The Wrestling Boot #2 – Intervista a “Fire Angel” Marcello Crescenti (14/01/2010) - World of Wrestling

La serata degli Italian Wrestling Awards 2009 mi ha permesso di incontrare un altro dei protagonisti della scena Italiana che, con il suo contributo ha dato molto, specie in zona dell’Italia che spesso ha visto il Wrestling molto da lontano come il Sud.
Quando ho saputo che la XIW avrebbe partecipato, ho subito deciso che avrei dovuto in tutte le maniere possibili intervistare uno dei suoi membri e fondatori più rappresentativi: Fire Angel, al secolo Marcello Crescenti.

Dopo una serie di scambi via mail, fissiamo l’intervista per il giorno stesso degli IWA , così durante una pausa degli allenamenti ci sediamo e iniziamo l’intervista, con lui c’é anche Thunderstorm.

Fire Angel

Enrico: Allora incominciamo parlando dei tuoi esordi quando tu, Salvatore (Thuderstorm) e Federico (Hunter) fondate verso il 2000 la Messina Wrestling Federation (MWF)…

Crescenti: A dire il vero ci eravamo riuniti ancora prima quando fondammo una Fed Backyard (Cortile in Inglese, spesso infatti in USA molte piccole fed nascono nei cortili agli inizi, Ndr) con la sigla RWF, combattevamo nei prati e nei cortili delle case abbandonate, allora credevamo che fosse tutto reale il Wrestling, non conoscevamo il Booking e le altre basi, improvvisavamo e seguivamo una traccia che scrivevamo prima sulle mosse da fare, ci siamo presi dei Bump assurdi … poi verso il 2000 abbiamo scoperto le basi e abbiamo deciso di cambiare nome in MWF e iniziare a fare le cose più seriamente, montiamo un Ring e iniziamo a sviluppare meglio anche i nostri personaggi.

Enrico: Fra il 2001 e il 2003 cambiate il nome in IWA e incominciate a crescere, poi scoprite che anche al nord stanno nascendo Fed di Wrestling come la ICW e iniziate a interagire con loro, atleti della ICW come Psycho Mike, Majoli e addirittura il Primo Campione ICW Frost vengono a combattere nei vostri Show….che direzione credevi stesse prendendo il Wrestling Italiano?

Crescenti: In quel momento assolutamente nessuna, eravamo un 15-20 a Messina e altrettanti al Nord prima divisi in Backyard (la All Mountain di Puck e la TWC di Nino Baldan, dalla cui fusione nasce la ICW, Ndr), poi uniti nella ICW, inoltre ci mancava le basi; noi intanto avevamo scoperto il concetto di predeterminazione e le altre basi e decidiamo di imparare meglio a lottare per combattere e crescere, così, Io Fede, Bulldozer (che era passato a noi dalla ICW nel frattempo) e altri partiamo e andiamo a fare uno stage nella FWA dove impariamo tutto questo…a quel punto abbiamo deciso di chiudere l’esperienza IWA e ci siamo trasformati nella Xtreme Italian Wrestling.

Enrico: nel frattempo però succede anche un altro fatto importante: Iniziano una serie di divergenze che vi porterà a rompere la collaborazione con la ICW, tra cui anche quella più conosciuta, che scaturì durante il tuo match con Majoli al Wrestling Gala di Monza 2003…

Crescenti: voglio chiarire una cosa: noi avevamo un rapporto cordiale con i ragazzi della ICW, specie con Nino Baldan (uno dei fondatori storici della ICW, Ndr), poi però Baldan fu messo da parte da nuovi elementi nel frattempo entrati ed entrò in rotta con la ICW abbandonandola e venendo da noi a offrirci la sua collaborazione, forse questo fu una di quelle divergenze che portò la ICW a allontanarci da noi; senz’altro l’episodio più importante fu quello che accadde nel Dicembre 2002 durante la prima edizione di Vae Victis, a Genova, ci doveva essere un Match XIW fra me, Salvatore e Federico, avevamo già preso accordi in merito, ma Federico DiStefano (alias Amarilli/Furia Gialla, 4 Volte Campione Tag ICW e fondatore della 2PW, Ndr), allora responsabile del Polo di Genova, ci manda una mail dove ci sono scritte le regole che avremmo dovuto rispettare, tra cui quella di non fare Hardcore e che non avremmo dovuto indossare le maglie della XIW….
Sicuramente DiStefano pensava che non eravamo ancora pronti per lottare in uno Show ICW e non si fidava, posso capirlo, ma non la prendemmo molto bene e annullammo la nostra presenza e organizziamo a Messina un nostro Show in contemporanea al loro; da lì inizia una “Guerra a Distanza” alimentata nel corso degli anni soprattutto dal Web e dalle voci di corridoio…semplicemente la ICW aveva scelto la sua strada e noi la nostra, tutto qui.
Per quanto riguarda il mio match contro Majoli non ricordo episodi particolari, apparte il tifo nettamente diviso fra i sostenitori della ICW e i nostri. Il web ne ha dette di tutti i colori ma in realtà io e Manuel non abbiamo mai avuto problemi anzi ci siamo sempre divertiti assieme sul ring.

Enrico: Poi sempre nel 2003 Giacomo Giglio e altri atleti del vostro polo milanese della XIW lasciano per fondare la FCW…

Crescenti: Per quanto riguarda la vicenda della FCW Giglio si era offerto di gestire come Trainer il polo di Milano. Gli allenamenti venivano filmati con la telecamera per poi essere visionati da noi, ma a nostro giudizio non allenava nella maniera che noi ritenevamo giusta, così decidemmo di chiudere il polo milanese, lui decise di fondare la FCW.

Enrico: Fra il 2004 e il 2006 iniziate una collaborazione molto proficua con la Nu Wrestling Promotion (poi diventata NWE) di Roberto Indiano, che vi porterà a collaborare con atleti Ex – WWE come Rikishi, Steiner, Umaga, Vampiro e porterà successivamente te e Salvatore a calcare il Ring con le identità di Fire Angel e Thunderstorm….come siete arrivati a tale collaborazione e come valuti questa esperienza?

Angel Vs Exile

Crescenti: Ti voglio svelare una cosa… in realtà non eravamo noi a fare gli Show con Indiano, ma semmai il contrario.
Ti spiego…Indiano gestiva gli ingaggi degli atleti stranieri, noi gestivamo l’intero tour, i Tour della Nu – Wrestling Promotion erano in realtà Tour XIW a tutti gli effetti, come si può anche vedere dai manifesti pubblicitari di ogni evento; una volta concluso il Tour, facemmo alcuni stage di prova con Rikishi e gli altri atleti per valutare il nostro livello: solo io, Salvatore e Federico fummo ritenuti al livello di combattere con loro, così prendemmo una decisione: chiudere la XIW e trasformarci nella NWE !!
Sì, in realtà la NWE fu l’evoluzione della XIW: Indiano era socio con Catanzaro (un nostro agente), poi gli si affiancò Regis , ma ebbero delle divergenze e verso il 2005 Regis se ne uscì e al suo posto entrò Molteni ( Presidente della MK Produzioni, la società che detiene oggi il marchio NWE), la NWE nasce realmente lì, quando parte il Tour che assegnerà il primo titolo della Federazione (vinto poi da Black Pearl).
Decidiamo di affidare la gestione della Fed a Indiano e soci e noi ci occupiamo di allenare a Messina gli altri atleti per migliorarli e lottare negli show Io (Fire Angel), Salvatore (Thunderstorm) e Federico (Lizard) .

Enrico: Nel frattempo appunto scompare la XIW (ufficialmente nel 2006), ma tu e altri ex – XIW debuttate nella neonata Italian Wrestling Entertainement, da molti questa è stata vista come una sorta di federazione di sviluppo della NWE, ma questo viene smentito quando tu e Thunderstorm lasciate la NWE dopo il suo ultimo Tour in Italia nel 2006, dove tra l’altro lottano anche atleti come Devil, Fury e Bulldozer…

Crescenti: Come ti ho detto avevamo chiuso la XIW e avevamo lasciato l’intera gestione della NWE a Indiano per concentrarci sulla lotta, ma volevamo anche formare e preparare meglio gli atleti italiani che ci avevano seguito fino ad allora così, dopo aver aperto a Messina la Fire – Thunder Wrestling School ( il polo che lui e Salvatore gestiscono, Ndr), decidiamo di fondare la IWE per formare al meglio gli atleti, coinvolgiamo nel progetto anche Rikishi, Pearl, Juventud Guerriera, Vampiro, Jordan ecc… facendogli fare stage mensili nella palestra, in più organizzavamo show in Sicilia.
Non sentivamo la necessità di pubblicizzarli Online, per cui anche se non sembrava, abbiamo fatto tantissimi Show in quel periodo che sono serviti agli atleti per migliorarsi e ci hanno lasciato un grosso seguito alle spalle.
Dopo il Tour del 2006 della NWE che non andò affatto bene, Indiano decise di mettere la NWE in Stand-By per riportare il prodotto NWE su altri mercati, come quello estero, a noi non interessava perché volevamo lavorare bene sulla scena italiana, così abbiamo lasciato la NWE anche come atleti e ci siamo concentrati sul lavoro di allenamento.

Enrico: Nel 2008 ennesimo colpo di scena: Chiude la IWE e ritorna il marchio XIW, ma soprattutto investite il Web con due grandi novità: Sprint, il Primo Web Show di Wrestling Italiano e con la formula dei PPV in DVD , che vi permette di raggiungere tutto lo stivale con i vostri Show….cosa vi ha spinto a questo incredibile ritorno? Perché investire così tanto sulla rete attraverso questi due mezzi?

Angel Vs Thunderstorm

Crescenti: Semplice, abbiamo visto che era il momento giusto di far vedere i progressi dei nostri atleti e abbiamo deciso di farlo ritornando con la nostra storica sigla, che non era “morta” ma semplicemente “in letargo”.
Volevamo diffondere e far conoscere il Wrestling e gli atleti XIW in tutta Italia, Internet ci è sembrato il modo migliore, poi ci è sempre piaciuto precorrere i tempi nei mezzi di comunicazione ( la XIW è stata la prima ad avere un TV Show, XIW War, che andava in onda su Ans TV, un network televisivo del sud Italia)

Enrico: Nel 2009 tornate anche in Tour con una serie di date in Sicilia e Calabria che registrano un’ottima risposta di pubblico….che sensazione è esibirsi Live?

Crescenti: Ogni volta è una grande emozione, soprattutto quando vedi più di 2000 persone che sono lì a vedere uno Show composto SOLO da atleti italiani, è una grande soddisfazione…

Enrico: la neonata Italian Wrestling Division (IWD) aveva annunciato una collaborazione con voi che doveva iniziare con il suo primo Show di debutto lo scorso Novembre, ma quando lo Show è stato rinviato voi avete annunciato il ritiro della collaborazione….come mai??

Crescenti: In realtà lo show della IWD non era organizzato da loro ma bensì doveva essere uno Show della XIW insieme a loro atleti e di altre Fed, ma il pagamento che avevamo accordato non è arrivato e noi abbiamo annullato la collaborazione con loro, semplicemente.

Enrico: Nel 2007 hai partecipato a un Tryout della WWE su cui si è detto e scritto molto, vuoi dirci esattamente come si è svolto? Pensi di percorrere altre vie per combattere all’estero? E’ un tuo desiderio?

Crescenti: In realtà NON HO mai partecipato a un Tryout né sostenuto un provino con la WWE, i fatti sono questi: una settimana prima del Tour WWE 2007 in Italia Mike Bucci (noto anche come Simon Dean in WWE e allora Road Agent per loro), mi contatta per inserirmi nel Tour per usarmi come Wrestler locale in un match contro MVP a SD!
Arrivo quindi al Filaforum, dopo un po’ di training e allenamento con Malenko e altri, proviamo il match e poi attendiamo l’inizio dello Show, ma a due ore dall’inizio arriva notizia che l’aereo che prendevano gli atleti di Raw era saltato causa guasto e quindi si trovavano ancora a Milano. McMahon ed i bookers si trovano improvvisamente a dovere inserire alcuni lottatori ed a modificare il booking tagliando vari segmenti organizzati tra cui anche il mio match contro MVP. Per mia scelta ho deciso di non combattere all’estero, voglio farlo qui in Italia anche per allenare e formare meglio gli atleti e migliorare la scena italiana.

Enrico: Stasera tu e Thunderstorm lotterete in un Match all’interno del Trofeo IWA (Angel arriverà in Finale perdendo solo contro Gladiator, Ndr).
E’ l’inizio di una collaborazione più duratura con la RWA e altre realtà italiane?

Crescenti: Sì, per noi ci sono le basi per una collaborazione più radicata.

Enrico: Cosa dobbiamo aspettarci nel 2010 dalla XIW?

Crescenti: Stiamo lavorando, oltre alla nuova stagione di Sprint, anche a nuovi Tour Live, a nuovi PPV e, questo te lo dico in esclusiva assoluta, a un film indipendente che tratterà la vicenda del Caso Benoit.

Enrico: Grazie ancora dell’intervista e Buon Lavoro.

Angel Miglior atleta Pubblico 2009

Crescenti: Grazie e buon lavoro anche a te.

Enrico “Taigermen” Bertelli

Per le foto: (c) Enrico Bertelli “Loscalzo” (http://www.flickr.com/photos/enricoloscalzo/) e XIW (c)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *