. Vince però non si fa intimidire e dopo aver aizzato la folla ritorna al suo discorso, ripercorrendo la mastodontica storia dello show. Siamo arrivati ad una nuova era e c’è bisogno di un volto che sappia rivoluzionare il business, ma sarà Shane o Stephanie? Viene chiamata sul ring la Milion Dollar Princess, mentre il padre finalmente sbotta contro il pubblico di Chicago, definendolo animali senza rispetto. Stephanie si definisce una leader che ha messo in scena la più grande Wrestlemania di sempre, la rivoluzione femminile, lo Shield e anche il primo sfidante AJ Styles. L’Authority ha lanciato il Network e hanno dato al pubblico quello che volevano, anche se non lo meritavano. Shane pensa di poter comandare lo show, ma ad ogni difficoltà suo fratello preferisce andarsene e a Wrestlemania oltretutto ha perso la sua possibilità contro l’Undertaker, rischiando senza motivo. È tornato solo attraverso una minaccia e non ci si può fidare di Shane, l’unica scelta possibile è lei!
Termina il monologo di Stephanie, interrotto dal sopraggiungere di Shane O’Mac, che in un nulla porta dalla sua la platea. Lui non vorrebbe parlare delle sue qualità, ma i dati parlano, sotto la sua guida i dati d’ascolto e le testate giornalistiche di tutto il mondo gli danno ragione. Deve darle credito per i successi del Network, ma l’innalzamento recente di abbonati sono strettamente collegati al suo ritorno. Quando ha abbandonato era perché voleva che la sua voce fosse ascoltata, ma all’epoca fu messo da parte per dare potere all’Authority, che però ha sempre fatto ciò che gli era favorevole e quasi hanno schiantato la compagnia al suolo. Per tutte le future generazioni dei McMahon c’è solo una scelta possibile, è quella è Shane, come dimostra la reazione del pubblico.

Riprende la parola Vince, che ammette le ragioni di entrambi i figli, ma lui non ascolta nessuno se non se stesso, conta solo quello che vuole. Il suo volere è il sangue, vuole vederli tagliarsi la gola a vicende oppure magari collaborare. L’unica cosa certa è che sarà parecchio divertente: da oggi in poi guideranno entrambi Raw!!

Si ritorna al panel di commenta dove si fa un veloce riassunto di quanto andato in onda e si fanno gli ultimi pronostici prima dell’attesissimo main event.

WWE World Heavyweight Championship Match: Roman Reigns vs AJ Styles

Pubblico ovviamente ostile nei confronti del campione, che continua a non apprezzare le reazioni negative. Styles sente il calore della folla e inizia bene il suo primo match titolato con calci alle gambe decisamente d’impatto e costringendo poi l’avversario alla ritirata strategica. Reigns prova a chiudere lo sfidante all’angolo, ma ancora una volta cade vittima della sua ingenuità, prima di riuscire a sfruttare finalmente la sua superiore forza fisica con una spallata prima e un braccio teso poi, chiudendo l’azione molto lenta con due powerbomb con caricamenti dal basso. Reigns carica il Superman Punch, ma viene intercettato dal primo Pelé Kick della sfida, che stordisce il samoano quel tanto che basta per subire anche un forearm in rincorsa. Styles evita il Samoan Drop e esegue la Calf Crusher!! Pochi istanti di sofferenza per Roman, che si rifugia fuori dalle corde ma SUBISCE IL PHENOMENAL FOREARM ATTRAVERSO IL TAVOLO DEI COMMENTATORI!!! Manovra assurda dello sfidante, che riporta in vita un pubblico per troppo tempo assopito!! Clamoroso finale del match, Reigns subisce il count-out!! Arriva sullo stage Shane McMahon: la sfida riparte senza conteggio fuori dal ring!! I momenti di attesa non riescono a favorire il campione, che subisce un nuovo Pelé Kick, ma evita la 450º Splash alzando le gambe con l’ultimo residuo d’energia. Il Phenomenal One viene fortuitamente colpito con un colpo basso e l’arbitro chiama la squalifica, immediatamente annullata dall’arrivo stavolta di Stephanie, che dichiara il match ufficialmente senza squalifica!! Momento anticlimatico della contesa, che però vede ancora padrone lo sfidante… MA DAL NULLA FINISCE NEL SUPERMAN PUNCH!! 1…..2…. AJ REAGISCE!! Ancora un Superman Punch di Reigns che carica la Spear…. Sopraggiungono però Gallows e Anderson!! Magic Killer dei due sul campione, che lasciano la strada spianata al loro leader CHE VA A COLPIRE CON IL PHENOMENAL FOREARM!!! 1…….2……. ROPEBREAK PER REIGNS!!! Arrivano sulla rampa anche gli Usos che tengono impegnati Anderson e Gallows prima che il campione catapulti il rivale sui quattro wrestler esterni e vada a segno con il suo salto attraverso le corde, che abbatte tutti meno Styles… CHE COLPISCE ANCORA CON IL FOREARM!!! Rientrano nel ring e 450 DI AJ!! 1….2…NO! NON FINISCE QUI!! Il ritmo dell’incontro sale all’inverosimile e DAL NULLA ARRIVA LA SPEAR!!! 1…….2……….3!!! Roman Reigns difende il titolo massimo!!

Vincitore e ancora campione: Roman Reigns

Dietro le quinte Vince McMahon si congratula con i figli per la coordinazione, che ufficializzano già il main event per il prossimo PPV: Extreme Rules Match, Roman Reigns vs AJ Styles!!

A cura di Vincenzo “It Factor” Florio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *