The Wrestling Boot #17 – Intervista a Jacopo “Break Bones” Galvani (15/10/2010) - World of Wrestling

THE WRESTLING BOOT #17

INTERVISTA A JACOPO “BREAK BONES” GALVANI

Break Bones

 

Quest’estate fra gli avvenimenti accaduti un fatto mi ha piacevolmente stupito : dopo le voci che la davano chiusa, la TCW é tornata a produrre Show.

Due gli show prodotti sinora, che hanno visto sul Ring dei “Ribelli” figure storiche della federazione (Break Bones, Marieddu, Fucking Crazy…) nuovi volti provenienti da altre federazioni (Dave Rage, Ex-UIW e AIW) w nuovi volti (Valentine, Baron Blitzkierg…).

Decido di cogliere l’occasione per intervistare uno dei fondatori e attualle Presidente della Federazione, Jacopo “Break Bones” Galvani, figura storica dell’Hardcore italiano e uno dei simboli della TCW, con il quale c’era in mente da un po’ di fare un’intervista.

Break Bones agli esordi in FCW

Enrico:  Allora per cominciare grazie per questa intervista che concedi a WOW e innanzitutto lasciami dire un “Bentornati” a voi della TCW, sembrava lo scorso anno che non doveste ripartire più e invece siete ripartiti quest’estate con ben due Show…..

Jacopo: Grazie per il bentornati ma non siamo mai andati via.

 Le solite voci ci davano finiti, morti ecc, invece siamo ancora qua e ci sono in cantiere più show, abbiamo solo ristrutturato la società.

Enrico:  Approfittiamo di questa intervista per ripercorrere la tua carriera…quando hai capito che volevi fare il Wrestler? Quando è stato il primo contatto con questa realtà?

Jacopo:  Ho capito di voler fare il wrestler a circa 4/5 anni, ero già appassionato sia del wrestling giapponese commentato dal mitico Tony Fusaro e dal cartone animato L’UomoTigre, dove per imitare Naoto Date ho incrinato a 5 anni due costole a mio padre facendo una ginocchiata volante dal bracciolo del divano!

Enrico:  Il tuo debutto “ufficiale” avviene in FCW il 31 Luglio 2005 contro l’Ex ICW Kyo Kazama in un No Holds Barred Match…che ricordi hai del tuo primo Match?

Break Bones FCW Hardcore Champion Kane Style

Jacopo:  Ricordo poco direi, sono passati più di 5 anni e sono passati dopo molti match ma comunque sei male informato, perché non è stato quello il mio debutto, ma la settimana prima feci un’interferenza durante il match fra TG e Mars (all’interno del Torneo per assegnare il Titolo FCW, Ndr).

Enrico:  Il tuo primo titolo arriva il 18 Dicembre 2005 quando, battendo Brutus e Outsider conquisti il Titolo Hardcore FCW, titolo che perderai l’anno successivo con quello che sarà il tuo avversario principale in carriera anche fuori dalla FCW, Brutus…..

Break Bones dopo una devastante Chokeslam su Brutus

Jacopo:  Si è vero Brutus rimane il mio più grande rivale soprattutto perché è uno dei pochi atleti italiani a concepire il wrestling in maniera simile alla mia, cioè Hardcore ad impatto continuo e violento, di conseguenza i vari booker ci lasciano sempre lavorare assieme perché lo spettacolo è garantito!

Enrico:  Verso la fine del 2006 Tu insieme ad altri atleti della FCW (come Outsider, Low G, Kyo Kazama e altri, Ndr) entrate in divergenza con il suo fondatore Giacomo Giglio (noto come The Greatest, Ndr) e insieme a Ex-ICW come il Marchese e Pain fondate la Total Combat Wrestling…cosa stava alla base di questa scelta? Cosa vi ha spinto a creare una nuova realtà, anziché cercare di approcare in altre realtà?

Low G attacca a tradimento Break Bones in un Match contro Brutus

Jacopo:  Specifichiamo prima: il Marchese e Pain sono subentrati a realtà già fondata, anche se era passato solo un mese; poi fra i fondatori hai dimenticato di citare anche Martini, Lilith (che da sempre accompagna Break Bones nei suoi match, Ndr) e Tony Plex.

Cosa ci ha spinto a creare una nuova realtà? Beh ci ha spinto il fatto di voler più criticare l’operato altrui, ma metterci in gioco secondo le nostre idee. Volevamo creare una realtà d’impatto ed Hardcore!

Enrico:  In TCW conquisti subito il Titolo Extreme contro Low G nello Show di debutto della federazione il 26 Febbraio 2007 , titolo che manterrai per quasi un anno e che perderai contro Violent Joe, con lui in TCW avrete diversi match contro…

Break Bones contro Violent Joe nel 2008

Jacopo:  Sì è vero Violent Joe è un gradissimo lottatore, anche se sottovalutato: sa fare match hardcore, tecnici, sa essere Heel e Face, sa attirare su di sé le preferenze del pubblico…. Respect Joe!

Break Bones e Violent Joe sugli spalti durante un Match

Enrico:  Proprio da Violent Joe riconquisti il titolo nel 2009, per poi riperderlo contro il tuo avversario di sempre e arrivato anche lui dalla FCW Brutus, una rivalità che continua tuttora e sembra non conoscere fine la vostra….

Chokeslam di Bones su Brutus sopra le puntine

Jacopo:  Si è vero non conosce fine la nostra rivalità…. e la varietà di match e di stipulazioni fra noi due credo dia un prodotto sempre valido e vincente.

Enrico:  In entrambe le federazioni dove lotti o hai lottato hanno una grossa componente (o hanno avuto) Hardcore, tipologia di Wrestling dove l’uso di oggetti contundenti come sedie, tavoli, scale, puntine, neon e altro ancora è parte fondamentale dello stile di lotta…secondo te è adatto come stile al pubblico italiano o è ancora “di nicchia” rispetto ai fans “medi” italiani? Avete trovato difficoltà nel portare questo genere di lotta in Italia (nonostante la presenza di un’altra fed storica che ha usato molto l’hardcore come la XIW o i primi periodi della ICW con i match No Limits estremi, Ndr)????

Break Bones prepara un tavolo infuocato

Jacopo:  Anche se pochi lo sanno, io inizio in XIW per poi dopo 2/3 anni di allenamenti passare in FCW.

Comunque l’Hardcore mi ha sempre seguito ed io ho sempre seguito l’Hardcore:

Io sono sempre rimasto affascinato dalla vecchia ECW e dalla CZW quindi ragione per cui ho deciso di specializzarmi in questo tipo di match…. Cosa pensa il pubblico italiano dei match hardcore? Il pubblico è anche entusiasta e l’arena si infiamma durante un match hardcore, il pubblico è “assetato di sangue”; il vero problema sono i promoter ed i genitori dei bambini: Purtroppo in Italia siamo un paese di perbenisti e cerchiamo sempre di sbugiardare e vedere del marcio in qualunque cosa si propone, quindi i promoter spesso hanno paura di andare contro ai pregiudizi.

Purtroppo i media italiani hanno parecchio ostacolato lo sviluppo del wrestling Italiano.

Break Bones riconquista il Titolo TCW Extreme

Enrico:   Il 2009 per te e la TCW è stato un anno cruciale: dopo Senza Esclusione di Colpi 2009 (dove riconquisti il titolo Extreme, Ndr), si verificano alcuni forti contrasti che portano prima alla fuoriuscita degli atleti della RWA dalla TCW e poi di quelli seguiti da Fabio “Tyler Blaze” Fuligni, portando di fatto la TCW a bloccare gli Show per quasi un anno e lavorare per formare nuovi atleti e rimpinguare il Roster…..hai l’occasione di raccontarci cosa accade passo per passo e perché….

Jacopo:  È un discorso troppo lungo e complesso, richiederebbe un’intervista unica per riuscire a raccontare tutto, dove ci sono fatti che ancora io a tutt’oggi fatico a comprendere…. posso solo dire una cosa: che abbiamo sempre cercato di accontentare tutti anche andando contro il buon senso; abbiamo accettato lottatori che ogni show volevano cambiare Gymmic o Theme Song, abbiamo accettato lottatori non ancora pronti per far piacere al trainer od al responsabile del polo di zona, però siamo riusciti a prenderci lo stesso dei dittatori ecc. ecc.

Poi volevo sottolineare che della RWA è uscito solo Pierpaolo Pollina, ma lottatori come Axel Fury (tuttora attuale Campione TCW, Ndr) e Black Ice (per me un fratello più che un amico), sono tuttora inseriti nel Roster TCW e sono sempre stati chiamati ai nostri show, anche se per impegni extra-wrestling agli ultimi due non hanno potuto partecipare.

Break Bones e la sua fida Manager Lilith

Enrico:  In una recente intervista a Pollina della RWA diceva che aveva lasciato la TCW anche per la sua difficoltà a gestirsi con un direttivo “troppo” allargato, critica molte persone ma fra le poche che rispetta una di quelle sei te…come hai reagito leggendo quell’intervista?

Jacopo:  Guarda, non ho niente da dire sulla storia del “direttivo troppo allargato”, forse ha anche ragione, l’unica cosa che posso dire é che rispetto la sua opinione, ma su una cosa devo dissentire: ci tengo a dire che la TCW è una federazione seria e non come ho letto che facciamo wrestling per divertimento.

Al massimo ho detto che il nucleo storico è un gruppo di amici che sta lavorano facendo wrestling in maniera seria e professionale; se la TCW fosse fatta per gioco non sarebbe nemmeno nata e sarebbe una backyard e quindi non comparirebbe su Internet e non gireremmo l’Italia con un furgone ed un ring da montare e soprattutto non avremmo investito tanti soldi in questo progetto.

Enrico:  Sull’onda della ripartenza della TCW, quali obbiettivi vi siete posti? E che progetti avete in cantiere per il 2011?

Break Bones e Lilith the Unholy Alliance

Jacopo:  Prima di tutto fare più show possibili e seconda cosa riuscire a collaborare in maniera seria e costruttiva, con più federazioni possibili!

Enrico: Grazie ancora dell’intervista & Buon Lavoro a te e a tutti i Ribelli.

Jacopo: Grazie anche a te e tutta la redazione di WOW.

Foto © FCW, TCW, Enrico Bertelli “Loscalzo” (www.flickr.com/photos/enricoloscalzo) .

Enrico Bertelli “Taigermen”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *