The Wrestling Boot #5 – Le Signore del Ring (08/03/2010) - World of Wrestling

THE WRESTLING BOOT #5

Le Signore del Ring

 LE SIGNORE DEL RING 

Numero speciale che eccezionalmente esce di Lunedì dedicato alle donne, ma ad una categoria in particolare: quelle delle lottatrici.

Se il fenomeno è ormai ampiamente consolidato in paesi come USA, Giappone e Messico, in Europa la presenza è ancora abbastanza ridotta, in italia il fenomeno ha una data di nascita precisa: 22 Dicembre 2007, quando Queen Maya batte Lisa Schianto nella finale del Torneo che assegna va il primo Titolo Femminile in ICW e in Italia della storia.

Da allora sono passati più di due anni da quella data e oggi affrontiamo la situazione del Wrestling femminile italiano attraverso tre sue protagoniste: Lisa Schianto, l’attuale campionessa ICW; Miss Monique della RWA, una delle nuove arrivate sulla scena; Tenebra, unica lottatrice del Sud e in XIW.

LISA SCHIANTO, LA CAMPIONESSA

Lisa Schianto

Enrico: Innanzitutto congratulazioni per la riconquista del Titolo Femminile, il tuo quarto in carriera…come ci si sente a essere Campionessa?

Lisa: Grazie!  Ebbene sì, sono riuscita a diventare campionessa per la quarta volta.

Diciamo che le emozioni che si provano a detenere questo titolo sono molte, da un lato mi sento fiera, soddisfatta ed onorata mentre  dall’altro so che è una grandissima responsabilità perché rappresenta il wrestling femminile Italiano.

Enrico: Torniamo un po’ indietro nel tempo:  quando hai avuto il primo contatto col Wrestling? E quando hai capito che volevi diventare una lottatrice?

Lisa: Il mio primo approccio con questo magnifico sport l’ho avuto durante l’età adolescenziale, mi capitò di guardare il canale giusto al momento giusto, così iniziai a seguire costantemente il wrestling in tv.

La mia fortuna è stata quella di condividere questa grande passione con mia cugina, che cercando su internet scuole di wrestling in Italia,  trovò un polo d’allenamento ICW non molto distante da casa.

Così, spinte dalla voglia di non rimanere solamente delle fan decidemmo di provarci e da quel sabato pomeriggio non ho più smesso.

Enrico: Il tuo esordio sul Ring arriva a Live ‘n’Kicking #11 24 Giugno 2006 in una Battle Royal vinta dalla tua tag team partner Mary Schianto (Mary e Lisa formavano il Tag delle Schianto, Ndr), che ricordo hai di quella prima volta? Hai mantenuto contatti con Mary (nel frattempo ritiratasi dal Wrestling, Ndr)?

Lisa campionessa

Lisa: Ricordo quel giorno come se fosse stato ieri, prima di mettere i piedi sul ring ero nervosa e molto agitata ma, una volta salita sul quadrato tutto è magicamente passato, é stata proprio una giornata indimenticabile

E’ è stato bellissimo dividere il quadrato con Mary e anche dopo il suo ritiro siamo sempre in contatto e abbiamo un rapporto eccezionale.

Enrico: Il 22 Dicembre 2007 a Vae Victis tu e Queen Maya vi affrontate per decretare la prima Campionessa Italiana della storia Wrestling italiano, che vedrà Maya vincere e l’inizio di un lunghissimo e avvincente Feud fra voi due….un feud mai finito aggiungo.

 Lisa contro Maya

Lisa: Quello è stato un giorno molto importante non solo per l’ Italian Championship Wrestling ma per tutto il wrestling italiano. Sognavo di diventare la prima Campionessa Italiana di Wrestling ma sfortunatamente per me fu Queen Maya ad alzare la cintura quella sera di Dicembre.

Sembrerà strano ma quella sconfitta è stata importantissima per la mia carriera perché mi ha dato moltissima motivazione a migliorare e soprattutto a lottare con una determinazione incredibile in tutti i match che ho sostenuto in questi anni contro la Regina.

Enrico: Con  Queen Maya ti sei spesso affrontata anche all’estero e recentemente anche per il Titolo Femminile della svizzera SPW, attualmente nelle mani di Maya, unica italiana al momento ad aver detenuto due cinture di categoria in altrettante federazioni; punti a voler strappare anche questo record a Maya (dopo aver eguagliato quello di titoli femminili detenuti in Italia, Ndr) ??Lisa: Il numero dei record e i titoli vinti non è proprio così importante perchè la cosa fondamentale è cercare di migliorarsi sul quadrato cercando di dare sempre e in qualsiasi situazione il 110% .

Queen Maya è la mia nemica più tosta, ho avuto la possibilità di confrontarmi all’estero con atlete europee molto forti e tenaci, ma i match contro la Regina sono completamente un’altra cosa.

L’odio sul ring tra noi è talmente forte che ogni incontro ci porta a spingerci al limite dando vita a battaglie epiche.

Non voglio strappargli di fatto nessun record ma voglio invece dimostrare di essere migliore di lei.

Lisa contro Maya 2

Enrico: nell’ultimo periodo hai affrontato e battuto l’Ex Campionessa Kia (a cui ha strappato il titolo il 6 Febbraio a Academy Attack 16, Ndr), la nuova promessa femminile della ICW….come vedi la situazione del wrestling femminile italiano? Ci sono atlete nelle altre federazioni italiane o estere con cui vorresti confrontarti?

Lisa: Kia è una lottatrice molto giovane e promettente, con grande grinta ed energia da vendere, l’unica cosa che ha giocato a suo sfavore facendole perdere il Titolo Italiano Femminile a mio favore è stata la mancanza d’esperienza sul ring dovuta alla sua giovane età.

La situazione del wrestling femminile in Italia non è delle migliori, sfortunatamente il numero di praticanti del gentil sesso è di molto inferiore ai lottatori maschi.

Fortunatamente negli ultimi mesi nella Italian Championship Wrestling molte più ragazze stanno cercando di muovere i loro primi passi in questa fantastica disciplina e spero continuino a realizzare il loro sogno mettendosi in gioco e credere in sé stesse.

Enrico: Come vedi la situazione della scena italiana? Come viene percepito all’estero secondo te in base alla tua esperienza?

Lisa: Il Wrestling Italiano è in forte crescita trascinato in modo egregio dalla Italian Championship Wrestling che è il punto di riferimento di questa disciplina nella penisola. In Europa il wrestling tricolore fa parlare di sé in modo positivo, abbiamo atleti di primo piano come Kaio, Red Devil, Queen Maya ecc… che lottano regolarmente sui quadrati del vecchio continente rappresentando alla grande L’Italia e il suo Wrestling.

 Lisa on Ring

Un saluto esplosivo da Lisa Schianto ed un invito speciale a seguire la Federazione Italiana di Wrestling su www.icwwrestling.it

MISS MONIQUE, LA NUOVA PROMESSA

 Monique premiata agli IWA 

Enrico: Innanzitutto congratulazioni ancora congratulazioni per la vittoria agli Italian Wrestling Awards 2009 che ti hanno visto incoronare Miglior Atleta Femminile dai frequentatori di FullWrestling.com e internet….ti aspettavi questo riconoscimento? E come hai reagito ad alcune polemiche che sono sorte dopo la tua vittoria?

Monique: Prima di tutto grazie a te per l’intervista che mi concedi e soprattutto grazie a tutti quelli che mi hanno votata;: Sicuramente inaspettata, dato che atlete come Lisa Schianto e Queen Maya erano in lista ! Si vede che avrò qualche qualità in più e i lettori e i frequentatori di Internet se ne sono accorti!

Non seguo molto le chiacchiere! Sono queste cose e chi le ascoltava che hanno reso una buffonata questo sport-spettacolo in Italia!

Enrico: Partiamo dai tuoi esordi, che avvengono nella Total Combat Wrestling, quando esordisci a fianco di Maxxy Boy…come valuti quell’esperienza? E cosa ti ha portato come “bagaglio tecnico” ?

Monique: Sicuramente il fatto di stare davanti a tante persone è difficile, ma allo stesso tempo ti fa stare bene; Fosse stato Maxxy Boy o un altro sarebbe stato uguale, però mi ha divertita!

A livello tecnico non cresci molto non facendo nulla!

Monique e Maxxy Boy

Enrico: Nel 2009 abbandoni la TCW e inizi ad allenarti alla Rome Wrestling Academy di Italian Gladiator….hai notato differenze nel modo di allenare e di come porti sul Ring rispetto a dove lottavi prima?

Monique: Se qualcuno vuole giocare a pallone ha bisogno: di un campo di gioco, di un pallone,di turni di allenamento settimanali, di sessioni di allenamento adeguate e di qualcuno che sappia quello che fa.

Ecco le differenze che si trovano qui a Roma.

Una location bellissima adibita solo al wrestling, un ring fisso all’interno e serietà.  Sia da parte di chi allena sia da parte di chi viene allenato. Italian Gladiator è preparato e si dedica giorno e notte al Wrestling e non solo con allenamenti, show e serietà, ma sta cercando di portarne la cultura che ha imparato fuori dall’Italia.

Enrico: In RWA hai avuto modo anche di lottare ed allenarti  con atlete straniere come Alpha Female….con quali altre atlete ti piacerebbe combattere

Monique: Certamente qui a Roma ho avuto l’opportunità di elevarmi a wrestler andando contro Alpha Female.

Questo è quello che dicevo prima, qui non si prendono in giro le persone, ma si aiutano  ognuna  a suo modo per farle diventare wrestler e non semplici amatori del wrestling.

Sicuramente Alpha Female è brava, ma atlete come Lisa  e Maya non sono da meno.

Quello che non capisco è perché non si collabora di più, ma questo è un ‘altro discorso.

Enrico: Ultimamente oltre a lottare accompagni in veste di Manager uno degli ultimi arrivi nella RWA, il possente Mastodont, che sembra aver trovato in King Danza e Terry Idol i suoi peggior nemici…com’è nata questa collaborazione?

Monique e Mastondont

Monique: Agli IWA 2009 Italian Gladiator bussa alla mia porta e mi dice :”Monique, stasera Nikita e Miss Mina hanno dato forfait, quindi non avrai il tuo match. Ma voglio chiederti un favore, Mastodont stasera si troverà a fare il suo secondo match e contro un wrestler d’esperienza come “The King” Danza; credo molto in Mastodont…ma potresti accompagnarlo sul ring ed incitarlo tutto il match?”.

Ovviamente i fatti mi hanno portata a dire sì e sono contenta, perché  in quel match Mr. Mastodont si è portato la vittoria a casa anche grazie a me!

Enrico: Sei una delle ultime atlete arrivate sulla scena italiana, come ti sembra la situazione? C’è qualche atleta italiana con cui ti piacerebbe combattere?

Monique: Sono l’ultima arrivata, ma spero con tutto il cuore che io non sia l’ultima.

Qui in Italia per la prima volta c’è la possibilità di imparare veramente il wrestling, e questo pensiero viene da alcuni dei wrestler con più esperienza in Italia.

Quindi a tutte le ragazze che vogliono far wrestling dico che non potevano scegliere momento migliore.

Le ho citate prima, Lisa Schianto e Queen Maya sono brave e non mi dispiacerebbe combattere contro di loro. Il bello del wrestling che è stato creato per viverlo e non per parlarne a distanza. Io sono qui e sono più che disponibile al confronto con Lisa ed allo scontro con Maya!

Enrico: Cosa ti aspetti da questo 2010? Quali sono gli obbiettivi che ti sei posta di raggiungere??

Miss Monique

Monique: Il solo fatto di poter continuare ad allenarmi seriamente, e sapere che c’è la possibilità di farlo mi da gioia ed ottime speranze per il futuro.

Gli obiettivi sono quelli di far bene quello che mi viene chiesto e di far impazzire il pubblico ogni volta che posso.

Grazie molte per questa intervista e per avermi dedicato questo splendido spazio. 

 

 TENEBRA, LA GUERRIERA DEL SUD 

 Tenebra

Enrico: Partiamo innanzitutto da cosa ti ha portato a fare la lottatrice: quand’è stato il tuo primo contatto con il wrestling? E quando hai deciso di diventare una lottatrice?

Tenebra: ho sempre amato gli sport un po’ pesanti, guardavo il vecchio Catch sin dai tempi di Hogan e Inoki e quando mio marito ha scoperto la Fire Thunder Pro-Wrestling School (il Polo di allenamento gestito da Fire Angel e Thunderstorm, Ndr) ho contattato subito gli istruttori per diventare una lottatrice della IWE.

Enrico: Il tuo esordio risale al 2007 nell’allora IWE, cosa ricordi della tua prima volta sul Ring? Che sensazioni hai provato?

Tenebra: È un’emozione indescrivibile, finalmente avevo realizzato il mio sogno di bambina che dopo decenni era diventata una bellissima realtà.

Enrico: Nel 2008 approdi in XIW inizialmente a fianco del Campione XIW Vlad, poi ti schieri a fianco di Bad Dogg, infine ti sei imposta come lottatrice….cosa ti ha portato non essere più guardaspalle ma solo atleta?

Tenebra e Bad Dogg

Tenebra: I miei istruttori hanno creduto in me dandomi la possibilità di dimostrare le mie capacità sul ring e quindi ho iniziato la carriera da singola.

Enrico: Il 21 Maggio 2008 hai raggiunto un’importante traguardo conquistando il Titolo Infinity (ai danni dell’arbitro Mauro de Luca, Ndr), diventando così la prima atleta italiana a conquistare  un titolo prettamente maschile….come giudichi questo traguardo?

Tenebra: Meraviglioso, conquistare un titolo di una federazione composta da solo uomini da una carica enorme, avere un titolo alla vita richiede tanta responsabilità e capacità ma anche tanta soddisfazione.

Tenebra contro Vlad

Enrico: Oltre a essere l’unica lottatrice in XIW, sei anche l’unica atleta nel Sud Italia…ci sono altre ragazze che potrebbero intraprendere tale carriera? Cosa consigli a chi vuole cominciare questo sport?

Tenebra: Certamente basta volerlo e dare sempre il meglio di se stessi credendo in quello che si fa. Per fare questo sport bisogna metterci tutte le capacità e l’amore verso questa disciplina.

Enrico: Cosa pensi delle tue colleghe nelle altre federazioni? Con chi ti piacerebbe confrontarti?

Tenebra: Purtroppo non ho avuto ancora il piacere di conoscerle, mi piacerebbe confrontarmi con tutte loro.

Tenebra on Ring

Enrico: Che obbiettivi ti poni nel 2010?

Tenebra: Tutte le cose belle che si possono desiderare nella vita.

E con l’intervista di Tenebra si chiude questo speciale dedicato alle donne, augurando alle nostre lottatrici e a tutte quelle che vorranno salire su un Ring un buon lavoro e un augurio di riuscire a realizzare il loro sogno.

Per le foto © Enrico Bertelli  “Loscalzo” (ww.flickr.com/Photos/enricoloscalzo), ICW e XIW

Enrico “Taigermen” Bertelli”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *