AEW Double or Nothing 2022: il Pagellone! - World of Wrestling

Nella notte italiana tra il 29 e 30 maggio si è svolto alla T-Mobile Arena di Las Vegas, l’evento della AEW Double or Nothing. Vediamo insieme i voti e le analisi di questo show della All Elite.

Singles Match: MJF vs Wardlow
Double or Nothing si è aperto con uno dei match più attesi, non tanto e non solo per l’ottima costruzione, ma più che altro per le voci che vedevano MJF assente. Quello a cui abbiamo assistito è stato un massacro e uno squash incredibile. Ma sorge una domanda: la scelta era già stata fatta oppure condizionata da quanto accaduto con MJF? Solo il tempo ci aiuterà a dare una risposta.
Voto: 6+

Tag Team Match: The Hardys vs The Young Bucks
In questo incontro si sono mescolate diverse cose, esperienza, rivalsa e la voglia di dimostrare di essere i migliori. Con due dei tag team che sono davvero tra i più grandi in assoluto. Il match è stato fantastico con una girandola di emozioni e colpi di scena. L’ incontro ha viaggiato su un buon ritmo, tante belle azioni e spot notevoli, con diverse fasi di incertezza e conti di tre mancati di poco. Alla fine sono proprio gli Hardys a prevalere, ma tra questi due tag team non è finita.
Voto: 7.5

TBS Championship Match: Jade Cargill (c) vs Anna Jay
La serata prosegue con il match per il titolo TBS. Una contesa breve, di circa 7 minuti. Abbiamo assistito ad un buon ritmo. Un finale confuso permette alla Cargill di ottenere la vittoria. Senza infamia e senza lode.
Voto: 6

Trios Match: House of Black vs. Death Triangle
Il match si presentava come un po’ inutile, ma la qualità è stata eccezionale e grazie ai protagonisti che hanno mostrato le loro grandi doti abbiamo visto una bellissima contesa. I sei vanno oltre ogni più rosea aspettativa con una serie di manovre fantastiche. Tutti i wrestler hanno mostrato il loro repertorio. Interessante anche l’intromissione di Julia Hart che si è unita all’House of Black.
Voto: 8

Owen Hart Tournament Final: Adam Cole vs Samoa Joe
La finale maschile del Owen Hart Tournament ha visto una sfida inedita tra Samoa Joe e Adam Cole. Per la verità è stato un match deludente e dai ritmi blandi. L’intervento di Fish regala a Cole la vittoria in un finale e in un match che non ha convinto del tutto.
Voto: 5.5

Owen Hart Tournament Final: Britt Baker vs Ruby Soho
Anche questa finale non è stata certo eccellente. Con diverse manovre di sottomissione e un ritmo complessivamente molto basso. Alla fine Britt vince la coppa, festeggiando il premio con il suo compagno. Ma la sufficienza è parecchio stiracchiata.
Voto: 6

Mixed Trios Match: American Top Team vs Sammy Guevara, Frankie Kazarian e Tay Conti
Questo match è da ricordare per l’esordio di Paige VanZant nella AEW in una sfida che ha avuto ben poco di interessante. Sammy e Tay riescono nei loro scopi di infastidire tutti. La scarsa coesione del gruppo finirà per essere il tema centrale della sfida. L’ American Top Team vince in un match di cui si sentiva ben poco l’esigenza.
Voto: 5.5

Singles Match: Kyle O’Reilly vs Darby Allin
Altro match aggiunto all’ultimo minuto. Questo incontro soffre la posizione nella card e lo scarso coinvolgimento del pubblico. I due però hanno dato prova delle loro ottime capacità con una buonissima prestazione, con numerose azioni mozzafiato.
Voto: 7

AEW Women’s World Championship Match: Thunder Rosa (c) vs Serena Deeb
Il match per il titolo femminile della di Double or Nothing è stato un tentativo per la verità non molto riuscito di dare un impatto maggiore alle ragazze della AEW. Fin dall’inizio si è capito che era un match dove le due protagoniste non avevano un buon feeling. Tanti tentativi di sottomissione, ma il match non è mai riuscito davvero a decollare. La divisione femminile della AEW è migliorata molto, ma ancora non convince del tutto.
Voto: 5.5

Anarchy in the Arena Match
Questo  match è stato divertente: una vera rissa senza esclusione di colpi. Abbiamo visto degli spot incredibili e delle scene surreali con delle bellissime azioni che hanno creato tanti ribaltamenti di fronte intrattenendo veramente il pubblico. Il caos e la confusione è durato per l’intero match è successo davvero di tutto. Da Eddie Kingston che prova a dar fuoco a Jericho fino a Moxley che smonta il ring. Alla fine però è la stable del Mago a vincere, con Jericho e Hager che dopo aver messo fuori gioco Moxley costringono Danielson alla resa.
Voto: 7.5

AEW World Tag Team Championship Match: Jungle Boy & Luchasaurus (c) vs Team Taz vs Keith Lee & Swerve Strickland
Questa è stata una sfida divertente a tre coppie che pur non raggiungendo picchi elevati si inserisce di diritto come una delle contese più divertenti della serata. L’unica cosa da contestare sono i 17 minuti di durata, forse un po’ troppi.
Voto: 7

AEW World Championship Match: Adam Page (c) vs CM Punk
Il main event di Double or Nothing è la sfida tra CM Punk e Adam Page per il titolo mondiale della AEW. Un incontro che fin dai primi minuti ha messo in scena una grande qualità. Hangman era determinato al successo e spesso sembrava più forte di CM Punk. Lo scambio delle mosse finali è stato intenso e continuo, in un finale palpitante e emozionante. Grande match e grande azione fino alla fine. CM Punk vince con merito e solo il tempo ci dirà che effetti avrà questo successo.
Voto: 7.5

Double or Nothing 2022: le conclusioni
La serata di Double or Nothing non ha deluso per il livello tecnico e la qualità dello show. Peccato che alcuni match fossero oggettivamente inutili, ma il risultato è stato comunque un solido evento, forse un po’ troppo lungo ma comunque soddisfacente. Un PPV di cui la All Elite aveva bisogno in un periodo non semplice. Resta però il dubbio su MJF: che cosa sarà accaduto veramente?

ANGELO SORBELLO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *